Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 24-03-2004, 22.04.52   #11
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
"Affermo ciò che mi è dato sapere dai fatti e dalla cronaca.Se tu sei a conoscenza di tali equipe,perchè non le citi?"

beh per esempio semplicemente il parlamento europeo , nel caso di non abbandonare tutto al mercato , anche i beni assolutamente basilari

dagli emendament del Parlamento Europeo


Il primo emendamento recita: «L'europarlamento ritiene che, essendo l'acqua un bene comune dell'umanità, la gestione delle risorse idriche non debba essere assoggettata alle norme del mercato interno liberalizzato e privatizzato».

inoltre le proposte di "umanizzazione" del modello in questione ne puoi trovare su sito che ho postato sopra
Giuliano is offline  
Vecchio 25-03-2004, 02.00.32   #12
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giuliano
"Affermo ciò che mi è dato sapere dai fatti e dalla cronaca.Se tu sei a conoscenza di tali equipe,perchè non le citi?"

beh per esempio semplicemente il parlamento europeo , nel caso di non abbandonare tutto al mercato , anche i beni assolutamente basilari

dagli emendament del Parlamento Europeo


Il primo emendamento recita: «L'europarlamento ritiene che, essendo l'acqua un bene comune dell'umanità, la gestione delle risorse idriche non debba essere assoggettata alle norme del mercato interno liberalizzato e privatizzato».

inoltre le proposte di "umanizzazione" del modello in questione ne puoi trovare su sito che ho postato sopra

Il parlamento Europeo è una Istituzione e non una equipe,diciamo di "saggi",cioè coloro che nel corso della storia hanno creato i grandi movimenti rivoluzionari (non necessariamente violenti).

L'Acqua è un bene sociale,caspita! Certo che lo è!!!
Peccato che D'Alema (presidente del più grande partito che afferma di essere sociale) quando ha fatto il Presidente del Consiglio,di una coalizione dove erano presenti anche RC-Verdi e CI,abbia venduto ai privati l'acquedotto pugliese,(Cofferati non scese in piazza)ancora oggi il più grande d'Europa,progettato ai tempi del liberale Antonio Saladra,Presidente del Consiglio,e terminato ai tempi del Ministro LLPP fascista Arnaldo Di Crollalanza.

Dice un vecchio saggio popolare:tra il dire e il fare,c'è di mezzo il mare....dove l'Ikarus è stato sostituito da un veliero che è esattamente il doppio!

Ultima modifica di nemamiah : 25-03-2004 alle ore 02.03.48.
nemamiah is offline  
Vecchio 25-03-2004, 10.08.43   #13
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
si ma abbi pazienza che c'entra D'Alema?
a me di D'Alema me ne frega ben poco

mi era stato chiesto se c'erano in giro persone piu' o meno autorevoli o comunque che possano influire sulla stato delle cose , che volessero proporre un modello di neocapitalismo piu' sostenibile per le masse e per l'ambiente

per il resto a me le nostre italiche beghe tra la presunta purezza della sinistra contrapposta a quella della destra a me interessano ben poco, perche' io non credo ne' a quella della prima ne' a quella della seconda
Giuliano is offline  
Vecchio 26-03-2004, 00.25.08   #14
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giuliano
si ma abbi pazienza che c'entra D'Alema?
a me di D'Alema me ne frega ben poco

mi era stato chiesto se c'erano in giro persone piu' o meno autorevoli o comunque che possano influire sulla stato delle cose , che volessero proporre un modello di neocapitalismo piu' sostenibile per le masse e per l'ambiente

per il resto a me le nostre italiche beghe tra la presunta purezza della sinistra contrapposta a quella della destra a me interessano ben poco, perche' io non credo ne' a quella della prima ne' a quella della seconda

Sono paziente.
Si parlava di acqca quale bene pubblico? O no? Ebbene D'Alema (che a me stava molto simpatico sino a prima di fare il Primo Ministro) ai tempi era ancora il segretario dei Ds,il maggior partito,dicono gli esperti,vicino ai problemi sociali.Sostenuto da una qualizione che afferma altrettanto,compreso i Verdi.Ebbene,questo signore e i suoi compari, ha ceduto l'acquedotto pugliese ai privati,in netta contraddizione con i principi del suo parito e della coalizione oltre a quanto scritto dalla carta europea. Era a titolo informativo,giusto per non dimenticare.

