Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-01-2003, 11.26.31   #11
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
Ciao Mistico,

ogni volta che ti leggo mi fai riflettere su qualcosa.

Grazie!




neverforever is offline  
Vecchio 21-01-2003, 21.09.57   #12
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Ciao Mistico..a parte che io non mi sento d' ppartenere ad alcun credo e tantomeno ne voglio uno... quindi, quando sento questo termine, mi si rizzano i capelli.

Per me la Cabala offre un'ottima spiegazione in merito a come è avvenuta la creazione...e poco c'entra con il cristianesimo che noi conosciamo.
Ora, che la religione serva per riunire delle persone... sono più che d'accordo, ma non mi dire che rispetti tutti i credo perchè se giungesse un satanista...non credo che tu, come molti altri, lo trattereste nel medesimo modo in cui trattate me .... vediamo d'essere realisti ed abbandoniamo la retorica...almeno ogni tanto.
Ti dirò di più... io sono giunta a questo potente mezzo anche grazie a quel "movimento" che a me piace definire..l'antagonista del cristianesimo bigotto e "fuoritempo"......

Ogni religione è vera?
Ne sei sicuro?
Cioè...tu affermi che ogni credo è valido?
Mi sfugge qualcosa... io posso rispettare il credo altrui... ma non posso affermare che esso E' vero...
come potrei visto che, innanzitutto, non lo conosco.... poi, se ho una mia filosofia di vita...non posso affermare altro che ciò che per me è vero....ciò che io ritengo giusto...
rispettare è un conto... ma dire che qualcosa è vero..... bhe..implica una forma di convinzione dettata dal credere ed aver "provato"...
sbaglio?

i valori?
Quali sono i valori delle religioni più "numerose"?
I soldi?

se l'ignoranza tu la reputi un valore...
ti pare che una religione con tanto di paraocchi come il cristianesimo possa definirsi pregna di valori?
nella "pratica" Mistico..non nella teoria.....


ma ora sto andando oltre il senso di questo 3d...

e poi mistico...dipende da cosa intendi con il termine "Dio"... troppo soggettivo... difficile dare definizione....
un bacio...

Ultima modifica di deirdre : 21-01-2003 alle ore 21.22.04.
deirdre is offline  
Vecchio 22-01-2003, 13.01.05   #13
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Citazione:
Messaggi di riferimento inviati da Deirdre
Citazione:
...non mi sento d'appartenere ad alcun credo e tantomeno ne voglio uno... quindi, quando sento questo termine, mi si rizzano i capelli...
Non é la Cabala la cosa che consideri più degna di attendibilità? ...ed allora é quella il tuo credo. Non confondere il "credo" con la "fede": il credo é il complesso delle cose che supponiamo vere ed attendibili, per nostro personale esame, mentre la fede é fiducia, é lo stato d'animo che porta ad affidare sè stessi e tutto il proprio ad un pacco chiuso di "verità" che si decide siano tali senza farsi domande.
Lo so che tu non hai "fede", anche per questo ho stima di te, e lo sai: l'accettazione supina di pretese verità imposteci da qualcuno implica la nostra resa nei confronti della ragione ed é, perciò, una personale esplicita dichiarazione di propria incapacità di ragionamento e discernimento. La fede é del bambino che si affida completamente al proprio genitore.

La nostra vita é un ponte che attraversiamo passo dopo passo. I nostri piedi calpestano assi di legno capaci di tenerci su, per un secondo ed una volta sola. Ad ogni passo, l'asse che abbiamo appena percorso crolla e noi non possiamo fare altro che andare avanti con la massima attenzione.
Tuttavia, prima o poi poggeremo il piede su quell'asse che cederà sotto di noi facendoci cadere con esso.

Il "credo" é il modo di poggiare i nostri piedi su quelle assi. Come fare per prendere meno spaventi nella nostra vita... é meglio deciderlo da sè in base alla propria matura esperienza di adulti, ...se, a prescindere dalla nostra età... siamo adulti.


