Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 22-06-2005, 02.01.22   #11
T-Dragon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-06-2005
Messaggi: 130
L'argomento è interessante, ma va affrontato con serietà. Prendo l'ultimo post a titolo d'esempio.

Citazione:
Secondo caso... Hitler padrone di mezzo mondo con l'america ridotta a suo "satellite".... bandiere bianco-rosse con la svastica al centro che sventolano da tutti i palazzi... faccioni di Hitler e del suo successore in tutte le città... culto della persona al massimo... ebrei sterminati.... persone malate, psicolabili, portatori di handicap messi a morte.... giovani cresciuti nelell'odio per le altre razze e nel culto della forza, della potenza e della violenza...

Hitler non era immortale, nè invincibile(ha dimostrato entrambe le cose). Il suo dominio prima o poi sarebbe egualmente finito. Che sarebbe successo allora? Come fai a dire che il mondo sarebbe stato peggiore? Gli ebrei non esisterebbero... Questo avrebbe fatto del mondo un posto peggiore? Non ci penseresti neppure, così immagino tu non creda che il mondo sia più triste perchè secoli fa sono stati sterminati i catari.

Secondariamente vorrei far notare che,mentre è vero che la storia è fatta dai grandi uomini, gli uomini(grandi o piccoli che siano) son fatti dai piccoli eventi. Pensate a quanti giovani muoiono di incidente stradale ad esempio. Non ci viene da pensare che sian questi gli eventi determinanti della storia. Eppure è sicuramente possibile che uno di questi avrebbe rivoluzionato il mondo. Insomma non ci si deve limitare a pensare "Se non ci fosse stato X", ma anche "Se fosse sopravvissuto Y".
Infine la teoria secondo cui tutti i mondi sono possibili, o meglio esiste un mondo uguale al nostro per ogni eventualità è piuttosto improbabile. O meglio, inesatta.
Spesso si pensa infatti, che secondo questa teoria dovrebbe esistere un mondo identico a questo ma in cui io ho gli occhi azzurri invece che verdi,ad esempio. Esaminiamo la situazione.
Chiamiamo il nostro mondo A e il secondo B.
A e B coincidono fino al momento in cui io nasco. O meglio, fino all'istante in cui viene in qualche modo deciso il colore dei miei occhi. Ciò non significa affatto che ora A e B siano identici escluso il dettaglio dei miei occhi. Questa differenza infatti causa un'infinità di piccole diversità tra A e B, col risultato che con lo scorrere del tempo le diversità si accentuano. E non si pensi che questo sia solo la somma di piccole differenze. Esistono fenomeni con dipendenza sensibile dalle condizioni iniziali(il noto effetto farfalla). Anzi, secondo la teoria del caos questi costituiscono la stragrande maggioranza dei fenomeni reali.
Ora le situazioni possono essere distinte. Il colore dei miei occhi è una variabile di una funzione evento aleatoria. In tal caso tra le varie moltiplicazioni dei mondi ce ne sarà uno identico ad A, con la sola differenza suddetta. Ma basta che uno solo degli eventi della mia vita sia determinato dal colore dei miei occhi, ovvero tale che una diversa configurazione non possa in nessun modo portare a un certo risultato, possibile nel caso opposto.
Se si verifica questo, ed è statisticamente molto più probabile, non potrebbe esistere un mondo identico al nostro con la sola differenza dei miei occhi.
Ora, tenete presente che il mio ragionamento si è basato su una differenza alquanto piccola.
Immaginate se invece del colore dei miei occhi avessi ipotizzato un mondo identico al nostro con la differenza che Hitler non fosse mai esistito.
T-Dragon is offline  
Vecchio 23-06-2005, 00.11.27   #12
futuribile
Ospite abituale
 
L'avatar di futuribile
 
Data registrazione: 29-05-2005
Messaggi: 276
Citazione:
Messaggio originale inviato da T-Dragon
L'argomento è interessante, ma va affrontato con serietà. Prendo l'ultimo post a titolo d'esempio.


Hitler non era immortale, nè invincibile(ha dimostrato entrambe le cose). Il suo dominio prima o poi sarebbe egualmente finito. Che sarebbe successo allora? Come fai a dire che il mondo sarebbe stato peggiore? Gli ebrei non esisterebbero... Questo avrebbe fatto del mondo un posto peggiore? Non ci penseresti neppure, così immagino tu non creda che il mondo sia più triste perchè secoli fa sono stati sterminati i catari.