Per il resto se anche tu come me,non stai con nessun partito,beh che dire,siamo colleghi.
nemamiah is offline  
Vecchio 27-03-2004, 10.32.21   #15
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
bene , collega , direi che hai avuto riguardo a passate simpatie (parlo di simpatie , non di fedelta' politica , io alle fedi e alle ideologie credo poco) un tipo di esperienza simile alla mia

cosi' tra la bella faccia rassicurante dei veltroniani anche se il loro buonismo gia' mi insospettiva , le belle parole dei piccoli ras locali (della mia zona) con il loro applomb alla Bertinotti che pero' malcelava l'arroganza tipica del potere della "nuova" politica,avevo finito per nutrire una certa fiducia...poi sono venuto a sapere un po' di cose , di cui della piu' clamorosa ne trasmetto notizia di seguito

voglio premettere solo una cosa,non essendo un ideologo de un fideista non mi auguro nessuna rivoluzione che sovverta lo stato delle cose e devo dire anzi mi rattrista sapere che lo fosse invece ,se e' cosi',un uomo come Gino Strada,per cui vorrei chiederti da quali fonti hai avuto le notizie sulla suo attivismo violento

altra premessa (lo so sono prolisso) e' che anche da esperienze come quella che segue che mi sono convinto che uno dei piu' grossi PERICOLI per le DEMOCRAZIE PARLAMENTARI (per tornare al tema) e' la diffusa pura "volonta di potenza'"senza freni (il denaro e' POTERE) di parte dell'imprenditoria nazionale e internazionale , purtroppo spesso la piu' potente

Mi chiedevo perche' tra tutti gli scandali "all'italiana" non si sentisse quasi mai piu' notizia di quello del plasma infetto,nemmeno sui media dell'area di sinistra,cosi' ho saputo che
(nonostante ci siano migliaia di poveracci infettati ,compreso virus aids,che si sono costituiti parte civile)

Da un comunicato del 23/09/02 dell'API , Associazione Italiana Politransfusi
(...)Per questo, siccome crediamo che un primo importante risultato potrà essere rappresentato dalla giusta risonanza a questo processo, che pur contando molti più omicidi di USTICA, di PIAZZA FONTANA, Di PIAZZA DELLA LOGGIA; DELLA STAZIONE DI BOLOGNA, è stato fino ad oggi accantonato nel dimenticatoio, ancora una volta, come facciamo da anni, invitiamo tutti gli interessati ad uscire allo scoperto, a chiedere ai loro avvocati chiarimenti sulla costituzione di parte civile.





Da "Riservato" de "L'espresso" n.50 (dicembre 2003),a cura di Paolo Forcellini


- Marialina in conflitto
Anche il centro-sinistra ha il suo Berlusconi. È Marialina Marcucci (ee' stata si sa qua da noi anche amante di VELTRONI,non so se clandestina), 49 anni, ex assessore della Regione Toscana, PRESIDENTE dell’EDITRICE de “l'Unita'”, alla guida, con il padre Guelfo e i fratelli Paolo e Andrea, di un gruppo di oltre mille dipendenti, che vanta «interessi consistenti e ramificati in ambiti diversissimi»: dal farmaceutico alla telefonia, dal turismo all’informazione. Questo è almeno quanto pensa il sindaco di Lucca, Pietro Fazzi, Forza Italia, che ha stilato una lettera pubblica, un vero e proprio “j’accuse” contro i Marcucci, accusati di detenere «una notevole concentrazione di potere politico ed economico», che condizionerebbe «in modo determinante» le scelte lucchesi. Fazzi elenca una per una le principali aziende dei Marcucci e tutti gli esponenti politici a essi in qualche modo legati, a cominciare dal presidente della Provincia Andrea Tagliasacchi (Ds) e per finire a sindaci e assessori regionali. Il dossier di Fazzi, uomo molto legato al coordinatore nazionale di Forza Italia Sandro Bondi, ha scosso la sonnolenta Lucca. E mentre i Marcucci hanno querelato Fazzi e chiesto un risarcimento dei danni in sede civile, nel CENTRO_DESTRA il sostegno all’uscita del sindaco è stato alquanto TIEPIDO. Anche se uno dei sostenitori del sindaco è
il coordinatore provinciale degli azzurri Vincenzo Placido (fratello dell’attore Michele), uomo vicino al presidente del Senato Marcello Pera.