Citazione:
...non mi dire che rispetti tutti i credo perchè se giungesse un satanista...non credo che tu, come molti altri, lo trattereste nel medesimo modo in cui trattate me .... vediamo d'essere realisti ed abbandoniamo la retorica...almeno ogni tanto.
Considerare la verità non significa accettarla per sè. Certamente io considero la tua verità, ma non faccio mia la Cabala, per esempio.
Parlando di satanismo, nota che non lo scrivo con la maiuscola: io so che esiste, perciò é vero... ma non lo accetto per me semplicemente perchè non quadra assolutamente con la MIA verità.

Se trovassi un satanista, io ci parlerei anche più volentieri che con te... ma la ragione di questa mia determinazione a parlarci, non sarebbe in nulla simile a quella che mi spinge a dialogare con un cristiano, buddista, panteista, islamico o altro. Il movente, credo, sarebbe quello di capire quale per me assurda base sostiene le convinzioni di un satanista.


Citazione:
...Cioè...tu affermi che ogni credo è valido?

E' validio per qualcuno che, nonostante ogni mia eventuale presunzione di superiorità su tutti, vale almeno quanto me. Questo mi assicura che se io posso credere in qualcosa con ragione... altri possono credere in altro con ragione.

Chi di noi ha davvero la conclamata superiorità sugli altri che gli consenta di affermarsi giudice della Verità?! Io non sono e non voglio essere quello.

La sola cosa che so é che solo io posso affermare di conoscere "il mondo intorno alla mia esistenza", di quel mondo, Deir, io sono il centro ed il giudice supremo; di quel mondo, io sono l'ufficio competente di Dio in terra ed ho la responsabilità di ogni mio pensiero ed azione.

Ognuno di noi ha la stesso ruolo nel mondo "intorno a sè".

Per questo, io "subisco" le leggi umane. Non le riconosco, se non coincidono con le sacre leggi della mia Coscienza.

Forse, Deir, il mio é un nuovo gradino evolutivo della specie "umana"...coglierei l'occasione per fare un pubblico annuncio:

"Scopo evitare estinzione prima ancora di successo genetico, mutante cerca femmina di specie 'Homo Sapiens Sapiens Sapiens' per reciproco vantaggio evolutivo. Contattare Mistico presso questo forum in ogni tempo."

...Anzi, questo annuncio lo vado a mettere in bacheca!!!

EhEhEh!



Ciao...


Ultima modifica di Mistico : 22-01-2003 alle ore 13.03.12.
Mistico is offline  
Vecchio 24-01-2003, 09.52.23   #14
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Non é la Cabala la cosa che consideri più degna di attendibilità?

SI CERTO... MA E' UNA MIA OPINIONE

...ed allora é quella il tuo credo. Non confondere il "credo" con la "fede": il credo é il complesso delle cose che supponiamo vere ed attendibili, per nostro personale esame, mentre la fede é fiducia, é lo stato d'animo che porta ad affidare sè stessi e tutto il proprio ad un pacco chiuso di "verità" che si decide siano tali senza farsi domande.

APPUNTO, QUESTO E' L'ERRORE DELLA FEDE...COME PUOI CREDERE CIECAMENTE IN QUALCOSA FINO A RENDERLA ASSOLUTA?
TI RENDI CONTO CHE E' ILLOGICO?
CREDERE...ED AVER FIDUCIA O FEDE..PER ME STANNO SULLO STESSO PIANO... CREDO IN UNA DATA "COSA2, CREDO IN UNA PARTICOLAR PERSONA..DI CONSEGUENZA HO FIDUCIA IN LEI...
CREDO ALL'ESISTENZA DI UN DIO..??? BENE..HO FIDUCIA IN LUI...

Lo so che tu non hai "fede", anche per questo ho stima di te, e lo sai: l'accettazione supina di pretese verità imposteci da qualcuno implica la nostra resa nei confronti della ragione ed é, perciò, una personale esplicita dichiarazione di propria incapacità di ragionamento e discernimento. La fede é del bambino che si affida completamente al proprio genitore.

