Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 29-03-2005, 19.19.04   #11
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
Re: spiritualita' e droghe

Citazione:
Messaggio originale inviato da ilnulla
Bellissimo questo forum, davvero complimenti a tutti.

Accanto a qualsiasi religione c'e' sempre stato spazio rilevante per una droga...vino, fumo, peyote, mescal etc...
Mi piacerebbe sapere la vostra opinione sul connubio droghe e spiritualita'.
Trascuriamo i dati di fatto (nuoce alla salute...anche la camomilla e' una droga etc...)), e di conseguenza anche le inutili polemiche tra proibizionisti e non.
Sulla consapevolezza che effetto puo' avere un uso ragionato di droga, prendiamo, come esempio, l'Hashish o la Ganja, sostanze psicoattive diffusissime in India fin dall'antichita'.


Chiedo scusa se l'argomento e' gia' stato affrontato.
Buonaserata a tutti.

...

personalemnte le ritengo due condizioni differenti... e non parlerei di spritualità quanto magari di meditazione....
le droghe: lo stato alterato di cosienza e
meditazione: lo stato alterato di consapevole cosienza ....


che dite vi piace....???

ovvio poi si dice che gli supefacenti aprono "certi" canali ma inconsapevolmente e non in maniera duratura e consapevole, la differenza per me la fà la consapevolezza ....
però ti parlo di concetti che sento perchè ho fatto meditazione e non ho mai usato dorghe e sopratutto il concetto di spiritualità è molto molto vasto ..... non credo che un uomo che si droga possa non essere spirituale.... e qui c'è tutto un altro mondo......

un bacio
diecidieci is offline  
Vecchio 29-03-2005, 19.55.36   #12
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
La scorciatoia per il nirvana.

Salve,
esiste una antichissima tradizione sia Indù che Buddhista,la quale dice che non bisogna prendere la"scorciatoia per il nirvana".
Infatti tutti gli illuminati sanno che c'è una gran somiglianza fra gli effetti delle droghe che derivano dall'oppio e gli effetti della meditazione.Ed è per questo che la prima regola di coloro che si dedicano alla meditazione è di abolire del tutto non solo la droga ma anche gli alcolici.Ma,riguardo agli alcolici ,il discorso è troppo lungo per una e-mail.
Basti vedere il mio caso:quando si stappano le bottiglie di spumante alla mezzanotte di capodanno,tutti i miei amici e conoscenti mi presentano un bicchiere di aranciata o di Gingerino.
Io brindo col gingerino e perchè?
Non perchè sono un virtuoso, ma perchè so cosa mi potrebbe succedere anche con solo mezzo bicchiere di spumante.
Dice Samkara:

"Chi segue la Via e annega i pensieri nel vino,è come colui che vuole cavalcare un coccodrillo."

Se volete saperne di più esiste ancora in libreria un libricino del prof.Huxley dal titolo:"le porte della percezione"in cui spiega che lui si è "fatto"una bella dose di eroina per vedere cosa succede.
Poi naturalmente non ha mai ripetuto l'esperimento, ma nel suo libro spiega che.effettivamente,l'effetto della droga è molto simile a quello della meditazione.
Alcuni Maestri spiegano,esagerando solo un pò,che la vita dell'illuminato e quella del drogato sono simili ,ma il fisico dell'illuminato è perfettamente sano ,intelligente e attivo.

Vedi:Aldous Huxley:"Le porte della percezione" ed.??

Om!Shanti!

Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 30-03-2005, 10.51.31   #13
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Re: spiritualita' e droghe

Citazione:
Messaggio originale inviato da ilnulla
Bellissimo questo forum, davvero complimenti a tutti.

Accanto a qualsiasi religione c'e' sempre stato spazio rilevante per una droga...vino, fumo, peyote, mescal etc...
Mi piacerebbe sapere la vostra opinione sul connubio droghe e spiritualita'.
Trascuriamo i dati di fatto (nuoce alla salute...anche la camomilla e' una droga etc...)), e di conseguenza anche le inutili polemiche tra proibizionisti e non.
Sulla consapevolezza che effetto puo' avere un uso ragionato di droga, prendiamo, come esempio, l'Hashish o la Ganja, sostanze psicoattive diffusissime in India fin dall'antichita'.


Chiedo scusa se l'argomento e' gia' stato affrontato.
Buonaserata a tutti.

Le droghe, tutte, comprese quelle più sottili che sono rabbia e odio (lo sapevate?) sono assolutametnte ottenebranti e producono, nel tempo, l'effetto opposto a ciò che si credeva o non credeva. Diciamo che sono, una bella fregatura! E molti ne hanno ben pagato le spese, purtroppo.

Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 30-03-2005, 11.28.56   #14
ilnulla
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2004
Messaggi: 53
Citazione:
Le droghe, tutte, comprese quelle più sottili che sono rabbia e odio (lo sapevate?) sono assolutametnte ottenebranti e producono, nel tempo, l'effetto opposto a ciò che si credeva o non credeva. Diciamo che sono, una bella fregatura! E molti ne hanno ben pagato le spese, purtroppo

Scontato.


Citazione:
Alcuni Maestri spiegano,esagerando solo un pò,che la vita dell'illuminato e quella del drogato sono simili ,ma il fisico dell'illuminato è perfettamente sano ,intelligente e attivo.

Realista.