Da Avvenire (2003)
processo di trento
Si è chiusa col rinvio a giudizio di 12 dei 27 indagati l’udienza preliminare

Sangue infetto: 12 alla sbarra

Tra gli imputati «eccellenti» il fondatore del Gruppo Marcucci e Duilio Poggiolini. Sono accusati di epidemia colposa. Escluso il dolo

da Trento

Saranno 12, e non 27 come richiesto dall’accusa, gli imputati al processo per la commercializzazione di plasma ed emoderivati infetti che hanno contagiato migliaia di pazienti. Alla sbarra dovranno comparire, tra gli altri, il fondatore del Gruppo Gruppo Marcucci e Duilio Poggiolini. Sono accusati di epidemia colposa (il pm aveva chiesto anche il rinvio a giudizio per epidemia dolosa, non accolto) e di falso. Dichiarato il «non luogo a procedere» per tutti gli altri indagati tra cui figurano primari di centri trasfusionali e il figlio di Guelfo Marcucci. Ammesse 270 delle 1.340 richieste di parte civile. Lo ha deciso ieri il gup di Trento che ha anche fissato il processo per il 29 novembre. A questo punto, fanno sapere i responsabili del Tribunale per i diritti del malato, l’importante è che non ci siano «ulteriori rinvii nel tempo, perché i cittadini che hanno subito un grave danno non ne subiscano un ulteriore, dovuto ai lunghissimi tempi della giustizia». Lo spettro è quello della PRESCRIZIONE. Sono oltre settemila i pazienti, 1.354 dei quali deceduti, che a causa dei prodotti infetti si sono ammalati di Aids (840) e di epatite virale (4.900). L’ultimo caso, aveva fatto sapere la Politrasfusi, risaliva agli anni Novanta quando a una bambina, nata l’8 marzo 1991, fu riconosciuto, nove anni dopo, l’indennizzo per essere stata infettata. Ed è proprio questo movimento che mostra «grande delusione» per per l’esclusione del reato di epidemia dolosa.




L’Adige, martedì 09 aprile 2003, cronaca di Trento

Plasma infetto, il processo dovrà ripartire da zero
Accolta la richiesta degli avvocati: trasferiti tutti gli atti al tribunale di Napoli


TRENTO. Sono bastati meno di venti secondi ai giudici per pronunciare la frase che la procura di Trento mai avrebbe voluto udire: «Il tribunale dichiara la propria incompetenza territoriale».
(...)
Sarebbe Napoli (non Trento) la procura che prima delle altre indagò sul sangue infetto. Così tutte le carte (un milione di pagine) del filone principale dell'inchiesta andranno in Campania dove il processo riprenderà da zero.

(con il "rischio" che cada in PRESCRIZIONE ndr)

tempo fa il gruppo Marcucci ha venduto uno stabilimento a Siena alla BAYER , e qui si aprirebbe un altro capitolo sull' Internazionale del plasma (INFETTO)


Giuliano is offline  
Vecchio 27-03-2004, 16.01.44   #16
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
pour Giuliano

Le cose "oscure" di prima e seconda repubblica sono tante,dal caso Moro a tangentopoli.

La democrazia parlamentare in effetti non esiste,perchè se è vero che il parlamentare è eletto dal popolo è anche vero che a mettere in lista il parlamentare non è il popolo ma il partito,nella figura del segretario.Poi col nuovo sistema,che reputo migliore dell'altro,gli aspiranti parlamentari vengono calati dall'alto,cioè dai vertici romani,in banrba alla "democrazia".