SI QUESTO E' VERO.... INFATTI, SE NOTI, IL CREDO CRISTIANO CHIEDE DI ESSER COME BAMBINI NEI CONFRONTI DI DIO... ALMENO..IO COSI LA VEDO.

La nostra vita é un ponte che attraversiamo passo dopo passo. I nostri piedi calpestano assi di legno capaci di tenerci su, per un secondo ed una volta sola. Ad ogni passo, l'asse che abbiamo appena percorso crolla e noi non possiamo fare altro che andare avanti con la massima attenzione.
Tuttavia, prima o poi poggeremo il piede su quell'asse che cederà sotto di noi facendoci cadere con esso.

PESSIMISMO MISTICO... QUESTO IO LO DEFINISCO SEMPLICEMENTE PESSIMISMO. SORRY.


Il "credo" é il modo di poggiare i nostri piedi su quelle assi. Come fare per prendere meno spaventi nella nostra vita... é meglio deciderlo da sè in base alla propria matura esperienza di adulti, ...se, a prescindere dalla nostra età... siamo adulti.

BHE... QUESTO SI...LO AMMETTO... PUO' ESSER VERO... PERO' PREFERISCO DEFINIRE IL CREDO..CIO' CHE DA SENSO ALLA NOSTRA ESISTENZA, CIO' CHE TI FA SENTIRE VIVO...NON IMPORTA IN COSA TU CREDA..BASTA CHE TU CREDA... ALLORA AVRAI DELLE BASI, DELLE CERTEZZE SU CUI EDIFICARE LA TUA ESISTENZA... MANCANDO QUELLE..MANCA TUTTO.


Considerare la verità non significa accettarla per sè. Certamente io considero la tua verità, ma non faccio mia la Cabala, per esempio.
Parlando di satanismo, nota che non lo scrivo con la maiuscola: io so che esiste, perciò é vero... ma non lo accetto per me semplicemente perchè non quadra assolutamente con la MIA verità.

Se trovassi un satanista, io ci parlerei anche più volentieri che con te... ma la ragione di questa mia determinazione a parlarci, non sarebbe in nulla simile a quella che mi spinge a dialogare con un cristiano, buddista, panteista, islamico o altro. Il movente, credo, sarebbe quello di capire quale per me assurda base sostiene le convinzioni di un satanista.

OK....




E' validio per qualcuno che, nonostante ogni mia eventuale presunzione di superiorità su tutti, vale almeno quanto me. Questo mi assicura che se io posso credere in qualcosa con ragione... altri possono credere in altro con ragione.

Chi di noi ha davvero la conclamata superiorità sugli altri che gli consenta di affermarsi giudice della Verità?! Io non sono e non voglio essere quello.

La sola cosa che so é che solo io posso affermare di conoscere "il mondo intorno alla mia esistenza", di quel mondo, Deir, io sono il centro ed il giudice supremo; di quel mondo, io sono l'ufficio competente di Dio in terra ed ho la responsabilità di ogni mio pensiero ed azione.

Ognuno di noi ha la stesso ruolo nel mondo "intorno a sè".

Per questo, io "subisco" le leggi umane. Non le riconosco, se non coincidono con le sacre leggi della mia Coscienza.

Forse, Deir, il mio é un nuovo gradino evolutivo della specie "umana"...coglierei l'occasione per fare un pubblico annuncio:

"Scopo evitare estinzione prima ancora di successo genetico, mutante cerca femmina di specie 'Homo Sapiens Sapiens Sapiens' per reciproco vantaggio evolutivo. Contattare Mistico presso questo forum in ogni tempo."

...Anzi, questo annuncio lo vado a mettere in bacheca!!!

EhEhEh!



Ciao...


VA BHE MISTICO... NON AGGIUNGO ALTRO...
UN SALUTO!
deirdre is offline  
Vecchio 06-02-2003, 10.12.32   #15
falcorum
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-01-2003
Messaggi: 66
L'albero della vita.

