Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 14-12-2005, 20.16.34   #21
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da tattva
Sono propenso a prestare più attenzione a chi si presenta umilmente che il contrario.
Tranne che subodori che l’umiltà è falsa: in tal caso in rapporto è chiuso.

Secondo me l’umiltà è imprescindibile nel rapporto con Dio, uomo particella infinitesimale – Dio Tutto.
All’infuori che non si dica “io sono Dio”, allora l’umiltà è fuori gioco.

Tu ti ritieni umile o presuntuoso?
Yam is offline  
Vecchio 14-12-2005, 23.02.25   #22
tattva
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2005
Messaggi: 141
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Tu ti ritieni umile o presuntuoso?

Siccome c'è una gradualità nei modi di essere, penso di propendere più sul presuntuoso.

Mi hai fatto la domanda per mettermi in imbarazzo, forse perché ti ho irritato col precedente intervento?

Se fosse così, ti assicuro che sto scoprendo solo da poco tempo la filosofia del IO SONO, che mi pare possa raggiungere livelli elevati di spiritualità, benché diversa da quella seguita da me.

Indipendentemente da questo, approvo che si entri nel personale, dopo tante enunciazioni dietro le quali a volte ci nascondiamo.

Grazie ciao.
tattva is offline  
Vecchio 14-12-2005, 23.19.22   #23
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
.. penso che sia il caso di dividere ciò che si dice da come lo si dice. Si possono dire cose sagge e "vere" in maniera orrenda e cavolate spaziali in maniera sublime. [/b]


condivido pienamente. E poi litigare tra noi..?Offenderci con grazia e sarcasmo..mi capita a volte..ma cerco di riparare in prima o seconda battuta. Si sa:l'ego é molto forte

un abbraccio a Uno,Ivo,Fabrizio ed Epicurus che hanno con tutti noi pazienza iiiiiiiiifiiiniiitaaaa!(anche se tutto ha un limite )

'notte,'notte a tutti
feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 15-12-2005, 09.59.44   #24
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
seguire l'IO sono presuppone umiltà nel cammino...
ma occorre stare sempre attenti all'ego...(che si maschera davvero bene in certi casi)
per tattva: da "esterno" secondo me yam ti da "spunti" di riflessione.
Io lo ascolterei senza "paure" e re-azioni
turaz is offline  
Vecchio 18-12-2005, 10.31.30   #25
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Io sono Dio.. uhmm. Presuntuoso? Non per me. Dio è servo dell'Uomo per amore puro e semplice. Dio è un frammento d'argilla che completa il vaso infranto. Dio è un niente, si umilia di fronte all'Uomo e lo ama disperatamente, incompreso. Non è onnipotente perché tutto ciò che fa è struggersi nell'attesa del ritorno dell'amato, di un suo sguardo. Come può essere Dio onnipotente se ha dato a noi la libertà privandosela? Dio non giudica ma ama, Dio è silenzio, attesa. Grande invece è la relazione tra Dio e l'Uomo quando quest'ultimo ritorna al divino e lo fissa negli occhi: il vaso si riempie d'acqua pura, l'umiltà, le tribolazioni e l'attesa si espandono fino a scomparire nell'amore, nell'affetto, nel desiderio e nella passione che è il grembo di Dio, il vuoto che si trova dentro di noi si riempie e.. è comunque vuoto! Comunque Dio è un vuoto che ci attira, che ci risucchia verso di lui, che ci chiede di volgere lo sguardo in lui, di riconoscerci come vasi che bramano di essere riempiti d'acqua.

eu angello la buona novella è questa. Rinnovata, riproposta o banalizzata.

Ci sono tanti modi di leggere, di interpretare Dio, di interrogarsi su di lui, di vederlo, percepirlo, amarlo amando gli uomini, la libertà e la responsabilità che ci ha donato. Che visione ha l'ateo? Una sola: Dio non è, in nessuna delle sue forme. Ha mai cercato Dio in qualcuna di quelle forme, ad ogni modo? Che rivelazione ha l'ateo da diffondere? Se ama l'uomo e la sua libertà, è più vicino a Dio di tanti credenti. Che ci creda o meno è irrilevante. Che ci creda o meno Dio lo ama. Questo irrita molti atei. Se però ama l'uomo solamente perché ama sé stesso.. mah. è come tanti credenti. Se ama Dio.. è un po' ipocrita perché Dio non si può amare. E' un mistero troppo grande e si può solamente temere. Con dolce trasporto.

