Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-06-2006, 19.37.49   #1
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
fede e illuminazione

La vera fede e la fede d’amore per se e per gli altri(amatevi gli uni con gli altri come io vi ho amato).la vera fede non e fede morta, ma fede viva che esce dal suo scrigno cose nuove e la rivitalizza,ampliandola ogni epoca a la sua lingua.(i vostri figli parleranno lingue nuove)
Gesu’ cristo a ampliato questa fede trasformando la fede morta di quel tempo in fede viva,(compiendo la fede e la legge) fondandola nell’amore,un dio che da una fede (occhio per occhio) utile per quella epoca la compie con il porgi l’altra guancia,non e venuto a compiere una fede per la gente di quella fede,ma una fede universale per tutti,ma non e stata accettata da tutti.
Purtroppo la storia ci insegna che il cristianesimo e andato ad intingere nella fede del vecchio testamento nella fede incompiuta,mettendo al rogo le persone,sconsiderando la fede (compiuta) che ci a dato gesu’ cristo.
Nel caso giovanna d’arco sono in errore tutte e due i criteri,sia chi la messo a rogo, sia chi la santificata,dove sono i valori(amate gli altri come voi stessi?porgi l’altra guancia?chi di spada ferisce di spada perisce?se ti costringono a camminare per un miglio compiene due?se ti tolgono la tunica dagli pure il mantello?se amaste solo quelli che vi amano che ricompensa ne avreste?amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano,cosi si fa addomesticare un discepolo e puo’ dire sono figlio di dio.
La stessa chiesa di oggi e una chiesa moribonda che arranca alla sopravvivenza,cristo parla ancora per bocca d’uomo portando alla chiesa cose nuove,ci sono cose nuove per i padri della chiesa per informarli su verita’ ,e peccati,non per tutte le genti ma per i ministri della chiesa,solo i ministri che non sono vivi di fede ma moribondi non accolgono queste cose e non le vogliono approfondire,chi porta verita’ non minaccia,perche’ viene da dio,e si sottomette ai ministri per amor di dio ,alcune di questi trattati’ servono per irrobustire la fede dei fedeli,in speranza,e vigilanza,salvezza,avere fede e una grande responsabilità per chi guida,il guidatore preferisce un cristo ancora in croce che morto pur che esso stia in pace,piuttosto di un dio vivente che parla causandogli un travaglio interiore responsabilizzandolo a delle decisioni.
Cosi come cristo fondo la sua chiesa(fede comunitaria)con il peccatore,traditore ed il rinnegatore, cosi essa a continuato e continuera’.la fede in cristo e fede di unione e non di divisione,le fede di cristo e una fede di sofferenza e di gioia,chi dice io seguo la via di cristo e non accetta la sofferenza di stare con il peccatore,il traditore,rinnegatore per aiutarli nella conversione costui lo conosce solo in parte e non in tutta la sua essenza,non a chiesto aiuto a cristo ma all’uomo dissociandosi dalla chiesa, e praticare una fede a propia misura comportandosi da egoisti e vigliacchi verso i loro fratelli che lottano per il miglioramento della chiesa,non parlo di coloro che hanno abiurato la loro fede tradendo colui che a versato sangue per loro,questi si giudicano da se prima ancora che li giudichi dio.io non do giudizi ma spunti di seria riflessione.
Chi e illuminato e vede solo luce e non vede il buio non e illuminato.
chi parla solo di bene e non parla del male non e illuminato,la vera luce vede anche il buio e convive con essa,lotta contro il buio per fare luce in terra dove vi e tenebra.
chi si trova nel buio e segue la luce diventera’ luce stessa per se e per gli altri che si trovano nel buio, ma per far si che essi diventano
luce di energia ne avra’ molta da spendere, a volte correndo il rischio di essere fulminati momentaneamente dalle stesse persone che sono buio, cristo e martiri ne sono testimonianza,momentaneamente perche’ riescono a far luce ancor oggi
chi segue la luce per vedere se e luce autentica deve essere irrorato di energia dalla stessa luce da cui e stato creato e riconoscerla.cosi chi splende agli occhi degli uomini non spende da se e si cura di testimoniare che il suo splendore viene da dio.
allego in piccolo passaggio della valtorta chi vuole intendere intenda..
VERITÀ E MISERICORDIA