Forse, e se mi è consentito dire, l'indagine dell'Albero della Vita che è già di per se impresa ardua, andrebbe integrata dallo studio del "come" si addiviene ad esso. Studio che è parte integrante di quella che viene definita "Geometria Sacra" (Drunvalo docet). Il "punto" (UNO). manifestazione dell'Assulto muovendosi crea un segmento (che include in se il 2 ed il tre, poichè il segmento ha in se un inizio una fine e ciò che sta in mezzo). Il segmento ruotando crea il primo cerchio (anima mundi). A sua volta da un punto qualsiasi della circonferenza del cerchio creato e passando per il centro del cerchio stesso (o punto iniziale) viene creato un secondo cerchio. Lo spazio tra i due è la "vesica piscis" (simbologia assai nota agli occultisti avanzati, dalla quale trae origine tralaltro anche la volta gotica tanto usata nelle chiese ed in altri monumenti - vedi templari, massoni etcetc-). Così, nel creare altri cerchi si addiviene non solo all'Albero della Vita (noto ai cabalisti), ma anche ad altre fondamentali figure come l'Uovo della Vita, il Fiore della vita etc...etc...per addivenire poi alla visiore tridimensionale delle figure (fino ad ora "piane") citate.
Indi, studiare ed indagare la cabala è certo importante al fine di comprendere, ma la ricerca, come sempre si spinge oltre, molto oltre. (Curioso osservare che i "crop circle" contengono molti "pittogrammi" che si riferiscono a questa simbologia. Ma questo è di certo altro argomento).
Scusandomi per l'imperfezione del mio esposto, ti porgo i miei più cordiali saluti.
falcorum

Ultima modifica di falcorum : 06-02-2003 alle ore 10.17.32.
falcorum is offline  
Vecchio 29-04-2003, 13.21.43   #16
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Re: Misticismo: i tre sentieri di superconsapevolezza

x DD

Non sono certo un'esperta, ma mi andrebbe di portare avanti questo filone.
Se ti va vorrei farti un paio di domande.

Citazione:
Il misticismo devozionale che si correla alla sfera di Tiphareth- sfera del sole... il salvatore..il Cristo cristiano.
Il misticismo naturale, del tipo inebriante Dionisiaco, che si collega alla sfera di Netzach;
Il misticismo intellettuale di tipo occulto che si equipara con Hod.

"misticismo devozionale" mi ha fatto venire in mente un qualcosa inerente alla cultura indiana, dove con "devozione" si riferiscono al compimento delle azioni al di la di ogni conseguimento. Per devozione si intende il "camminare nel centro", l'osservazione dei lati e il loro superamento attraverso la devozione (appunto) verso un punto fisso che viene rappresentato dal Se Superiore, e che sembra essere rappresentato qui in Tiphareth (ti prego di correggermi se sbaglio).
Questo tipo di cammino verso la consapevolezza è detto migliore e da preferire rispetto agli altri in quanto permette di liberare la mente, verso la "luce".

"misticismo naturare" che vediamo confluisce nel Dio greco Dionisio (Osiride, per gli egizi), e qui mi ha incuriosito molto la cosa perchè il culto di questo Dio è correlato all'oltretomba (relativo anche alle laminette Orfiche) oltre che alla luce.
Per oltretomba intendono il culto dell'immortalità dell'anima e della sua confluenza nel circolo delle reincarnazione verso le liberazioni. Ora Dionisio era da qualcuno assoggettato a Bacco e i suoi sacerdoti venivano chiamati Baccanti. Bacco ci fa sicuramente venire in mente il vino. Il Vino sia in Egitto che in Grecia esotericamente rappresenta la vita spirituale. Non quindi l'ebrezza, ma una dedizione completa allo spirito.
Questo tipo di percorso ha un ruolo diverso rispetto alla prima in quanto tende alla purificazione del corpo e dell'anima attraverso il culto, ma non riesce ancora a toccare il SE. Forse dice che è naturale in quanto si dice che l'uomo "naturalmente" (prima o poi) tenderà alla purificazione. (il vino nel culto di Bacco, veniva anche utilizzato per raggiungere stati di estasi, per poter conoscere il Dio ...)


