Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 12-11-2003, 12.39.26   #21
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Nuova visione

X Dariel

A mio avviso, Dio non mandò suo figlio a morire sulla croce. Il motivo per cui Gesù non poteva andare sulla croce l’ho spiegato in questo Forum alla voce <Crocifissione – Spiritualità>. Gesù infatti non è mai andato sulla croce, ma c’è andato un altro chiamato Cristo il quale non è affatto resuscitato come ci è stato fatto credere, ma è morto 3 giorni dopo essere stato deposto dalla croce. Gesù era stato mandato da Dio Padre sulla Terra quale messaggero per annunciare la prossima venuta di Dio Padre e del Regno di Dio sulla Terra. E’ per questo che ci ha insegnato la preghiera del “Padre Nostro”: per prepararci a questo evento che ora si sta compiendo. Certo che la chiesa ha creato una bella confusione intrecciando le vite di Gesù e di Cristo per ingannare la gente e ci è riuscita benissimo finora. Ma la Verità, sulla storia di Gesù e su tante altre cose, sta venendo alla luce pian piano. E’ lo stesso Dio Padre che la sta rivelando. E’ una Verità SCONVOLGENTE che rimette tutto in discussione. Dio Padre si è incarnato ora sulla Terra per portarvi il Suo Regno e per guidare l’Ascensione di tutto lo spazio-tempo. La stragrande maggioranza della gente non sa ancora cosa sia l’Ascensione, ma col tempo prenderà coscienza che l’Ascensione è la via obbligata per meritare il Regno di Dio. Chi non intende ascendere si auto-escluderà da sé.
Gianfry is offline  
Vecchio 12-11-2003, 14.56.41   #22
Dariel
Ospite abituale
 
L'avatar di Dariel
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 65
Caro Mistico,
la mia risposta nei tui confronti,e mi scuso se eventualmente sono stato troppo invadente,e' perche' tu stesso hai detto in un'altro topic di prendere in mano il Corano,e di incominciare ad impararlo a memoria.Per questo che ho dedotto che tu sia mussulmano.
Ma se non e' cosi',ti chiedo scusa e il mio rispetto nei tuoi confronti resta invariato.
Dariel is offline  
Vecchio 12-11-2003, 15.02.33   #23
Dariel
Ospite abituale
 
L'avatar di Dariel
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 65
Re: Nuova visione

[quote]Messaggio originale inviato da Gianfry
[b]X Dariel

A mio avviso, Dio non mandò suo figlio a morire sulla croce. Il motivo per cui Gesù non poteva andare sulla croce l’ho spiegato in questo Forum alla voce <Crocifissione – Spiritualità>. Gesù infatti non è mai andato sulla croce, ma c’è andato un altro chiamato Cristo il quale non è affatto resuscitato come ci è stato fatto credere, ma è morto 3 giorni dopo essere stato deposto dalla croce. Gesù era stato mandato da Dio Padre sulla Terra quale messaggero per annunciare la prossima venuta di Dio Padre e del Regno di Dio sulla Terra. E’ per questo che ci ha insegnato la preghiera del “Padre Nostro”: per prepararci a questo evento che ora si sta compiendo. Certo che la chiesa ha creato una bella confusione intrecciando le vite di Gesù e di Cristo per ingannare la gente e ci è riuscita benissimo finora. Ma la Verità, sulla storia di Gesù e su tante altre cose, sta venendo alla luce pian piano. E’ lo stesso Dio Padre che la sta rivelando. E’ una Verità SCONVOLGENTE che rimette tutto in discussione. Dio Padre si è incarnato ora sulla Terra per portarvi il Suo Regno e per guidare l’Ascensione di tutto lo spazio-tempo. La stragrande maggioranza della gente non sa ancora cosa sia l’Ascensione, ma col tempo prenderà coscienza che l’Ascensione è la via obbligata per meritare il Regno di Dio. Chi non intende