"Ora Parla il Padre": "Vi pare dura la parola che dice la verità. Vorreste solo parole di misericordia. Potete dire di meritarla?. Non è misericordia anche la Voce severa che vi parla di castigo incitandovi a pentirvi? E vi pentite forse ?.
Questo desiderio di sentire solo promesse di bontà, questa smania di avere da Dio solo carezze e la deviazione della Religione. Avete reso epicureismo anche questa sublime cosa che è la Religione nel Dio vero. Da essa volete godimento. Non volete dare ad essa sforzo. Volete adagiarvi in una comoda transazione fra il comandato e quello che a voi piace. E pretendereste che Dio venisse a questo adattamento. Un tempo fu detto, 'quietismo', questo vizio spirituale. Ancora e detto dai dottori di spirito. Io sono più severo e lo chiamo epicureismo dello spirito.
Dalla Religione, da Dio, dalla sua Parola vorreste avere solo quanto accarezza il senso. Perché cosi siete discesi che anche lo spirito avete reso sensuale. Perciò volete dargli sensazioni e brividi tutti umani. Sembrate quei folli di altre religioni che provocano con opportune cerimonie uno stato psichico anormale per godere le false estasi dei loro paradisi.
La grande, la più grande misericordia di Dio non la capite più. E chiamate durezza, spavento, minaccia quello che è amore, consiglio, invito al ravvedimento per avere grazie. Volete parole di misericordia. Dite che volete queste per avere forza di risorgere? Non mentite. Vi piacerebbero perché sono dolci. Ma voi rimarreste amari come tossico al labbro di Dio.
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 01-07-2006, 22.45.10   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
scusami ma non sono riuscita a compredere appieno tutto quello che hai scritto.

L'essere umano per sua propria natura cerca la sopravvivenza e il ben-essere. Chiedere a Dio di stare bene non è cosa del tutto riprovevole. E credo che Dio non si opporrebbe di certo al nostro benessere.

I guaio è che noi chiediamo una strada ma poi ne pratichiamo un'altra.

Mia mamma mi diceva: ... ci vuole così poco per farsi voler bene, una parola buona un semplice sorriso

Sì, ci vuole così poco se noi stessi stiamo bene, ma se siamo pieni di veleno è una impresa molto ardua se non impossibile.

Ma educatori di chiesa e di famiglia hanno sempre proclamato il sacrificio, l'ubbidienza, l'annullamento di se stessi. Come puoi togliere la pagliuzza nell'occhio del fratello se prima non rimuovi la trave dal tuo?

Ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 02-07-2006, 02.12.39   #3
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Santificarla un errore?

Secondo me non è stato un errore Santificare Giovanna D'Arco.
Ella non ha ucciso nessuno se pure avanzava nel buio della battaglia , ma guidava il suo popolo con la luce che aveva nel cuore , e invitava il nemico a cedere il passo , e non con i comandi e le strategie e metodologie del generale dell'esercito ma con quelli dettati dal suo cuore e il suo comando era "...io amo!" , "chi mi ama mi segua!" (aggiungerei "o mi faccia passare!").
L'uomo di luce non teme di camminare nelle tenebre.
DarkTy is offline  
Vecchio 02-07-2006, 11.50.51   #4
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Re: Santificarla un errore?

Citazione:
Messaggio originale inviato da DarkTy
Secondo me non è stato un errore Santificare Giovanna D'Arco.
Ella non ha ucciso nessuno se pure avanzava nel buio della battaglia , ma guidava il suo popolo con la luce che aveva nel cuore , e invitava il nemico a cedere il passo , e non con i comandi e le strategie e metodologie del generale dell'esercito ma con quelli dettati dal suo cuore e il suo comando era "...io amo!" , "chi mi ama mi segua!" (aggiungerei "o mi faccia passare!").
L'uomo di luce non teme di camminare nelle tenebre.

mi riquoto.
dove sono i valori(amate gli altri come voi stessi?porgi l’altra guancia?chi di spada ferisce di spada perisce?se ti costringono a camminare per un miglio compiene due?se ti tolgono la tunica dagli pure il mantello?se amaste solo quelli che vi amano che ricompensa ne avreste?amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano,cosi si fa addomesticare un discepolo e puo’ dire sono figlio di dio.
sono forse insegnamenti dettati a vanvera da cristo?
sei cristiano o musulmano?
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 02-07-2006, 15.08.45   #5
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Sono Laico

Sono laico , e voglio vivere da Cristiano.

Anche io ho porto l'altra guancia e so cosa significa,
per questo ho dovuto abbandonare il mio lavoro e sono disoccupato da 1 anno, perchè se sarei rimasto avrei magari reagito all'aggressione ricevuta .
La settimana prima dell'episodio prima di entrare in chiesa mi sono detto: questa volta quelsiasi cosa che ascolto dal vangelo lo metto in pratica, poi a lavoro durante una richiesta al mio capo a lavoro si è avvicinato con presunzione e arroganza un impiegato e mi ha alzato le mani , subito mi sono tornate in mente le parole del vangelo dell'ultima domenica che avevo sentito il vangelo , e ho agito secondo il mio proposito , e non ho quindi reagito ma sono andato a licenziarmi anche se la voglia era enorme di spaccargli la faccia per quello che aveva fatto e non solo quello... Morale ho fatto bene o ho fatto male chi puo' dirlo? Lui ora mangia perchè io gli ho concesso di rimanere a lavorare e di mangiare il pane, e a me Dio non ha mai fatto mancare il pane a anche se sono poverissimo e senza un lavoro. ...occorre vincere il male con il bene ...occorre vincere il male con il pentimento ...è una vittoria dare da mangiare al proprio nemico ...è una sconfitta ricevere il pane dalle mani del nemico.
Finalmente dopo 13 anni sono riuscito a licenziarmi, e ringrazio Dio che quel 12 o 13 Maggio mi ha concesso questa sofferenza, che mi ha fatto decidere di abbandonare un posto che non era piu' da moltissimo tempo congeniale alla mia crescita.

