Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 22-07-2004, 00.07.26   #1
Aperouge
Ospite
 
Data registrazione: 19-07-2004
Messaggi: 20
Condottierio

I più grandi condottieri di tutti i tempi furono: Sargon di Akkar, Ramses III, Ciro il Grande, Alessandro Magno, Genegis Khan, Giulio Cesare, Salah-ad-Din, Napoleone.
ditemi se ne dimentico qualcuno. Tutti divennero Imperatori. Qualcuno lo era già e qualcuno lo divenne in seguito.
Hitler, Stalin e Mao possono essere definiti grandi condottieri?
Aperouge is offline  
Vecchio 02-09-2004, 17.36.01   #2
Wallace
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-09-2004
Messaggi: 54
se questo forum fosse stato aperto nel 1820 forse molti ti avrebbero risposto che tutti erano veri condottieri tranne Napoleone; oggi invece molti ti risponderanno che tutti erano grandi codottieri (Napoleone incluso) tranne quei tre sotto. questi spesso sono gli effetti del tempo...

toglimi una curiosità: la tua citazione là sotto è presa da Julius Evola?...

ciao,
wallace
Wallace is offline  
Vecchio 02-09-2004, 23.43.27   #3
Aperouge
Ospite
 
Data registrazione: 19-07-2004
Messaggi: 20
Sei il primo che lo riconosce, complimenti.
Mi intriga la tua risposta. Secondo te che differenza c'èfra quei tre sotto e , tanto per fare un esempio, Napoleone?
Aperouge is offline  
Vecchio 03-09-2004, 18.55.55   #4
Wallace
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-09-2004
Messaggi: 54
premetto che non sono un esperto in stroria...di Mao per esempio non so molto di più di quanto si possa apprendere da superquark o programmi simili...

comunque la prima differenza per me è che Napoleone era nettamente più colto e raffinato del trio novecentesco, non a caso ebbe molti sostenitori tra la brghesia francese ed era considerato come l'esempio del self made man...inoltre Napoleone fu un abile diplomatico e riuscì a riformare positivamente lo stato, vedi il codice civile che istituì e le riforme nel campo dell’istruzione; per contro Hitler, Stalin e Mao non fecero nulla di tutto ciò: se dovessimo fare un bilancio l’unico che concluse qualcosa di positivo per il suo stato fu solo Napoleone.
Questo per quel che riguarda le differenze tra Napoleone e H.S.M.

Se dovessi dare l’aggettivo di condottiero però, tra i quattro sceglierei Mao che si formò proprio sul “campo di battaglia” sporcandosi, come si suol dire, le mani…al contrario Napoleone prese il potere soprattutto sfruttando le sue capacità diplomatiche (…e alcuni dicono le sue doti di amante…bah..), Hitler fu fortunato ad allearsi con Ludendorff e sfruttare dapprima l’esasperazione degli operai tedeschi per la crisi economica e l’occupazione francese della Ruhr e poi le spaccature in seno alla sinistra tedesca, infine Stalin fu un parassita che nemmeno Lenin ( come scrisse nel suo testamento ) voleva al potere ma che, essendo un abile pianificatore riuscì a far valere la sua dote al momento giusto, sfruttando però, proprio come un parassita, il lavoro che con fatica fecero i suoi predecessori.

Un ultima osservazione, che mi viene così, è che mentre Napoleone trovò la sua base nella borghesia ( e per dirla alla Evola, fece decadere il principio dell’imperium dall’élite aristocratico-ghibellina al ceto borghese) Hitler, Stalin e Mao trovarono la loro base negli operai.

Ciao,
wallace
Wallace is offline  
Vecchio 06-09-2004, 16.22.48   #5
Rositas
Ospite abituale
 
L'avatar di Rositas
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 47
Re: Condottierio

Citazione:
Messaggio originale inviato da Aperouge
I più grandi condottieri di tutti i tempi furono: Sargon di Akkar, Ramses III, Ciro il Grande, Alessandro Magno, Genegis Khan, Giulio Cesare, Salah-ad-Din, Napoleone.
ditemi se ne dimentico qualcuno. Tutti divennero Imperatori. Qualcuno lo era già e qualcuno lo divenne in seguito.
Hitler, Stalin e Mao possono essere definiti grandi condottieri?

credo ke tra i primi citati il più grande sia stato Alessandro Magno...tutti quelli dopo di lui ne hanno appreso qualcosa,dei tre invece nn posso isponderti perchè Mao e Stalin finora nn ho avuto l'occasione di conoscerli più da vicino, ancora nn holetto abbastanza per dirti quello lo era quello no! So solo che hitler sicuramente è stato un grande condottiero...di anime innocenti ad altra vita!!
Rositas is offline  
Vecchio 06-09-2004, 20.18.24   #6
Wallace
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-09-2004
Messaggi: 54
Purtroppo più passa il tempo e più si tende a dimenticare gli aspetti umani dei grandi "condottieri" lasciando spazio a leggende e mitizzazioni...senza dubbio Alessandro Magno è stato un grande condottiero, ma si narra che una sera, quando Ale festeggiava con degli amici l'ennesima vittoria, bevve un po' troppo, iniziò a litigare con uno dei suoi migliori amici...e alla fine lo uccise barbaramente con la sua spada...questo per darti un esempio di come l'aspetto umano spesso sia dimenticato...al contrario di Ramses III si narra che un giorno il suo esercito rimase vittima di un'imboscata e il grande faraone, accerchiato dai soldati nemici, scese dal carro, pregò Amon di dargli la forza per portare in salvo il suo esercito e rialzatosi con la sua spada si fece strada tra centinaia di soldati nemici uccidendoli e creando una via per la ritirata...tutto da solo...si va così a finire nel mito e non più nella storia...e Gengis Kahn? al tempo dagli europei era temuto e odiato quasi come noi oggi ripudiamo Hitler...Gengish era un barbaro, non si lavava, l'arrivo del suo esercito era preceduto da una puzza nauseante, cavava gli occhi ai suoi condottieri che non si dimostravano degni, faceva lo scalpo ai prigionieri quando andava bene...purtroppo si tende spesso a dimenticare...anche se non so se sia un bene o un male...