Questo tuo modo di intendere la crocifissione,sicuramente e' frutto di un tuo "studio",e teoria.
Dici circa quello che dicono sul Corano.Che Gesu' non sia mai morto in croce.I mussulmani dicono che sia "scappato",ed abbia finito i suo anni in Egitto.Insieme a lui anche S.Tommaso.
Comunque sia la versione originale scatenata sicuramente da confusioni storiche,credo che la sostanza fondamentale sia la stessa

Ps.
Ma sei sicuro che Cristo e Gesu',nn siano la stessa persona.............che cambi il modo di chiamarle............
E se Gesu' nn fosse davvero morto in croce,chi avrebbe salvato i peccati dell'umanita'.........
Dariel is offline  
Vecchio 12-11-2003, 15.45.38   #24
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Nuova visione

A Dariel
Ho fondati motivi per credere che Gesù e Cristo non fossero la stessa persona. Comunque la Verità sta venendo alla luce. Quanto ai “peccati” dell’umanità nessuno li ha mai cancellati; neppure Dio, che può tutto, intende cancellarli poiché non servirebbe ad aiutare i suoi figli a crescere. Solo l’umanità può cancellare i suoi “peccati” o errori. Ciascun essere umano ha il compito di rilasciare il karma (cioè le forme-pensiero negative) proprio e quello dei propri antenati che la sua anima ha inciso nel DNA.
Gianfry is offline  
Vecchio 13-11-2003, 08.34.32   #25
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Oddio...mi sono persa!!

Chiedo umilmente venia...!!!
..Ma la discussione con i suoi tempismi affrettati da seria proposta d'indagine è scivolata in una divertentissima gag grazie al
tempestivo intervento di Catharsis,
non di meno la risposta di Dariel a Mistico che,
senza mezzi termini,
gli dà dello sciovinista mussulmano maschilista retrogrado..
DawoR(K) che seguendo la teoria degli 'opposto è bello' elegge Nefertiti alla "classe dirigente"..!
All'appello manca Deirdre!!
..Dove sei mio dolce 'pepe'??!

Se rileggo le prime 2 pagine..muoio!!

Parlando seriamente..
condivido in pieno la visione di Mistico(non interpretate male,per pietà!) riguardo una 'spiritualità' che è e vuole essere al di là delle etichette classificatorie limitanti.
Riguardo alla scissione tra gli 'illuminati' della storia (dio mio!! 'Illuminati' inizia a sapermi di 'ENEL'...meglio cambiare!)
chiamiamoli ' I portatori di amore'- e le 'chiese' poi istituzionalizzate c'è -come dice Dariel- un vero divisorio abisso,ne
convengo nel modo più assoluto!
I 'saggi' o 'maestri' o come li si voglia chiamare,non sono
politicanti, sono loro stessi 'la politica',non sono amanti dei dogmi,
schifano la filosofia poichè loro stessi sono l'affermazione vivente della filosofia che non ha bisogno di essere 'teorizzata' ma 'posseduta'-o meglio è Lei che 'possiede' loro;ma tutte queste sono solo parole e nessuno di loro avrebbe speso un'attimo del suo tempo in evanescenti fumose parole; loro 'erano' e questo è quanto bastava! Le parole erano solo un piccolo minuscolo veicolo in aiuto dei 'morti in vita' (gli intellettuali ed i 'dispersi).
Stando agli scritti dei suoi 'compagni di viaggio' Gesù aveva già il suo bel da fare a farsi 'capire'(nel cuore),che quando non so chi di loro,gli chiede "Maestro,perchè te ne vai..?" poco ci voleva che morisse anzi tempo per scoramento (ma grazie a Dio aveva la scorta di p....*).

Interessante riguardo a dispute insensate è Paolo (o Pietro)
a congreghe riunite -si parlava se ammettere o no tra i loro fratelli i non 'circoncisi' secondo la tradizione ebrea(credo)-salta sù e con molto 'savoir faire' ed un poco d'incazzatura al guinzaglio cerca di conciliare tutti i presenti (soprattutto gli 'anziani' irretiti da tanto modernismo rispetto alle usanze comandate da Mosè-o chi per lui- )dicendo pressochè:"..Compagni
siamo tutti fratelli in Cristo, perchè non unirci invece di perdere tempo in queste sciocchezze..L'importante sono le opere che compiamo,l'amore in Gesù ci rende fratelli, non il 'taglietto' proprio lì..!!"(Della serie "..Insomma, siamo seri..!".
Gesù si sarebbe.. agitato un'attimino di più !E non a torto!