Si hai ragione l'insegnamento è il perdono, e il porgere l'altra guancia , ma quando Dio chiede di alzare la spada noi dobbiamo obbedire , Vedi l'esempio del sacrificio di Abramo , egli poi fermerà la nostra spada , ma vuole l'ubbidienza alla sua volontà.
Giovanna impugnava quella spada per ubbidienza al progetto che le era stato affidato.
Se non si fossero mossi , tutto il popolo sarebbe stato invaso o distrutto. E se questo fosse da attribuirgli come male , direi che tra i 2 mali ella ha consintito il verificarsi degli eventi operando nella scelta del male minore. Ripeto che lei non ha ucciso nessuno , ha solo trasmesso e infuso l'amore nell'avanzamento del suo esercito.

Cosi' come nel cantico del Baghavad cita' dove Airjuna si vede costretto a scendere in battaglia contro i suoi simili , ciò che conta è il compimento della volontà del Signore, diffatti nel dialogo con Krisna Egli dice: "Colui che compie un'azione con la sola intenzione di compiacermi , costui mi è gradito" (Scusate non ricordo parola per parola)
Così penso che i gesti di Giovanna D'Arco fossero dedicati e secondo la volonta' che gli era stata dettata.

Gesù è venuto per portare una "spada" intesa come Parola che è cio' da cui se ne trae l'onnipotenza dell'Amore.
Il miglior lottatore è quello che vince senza combattere e Gesù lo è stato e lo è.

Ultima modifica di DarkTy : 02-07-2006 alle ore 15.12.46.
DarkTy is offline  
Vecchio 02-07-2006, 18.34.36   #6
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
se ai fatto bene o ai fatto male di non spaccargli la faccia a chi ti ha alzato le mani?
secondo te cristo cosa pensa che hai fatto bene ho hai fatto male?
l'uomo di luce non teme di camminare nella tenebre'' e dici bene.
se cammina nelle tenebre, cammina per portare luce e non divenire egli stessa tenebra.
se la tenebra agisce con la spada e la luce agisce con la spada sono tutte e due tenebra.
gesu e venuto a portare l'amore e la pace.
gesu e venuto anche a portare la spada,e ancora non sono venuto a portare la pace ma il fuoco, mettendo padre contro figlio,fratello contro fratello,popolo contro popolo,nazione contro nazione come?allentando il guinzaglio a satana perche!!!
per mettere a prova i valori che ci a insegnato pace e amore.
nel vecchio testamento dio aiuta i suoi figli a difendersi dall'agressore,e tutto giustificato,perche avevano quella legge
dell'occhio per occhio dente per dente.(perche mi devi sempre far ripetere le stesse cose?)
gesu cristo e venuto a compiere la legge.
chi mette mano alla spada non puo' essere giustificato(chi di spada ferisce di spada perisce) in quando a tradito una legge (compiuta il porgi l'altra guancia).
meglio che il nemico ti uccida la carne e non che la carne difenda la propia carne uccidendo il suo spirito.
giovanna impugnava quella spada per ubbidienza a un progetto di morte,che non viene da cristo in quando si fa uccidere per amore cosi i suoi discepoli.
che non abbia ucciso nessuno tu eri li?se stava in prima linea combatteva con il nemico non certo con i baci.
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 02-07-2006, 19.30.54   #7
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Ops... questo ha le ali e non ha le corna e tutto il resto... eppure ha una spada....



Appena posso mando una raccomandazione al Vaticano per dirgli che secondo Giuseppe oltre che oltre che a Giovanna dovrebbero togliere il San anche a Giorgio e al Michele qua sopra.. al Gabriele (anche se la spada la raffigurano meno vicino a lui) e ad un'altra bella fetta...
Poi l'altro giorno sono stato al mercato e visto che alcuni banchi erano troppo vicini alla chiesa li ho rovesciati e gli ho detto su di tutto

Sto scherzando... ma non è mai bene leggere (e voler trasmettere poi...) letteralmente le cose senza averle com-prese, fatte proprie... questo vale pure per un trattato di ingegneria figuriamoci per le cose dello Spirito.

