Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 16-05-2004, 15.31.34   #1
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
il male è biolocigo,ingovernabile?

Secondo la teoria di Darwin,noi siamo un prodotto di evoluzione da unicellula,pesce,rettile,mammi fero.Di consequenza il nostro cervello sarebbe diviso in 2 parte; rettile,freddo,razionale senza emotività.La parte mammifero;passionale,volto alla protezione della prole e gruppo,regolato ormonalmente.
Ho visto che i grandi criminali,sopratutto in tempo di guerra,sono delle persone molto spesso mediocrei,senza passionalità,che proprio in guerra hanno la possibilità di fare uso del loro cervello rettile,ammazzano senza emozioni.Anche molti serialkiller sono delle persone senza morale(può essere l'ambiente),pieta,valore per la vita.Come un appiattimento di sentimenti,come quando una lucertola si mangia una mosca,impassibile.
Mentre la nostra parte del cervello mammifero,si fa essere passionale,mai impassibile di fronte alla morte o la vita.Allora il tutto si riduce a un problema chimico mal funzionante nel nostro cervello?
Qualcuno che ne sa più di me?
willy
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 16-05-2004, 19.07.11   #2
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Question male ingovernabile

ti rispondo prima che il darwinista convinto ti esprima il suo parere, con la mia personale opinione, che non può ridurre
tutto ad un processo chimico. Oggi le malattie psichiatriche si curano con dei farmaci , che si badi bene aiutano nella fase acuta
a curare i sintomi, ma il disagio dell'anima, il campo di coscienza
il dolore e l'angoscia si possono sanare soltanto con un
lavoro personale di appropriazione dei propri contenuti psichici
e di una loro trasformazione. Questo non può dartelo nessun farmaco e allora se si tratta dfi coscienza la risposta è tutta là
Se io ho un livello di coscienza più sviluppato, più evoluto,
ho delle funzioni psichiche che riesco a governare, perchè
la mia parte istintuale e impulsiva (retaggio animalesco) viene
controllata e direzionata verso cose buone e sagge.
Così è per le emozioni, per i sentimenti, per l'immaginazione,
per la ragione. Tutto questo non nasce con me, è frutto di lavoro
è un mezzo per vivere in armonia con me stesso e con gli altri.
Se non domino e direziono queste funzioni, ma mi lascio dominare
dalle stesse ecco che divengo preda di forze che possono indurmi a fare cose terribili. Allora il male è ingovernabile???
Cosa ne pensi tu??
paperapersa is offline  
Vecchio 16-05-2004, 19.21.50   #3
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
La dualità negli aspetti è presente in ogni essere vivente, sia che si parli di regno animale (uomo compreso)... sia che si citino altri regni. Se si va a monte del tutto si potrà verificare che l'aspetto duplice è presente anche all'origine, dall'uno otteniamo i due aspetti in completa antitesi che, evolvendo e modificando la loro "Forma/aspetto" creano le dissimili forme di esistenza presenti sulla terra.
Stabilire quale aspetto del nostro "Io" sia definibile facente parte o più semplicemente, accomunabile all'aspetto maligno.. credo sia impossibile. La passionalità che tu citi conduce spesso l'uomo ad azioni prive di logica, l'istinto regisce all'imput esterno senza possibilità e prevaricando sulla razionalità e la ponderazione.

Non trovo del tutto valida l'ipotesi citata, piuttosto.. la definirei una delle diverse e molteplici filosofie che l'uomo costruisce per dare spiegazione al comportamento o atteggiamento tipicamente umano (ma comune in diverse forme viventi).
Il male come il bene sono semplicemente due definizioni che l'uomo ha creato per attribuire significato ad un dato agire, la classificazione d'ogni forma, ogni "modo" è tipica della mentalità dell'uomo il quale agisce in base a come la sua realtà (realtà soggettiva)...si presenta.
Dare spiegazione a concetti puramente oggettivi o, per lomeno, provare a conferir forma agli stessi...è a parer mio pura utopia poiché non è possibile discostare la visione soggettiva.

L'ipotesi citata potrebbe essere valida quale spiegazione, verissimo... ma pura teoria rimane (come molte altre).
Ciao

Ultima modifica di deirdre : 16-05-2004 alle ore 19.26.43.
deirdre is offline  
Vecchio 17-05-2004, 09.37.14   #4
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Citazione:
Messaggio originale inviato da wilhelmina frederika

Ho visto che i grandi criminali,sopratutto in tempo di guerra,sono delle persone molto spesso mediocrei,senza passionalità,che proprio in guerra hanno la possibilità di fare uso del loro cervello rettile,ammazzano senza emozioni.Anche molti serialkiller sono delle persone senza morale(può essere l'ambiente),pieta,valore per la vita.Come un appiattimento di sentimenti,come quando una lucertola si mangia una mosca,impassibile.
willy

estrapolo ....