Gesù..non è il Cristo ..Cristo non è il Gesù..???!
Okay,storicamente può essere interessante ma ai fini dell'amore o della religiosità/spiritualità non cambia alcunché: il suo martirio in vita ha lavato i peccati del mondo perchè era un 'gran peccato' fargli la vita amara o farlo fuori -che è lo stesso!- 'Lavati' dal suo PERDONO,perchè.."non sanno quello che fanno";ed anche se non lo avesse detto in punto di morte,il "non sanno quello che fanno"
era solo la REALTA' dei fatti..Lui e pochi altri contro le teste quadrate; e questa discussione si allaccia perfettamente a quella aperta da Kri "Condivisione":... 'Sappiamo' o 'non sappiamo ciò che facciamo'della nostra vita (interiore -e non-),del nostro desiderio di amore..??!

Ed anche se PENSIAMO di essere in 'pochi'..a quando la lotta per l'abbattimento delle maschere,non quì-che non ci servono!-ma là fuori,allo scoperto, ognuno solo -senza esserlo nel cuore- di fronte al mondo??!
E' un'invito a tutti -me stessa compresa-ad avere il coraggio di portare l'unità /la voglia di anime che si cercano e si vogliono incontrare, al di fuori della cerchia privata del forum e degli amici consolidati!
Un'abbraccio a tutti!
Gyta
gyta is offline  
Vecchio 13-11-2003, 10.15.44   #26
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Una nuova visione

X Gyta

Credo che ci sia una distorsione di fondo nel credo dei cristiani. Cristo è stato messo in croce perché dava fastidio ai potenti dell’epoca e non ha lavato nessun “peccato” perché non ne aveva il potere. Ripeto che neanche Dio Padre, che ne ha il potere, ha mai cancellato i peccati dell’umanità perché non avrebbe giovato alla crescita dei suoi figli. Se Cristo avesse lavato il peccato dell’umanità, come vuol far credere la chiesa, gli esseri umani sarebbero stati migliori, non credi? Purtroppo la storia ci ha insegnato il contrario, cioè i cristiani sono stati quelli che hanno perpetrato fino ad oggi i crimini più nefasti e proprio nel nome di Cristo. In quanto al perdono, Dio ha già perdonato i suoi figli sin dai primordi della creazione, poiché sapeva già che essi avrebbero commesso degli errori (anche gravi). Per Dio il “peccato” non esiste; esistono solo errori da cui imparare che possono essere sempre corretti. La caduta di coscienza durante la fase di espansione dello spazio-tempo era stata prevista dal piano divino, poiché solo con la caduta gli esseri umani avrebbero potuto fare tutte quelle esperienze necessarie alla loro evoluzione. Come potremmo noi, per esempio, apprezzare la pace se non facessimo l’esperienza della guerra? Per capire il bene occorre passare attraverso il male, cioè attraverso gli errori. Ma se gli errori che abbiamo commesso ci venissero cancellati dall’esterno prima che noi ne comprendessimo il significato, cosa avremmo imparato? Nulla! Perciò continueremmo a commettere gli stessi errori. Ecco perché nessuno, Dio compreso, può cancellare i nostri errori. Solo l’essere umano può cancellare i propri errori prendendone coscienza e cambiando il suo modo di pensare e il suo atteggiamento.
Purtroppo non è facile sradicare quello che ci è stato insegnato per millenni dalle religioni, ma dobbiamo farlo se vogliamo avere una vita degna di essere vissuta. Ora la fase di espansione o caduta dello spazio-tempo si è conclusa ed è appena iniziata la fase di ascensione durante la quale chi intende ascendere avrà tutta l’energia necessaria per comprendere i propri errori e cambiare atteggiamento. La via che porta a Dio non passa attraverso la sofferenza, come vorrebbe far credere la chiesa che difende il simbolo del Cristo inchiodato sulla croce, ma attraverso la presa di coscienza, la gioia, la libertà e l’amore.
Gianfry is offline  
Vecchio 13-11-2003, 12.01.27   #27
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
P.S: x Gianfry

Ho usato la parola 'peccato' giocando sul doppio significato usato in contesti diversi,non riferito al termine 'peccato' usato dal cattolicesimo.
Ho detto :è un 'peccato' che i migliori debbano puntualmente pagare il prezzo d' esserlo!