Non ho mai avuto un preciso riferimento politico,se pensi che ho avuto in passato simpatie per i cosidetti "maoisti",in seguito per il Msi,poi per i Radicali di Panella,una sola volta ho votato per il Pci.
D'Alema,come stereotipo politico, lo reputo intelligente ma non si è più aggiornato.Lui come altri politici da destra a sinistra,non si sà che professione o mestiere sappia fare,vive,nel senso che porta la pagnotta e il ricco companatico,grazie alla politica,ciò vale anche per Fini-Bossi-Casini-Fassino-Occhetto ecc,sono veramente pochi coloro che prima di entrare in politica erano già degli affermati professioni,mi vengono in mente Taormina-Pecorella-La Russa,se vogliamo Di Pietro,ma costui potrebbe fare cmpagnia a Biscardi nel processo del Lunedì.

Nella mia firma c'è una frase di un autore rumeno,sconosciuto ai più,uno spiritualista anticomunista,che creò la Legione dell'arcangelo Michele,venne strangolato e poi sfigurato con acido dai comunisti rumeni. Costui scriveva:

"La rinununzia all'interesse individuale è una virtù cardinale dei legionari,in antitesi completa con la linea di condotta del politicante,il cui unico movente è l'interesse individuale,con tutti i suoi perversi derivati (desiderio d'arricchire,lusso,dissolutezz a,arroganza)....Sappiate che nel momento in cui vedrete manifestarsi nell'anima di un militante o nella vostra,questo interesse individuale,allora avrà cessato d'esistere la Legione.Allora terminerà il legionario e comincerà a mostrare le zanne il politicante".

Noi in Italia abbiamo solo politicanti con qualche rara eccezione.
Il profilo culturale-politico-intellettuale,è molto basso,le rare eccezioni sono delle mezze calzette rispetto allo spessore dei Malagodi-Almirante-Enrico Berlinguer- Aldo Moro-Saragat,ecc.

Chi come Gino Strada ha fatto attività politica nel terribile decennio passato alla storia come gli "anni di piombo",non poteva esismersi da attività violente.Lo stesso Adriano Sofri (che auspico per lui la grazia) era uno dei teorici della violenza,coniò lui la teoria che "uccidere un fascista non è reato"! Solo che i fascisti non erano delle camicie nere con stivaloni dirati a lucido,ma ragazzatti di 16,17,18 anni,rei di essere affiliati al FdG,magari non sapevano un accidenti di fascismo e comunismo e frequentavano la sezione come tanti,solo per giocare a ping pong,ebbene c'è una lunga lista di massacri.

Per esempio un tranquillo opinionista filo-juventino come Giampiero Mughini,puoi immaginare che sia stato coinvolto nel rapimento ed uccisione del Giudice Sossi? Eppure è stato così (Ti consiglio un libro poco noto dal titolo "Ci eravamo tanto a(r)mati" Ed.Settimo Sigillo,a firma di ex giovani intellettuali di destra e di sisnitra. Interessante perchè apre una finestra su quei terribili anni) Lo stesso D'Alema ammise, che hai tempi in cui portava i capelli alla Jimi Hendrix,lanciò una molotov.Pertanto non meravigliarti se Gino Strada faceva parte dei "picchetti rossi" d'avanti alle Università milanesi.

Il fatto che ci siano bravi preti,che lottano nel sociale,non significa che ciò sia sufficente a ripulire lo sporco degli affari della banca vaticana e dei tanti lati misteriosi e oscuri della chiesa.

Gino Strada, è tra coloro che non si sono mai pentiti del proprio passato,a differenza di Mughini ed altri. Manifestare per la pace è nobile,ma spaccare negozi,devastare città,aggredire violentemente la forze dell'ordine,è da sciacalli,è da nostalgici degli "anni di piambo". Si dirà,ma quelli erano infiltrati,bene,allora andavano allontanati gli infiltrati,oppure segnali alla polizia,ed in casi estremi,rinunciare alla malifestazione,ciò che un vero pacifista avrebbe fatto.Mescolarsi ai volenti,significa condividerne i mezzi.


