Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 17-02-2006, 14.19.04   #1
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
eroi? per me no

Ciao. Non so se voi conoscete la rosa bianca. Cmq, è un gruppo di giovani, vissuti al tempo del nazzismo... contrari al regime di hitler... e hanno deciso di opporsi (fin qua son d'accordo).Hanno deciso di combattere con dei volantini, esponendosi... e alla fine, sono andati contenti alla morte. Per me, è solo una esaltazione. Non è essere eroi.
Cmq, parlando in genere... Se qualcuno lotta per qualcosa in cui crede... e vuole cambiare le cose, ma il 'nemico' è ovviamente più forte, per me è inutile mostrarsi, combattere all'aperto. E' una lotta impari. Non è un gesto d'eroismo, ma è un suicidio! Se uno vuole lottare per quello in cui crede, e cambiare le cose... deve riuscire a vivere più a lungo possibile, per avere più tempo per compiere la propria 'impresa'.
I volantini potevano farli girare in modo anonimo, per esempio. Cmq, per me bisognerebbe prima portare disordine fra il nemico, è difficile combattere contro un nemico che non conosci, anonimo... che non puoi colpirlo. Poi, quando il proprio obiettivo non è più così forte, uscire e attaccarlo direttamente, quando hai più possibilità di vincere.
Altrimenti, è solo una mera forma di esaltazione... non da apprezzare!

dite la vostra

Ultima modifica di lordalbert : 17-02-2006 alle ore 14.21.07.
lordalbert is offline  
Vecchio 17-02-2006, 20.56.47   #2
sarpina
luna e terra
 
L'avatar di sarpina
 
Data registrazione: 22-11-2003
Messaggi: 148
Di certo se si è in pochi è più produttivo agire con sabotaggi sotteranei, come dici tu, ma se i pochi non riescono anche a venire allo scoperto in qualche modo con degli atti eclatanti, non potranno mai pensare di poter contare sulle masse, che sono essenziali per rivoluzionare davvero le cose...non si tratta di esaltazione fine a se stessa, secondo me, si tratta di lasciare un segno tangibile di ciò che si crede e di dove si vuole arrivare...nella "mente" della massa si entra spesso esaltandola...e comunque le rivoluzioni d'élite ,o di tre "carbonari" in croce chiusi in un cunicolo,non arrivano tanto lontano da sole...bisogna accattivarsi il resto della gente in qualche modo...
sarpina is offline  
Vecchio 19-02-2006, 15.15.06   #3
Guccia
ad maiora
 
L'avatar di Guccia
 
Data registrazione: 02-01-2005
Messaggi: 275
Volevano far capire alla gente che era solo un'illusione; lottavano perché gente come me e te potesse ottenere la cosa più semplice aal mondo: la libertà! Come si può definirli eroi, se lottavano per una cosa così semplice? Effettivamente i risultati erano utopistici, ma prova a dirlo ad un giovane leone che si sente ingabbiato in un regime fatto di menzogna e privo di libertà, privo di vita, di cultura, di filosofia, di arte, grigio...
Guccia is offline  
Vecchio 21-02-2006, 00.50.11   #4
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
La Rosa Bianca.
Erano ragazzi che hanno deciso di combattere la follia hitleriana con le idee, e in quanto non avevano la possibilità di esprimersi liberamente contro la tirannia che governava il loro paese – hanno distribuito volantini. Sono stati catturati ed uccisi.
Nel periodo in cui tutti gli oppositori del regime nazista o erano in prigione, e quelli liberi avevano paura di muovere una foglia o collaboravano con gli aguzzini, loro in modo clandestino ma pacificamente cercavano risvegliare la coscienza tedesca.
Loro sono uno dei pochi raggi di luce che hanno illuminato il periodo della dittatura hitleriana.
salice is offline  
Vecchio 21-02-2006, 16.41.07   #5
james1971
Ospite
 
Data registrazione: 02-02-2006
Messaggi: 23
Il '900 (il "secolo breve" di Hobsbawn, che per altri è stato invece fin troppo lungo) ha offerto tanti esempi di regimi totalitari di ogni colore e anche, di riflesso, tanti casi di atteggiamenti assunti dagli oppositori di questi regimi: atteggiamenti che hanno spaziato dall'opposizione aperta sfociata in gesti eclatanti (penso a Jan Palach, che si diede fuoco a Praga per protestare contro l'invasore sovietico; all'anonimo cinese che ha fatto scudo con il suo corpo ai carri armati in piazza Tien-an-men) fino alla dissimulazione quotidiana di chi cercava di preservare l'integrità della propria coscienza, benché si trovasse a vivere in un regime odioso e arrogante.