Che senso dai Giuseppe a quella spada di cui erano muniti alcuni Santi?
E che senso invece al chi di spada ferisce di spada perisce?
Forse ci sono modi diversi e diversi significati alle azioni apparentemente violente, forse una Santa è in grado di avvicinare le persone a Dio anche in un modo che forse a noi non è comprensibile, se fossimo Santi anche noi senz'altro sapremmo il perchè e il per cosa.

Uno is offline  
Vecchio 02-07-2006, 19.52.00   #8
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
No non c'èro.

No non c'èro, ma con l'immaginazione si arriva ovunque.

Chi teneva in mano il vessillo , e chi teneva le briglie del cavallo?
Da ferma sguainava la spada per impartire il comando, e nell'altra mano teneva il vessillo , poi riponeva la spada nel fodero e avanzava con il vessillo. Se ha mantenuto in mano il vessillo e le briglie del cavallo , non aveva altre mani da mettere sulla spada per spargere sangue.

Il fatto che sia stata ferita da una freccia e che ebbe la visione di Santa Caterina (la santa della spada che impugnava) e che fu' risanata , questo è un Segno che era protetta per il compimento del progetto.

Indubbiamente Gesù è venuto per rendere perfetta la parola con il perdono (da occhio per occhio dente per dente a porgi l'altra guancia) , ma finche un persona non chiede scusa e non si pente questa subisce automaticamente la pena provocata e attirata da se stesso e proveniente da se stesso.



Ultima modifica di DarkTy : 02-07-2006 alle ore 20.02.26.
DarkTy is offline  
Vecchio 02-07-2006, 21.53.26   #9
giuseppe di davide
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 366
Citazione:
Messaggio originale inviato da Uno
Ops... questo ha le ali e non ha le corna e tutto il resto... eppure ha una spada....



Appena posso mando una raccomandazione al Vaticano per dirgli che secondo Giuseppe oltre che oltre che a Giovanna dovrebbero togliere il San anche a Giorgio e al Michele qua sopra.. al Gabriele (anche se la spada la raffigurano meno vicino a lui) e ad un'altra bella fetta...
Poi l'altro giorno sono stato al mercato e visto che alcuni banchi erano troppo vicini alla chiesa li ho rovesciati e gli ho detto su di tutto

Sto scherzando... ma non è mai bene leggere (e voler trasmettere poi...) letteralmente le cose senza averle com-prese, fatte proprie... questo vale pure per un trattato di ingegneria figuriamoci per le cose dello Spirito.

Che senso dai Giuseppe a quella spada di cui erano muniti alcuni Santi?
E che senso invece al chi di spada ferisce di spada perisce?
Forse ci sono modi diversi e diversi significati alle azioni apparentemente violente, forse una Santa è in grado di avvicinare le persone a Dio anche in un modo che forse a noi non è comprensibile, se fossimo Santi anche noi senz'altro sapremmo il perchè e il per cosa.

la spada con la bilancia e simbolo di giustizia.
la giustizia sta all'uomo in base alla (fedelta della legge) che dio gli da.
se dio da la legge:che la giustizia non sta piu' all'uomo ma a dio
la giustizia che inflige l'uomo su l'uomo non e piu' giustificata.
chi da la gloria nei cieli non e l'uomo ma dio.
l'uomo puo' dare la gloria(santificazione)per la terra e non per i cieli quello spetta a dio.
l'uomo santifica in base alla (fedelta della legge) del tempo di cui il santificato e aderente.
se la darco e.. erano mussulmani la legge li giustificava.
se erano cristiani la legge non li giustifica.
giuseppe di davide is offline  
Vecchio 02-07-2006, 22.57.23   #10
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Approfondimento...

Approfondimento...

Saggio => Saggio è colui che è fedele a Dio
Giusto => Giusto è Colui che compie la Volontà di Dio
Giustizia => La volonta' di Dio o Amore
Intelligente => Colui che evita il male facile
Legge => Pienezza dell'Amore , La parola di Dio.
Spada => Parola dello Spirito Santo
Bilancia => Le opere dell'uomo misurate in buoni frutti o (non buoni frutti o frutti inesistenti) e quindi in meriti o demeriti

Prova a rileggere quanto hai scritto , sostituendo a questi lemmi il loro significato e trovi da te cio' che non va. (naturalmente ci sono degli errori anche nelle mie "definizioni", ma possono essere migliorate.

Si giudica in base alle opere e non se la D'Arco è mussulmana o cristiana, e se i frutti delle opere sono buoni allora anche la pianta che l'ha prodotta/coltivata/nutrita/ecc.. è buona.

Ultima modifica di DarkTy : 02-07-2006 alle ore 23.10.51.
DarkTy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it