Se le cose dello stato non funzianano in Italia,lo si deve a Leggi mai aggirnate,ti porto un esempio: Per fare il fotografo oltre a P.Iva e CCIAA occorre un permesso della questura,perchè persiste in Italia,una Legge del 1931,di epoca fascista.La fotografia ai tempi poteva essere usata per altri scopi,tipo spionaggio.
Se richiedi la licenza per operatore di ripresa video,nessun permesso della questura,perchè nella legge la video camera,non ancora inventata non è contemplata. Questo è solo uno esempio di come siano arretrate ,rattoppate alla meglio le Leggi italiani,che necessita di una riforma.
Ebbene dal 1948 al 1994 cioè ben 46 anni,non si è riusciti a provvedere ed aggirnare questa semplicissima legge? Poi dal 1994 i nuovi partiti, 7 messi di Berluscini,un anno di Dini,5 anni di Prodi-D'Alema-D'Alema bis-Amato, e non succede nulla,assolutamente nulla,tutto fermo come 10-20-30-40-50 anni fà?

Voglio dire,che contestare è facile,proporre e muoversi,fare qualcosa per tentare di cambiare,no,e poi fare ciò è il motivo principale del mandato "popolare" .
Se lo Stato non funziona,se il sitema non funziona,la colpa non può essere addebitata agli imprenditori,ma all'inerzia,all'ignoranza,al'i ncapacità di essere propositivi,di questa classe politica.

Il fatto strano,che coloro che si son fatti chiamare progressisti e riformasti,hanno dormito non hanno realizzato nulla ,nessuna riforma,se non alcune per rafforzare il proprio potere trasmesso alla burocrazia, come la Bassanini e la cosidetta "par condicio" e la Legge sulla violazione della privacy,che puzzano di sovietismo un miglio lontano.

I politicanti hanno come strumento solo delle teorie spesso vecchie,superate o addiriturra inapplicabili,come il marxismo (Marx che era "competente" di capitali,al par di un piragna dilapidò quello di Engels,Carletto pasteggiava esclusivamnte con Champagne delle più rinomate marche,alla faccia del proletariato ),i suoi seguaci moderni,dilapidano il capitale statale,che essendo appunto dello stato,significa che è dei cittadini,che viene devoluto in false pensioni,in sciocchezze come i lavori socialmente utili (nonosci un lavoro che non sia socialmente utile?) creando schiere di parassiti assistiti,foraggiando industriali incapaci (vedi Agnelli-De Benedetti) ecc,comunque non esiste al modo un paese che non sia crollato economicamente a causa della cecità gestionale del capitale statale,la lista dei paesi dell'est e non soo quelli,è sotto gli occhi di tutti.

Questo l'hanno capito,con ritardo,ma l'hanno capito,altrimenti non si affrettavano a farsi un vestito nuovo,ad abbracciare il liberismo e atteggiarsi,ma solo atteggiamento,a social-democratici,perhè poi nella sostanza,restano "comunsiti".
Chi fallisce,ha il dovere di toglieri di mezzo,ma che mestiere dovrebbero fare I Bertinotti-Diliberto-Occhetto-Fassino ecc?

Berlusconi,certo lo sappiamo che è un arci miliardario,che ha 5 o 6 ville da sogno sulla costa smeralda,che ha il jet e l'elicottero personale. Ma lui è favorevole al copitalismo,pertanto coerente con se stesso. E' un corruttore? Ha costruito il suo impero economico con il cattivo affare? Probabile Ma non possiamo negare che da lavoro a 10mila persone,nelle sue aziende.

Mi chiedo quale lavoro offrono i Bertinotti e i Prodi?
Mi chiedo come mai Bertinotti che è contro il capitalismo,porta maglioni di Cashmir da 2.500 euro? E perchè passa le sue estati a bordo del veliero del compagno Antonello Venditti? Che lavoro fa Bertinotti?

