Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 30-12-2005, 16.46.34   #1
Areknames
Ospite
 
Data registrazione: 30-12-2005
Messaggi: 13
L'uomo di Gurdjieff

Nel sistema di Gurdjieff l’essere umano è metafora di una carrozza: la carrozzeria è il corpo, i cavalli le emozioni, il cocchiere la mente ed il proprietario, ovvero colui che decide dove andare perché sa qual è la direzione, è l’“Essenza”. Questa “Essenza” per Gurdjieff è nell’uomo addormentata (di conseguenza la mente-cocchiere fa ciò che vuole, si ubriaca e sbanda e non riesce a governare i cavalli-emozioni e alla lunga ci rimette la carrozza-corpo, che viaggia su strade dissestate); quindi, essendo l’umanità una estensione dell’uomo, Gurdjieff vede solo “addormentati” anche in coloro che pretendono di governare la carrozza umanità.
L'uomo per Gurdjieff è una macchina biologica senza il centro di gravità permanente.
Esistono però 4 vie per giungere alla liberazione e cioè per “ottenere” un “io”, ovvero per “morire con onore e non come cani”: la prima è la via del fachiro, vale a dire una via adatta a uomini in cui prevale l’orientamento fisico, uomini che tramite il controllo del corpo giungono ad un’unità interiore; la seconda via è quella del monaco, ovvero una via emotiva e cioè devozionale; la terza via è quella dello yogi, che potremmo definire una via intellettuale; la “Quarta Via” è la sua.

Gurdjieff è stato sicuramente uno psicologo unico ed affascinante capace di risvegliare nell'uomo una coscienza lontana. La sua scuola è stata sicuramente bistrattata o poco riconosciuta per i suoi bruschi comportamentali a volte anche poco veritieri.
Rivelò il significato dell'Enneagramma, spiegò la legge dell'Ottava, e molto altro ancora.
Aveva l'abitudine di non scrivere o prendere appunti. Sicuramente il libro più completo è quello scritto da Ouspensky di suo pugno poichè si venne a sapere che scriveva appunti all'insaputa di Gurdjieff durante le sue conferenze. Quando uscì "Frammenti di un insegnamento sconosciuto" Gurdjieff stesso lo riconobbe come il libro più dettagliato riguardo al suo insegnamento.

Areknames.
Areknames is offline  
Vecchio 31-12-2005, 16.12.23   #2
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
...è stato scritto nel tempo parecchio su Gurdjieff qui sul forum... e difficilmente ho incontrato simpatizzanti che abbiano colto il dunque o meglio ancora abbiano cercato un riscontro verso se stessi su di un "lavoro sulla linea dell'essere"

è un piacere leggere questa tua divulgazione...
atisha is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it