Comunque Ale Magno è stato un grande...e Aristotele ci ha senz'altro messo lo zampino...che mix esplosivo! il più grande condottiero, col più grande filosofo...

ciao,
wallace
Wallace is offline  
Vecchio 12-09-2004, 16.04.01   #7
Rositas
Ospite abituale
 
L'avatar di Rositas
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 47
un mix esplosivo

infatti, hai detto la parola giusta un MIX ESPLOSIVO...Ale ha sempre avuto scatti di rabbia eccessiva e quello che mi ha narrato non è che uno dei mille scatti ke egli ebbe nel corso della sua carriera...e di questo a volte anche i suoi amici più cari ne avevano paura...ma questo non vuol dire che non sia stato un grande, sicuramente Ramses III avrà fatto del suo meglio...chi riuscirebbe a fare un varco tra migliaia di persone da solo?!?!?!? ma AleSS ha fatto di più: ha avuto il coraggio di conquistare il mondo DA SOLO,ora mi dirai che è ciò che l'uomo a sempre tentato di fare...e io ti rispondo NO. L'uomo ha tentato di dominare il mondo x avere più soldi, più potere, più comando,più fama...ma Aristotele nn insegnò questo a lui..AleSS era innamorato della grecia nonostante nn lo era di nascita e voleva UNIFICARE nn DOMINARE il mondo x avere per sempre la PACE...
...nn so quanto possa esserti arrivata la mia tesi ma una cosa è certa che solo una mente geniale a quei tempi poteva progettare un qualcosa di assurdo direi...
..vabbè non mi dilungo più!!!
ciao RoSiTas
Rositas is offline  
Vecchio 12-09-2004, 16.23.57   #8
Wallace
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-09-2004
Messaggi: 54
Hai ragionissima, rositas...

non solo, correggimi se sbaglio a interpretare le tue parole, ha voluto conquistare il mondo ma anche il suo cuore... un po' come quella frase pronunciata non ricordo più da chi che diceva: ci siamo impadroniti della grecia, ma i greci ci hanno conquistato...un conto è sottomettere intere popolazioni e dominarle, un conto è conquistarle, non solo con le armi ma anche con la cultura, il rispetto, col voler condividere le prorpie conoscenze, col voler vivere assieme...

...mi viene spontanea una domanda: secondo voi se ALEmagno fosse nato oggi come si sarebbe comportato al posto di bush o simili?...

...uomini come quei grandi "condottieri" di cui stiamo parlando esistono ancora oggi o sono rimasti solo dei semplici burattini...?

ciao,
wallace
Wallace is offline  
Vecchio 12-09-2004, 16.34.29   #9
Rositas
Ospite abituale
 
L'avatar di Rositas
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 47
ASSOLUTAMENTE NO...con il mondo di oggi pur volendo nessuno si fermerebbe a intravedere quella sottile sfumatura che c'è dominare e conquistare...ma non perchè non esistono uomini con le giuste capacità...non esistono uomini con le p***e, uomini che scendono in campo e muoiono per i propri ideali...si ci sono i kamikaze...ma perchè lo fanno perchè credeno che uccidendo e morendo per la patria avranno la vita eterna....

e io chiedo:

CHI HA IL CORAGGIO DI COMBATTERE X I PROPRI IDEALI A COSTO DI MORIRE SENZA AVERE NIENTE IN CAMBIO?
Rositas is offline  
Vecchio 12-09-2004, 17.43.21   #10
Wallace
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-09-2004
Messaggi: 54
Rositas:
CHI HA IL CORAGGIO DI COMBATTERE X I PROPRI IDEALI A COSTO DI MORIRE SENZA AVERE NIENTE IN CAMBIO?

Io ti chiedo: nella nostra società chi ha ancora degli ideali per cui combattere? non è forse vero che questa società tenda sempre più a "imbottirci" di comodità come si imbottisce un ferito di morfina, per tenerci buoini, inoffensivi, lontani dalla realtà?

Che modelli propone questa società? i Costantino del caso che vanno in discoteca, pagati, a farsi vedere con la loro faccia da strafottenti, da chi si crede il padre eterno (e te lo posso dire per esperienza diretta visto che l'ho già beccato due volte quest'estate...), che parlano con un tono di superiorità andando in tv...a insegnare come si vive??!!!??
I ragazzi del GF che come più grande problema hanno quello di come divertirsi?
E che sono i nostri eroi: Totti e del Piero?


A mio avviso nel mondo di oggi non c'è la cultura dell'UOMO, c'è quella dell'AUTOMA non si vive, si vegeta ( sia inteso sto estremizzando per rendere il concetto)...quindi è normale che ci siano sempre meno uomini con le palle...anche perchè molti ti risponderebbero: " e chi me lo fa fare di rischiare...io sto bene così"...ci accontentiamo sempre più di cose effimere, di abbagli...siamo letteralmente narcotizzati dai modelli della tv e sempre più incapaci di stare legati alla realtà...ma te lo vedi Alessandro Magno andare da Maria de Filippi?

bah...molto bella e significativa è la citazione di aperouge: "a una sola cosa badi: a restare in piedi in mezzo a un mondo di rovine..."

ciao,
wallace
Wallace is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it