D'Alema,il popolo vocifera che sia il propietario della banca 121,nell'occhio della magistratura.Va bene,la 121 non è di D'Alema,anche il nuovo veliero a tre alberi,esattamente il doppio del vecchio Ikarus, non è di D'Alema ma di amici che lo prestano a D'Alema,mah...strani amici,compraro un veliero e lo danno in gestione a D'Alema....Ma il punto non è questo,D'Alema per anni ha condannato il vizio borghese,non è certo da metalmeccanici andarsene in giro per il mediterraneo a bordo di un veliero... O no?

Prendiamo un esempio di un altro ricco della sinistra,Rutelli,suo nonno fu progettista col governo fascista,suo padre coi democristiani,lui avendo tutto,ha ritenuto di non studiare e di fare il politicante.Rutelli figlio di una famiglia di opportunisti,che si mette a fare il moralista.Va bene,è ricco,non ha bisogno di lavorare,ma siccome non ha mai lavorato,dovrebbe almeno tacere su questioni che riguradano il lavoro,e pensare che il suo benesere deriva da soldi,certamnte guadagnati,ma pubblici.E poi riflettere sul fatto,che non tutti hanno la "fortuna" di farsi approvare progetti dallo stato.

Potrei dire tanto anche sugli esponenti di destra,ma ciò lo fanno in tanti,il forte della sinistra è anche quello di avere una marea di utili idioti,che ripetono come pappagalli una sacco di frottole che leggono e ascoltano dalla tv.
nemamiah is offline  
Vecchio 28-03-2004, 14.50.43   #17
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
Non sono daccordo su tante , forse troppe cose delle tante che dici,credo che entrare nel merito porterebbe solo un'altro clima di polemica sterile e personale di cui i forum del grande mare del web sono pieni

voglio tornare al tema piu' strettamente della discussione , anche e soprattutto rivolgendomi agli altri se ce ne sono che leggono questi post

ribadisco che mentre noi pensiamo ancora con le "categorie" valide anche solo pochi anni fa , non riusciamo a interpretare bene un mondo che dal crollo del muro sovietico e' molto cambiato

e torno quindi a ribadire che le democrazie occidentali vedono il rischio di essere svuotate di potere dall'interno da certi gruppi economici transnazionali , la politica quella piu' sana si puo' definire come l'arte del pensare ed agire per un effettivo bene collettivo secondo strumenti diversi che derivano da tradizioni diverse , e soprattutto la politica deve lottare per riconquistare la sua ragione originaria direi persino primitiva,politike' ovvero la tecnica del cittadino" , compito di ogni uomo libero della citta' Stato,della polis greca

i sostenitori del liberismo assoluto alla nascita di queste teorie sostenevano di prendere esempio dalla natura dove si stabiliva per selezione un equilibrio di molte specie,le piu' efficenti
ora si e' visto come nel mondo globale tendano , e e' una tendenza ormai accertata,a prevalere certi soli "organismi"che per le loro domensioni economiche e monetarie influiscono e possono persino decidere della stessa vita dei "cittadini della polis" ,di qualsiasi poleis del mondo,corrompendo,seducendo coi media,creando finti politici in realta' servi,e via dicendo,e avvantaggiandosi anche delle nostre menti troppo spesso legate appunto ad "automatismi culturali" e a stereotipi

so che il post diventera' troppo lungo e che il copia e incolla successivo riguarda purtroppo ditte basilarmente americane , ma vorrei far notare una cosa fondamentale , da noi tutto richia di cadere in PRESCRIZIONE INVECE la LEGGE USA sono sicuro ridara' dignita' alla loro grande democrazia ribadendo il diritto alla vita dei cittadini della poleis,ribadendo le ragioni della politica intesa come garanzia dei diritti contro le pure leggi del mercato anzi del profitto

avendo saputo della vendita dello stabilimanti Marcucci alla Bayer mi sono poi informato e cosi ho saputo che...