"misticismo intellettuale" ecco qui mi ha fatto pensare il fatto che fosse associato all'occulto e a thoth.
Lo studio porta alla brama del sapere. Il livello in cui (forse) sia necessario sperimentare. Qui credo che per magia si voglia intendere magia alchemica.

Citazione:
Inoltre.... cos'è il misticismo?


Qualcuno dice essere una rivelazione data da una di queste tre condizioni.
Altri pura fantasia.
Altri ancora creazioni di menti malate.

Ti domanderai dove sono le domande? Beh .... sono implicite. Che ne pensi?
kri is offline  
Vecchio 01-05-2003, 10.55.27   #17
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Ciao Kri, non è il periodo migliore per parlare di misticismo (per me)..però posso provarci, non garantisco nulla..hheheh

Misticismo devozionale..a me ricorda molto il credo cristiano, fede e devozione cieca, accettazione passiva del dogma... sacrificio per la redenzione divina... Thiphareth, il sacrificio del Cristo morto sulla croce.

Misticismo naturale... mi sovvengono i culti pagani, la madre terra in tutti i suoi aspetti.. tu citi dioniso e le baccanti...
Il legame con la sfera di Netzach, venere... la natura in tutti i suoi aspetti, in opposizione a Hod, Mercurio, il dio dell'intelletto e della conoscenza.

credo che il segreto stia nell'attivo e passivo..mi spiego, meglio spiego questo mio ragionamento contorto.
la via occulta, se non ricordo male... viene spiegata nel libro dei tarocchi e va dal bagatto, il quale ha con se i 4 elementi, il giocoliere che si attiva in un percorso... fino alla forza... la via mistica dall'appeso che se osservi è legato a testa in giù all'interno di due colonne, le famose due colonne, il suo corpo disegna un triangolo sopra il quale è posta una croce e se non erro, la croce posta al di sopra di un secondo simbolo sta ad indicare l'opera compiuta, il triangolo con la punta verso il basso simboleggia l'elemento acqua, la ricettività tipica del mistico, colui che si pone in attesa(forse il termine non è appropriato ma rende l'idea)...dal suo corpo cadono monete d'oro.... cosa ti fa venir ein mente?

mi fermo... non sono molto in vena...
un bacio cara
deirdre is offline  
Vecchio 02-05-2003, 10.16.47   #18
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Ciao Kri, non è il periodo migliore per parlare di misticismo (per me)..però posso provarci, non garantisco nulla..hheheh

Misticismo devozionale..a me ricorda molto il credo cristiano, fede e devozione cieca, accettazione passiva del dogma... sacrificio per la redenzione divina... Thiphareth, il sacrificio del Cristo morto sulla croce.

Misticismo naturale... mi sovvengono i culti pagani, la madre terra in tutti i suoi aspetti.. tu citi dioniso e le baccanti...
Il legame con la sfera di Netzach, venere... la natura in tutti i suoi aspetti, in opposizione a Hod, Mercurio, il dio dell'intelletto e della conoscenza.

credo che il segreto stia nell'attivo e passivo..mi spiego, meglio spiego questo mio ragionamento contorto.
la via occulta, se non ricordo male... viene spiegata nel libro dei tarocchi e va dal bagatto, il quale ha con se i 4 elementi, il giocoliere che si attiva in un percorso... fino alla forza... la via mistica dall'appeso che se osservi è legato a testa in giù all'interno di due colonne, le famose due colonne, il suo corpo disegna un triangolo sopra il quale è posta una croce e se non erro, la croce posta al di sopra di un secondo simbolo sta ad indicare l'opera compiuta, il triangolo con la punta verso il basso simboleggia l'elemento acqua, la ricettività tipica del mistico, colui che si pone in attesa(forse il termine non è appropriato ma rende l'idea)...dal suo corpo cadono monete d'oro.... cosa ti fa venir ein mente?

