Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 21-02-2005, 22.30.43   #1
Tommaso
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2005
Messaggi: 0
Inquisizione

Chi sa dirmi cos'è l'Inquisizione?
Lo storico o l'appassionato di storia, di fronte ad una domanda del genere, potrebbero essere indotti a pensare che venga posta da qualcuno dotato non solo da una minor qualità di competenze della propria, ma anche di un abissalmente inferiore bagaglio di conoscenze. La domanda andrebbe, tutt'al più, rovesciata: chi non sa cos'è l'Inquisizione?

Ecco come, forti delle proprie certezze, si è spesso all'altezza di fare figure barbine con gli occhi del cattedratico. Già, perché sulle mie conoscenze e competenze (e tantomeno capacià) non sono disposto a emulare Muzio Scevola, ma sul fatto che sia ben difficile definire in un concetto cosa sia l'Inquisizione posso dirmi abbastanza sicuro. Non per i miei meriti, ma per l'infinita facilità dell'osservazione.

Già sulla data di nascita del Tribunale gli storici non sono d'accordo. Chi fu il papà: Lucio III durante il Concilio di Verona (1184) o Gregorio IX? E se è stato quest'ultimo il "documento di paternità" può essere riconosciuto con la bolla "Ille humani generis" (1233) o con la "Ad capiendas vulpeculas"?

Ma la data di nascita non segna mica l'essenza dell'oggetto di studio!, mi si potrebbe obiettare. Certo, ma la confusione su un dato semplice quale quello circa la datazione dell'origine di un'istituzione è già, di per sé, sintomatica della chiarezza e distinzione (e mi perdoni il caro amico Renato Descartes - delle carte??? - se lo cito in un luogo così inadatto alle connotazioni metafisiche del suo pensiero) in cui si naviga quado se ne parla.

Chiarezza che, tuttavia, traspare. Non c'è, ma traspare. Traspare nei discorsi di chi arringa il popolo (meglio: il "suo" popolo - così pare concepirlo, in genere) contro i mali del mondo contemporaneo, in alcune pagine web, che con una facilità estrema le dà marchi che, se variano da un punto di vista morfologico risultano pressoché identici su un piano semantico. Quali sono? Bè... Intollerante, violenta, fanatica, rozza, chiusa, ottusa, integralista, sanguinaria, avida e via insultando.

Perché tutta questa chiarezza? Forse sarà che sbaglio io, ma sono sempre stato abituato ad informarmi sull'oggetto che avevo intenzione di trattare prima di parlarne. E, prima di mettere la pietra tombale sulle mie affermazioni, quella che sancisce la loro inscalfibilità, ho sempre sentito il bisogno di vedere cosa avevano da dire gli altri in merito allo stesso argomento. Non (solo) per cercare conferme, ma (soprattutto) per confrontare e porre in discussione ciò che si è fatto. Sarà per questo che il mio distributore ufficiale di pietre tombali, un giorno, mi si è avvicinato dicendomi che si licenziava....

Comunque pare che st'Inquisizione, che non si sa bene quand'è nata, ma che comunque ha visto la luce tra XII e XIII secolo, sia stata ufficialmente smessa nel 1833. Dico: siamo di fronte a qualche (qualche) secolo di storia. E noi lo chiudiamo in una dichiarazione da conferenza-stampa? Ad esempio l'Inquisizione medievale è episcopae, legatizia o monastica? Ed è solo papale, o anche luccana, regia, genovese, veneziana ecc. ecc.? Già, perché pare siano sorte anche delle versioni laiche del Tribunale cattolico. Versioni assai più aggressive, di cui però quasi nessuno parla. E poi: è "più Inquisizione" l'Inquisizione di Spagna o quella messicana? Già, perché il problema è grosso: le differenziazioni non si presentano solo a seconda delo scorrere del tempo, ma anche al variare dello spazio.

Insomma, ragazzi, cos'è l'Inquisizione?
Tommaso is offline  
Vecchio 23-02-2005, 18.46.00   #2
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking

Un'ottima fonte per valutare cosa possa essere stata l'Inquisizione sono i verbali dei processi....
Herzog
herzog is offline  
Vecchio 23-02-2005, 18.59.53   #3
Tommaso
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2005
Messaggi: 0
Per valutare quale Inquisizione?
E, dato il tenore della domanda, se ne pone automaticamente anche un'altra, e cioè: i registri di quali processi?
Tommaso is offline  
Vecchio 24-02-2005, 08.52.28   #4
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking

Tra le mie varie letture su questo argomento, ho trovato notevole, per ricchezza di fonti, anche dirette (i.e.: verbali di processi, corrispondenze, testimonianze coeve) e di dottrina, tutto quanto scritto da Franco Cordero, docente di procedura penale (attualmente a Roma, se non erro) ed esperto di storia del diritto penale
Herzog
herzog is offline  
Vecchio 24-02-2005, 17.01.20   #5
Tommaso
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2005
Messaggi: 0
Non conosco, anche se mi pare molto interessante. Su che testi Franco Cordero si è interessato di tali tematiche (magari me li procuro)?

Io, personalmente, ho trovato estremamente utili gli scritti di Rino Cammilleri sull'Inquisizione. Molto illuminanti per comprendere quale sia stata la vera natura del Tribunale cattolico, al di là delle mitizzazioni.
Tommaso is offline  
Vecchio 25-02-2005, 08.40.38   #6
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking criminalia

Per cominciare, ti consiglierei "Gli osservanti" (Giuffrè) e, ancor più diretto sul punto, "Criminalia" (Laterza): ambedue testi molto impegnativi (quasi mai, ad esempio, riportano tradotte le fonti: quindi, preparati a leggere latino, greco, tedesco, francese, inglese...) ma altrettanto, se non di più, stimolanti...
Herzog
herzog is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it