.. dipende da che tipo di personaggio storico osservi, dipende dal periodo storico e dalla cultura del momento; per l'appiattimento dei sentimenti (da come scrivi mi viene da interpretare che sentimenti ed emozioni siano sinonimi per te, se sbaglio correggimi perfavore) io trovo effettivamente che sia il contrario, trovo che ci sia una totale dipendenza ed incapacità di ragionare sulle proprie emozioni.
L'esempio che porti della lucertola e la mosca non lo trovo calzante perchè si tratta di nutrimento, mentre nell'uomo è un meccanismo spichico che interviene ... e non penso sia neppure questione di coscienza maggiormente evoluta oppure no!! Ci sono menti geniali e consapevoli di se stesse .. ma demoniache (ovviamente utilizzo termini ad effetto).

Comunque, direi che si tratta di esperienza!

La chimica del nostro corpo (trovandoci nel forum di spiritualità) penso sia solo "l'effetto della causa" ... ad un evento "superiore" (chiamiamolo psichico) deve corrispondere la "materializzazione" del qualcosa ... è un un incatenarsi meraviglioso dei mille mondi dell'uomo.





p.s.
benvenuto/a ..
kri is offline  
Vecchio 19-05-2004, 12.50.39   #5
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
rispo.

grazie a chi mi ha risposta.Anch'io non credo che siamo tutto istintivi,ma giustamente un misto di uomo civilizzato e istinto.Perchè non abbiamo preso in considerazzione il nostro io interriore.Perchè certe nostre azioni li facciamo come spinto da una voce interriore,cosa è questo sesto senso,che molto spesso non sbaglia,se non un progesso chimico messo in atto da ...ormoni?Non so se la nostra corteccia celebrale è in realta un laboratorio chimico, ,e i sentimenti si riducano a un processo chimico.Magari faccio un sacco di confussioni,ma anche l'anima a questo punto,diventa un processo chimico?Perchè se noi siamo anche istinto,quel istinto dove ha origine?.Siamo anche razionale,ma perche in certe occassioni di forte stress,vince il nostro istinto.....di sopravivenza?
willy
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 19-05-2004, 15.46.28   #6
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: il male è biolocigo,ingovernabile?

Citazione:
Messaggio originale inviato da wilhelmina frederika
Secondo la teoria di Darwin,noi siamo un prodotto di evoluzione da unicellula,pesce,rettile,mammi fero.
Darwin non sapeva se venivamo direttamente da un'unica cellula, anche se è una possibilità molto probabile. Darwin si è limitato a spiegare che c'è evoluzione, che forse deriviamo da progenitori comuni. Che abbiamo affinità con le scimmie. Che ci siamo evoluti da selezione naturale e sessuale.
Citazione:
Di consequenza il nostro cervello sarebbe diviso in 2 parte; rettile,freddo,razionale senza emotività.La parte mammifero;passionale,volto alla protezione della prole e gruppo,regolato ormonalmente.
Il cervello ora è Mammifero, non è diviso in parti da rettile o da pesce, è vero però che la nostra struttura si è evoluta dagli anfibi primitivi, quindi abbiamo sicuramente affinità con questi anfibi, ma non ci sono delle parti del cervello di Anfibio, ci sono solo parti mammifere evolute dalle parti anfibe.

Da questi anfibi primitivi si sono sviluppati i mammiferi e i rettili primitivi, dai rettili primitivi si sono sviluppati i rettili moderni, gli uccelli e gli anfibi moderni. Noi non deriviamo dagli uccelli ne dai rettili di terra, noi deriviamo dall'antenato comune di questi, gli anfibi primitivi.


Citazione:
Ho visto che i grandi criminali,sopratutto in tempo di guerra,sono delle persone molto spesso mediocrei,senza passionalità,che proprio in guerra hanno la possibilità di fare uso del loro cervello rettile,ammazzano senza emozioni.
Sono mammiferi malati. Non hanno cervello rettile, hanno cervello mammifero mal funzionante.
Citazione:
Anche molti serialkiller sono delle persone senza morale(può essere l'ambiente),pieta,valore per la vita.Come un appiattimento di sentimenti,come quando una lucertola si mangia una mosca,impassibile.
Mentre la nostra parte del cervello mammifero,si fa essere passionale,mai impassibile di fronte alla morte o la vita.Allora il tutto si riduce a un problema chimico mal funzionante nel nostro cervello?
Qualcuno che ne sa più di me?
willy

Abbiamo certamente affinità con i nostri antichi progenitori, abbiamo mantenuto somiglianze strutturali, alcuni nostri comportamenti possono ricordare i comportamenti dei rettili, ma non ci sono uomini che vivono facendo funzionare una parte "da rettile", hanno anche loro emozioni, solo magari hanno reagito male a problemi della loro infanzia.
Voglio dire, che il comportamento strano di un uomo non è riassumibile semplicemente al fatto che la sua struttura deriva dagli anfibi, potrebbe essere anche dovuta a una risposta errata del suo sistema di mammifero.
Dunadan is offline  
Vecchio 19-05-2004, 15.53.55   #7
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: rispo.