Da un articolo di Famiglia Cristiana
DA NOTARE IL FENOMENO DELLA CLASS ACTION INTERNAZIONALE,in contrapposizione all'internazionalita' appunto delle corporations



http://www.stpauls.it/fc/0403fc/0403fc38.htm



LE VITTIME DEL SANGUE INFETTO di Pino Pignatta

Gli emoderivati infettati dai virus dell’epatite C e dell’Hiv, prodotti dalle aziende Usa negli anni ’80, hanno contagiato migliaia di emofilici, anche italiani, che ora aderiscono a una causa civile negli Stati Uniti.



Circa 250 emofilici italiani infettati dai virus dell’Hcv e/o dell’Hiv, agenti che possono causare rispettivamente l’epatite C e l’Aids, stanno partecipando a un’AZIONE LEGALE INTERNAZIONALE , sotto forma di citazione in giudizio collettiva (class action), in corso negli STATI UNITI, presso il Tribunale di Chicago, contro quattro case farmaceutiche produttrici di emoderivati per il trattamento dell’emofilia: la BAYER e la sua divisione californiana Cutter Biological, la Baxter, la Aventis-Behring e l’Alpha. Nella causa, accanto agli italiani, figurano centinaia di emofilici inglesi, tedeschi, israeliani, argentini e statunitensi. Tutti i partecipanti alla causa sono rappresentati dagli avvocati dello studio Lieff Cabraser di San Francisco, coadiuvati, per quanto riguarda gli italiani, dallo studio legale Ambrosio & Commodo di Torino, che per primo nel nostro Paese ha collaborato con i colleghi statunitensi. Il presupposto su cui si basa il ricorso depositato il 2 giugno 2003 presso il Tribunale distrettuale degli Stati Uniti è che le quattro società americane hanno prodotto e venduto, tra il 1978 e il 1992, negli Usa e nel resto del mondo, emoderivati contaminati con i virus dell’Aids e dell’epatite C. E questo è dimostrato da decine di atti processuali contenuti in un dossier esclusivo che Famiglia Cristiana ha ricevuto prima di Natale. Nel mondo si calcola che più di 40.000 emofilici siano rimasti colpiti dall’Hiv, dei quali 8.000 circa – la maggior parte dei quali deceduti – negli Stati Uniti. Sino al ’92 gli emoderivati prodotti da queste case hanno infettato con il virus dell’Hiv almeno 5.000 emofilici europei. Di questi, 2.040 hanno contratto l’AIDS e 1.250 sono MORTI.
p.p.



È uno dei più grandi scandali nella storia dell’industria farmaceutica. Quattro società americane – la Cutter (una divisione della BAYER), la Baxter, l’Aventis-Behring e l’Alpha – tra il 1978 e il 1992 hanno prodotto e distribuito nel mondo emoderivati noti con il nome di Fattore VIII e Fattore IX per il trattamento dell’emofilia, che, secondo i fatti sostenuti dall’accusa in sede civile, possono provocare l’Aids (Hiv) e l’epatite C (Hcv). Ne hanno fatto le spese migliaia di emofilici, costretti a usare emoderivati per bloccare emorragie spontanee o causate da traumi improvvisi.

Queste società americane – che non hanno mai ammesso la propria responsabilità, e tuttavia nel 1996 hanno chiuso un’azione giudiziaria negli Stati Uniti con una transazione di circa 620 milioni di dollari a favore di 6.200 emofilici statunitensi con infezioni da Hiv – sono ora trascinate in giudizio dagli stessi avvocati americani dello studio Lieff Cabraser (coadiuvati in Italia dallo studio Ambrosio & Commodo di Torino, in particolare dall’avvocato Stefano Bertone), in un’azione legale collettiva (class action) in favore di centinaia di emofilici europei, tra i quali hanno aderito finora 250 italiani. La causa internazionale è iniziata il 2 giugno 2003 presso il Tribunale distrettuale di San Francisco. Famiglia Cristiana ha potuto leggere in anteprima alcuni atti processuali.