'Lavare' : perchè attraverso la comprensione(>prendere dentro sè/una sorta di 'passione' emotiva>come se l'avessimo compiuto noi quel passo/quell'errore) si giunge -inequivocabilmente- al
perdono (cioè l'accettazione ed il superamento di ciò che fu).

Riguardo la tua visione intorno a "Dio",la rileggerò più attentamente,ma dubito che così stringata ne venga fuori un comprensibile quadro. D'altronde dovremmo stabilire un'oggettività dei termini cui si fa riferimento.
"Dio" e "amore" i due termini più massacrati in assoluto in disquisizioni squisitamente filosofiche che -a volte- mi divertono ma
di massima aborrisco!

Amo lo scambio di emozioni e di esperienze che passano dentro
il sangue; la separata fredda teoria cammina su di un binario lungi dall'essere in parallelo col mio, né porta verso la medesima direzione.

Sono dunque dello stesso parere quando dici che "..la via che porta a Dio passa attraverso la presa di coscienza, la gioia, la libertà e l’amore".

Un saluto!
Gyta
.
gyta is offline  
Vecchio 13-11-2003, 15.44.59   #28
Dariel
Ospite abituale
 
L'avatar di Dariel
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 65
Citazione:
non di meno la risposta di Dariel a Mistico che,
senza mezzi termini,
gli dà dello sciovinista mussulmano maschilista retrogrado..

Gyta

Gyta,
nn mi sembra di aver parlato direttamente a Mistico.Ho semplicemente elaborato delle domande,restando al plurale.
Ma ho gia' risposto ha cio' che ha detto Mistico.
E nn mi sembra nemmeno di essere stato troppo diretto.
Dariel is offline  
Vecchio 13-11-2003, 15.49.06   #29
Dariel
Ospite abituale
 
L'avatar di Dariel
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 65
Bisogna effettivamente dire che solo attraverso il torto si puo' raggiungere la verita'.Solo se commettiamo degli errori,possiamo capire se siamo sulla retta via.E' come un bambino che si brucia con il fuoco.Quando impara a conoscerlo,lo evita.
Ma come uomini con una testa,non dobbiamo vedere il peccato come scusa.
Se facciamo del male,constatiamo che infliggiamo del torto ad altri.
E dobbiamo capire che stiamo sbagliando.La cosa peggiore e' capire di essere nello sbagliato,ma continuare a farlo..............
Dariel is offline  
Vecchio 13-11-2003, 21.08.55   #30
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Re: Una nuova visione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Gianfry
...La via che porta a Dio non passa attraverso la sofferenza... ...ma attraverso la presa di coscienza, la gioia, la libertà e l’amore.

...ed il rispetto, il senso della pluralità e non dell'esaltazione della singolarità (detto a chi fà perfino di Dio ...un singolo) ... attraverso l'armonia che viene dallo scoprirsi essere molto di più che "peccatori individui" ...attraverso lo scoprirsi artefici e parti di Un Solo Grande complesso che include tutto.

In fondo, la via che porta alla meta della "fede", cioè la "conoscenza di Dio", passa per una precisa via, che se non sbaglio si chiama "Via Dello Spirito Di Corpo" eheheh!

Attenti... c'é un'esca in quel che ho detto. Vediamo se qualcuno riesce a mandarla giù senza incappare nell'amo...

L'equivoco con Dariel si è chiarito bene, era evidente da subito che non era nelle intenzioni essere ne' pungenti ne' altro di negativo da parte di alcuno, insomma... ok!

Ultima modifica di Mistico : 13-11-2003 alle ore 21.26.32.
Mistico is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it