Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 08-01-2008, 16.46.55   #1
Matteo pop
Ospite abituale
 
L'avatar di Matteo pop
 
Data registrazione: 07-11-2007
Messaggi: 41
La storia si ripete?

L'altra notte mi sono fermato a pensare all'epoca nella quale viviamo.
Ho cercato di analizzare, nei miei limiti, la situazione politica, culturale ed economica dell'occidente.
L'occidente alla cui guida stanno gli Stati Uniti compie di continuo guerre di prevenzione contro i popoli che rappresentano un rischio per la sua stabilità
La frontiera dell'occidente è rappresentata da israele.
Una nazione in veloce crescita economica, la Cina, rappresenta un rischio per l'economia delle varie nazioni occidentali.
C'è una grave crisi di valori tradizionali, iniziata con le filosofie degli ultimi 2 o 3secoli.
Quella che nel rinascimento è stata la patria della cultura oggi è solo una delle tante "province" dell'occidente, e non produce più cultura come un tempo.

Questa situazione mi ricorda tanto quella dell'impero romano all'epoca appena precedente all'anarchia militare. Solo che bisogna traslare i protagonisti della vicenda e restringere quello che oggi è il teatro mondiale al mediterraneo
L'impero romano subivauna crisi economica, culturale e politica (dinastia dei severi). Al posto dei musulmani che bush dipinge come i nemici, c'erano i barbari germanici. Allora come oggi questi barbari entravano nell'impero con la richiesta di diventare cittadini.
Al posto di Israele vi era il confine sul Reno dove si fondevano cultura Germanica e Gallo-Romana.
Al posto della Cina c'era l'impero Sassanide, che aveva sostituito l'impero Partico, e bloccava i commerci terrestri tra Roma e l'oriente.
Anche allora vi era una crisi dei valori tradizionali (quelli romani) causata dalle filosofie ellenistiche e dal Cristianesimo.
La grecia, culla della cultura, aveva un ruolo marginale nelle relazioni estere, ma iniziava ad allontanarsi dalla cultura occidentale, e, in seguito, sarebbe divenuta parte dell'impero d'oriente, che adotto poi come lingua il greco.
Oggi questo ruolo lo detiene l'Europa, e l'Italia rappresenta l'Atene di quel tempo.

Se la storia si ripettesse il futuro sarebbe inquietante.
Invece dell'anarchia militare avremmo una crisi ancora più grave della democrazia. Al posto del cesaropapismo che iniziò con costantino avremmo la tecnocrazia.
Ovviamente sono solo ipotesi, ma sono inquietanti.

Vorrei sapere che ne pensate.

Matteo pop is offline  
Vecchio 08-01-2008, 19.34.10   #2
Oxymoron.
Ospite
 
L'avatar di Oxymoron.
 
Data registrazione: 29-12-2007
Messaggi: 25
Riferimento: La storia si ripete?

Uhm.

La storia si ripete? <- Sì. Si ripete perché si ripetono le azioni umane.
Non dico che facciamo sempre le stesse cose da sempre, piuttosto che il genere umano cade aritmeticamente nei medesimi errori... La democrazia, caro Matteo, è qualcosa destinata ad arruginire. Prima o poi, c'è sempre qualcuno che la fa diventare una pseudo-democrazia. Uno, o più di uno. Poi, le cose diventano ingovernabili, si assiste a una rivoluzione, seguita da un periodo di anarchia. È la tirannia che è in grado di porre fino all'anarchia... Successivamente, a qualcuno verrà in mente la brillante idea di dare più potere al popolo, e si re-instaura una democrazia; che, in un primo momento funzionerà, ma non potrà che arruginire.

Ho cercato di rendere il ragionamento molto semplice. Saluti
Oxymoron. is offline  
Vecchio 08-01-2008, 20.52.48   #3
bisanzio
Ospite
 
Data registrazione: 25-06-2007
Messaggi: 25
Riferimento: La storia si ripete?

caro matteo , la tua riflessione è degna di lode , tantochè spesso anche io mi sono messo a domandarmi sul nostro futuro.
è difficile tirare le somme ora..dopo solo pochi millenni che la civilta umana ha compiuto importanti passi in avanti( ora addirittura in decenni).
i cicli nascista-sviluppo-crisi-morte non risparmiano nulla , e quanto dicono alcune teorie scientifiche anche l'univero è cosi.
resta solo il dubbio se i nuovi modi di pensare e le tecnologie bastino.
be la risposta per ora è no.
il mondo è diventato troppo piccolo.
e la situazione rischia di esplodere a livelli più simili del 1300 che a livelli dell'impero romano.
bisognerebbe confidare nella scoperta dei nuovi mondi..ma sappiamo che questo non avverrà almeno nei prossimi 200 anni..o meno..
a breve termine credo che la democrazia sarà sempre più corrotta , le risorse meno disponibili anche se la situazione sarà equilibrata dalla diminuizione della popolazione occidentale( si calcola che italia e germania per esempio nel 2050 avranno 15 milioni di abitanti)
ci saranno guerre in futuro ( non con in nucleare) tra le vecchie potenze , e quelle nuove.
in futuro conflitto vedo queste alleanze:

occidente: stati uniti , europa , ed eventuali paesi filo-occidentali(es giappone , australia)
oriente: russia , paesi islamici(non tutti chiaramente) ,
paesi che si allenieranno a seconda del momento: india , cina
neutrali : america latina(sarà impegnata in una guerra intestina) e molti stati dell'africa.
altri stati africani si ribellerano al controllo europeo-americano

però sono solo ipotesi , chiaramente , fatte alla luce di quello che in questi anni è avvenuto e sta avvenendo..

in tutta verità posso dire che l'umanità è destinata ad una crisi.
se la guerra sarà nucleare (ne dubito fortemente) la società sarà cancellata
in altri casi subirà gravi ferite(eliminerà il surplus di popolazione..)
bisanzio is offline  
Vecchio 09-01-2008, 20.29.41   #4
Matteo pop
Ospite abituale
 
L'avatar di Matteo pop
 
Data registrazione: 07-11-2007
Messaggi: 41
Riferimento: La storia si ripete?

Per Oximoron,

Ho capito, parli dell'ànaciclosi di machiavelli, ma io intendevo fare più un'analisi storica che politica, poichè i fatti mi sembravano combaciare.. Si possono fare decine di altri esempi oltre aquelli che ho fatto io... il problema è che non solo in generale gli eventi sembrano ripetersi, ma in modo veramente molto simile..
comunque mi chiedevo se anche gli eventi futuri si sarebbero ripetuti, ad esempio la caduta dell'occidente anche dal punto di vista culturale ed un nuovo medioevo...

per Bisanzio,

sul sei si calcola che nel 2050 vi saranno in Italia 15 milioni di abitanti? Senza contare ovviamente l'afflusso degli immigrati che rimpolpano le file di neonati negli ospedali, vero?

Come mai l'alleanza islam-russia? mi pare di aver letto qualcosa di simile in qualche libro, ma non mi parva verosimile..
io l'Europa la vedo sempre più staccarsi dalla politica estera degli states, nonostante li seguiamo ancora in guerra e siamo ancora loro fantocci...

Comunque sinceramente io spero ancora in un ripensamento riguardo l'ecologia, anche da parte di quelli che sono ancora paesi in via di sviluppo..
E forse gli altri mondi da cercare non saranno così indispensabili..

Matteo pop is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it