Bayer, Baxter, Aventis-Behring e Alpha produssero emoderivati contaminati dai virus Hiv e Hcv in fabbriche degli Stati Uniti, utilizzando, negli anni in contestazione, come ipotizzato dall’accusa, plasma di migliaia di donatori americani mercenari, retribuiti, alcuni provenienti dalle classi di popolazione più a rischi di trasmissione virale: abitanti dei ghetti urbani, omosessuali, carcerati e tossicodipendenti che facevano uso di droga per via endovenosa. Fecero inoltre ricorso a Paesi del Terzo Mondo come Nicaragua, Haiti, Messico e Belize. Nello specifico, sembra che le società trascinate in giudizio reclutarono alcuni omosessuali di aree urbane affetti da epatite virale, nonostante le agenzie federali ne sconsigliassero l’utilizzo.

Inoltre, continuarono a usare plasma proveniente da carcerati della (tristemente) nota prigione "Angola", in Louisiana. Questo anche dopo aver promesso all’Fda (l’Ente statunitense per la sicurezza dei prodotti alimentari e farmaceutici) che avrebbero smesso di servirsi di tali donatori. E tramite loro associazioni commerciali, queste case farmaceutiche, sempre secondo l’accusa, avrebbero ritardato il ritiro dal mercato degli emoderivati contaminati.

Racconta l’avvocato Bertone: «Nel 1968 fu il dottor Shambrom, responsabile della Ricerca alla Baxter, a scoprire il Fattore VIII della coagulazione. Durante i test iniziali, vide che i pazienti che ricevevano i primi lotti sviluppavano quasi subito sintomi di epatite. Shambrom sapeva che parte del plasma utilizzato per produrre i lotti iniziali proveniva dalla prigione "Angola". Sapeva che si trattava di una nuova forma di epatite, perché i suoi pazienti avevano già sviluppato l’immunità all’epatite B. Quindi raccomandò ai superiori della Baxter di astenersi dall’utilizzare prigionieri del carcere "Angola" come donatori. Due settimane dopo, Shambrom fu licenziato».


(foto ICP).

Omissioni e false informazioni

Altre ancora sono le ipotesi accusatorie. Negli anni ’80 le quattro case farmaceutiche omisero di rivelare i rischi dei loro prodotti, compreso quello di contrarre il virus dell’Hiv e dell’epatite C. Non solo: sempre stando agli atti processuali, omisero di utilizzare metodi notoriamente efficaci di trattamento del plasma per la distruzione dei virus; continuarono a spedire all’estero prodotti non trattati anche dopo che avevano cessato di venderli negli Usa. E ancora il Tribunale dovrà valutare se le case nascosero la gravità delle malattie causate dai loro prodotti.

Spiega l’avvocato Bertone: «Tentarono anche di convincere gli emofilici attraverso varie forme di pubblicità – ed evidentemente ci riuscirono – che l’Aids e l’epatite C non erano così facili da contrarre, e che era meglio non sospendere le terapie, continuando ad acquistare i loro prodotti».
Giuliano is offline  
Vecchio 28-03-2004, 15.34.18   #18
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
per Nemamiah

leggendo meglio (la fretta e' cattiva consigliera) il tuo post devo correggere : sono fondamentalmente d'accordo con te meno che sullo "scottante" argomento Berlusconi

Saluti
Giuliano is offline  
Vecchio 29-03-2004, 15.03.56   #19
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giuliano
per Nemamiah

leggendo meglio (la fretta e' cattiva consigliera) il tuo post devo correggere : sono fondamentalmente d'accordo con te meno che sullo "scottante" argomento Berlusconi

Saluti

Meno male che siano in disaccordo su qualcosa.Personalmente mi spanventano gli ambienti dove tutti son d'accordo.

Su Berlusconi,forse dovresti rileggere,riporto un dato di fatto,nè apprezzamenti e nè disprezzameneti.

La questione sangue infetto,beh,quella è una vera tragedia,con eneromi responsabilità morali...ma poi penso,certa gente sà cosa sia la morale? Ha degli scrupoli?
Questa gente è nè più nè meno,un "cecchino",quelli che sparano sul primo passa.
nemamiah is offline  

 

« foibe | Basta ... »


Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it