mi fermo... non sono molto in vena...
un bacio cara

mi fa venire in mente moltissime cose ... ma non mi va di forzarti .. mi andrà molto di parlare con te di tutto questo ... ma quando sarai di nuovo in forma ... tu, semplicemente posta qui ... "ok Kri parliamone" ... e io sarò felicissima di confrontare con te le diverse opinioni e interpretazione ...
un bacio!
kri is offline  
Vecchio 06-05-2003, 21.27.21   #19
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Cosa ti viene in mente Kri...
deirdre is offline  
Vecchio 07-05-2003, 10.26.09   #20
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
dunque, dunque ...

A.S.
ben tornata nella mischia delle menti danzanti ....

dicevamo ... il misticismo devozionale tu lo interpreti come la devozione ad un Dio religioso e dogmatico ...
io invece vedo che per devozione ... si intende (seguo l'interpretazione indiana) il discernimento e la mente fissa sul raggiungimento del “SE”. Visto in questo modo Thiphareth acquista un significato diverso ... il sacrificio sulla croce ... laddove la croce rappresenta (le fonti credo ti siano note) ... la crescita Spirituale verso l'alto e l'espansione intorno ... una sorta di sfera che vibrando cresce ... e dove il sacrificio viene visto come "sacralizzazione" dell'azione. Ora il sacrificio in questa veste non è più la rinuncia ma la completa sacralità e rispetto che si ha verso il Tutto. Thiphareth diviene la sfera di equilibrio, come già accennavi tu, si trova infatti nel pilone centrale ... le altre due sono le vie diverse ... ma comunque necessarie).
Non sarebbe possibile a mio avviso raggiungere un misticismo così elevato se ci fosse un dogma ... infatti il dogma, per sua natura, è la non comprensione dello Spirito. Per discernimento invece si ha un lento ma inesorabile accantonamento dei pilastri mentali che regolano la nostra vita ... (te paresse facile!!!).
Avviene così il decadimento dei pilastri religiosi e dogmatici per l'avvento dell'estasi mistica ... "reale" ... dove reale è vissuto come "assoluto" e "relativo" ... (spero che questo assoluto e relativo possa essere chiaro, parlo del primo principio ermetico).

Il misticismo naturale ... "la natura e la sua potenza creatrice" mi riporta ancora una volta alla ricerca di una purificazione ... un misticismo indotto attraverso un mezzo e quindi un culto ... forse questo mi avvicina più all'idea di dogma. Ma non in senso stretto ..... ma piuttosto appunto come "culto e mezzo attraverso cui ..." credo che questo tipo di misticismo sia affascinante nel suo complesso e necessario per cercare di liberarsi dallo stesso concetto di culto ... lo so, può sembrare un controsenso .. magari poi cercherò di spiegare meglio .. ora non è in tema.

dici:
...credo che il segreto stia nell'attivo e nel passivo ...

non fa una grinza ... indubbiamente il "ritmo" ... e queste due sfere servono a riportare a T.

Mi viene in mente che all'inizio ti domandavi come mai H. e N. facessero parte del triangolo magico ( mi pare fosse così ...), se ci pensiamo bene Mercurio insegna ... la magia dell'universo ... (ricordiamo che lo stesso Ermete fù poi identificato con Thoth) quella che molti esoterici occultisti chiamano appunto la Vera magia, così anche il culto della madre terra ... gli elementi ... . Forse per questo? Non so, è solo un'idea!

Mi parli dei tarocchi ... ottimo mezzo di interpretazione ...
Beh ... a questo punto la figura dell'appeso mi dà l'idea proprio del tempo e della purificazione la perdita dei "valori materiali" per la sacralità del compimento dell'opera ...



kri is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it