Citazione:
ovvio poi si dice che gli supefacenti aprono "certi" canali ma inconsapevolmente e non in maniera duratura e consapevole, la differenza per me la fà la consapevolezza ....
però ti parlo di concetti che sento perchè ho fatto meditazione e non ho mai usato dorghe e sopratutto il concetto di spiritualità è molto molto vasto ..... non credo che un uomo che si droga possa non essere spirituale.... e qui c'è tutto un altro mondo......

Saggio.


Con la chimica le droghe sono state denaturalizzate, separate dal mondo naturale di provenienza, attraverso processi di sintesi che consentono di estrarre i principi attivi dalle piante di origine.
Esse vengono prodotte industrialmente ( con l'aggiunta di chissa quali schifezze) ed immesse sul mercato.
Lo scrittore E. Bourguignon riporta un interessante resoconto di una ricerca sperimentale effettuata con due gruppi di soggetti appartenenti a due distinte culture: "Nel 1959 A.F.C. Wallace ha fatto un confronto particolareggiato tra le reazioni degli Indiani dell'America del nord, che prendono il peyote nell'ambito dei loro rituali religiosi, e i soggetti bianchi, che lo prendono nell'ambito di un esperimento clinico. Sia il comportamento, sia le esperienze soggettive dei due gruppi presentavano differenze sorprendenti. Gli Indiani partecipavano a un rituale religioso e sperimentavano sentimenti di riverenza e spesso anche di sollievo da qualche malattia fisica. I Bianchi si trovavano in un assetto sperimentale senza alcuna preparazione culturale che impartisse un particolare significato alla cosa. Sperimentarono forti sbalzi di umore, che andavano da una depressione agitata all'euforia. I Bianchi mostravano, inoltre, un crollo delle inibizioni sociali e adottavano comportamenti che la società disapprova, laddove gli Indiani conservavano il dovuto decoro. I cambiamenti della percezione del sé e degli altri spaventavano i Bianchi, mentre per gli Indiani coincidevano con le loro aspettative religiose. Analogamente, gli Indiani avevano visioni che corrispondevano alle loro credenze e che seguivano uno schema culturale, laddove le "visioni" o allucinazioni dei Bianchi, che si formavano senza alcun modello culturale, variavano da un individuo all'altro. Inoltre, mentre negli Indiani l'esperienza con il peyote provocava cambiamenti sia nel comportamento sia nell'equilibrio psichico, i Bianchi, stando a quello che la ricerca riuscì a stabilire, non sperimentarono né cambiamenti di lunga durata né benefici terapeutici". Le conclusioni date da Wallace alla sua ricerca furono che la droga non ha un suo "contenuto", ma si limita a modificare per un certo tempo la coscienza umana, e i differenti risultati ottenuti sono da mettere in relazione con le differenze culturali dei due gruppi, cioè con la formazione mentale con cui hanno affrontato l'esperienza, il contesto del gruppo e il significato simbolico dell'evento.

Buonagiornata a tutti.
ilnulla is offline  
Vecchio 30-03-2005, 11.45.55   #15
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da ilnulla


Scontato.


Scontato? Cioè?



Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 30-03-2005, 12.14.50   #16
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Re: spiritualita' e droghe

Citazione:
Messaggio originale inviato da ilnulla
Bellissimo questo forum, davvero complimenti a tutti.

Accanto a qualsiasi religione c'e' sempre stato spazio rilevante per una droga...vino, fumo, peyote, mescal etc...
Mi piacerebbe sapere la vostra opinione sul connubio droghe e spiritualita'.
Trascuriamo i dati di fatto (nuoce alla salute...anche la camomilla e' una droga etc...)), e di conseguenza anche le inutili polemiche tra proibizionisti e non.
Sulla consapevolezza che effetto puo' avere un uso ragionato di droga, prendiamo, come esempio, l'Hashish o la Ganja, sostanze psicoattive diffusissime in India fin dall'antichita'.


Chiedo scusa se l'argomento e' gia' stato affrontato.
Buonaserata a tutti.

"Le droghe, tutte, comprese quelle più sottili che sono rabbia e odio (lo sapevate?) sono assolutametnte ottenebranti e producono, nel tempo, l'effetto opposto a ciò che si credeva o non credeva. Diciamo che sono, una bella fregatura! E molti ne hanno ben pagato le spese, purtroppo."

Hai detto che è scontato. Ma se è sontato, allora, che lo chiedi a fare?



Per esempio!


Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 30-03-2005, 12.59.21   #17
ilnulla
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2004
Messaggi: 53
Ho trovato la tua uscita scontata, senza offesa ovviamente.

E' come se imposti un discorso sul sole e qualcuno ti dice che e' giallo.

ilnulla is offline  
Vecchio 30-03-2005, 13.41.39   #18
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da ilnulla
Ho trovato la tua uscita scontata, senza offesa ovviamente.

E' come se imposti un discorso sul sole e qualcuno ti dice che e' giallo.


Per un enormità di persone, ciò che io ho detto, non è affatto scontato, purtroppo.

Qui stiamo su di un forum, e le risposte che si danno, sono per tutti. Perchè tutti, le possono leggere!

Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 30-03-2005, 14.51.49   #19
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Veramente... oggi di scontato si trova poco: Al mercato ortofrutticolo ho visto una bella PERA, ma non mi hanno fatto nessuno sconto, anzi... ho pagato anche con l'aumento!
Mistico is offline  
Vecchio 30-03-2005, 15.47.28   #20
ilnulla
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2004
Messaggi: 53
Sei un grande

Prova coiCarciofi


Per Kannon...nessun problema, abbiamo due punti di vista differenti.
Per molte persone i miei interventi saranno delle grandi cazzate, per altre le tue risposte delle banalita'.
ilnulla is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it