Oh oh! Eccomi qui che evangelizzo pure io! Che rabbia e che tenerezza gli atei. Di certo, non mi lasciano indifferente.
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 18-12-2005, 11.02.41   #26
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Tu ti ritieni umile o presuntuoso?

Humilis viene da humus, terra
umile è chi sa di essere in una condizione terrena simile e uguale
a quella di tutti, umile è chi condivide, chi ha compassione, chi
sta accanto, perchè è naturale che sia così.....

altra cosa è il non son degno, perchè paralizza l'azione se detto solo con falsa umiltà,

Quando l'umiltà è vera ti apri all'incredibile, all'inverosimile, al meraviglioso e tutto è possibile, il vaso vuoto si riempie e pur restando vaso il suo contenuto trabocca ed emana luce.....
paperapersa is offline  
Vecchio 18-12-2005, 11.05.59   #27
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
che l'ateo creda o no
Dio lo ama
questo irrita molti atei.......



direi questo irrita molti credenti!!!!
ricordi la parabola dei talenti??? o dei servi che vengono ricompensati in egual misura?
Chi potrebbe amare così se non Dio?
paperapersa is offline  
Vecchio 18-12-2005, 21.50.31   #28
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
che l'ateo creda o no
Dio lo ama
questo irrita molti atei.......



direi questo irrita molti credenti!!!!
ricordi la parabola dei talenti??? o dei servi che vengono ricompensati in egual misura?
Chi potrebbe amare così se non Dio?

ce l'ateo che non ha la comprensione di dio ama il mondo la vita
l'uomo e comprensivo caritatevole altruista.
ce l'ateo che e irritato di chi crede in dio dalle strutture dove si rendono lodi a dio e si dibatte con mani e piedi per disprezzare
il volto di dio manifesto sugli uomini.
be di differenza ce ne parecchia.
il credente cerca il dialogo propaga le sue esperienze grazie a dio
e paziente anche se offende dio o il credente non contraccambia alle offese ma vuole solo porgerlo nella braccia di dio.
i talenti riguardano i servi di dio ce chi l'ha noscosto sotto terra
chi invece la trafficato con il rischio di essere deriso percorso e ucciso.
gli operai della vigna sono i servi di dio che puo' dare carismi all'ultimo arrivato piu' di quelli che gia lavoravano in precedenza
ed e un richiamo a non aver invidia perche la sua generosita
la manifesta a chi vuole e quando vuole..
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 19-12-2005, 10.00.43   #29
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
che l'ateo creda o no
Dio lo ama
questo irrita molti atei.......



direi questo irrita molti credenti!!!!
ricordi la parabola dei talenti??? o dei servi che vengono ricompensati in egual misura?
Chi potrebbe amare così se non Dio?

se ciò "irrita" i credenti... il problema è l'ego che è presente nei credenti come negli atei.
il "problema" è sempre quello e valido per tutti.
L'ego...
Amore incondizionato...
turaz is offline  
Vecchio 19-12-2005, 21.15.17   #30
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
[quote]Messaggio originale inviato da Yam
[b]Tu ti ritieni umile o presuntuoso?

Salve,
a proposito di umiltà,una storiella di de Mello:

due vescovi si trovavano in chiesa e pregavano così:

"Signore,perdonami perchè sono un gran peccatore!"

Dietro di loro c'era un mendicante che pregava così:

"Signore perdonami,perchè sono il più gran peccatore del mondo."

Allora uno dei due vescovi disse all'altro:

"Ehi ! Ma guarda un pò chi si crede un gran peccatore!Quel pezzente!"

Shalom!

Kantai.
kantaishi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it