Secondariamente vorrei far notare che,mentre è vero che la storia è fatta dai grandi uomini, gli uomini(grandi o piccoli che siano) son fatti dai piccoli eventi. Pensate a quanti giovani muoiono di incidente stradale ad esempio. Non ci viene da pensare che sian questi gli eventi determinanti della storia. Eppure è sicuramente possibile che uno di questi avrebbe rivoluzionato il mondo. Insomma non ci si deve limitare a pensare "Se non ci fosse stato X", ma anche "Se fosse sopravvissuto Y".
Infine la teoria secondo cui tutti i mondi sono possibili, o meglio esiste un mondo uguale al nostro per ogni eventualità è piuttosto improbabile. O meglio, inesatta.
Spesso si pensa infatti, che secondo questa teoria dovrebbe esistere un mondo identico a questo ma in cui io ho gli occhi azzurri invece che verdi,ad esempio. Esaminiamo la situazione.
Chiamiamo il nostro mondo A e il secondo B.
A e B coincidono fino al momento in cui io nasco. O meglio, fino all'istante in cui viene in qualche modo deciso il colore dei miei occhi. Ciò non significa affatto che ora A e B siano identici escluso il dettaglio dei miei occhi. Questa differenza infatti causa un'infinità di piccole diversità tra A e B, col risultato che con lo scorrere del tempo le diversità si accentuano. E non si pensi che questo sia solo la somma di piccole differenze. Esistono fenomeni con dipendenza sensibile dalle condizioni iniziali(il noto effetto farfalla). Anzi, secondo la teoria del caos questi costituiscono la stragrande maggioranza dei fenomeni reali.
Ora le situazioni possono essere distinte. Il colore dei miei occhi è una variabile di una funzione evento aleatoria. In tal caso tra le varie moltiplicazioni dei mondi ce ne sarà uno identico ad A, con la sola differenza suddetta. Ma basta che uno solo degli eventi della mia vita sia determinato dal colore dei miei occhi, ovvero tale che una diversa configurazione non possa in nessun modo portare a un certo risultato, possibile nel caso opposto.
Se si verifica questo, ed è statisticamente molto più probabile, non potrebbe esistere un mondo identico al nostro con la sola differenza dei miei occhi.
Ora, tenete presente che il mio ragionamento si è basato su una differenza alquanto piccola.
Immaginate se invece del colore dei miei occhi avessi ipotizzato un mondo identico al nostro con la differenza che Hitler non fosse mai esistito.

Nulla impedisce un'infinita di universi paralleli in infinite dimensioni parallele....

Concordo con ciò che scrivi sulla base di ciò che sappiamo PROBABILE.

Cmq ipotizzare "come sarebbe se" serve a capire gli errori della Storia, a capire le responsabilità. Non è solo un puro esercizio astratto.
futuribile is offline  
Vecchio 23-06-2005, 22.45.23   #13
Rothbard
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 129
Citazione:
Hitler non era immortale, nè invincibile(ha dimostrato entrambe le cose). Il suo dominio prima o poi sarebbe egualmente finito. Che sarebbe successo allora? Come fai a dire che il mondo sarebbe stato peggiore? Gli ebrei non esisterebbero... Questo avrebbe fatto del mondo un posto peggiore? Non ci penseresti neppure, così immagino tu non creda che il mondo sia più triste perchè secoli fa sono stati sterminati i catari.


sarebbe finito Hitler in quanto vittima del procedere biologico della sua vita.. ma non sarebbe finito il nazismo... ci sarebbe un successore...Come faccio a dire che il mondo sarebbe peggiore? Beh... basta vedere qual'era il modus operandi dei nazisti nei confronti di quei popoli che loro ritenevano nemici... talvolta per futili motivi razziali.... Resto della mia idea che un mondo governato da pazzi che sterminano gente perchè di religione o di razza diversa sarebbe comunque un mondo peggiore..... Quanto alla serietà dell'approccio a questo argomento io ce l'ho messa... e ci ho messo anche una certa onestà intellettuale.... io... I catari non ci sono piu'? Il problema non è chi non c'è piu', ma le dittature che continuano a far in modo che qualcuno non ci sarà piu'... ovvero la vittoria del nazismo.. per fortuna scongiurata...




Citazione:
Secondariamente vorrei far notare che,mentre è vero che la storia è fatta dai grandi uomini, gli uomini(grandi o piccoli che siano) son fatti dai piccoli eventi. Pensate a quanti giovani muoiono di incidente stradale ad esempio. Non ci viene da pensare che sian questi gli eventi determinanti della storia. Eppure è sicuramente possibile che uno di questi avrebbe rivoluzionato il mondo. Insomma non ci si deve limitare a pensare "Se non ci fosse stato X", ma anche "Se fosse sopravvissuto Y"....... eccetera...



beh.. qui siamo d'accordo... anzi... mi ricordi un mio collega di lavoro (ora in pensione) che prima contestava cio' che dicevo nelal premessa, e poi nello svolgimento della discussione ripeteva i miei concetti.... quello che asserisci è cio' che ho detto parlando di Peter Kolosimo...

ciao
Rothbard is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it