Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 06-04-2005, 15.57.39   #1
vongudden
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-03-2005
Messaggi: 41
Le crociate viste dagli Arabi.

Spesso l'argomento storico delle guerre crociate è oggetto di dibattiti politici, quasi che dello spettro, forse del senso di colpa, di quelle guerre si alimentino ancor oggi i nostri rapporti con il nostro prossimo, con l'altro, il diverso, nella fattispecie il mondo arabo, che talvolta a sua volta soffre di una certa percezione persecutoria dei rapporti con l'occidente.
Perchè questa tematica delel Crociate è ancora attuale, in che modo la percezione storica del senso comune distorce la realtà storica di questo fenomeno militare?
Ed ancora, è più forte in esse il ruolo legato dal fanatismo religioso o quello della volontà di accrescimento territoriale delle società e delle potenze che vi presero parte? Che ruolo giocò la chiesa in tuto questo?
vongudden is offline  
Vecchio 11-04-2005, 11.20.16   #2
Tulipano_Nero
Ospite
 
Data registrazione: 08-04-2005
Messaggi: 24
Poni non poche domande, e per ognuna delle quali si potrebbe rispondere in modo alquanto ampio ed articolato.
Peraltro gia' sono stati scritti fiumi di parole su questi temi.

Mi soffermo solo su un aspetto, offrendoti uno spunto, anche se magari gia' lo conosci.

Vero e' che le cosiddette "crociate" hanno avuto ampio rilievo e spazio nella letteratura e nella storiografia occidentale, la cosa tuttavia non e' speculare se si analizzano le fonti "arabe".

per una lettura interessante delle vicende, analizzate dal punto di vista arabo, rimane validissimo ed ancora attuale il volume di Bernard Lewis, assolutamente leggibile come fosse un romanzo, "I musulmani alla scoperta dell'Europa", edito in Italia da Rizzoli.
Tulipano_Nero is offline  
Vecchio 12-04-2005, 00.48.54   #3
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
C’è chi fa il paragone tra le crociate del medioevo con l’invasione odierna della cultura occidentale. Giappone, per l’esempio, ha saputo assorbire e trasformare la cultura occidentale senza perdere la propria, fino a diventare quasi una minaccia economica nei anni ottanta. Sembra che la cultura araba non è abbastanza elastica per assorbire una valanga del genere.
Il passato delle crociate viene concepito secondo me di più per il suo riferimento odierno che per il suo impatto passato. Comunque, da ricordare l’esperienze musulmane sulla terra europea - la conquista della Spagna, l’arresto del avanzare del impero ottomano alle porte di Vienna, sbarco dei turchi in Puglia, dei arabi in Ostia, alle porte di Roma, il loro dominio sulla Sicilia… anche loro non scherzavano.
salice is offline  
Vecchio 12-04-2005, 10.10.39   #4
vongudden
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-03-2005
Messaggi: 41
è vero, credo anch'io che la cultura araba sia poco elastica, come del resto tutte quelle legate a religioni monoteiste: nemmeno il cristianesimo del resto si lascia penetrare d unuovi impulsi con facilità. Il caso giapponese è diverso; la modernizzazione è avvenuta sulla base di un trapianto del capitalismo su una società verticistica e in parte ancora feudale, ma dalla cultura, sostanzialemnte, "Laica". Ovvero no pervasa da una visione mistica dell'intera vicendas storica, come l'islamismo o il cristianesimo; credo anch'io poi che si tratti di un uso moderno, talvolta propagandistico, quello delel crociate: pensiamo al senso comune applicato al termine crociata!
vongudden is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it