Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 30-12-2006, 13.20.37   #1
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Saddam Hussein

A cosa serve uccidere un sanguinario?
Un essere che non ha sciluppato alcuna coscienza, rimane in uno stato di coscienza inesistente e la morte non serve ad altro che a saziare il desiderio di vendetta degli esseri umani che hanno ricevuto del male!
Altra pena sarebbe farlo vivere e riflettere su quanta efferatezza c'è stata nella sua esistenza, costringerlo a rivedere scene dei massacri da lui effettuati, fargli leggere libri e testimonianze di esseri che hanno assistito alle nefandezze che lui ha compiuto o ordinato di compiere, insomma dargli la possibilità di comprendere!!!
paperapersa is offline  
Vecchio 30-12-2006, 16.18.13   #2
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: Saddam Hussein

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
A cosa serve uccidere un sanguinario?
Un essere che non ha sciluppato alcuna coscienza, rimane in uno stato di coscienza inesistente e la morte non serve ad altro che a saziare il desiderio di vendetta degli esseri umani che hanno ricevuto del male!
Altra pena sarebbe farlo vivere e riflettere su quanta efferatezza c'è stata nella sua esistenza, costringerlo a rivedere scene dei massacri da lui effettuati, fargli leggere libri e testimonianze di esseri che hanno assistito alle nefandezze che lui ha compiuto o ordinato di compiere, insomma dargli la possibilità di comprendere!!!

...morte inutile e dannosa, oltretutto adesso hanno creato un martire....

...Dei delitti e delle pene...

...Cesare Beccaria ce lo aveva spiegato 3 secoli fa...

Spaceboy is offline  
Vecchio 31-12-2006, 01.31.21   #3
gilly79
Ospite
 
Data registrazione: 07-05-2006
Messaggi: 16
Riferimento: Saddam Hussein

Per me hanno sbagliato ad impiccare Saddam Hssein. Perchè questo gesto potrebbe fare aumentare la spirale di violenza in Irak
Saluti
Gilly
gilly79 is offline  
Vecchio 31-12-2006, 03.01.48   #4
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Saddam Hussein

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
A cosa serve uccidere un sanguinario?...


Naturalmente non ha senso.

Ma ahimé nel mondo (ed assai spesso anche in noi stessi) il termine "giustizia" si traduce come "vendetta".

Cordialità
Lucio Musto is offline  
Vecchio 31-12-2006, 07.10.36   #5
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Saddam Hussein

"Per me hanno sbagliato ad impiccare Saddam Hssein. Perchè questo gesto potrebbe fare aumentare la spirale di violenza in Irak": è molto probabile. Oltretutto l'hanno ammazzato nella festa del perdono, cosa che dovrebbe attizzare la religiosità ferita.
Concordo col vostro giudizio, con una precisazione. Noi abbiamo ammazzato Mussolini senza neanche processarlo. Forse abbiamo fatto bene, certo non siamo stati civili e certo non abbiamo titolo per dar lezioni di civiltà, no?
Carlo Forin is offline  
Vecchio 31-12-2006, 10.09.44   #6
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Saddam Hussein

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
"Per me hanno sbagliato ad impiccare Saddam Hssein. Perchè questo gesto potrebbe fare aumentare la spirale di violenza in Irak": è molto probabile. Oltretutto l'hanno ammazzato nella festa del perdono, cosa che dovrebbe attizzare la religiosità ferita.
Concordo col vostro giudizio, con una precisazione. Noi abbiamo ammazzato Mussolini senza neanche processarlo. Forse abbiamo fatto bene, certo non siamo stati civili e certo non abbiamo titolo per dar lezioni di civiltà, no?

Purtroppo sì! La storia ci insegna che gli uomini, certi uomini, perdono la loro umanità e divengono soltanto simboli e come tali devono scomparire
dalla faccia della terra! Tuttavia il simbolo rimane impresso nell'inconscio
collettivo e nella coscienza di ogni singolo uomo. Così ,restando non muore
mai e pertanto uccidere un tale uomo non serve ad altro che ad imprimere
maggiormente nella Coscienza il ricordo di ciò che fu!
Accade anche per le Grandi Anime, esse vengono uccise apparentemente
(vedi Gandhi, Martin Luther King etc....) ma ciò che hanno seminato dura nel tempo, la loro vita diviene simbolo di Bene e di Progresso.
Così accade anche per i Grandi del Male! La loro funzione di perenne memoria
esiste e si incide nella Coscienza. Così la loro funzione è stata assolta alla grande e quindi ucciderli non serve a nulla se non ad esaltare ancora di più
la funzione simbolica!
Qui non si tratta di giusto o sbagliato, ma di concedere ad un'anima di comprendere e di eventualmente avviare un processo evolutivo nel quì e ora
e non in un aldilà in cui molti non credono.
Quanti condannati a pene a vita hanno maturato una riflessione sui loro comportamenti e scitto libri, poesie, manifestato propensione alle arti
figurative etc......
E' chiaro che chi ha avuto uccisi parenti da un sanguinario non vuole altro che vendetta! Ma può una semplice impiccagione vendicare tanti dolori?
E che gusto ha la vendetta? Nessuno ritorna in vita e sano perchè io l'ho vendicato!
paperapersa is offline  
Vecchio 31-12-2006, 13.11.49   #7
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Riferimento: Saddam Hussein

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Quanti condannati a pene a vita hanno maturato una riflessione sui loro comportamenti e scitto libri, poesie, manifestato propensione alle arti
figurative etc......

mah.. ad esempio chi?
r.rubin is offline  
Vecchio 31-12-2006, 14.56.47   #8
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Saddam Hussein

Citazione:
Originalmente inviato da r.rubin
mah.. ad esempio chi?
forse sei molto giovane e non ricordi il caso Chessman e in Italia altri che si sono dati alle belle arti dopo anni di prigione.
paperapersa is offline  
Vecchio 31-12-2006, 17.45.20   #9
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Saddam Hussein

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
"Per me hanno sbagliato ad impiccare Saddam Hssein. Perchè questo gesto potrebbe fare aumentare la spirale di violenza in Irak": è molto probabile. Oltretutto l'hanno ammazzato nella festa del perdono, cosa che dovrebbe attizzare la religiosità ferita.
Concordo col vostro giudizio, con una precisazione. Noi abbiamo ammazzato Mussolini senza neanche processarlo. Forse abbiamo fatto bene, certo non siamo stati civili e certo non abbiamo titolo per dar lezioni di civiltà, no?

hannno ammazzato pablo, pablo è vivo, cantava de gregori. In effetti nessuno di quei personaggi come: Mussolini, Hitler, Saddam, Pinochet sono morti. Sono solo addormentati.
angelo2 is offline  
Vecchio 31-12-2006, 18.06.06   #10
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Pur essendo contraria alla pena di morte, nel caso di Saddam mi pareva, vista la gravità dei genocidi commessi, che si potesse anche in un certo senso accettarla.
Come fu per Ceausescu in Romania.
E se al processo di Norimberga avessero potuto condannare Hitler a morte, sarebbe stato un atto di giustizia accettabile?
Può forse aver valore il messaggio che anche il dittatore più feroce debba prima o poi pagare con la vita per i crimini commessi?

Però, riflettendo, al di là anche dell’opportunità politica di questa uccisione, credo che dire No alla pena di morte abbia ancora più valore nel caso di chi abbia commesso genocidi a questi livelli: è non accettare la pena di morte, indipendentemente dai delitti commessi, quindi è un No totale.
dana is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it