Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 28-07-2002, 17.49.55   #11
alice
Ospite
 
Data registrazione: 12-07-2002
Messaggi: 20
si attilio....

>il cuore di New York è stato raso al suolo, l'economia mondiale ha vacillato e 5000 persone sono state inghiottite dalle gemelle.
E questi sono fatti, non elucubrazioni!!

infatti! forse non hai letto, scrivevo che

>......s'è trovato la pappa pronta.E' arrivato uno ******* di arabo e gli ha tirato giù i suoi bei grattacieli davanti alle telecamere di tutto il mondo.No dico, questo è davvero culo.....non ha nemmeno dovuto fare la fatica di ingenerare un terrore convincente......

Ci sarebbe anche chi sostiene teorie sulla complicità di" una certa parte di stai uniti."..io non saprei a dirti la verità.....certo è che a guardare le conseguenze dell11 settembre ci sarebbe da riflettere, non ti pare?


ciao
alice
alice is offline  
Vecchio 28-07-2002, 22.24.14   #12
Attilio
 
Messaggi: n/a
Ciao Alice

hai ragione, non avevo colto appieno il tuo scritto.
Quando l'ho letto mi sono subito immaginato quella gente che si inventa complotti internazionali ovunque e, davanti al dolore di tanta gente, non sopporto questo genere di ragionamenti speculativi.

Sono d'accordo che quei bravi ragazzi degli Americani, tutti attaccati all'etica e la morale di un mondo perfetto, abbiano i loro begli intrighi e creino guerre ad hoc per gestire i loro affari.

Quello che volevo dire è che questo evento è stato di una tale potenza e ripercussione mondiale che, nella sua partenza, esclude questi giochetti da Americani.
Nel vedere il proseguire della guerra però, il fatto che i veri colpevoli non vengano presi, mi viene il dubbio che l'America per perseguire i suoi interessi (non danneggiare i rapporti con grosse società facenti capo a Bin Laden o che so io...) abbia fatto l'atto più spregievole che poteva fare: cioè favorire la sopravvivenza del diretto interessato solo perchè economicamente conveniente.

"Scusate la veemenza, se c'era, ma io mi sono stufata di celebrare le vittime del trade center, mentre sulle migliaia di morti afgani sotto le "bombe giuste".....nemmeno una mezza parola............. "
Il popolo è quello che subisce in silenzio quanto sopra, il popolo Americano ha il vantaggio di appartenere ad un paese che vive di Mass Media e quindi celebra con risonanza mondiale i suoi morti snobbando gli altri.


"(ma la superiorità di un paese si dimostra con la guerra, la violenza e lo sterminio?)"
No Deirdre, ma valli a trovare quelli che la pensano così! Siamo in una gabbia di matti.


Scusate se sono stato aggressivo nel mio precedente post: sono stufo di sentire notizie di questa "guerra santa" che viene oramai portata avanti solo per folclore (risultati pratici=0) sacrificando giovani vite a questo folclore.
Non ne posso più.
 
Vecchio 28-07-2002, 23.18.25   #13
alice
Ospite
 
Data registrazione: 12-07-2002
Messaggi: 20
il valore di una vita

Ciao attilio, volevo aggiungere alcune cose

>Il popolo è quello che subisce in silenzio quanto sopra, il popolo Americano ha il vantaggio di appartenere ad un paese che vive di Mass Media e quindi celebra con risonanza mondiale i suoi morti snobbando gli altri.

che è molto più di questo.

La vita di un afgano non vale niente!
la vita di un americano invece vale tutto il sangue versato per vendetta o speculazione che sia .E mentre noi stiamo qui ad argomentare normalmente sull'accaduto, quelli bombardano indisturbati, senza nessuno che abbia l'autorevolezza di tirargli le orecchie.....
e a volte nemmeno di farlo notare, perchè potresti essere tacciato di filoterrorismo......

>Scusate se sono stato aggressivo nel mio precedente post:

sono argomenti che surriscaldano...
nessun problema....

>Nel vedere il proseguire della guerra però, il fatto che i veri colpevoli non vengano presi, mi viene il dubbio che l'America per perseguire i suoi interessi (non danneggiare i rapporti con grosse società facenti capo a Bin Laden o che so io...)

A mio avviso, bin laden non era in afganistan
a mio avviso, lo sapevano fin dall'inizio

Saluti a tutti
alice
alice is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it