Citazione:
Messaggio originale inviato da wilhelmina frederika
grazie a chi mi ha risposta.Anch'io non credo che siamo tutto istintivi,ma giustamente un misto di uomo civilizzato e istinto.Perchè non abbiamo preso in considerazzione il nostro io interriore.
certo, noi siamo istinto + ragionamento.

Citazione:
Non so se la nostra corteccia celebrale è in realta un laboratorio chimico, ,e i sentimenti si riducano a un processo chimico.
E' la spiegazione più razionale, la più ovvia, quella visibile, la reale. La realtà che vediamo. Al chimico aggiungici l'energetico materiale.

Citazione:
Magari faccio un sacco di confussioni,ma anche l'anima a questo punto,diventa un processo chimico?
L'anima per definizione non è materiale, quindi non segue processi chimici, è una fantasia umana.

Citazione:
Perchè se noi siamo anche istinto,quel istinto dove ha origine?.
L'istinto emerge dall'evoluzione.
L'istinto si sviluppa nella specie tramite selezione naturale.
L'istinto serve per sopravvivere, ci aiuta a sopravvivere.
L'istinto è il risultato dell'evoluzione come il nostro pollice è il risultato dell'evoluzione.
Citazione:
Siamo anche razionale,ma perche in certe occassioni di forte stress,vince il nostro istinto.....di sopravivenza?
Per costituzione della specie. Perchè la cosa importante per la specie è sopravvivere.
Se il razionale ti chiede di non sopravvivere te vai contro la tua funzione nella specie.

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 19-05-2004, 17.24.28   #8
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
risposta a dunadan

Tu dici che l'anima è una fantasia umana.Direbbe mia nonna,....ti sei buttato la zappa su tuoi stessi piedi....perchè per pensare,fantasticare,si serviamo del nostro cervello?O con un processo chimico,energetico,ma c'è un luogo dentro di noi dove nasce quella fantasia.Ovvio che è il cervello,forse è troppo banale.Ci piace qualcosa di più magico,sfumato.Sarebbe troppo razionale.
willy
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 19-05-2004, 19.39.30   #9
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Federika,
devi sapere che una volta il tribunale dell'inquisizione giudicava i religiosi mentre oggi giudica gli scienziati.
Nulla è cambiato rispetto al Medio Evo.
Esempi:nel-91 un medico legale è stato espulso dal museo del Cairo perchè ha presentato i risultati dell'analisi chimica dei capelli di una mummia.Dall'analisi risultava che i capelli contenevano tracce di nicotina e di cocaina.
Un altro scienziato è stato espulso dall'Università perchè è andato nel Messico,partendo dal Marocco con una barca identica a quelle degli antichi Egizi.(il suo viaggio era supportato da elicotteri di salvataggio ecc.)
E allora?
E allora io dico che la teoria di Darvin è sbagliata.Essa vale per gli animali ma non per l'uomo.(nel mio caso non mi arrestano e allora posso dire quello che voglio).
L'uomo deriva da un incrocio fra gli abitanti del pianeta Nibiru e le donne di Neardenthal.

Vedi:"Il pianeta degli dei."di Zecharia Sitchin.
" " :"Gli dei dalle lacrime d'oro" " "
:"Le astronavi del Sinai" " ".
:"Le profezie di Tutankhamon" di Cottery.
:"La dottrina segreta" di H.P.Blavatski.
:"Iside svelata" " "

oppure clicca: www.escatologia.it

Baci.

Kantaishi.
kantaishi is offline  
Vecchio 19-05-2004, 20.17.17   #10
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: risposta a dunadan

Citazione:
Messaggio originale inviato da wilhelmina frederika
Tu dici che l'anima è una fantasia umana.Direbbe mia nonna,....ti sei buttato la zappa su tuoi stessi piedi....perchè per pensare,fantasticare,si serviamo del nostro cervello?O con un processo chimico,energetico,ma c'è un luogo dentro di noi dove nasce quella fantasia.Ovvio che è il cervello,forse è troppo banale.Ci piace qualcosa di più magico,sfumato.Sarebbe troppo razionale.
willy


Ma come, con tutto il mio discorso, vieni a commentarmi solo quella frasetta?
Non ho capito perchè mi sarei dato la zappa sui piedi !!!

Ciao
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it