Credo che le modalità di opporsi a un regime dispotico siano il riflesso della cultura e della sensibilità di ciascuno e non mi sognerei mai di biasimare i ragazzi della Rosa Bianca per quello che hanno fatto. Durante i periodi di oppressione c'è anche bisogno di qualcuno che "esca dalle righe" e faccia qualcosa di sensazionale, per ricordare a tutti che non si è soli nella lotta contro il tiranno.
james1971 is offline  
Vecchio 22-02-2006, 13.39.30   #6
Pando
Ospite
 
L'avatar di Pando
 
Data registrazione: 22-02-2006
Messaggi: 17
Ma...

A volte ci sono persone che scelgono di gettarsi in certe imprese...sono agnelli che si gettano nella tana del lupo...sanno di morire, ma sanno che gettarsi è giusto.
Il problema è che restano soli, l'indifferenza degli altri fa sfiorire il loro gesto.
Con il senno di poi si chiederebbero, Perchè io devo morire per la vostra libertà, dato che lo faccio, perchè non lo vedete?

Pando is offline  
Vecchio 05-03-2006, 16.43.28   #7
Akhet
anima vagante
 
L'avatar di Akhet
 
Data registrazione: 27-06-2002
Messaggi: 79
Forse bisognerebbe essere un pò più furbi, opportunisti, machiavellici. Combattere anche in maniera sotterranea, se non lo si può fare apertamente. Penso che razionalmente sia piuttosto stupido rischiare la vita senza ottenere ciò che si vuole. Meglio arrivare (in casi del genere) anche a costo di indossare maschere diverse. Aspettare a colpire e farlo solo nel momento opportuno. Mi ricorda la tattica di Quinto Fabio Massimo, soprannominato dai suoi concittadini "cunctator", il temporeggiatore, che, di fronte ad un inarrestabile Annibale, adottò l'unica tattica possibile per salvare Roma dal massacro totale. Tattica che portò, più il là, i suoi frutti. Impedì di perdere ulteriori truppe e fece comprendere che ogni nemico ha il suo punto debole, basta trovarlo e batterci sopra...
Akhet is offline  
Vecchio 05-03-2006, 21.42.40   #8
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Ognuno combatte con i mezzi che ha o che conosce. I ragazzi della Rosa Bianca non erano soldati, non avevano le armi, non erano addestrati alla guerriglia. Hanno fatto usa del unico mezzo che conoscevano – la parola.
Quelli che davanti a ogni tipo di abuso voltano la faccia da un'altra parte aspettando un momento più opportuno per intervenire sono soltanto dei vigliacchi e codardi.
salice is offline  
Vecchio 06-03-2006, 08.13.16   #9
Akhet
anima vagante
 
L'avatar di Akhet
 
Data registrazione: 27-06-2002
Messaggi: 79
Citazione:
[i]Quelli che davanti a ogni tipo di abuso voltano la faccia da un'altra parte aspettando un momento più opportuno per intervenire sono soltanto dei vigliacchi e codardi. [/b]

Alle volte la vita è meno eroica e meno retorica di quanto può sembrare. Gli abusi ce ne sono e ce ne saranno e ci continueranno ad essere senza che si possa reprimerli tutti. Allora non è un problema di voltare la faccia dall'altra parte, è una questione di intelligenza per cercare di capire come fare a prevenirli e debellarli senza giocarsi definitivamente tutte le possibilità che si hanno solo perchè si interviene nel momento meno opportuno.
Capisco che può essere un discorso machiavellico, poco eroico, poco retorico e molto poco popolare. Ma chi combatterebbe gli abusi se tutti quelli che sono in grado di farlo si gettassero avanti, follemente e senza valutare le conseguenze di una loro azione immediata ed inopportuna?
I vigliacchi ed i codardi sono quelli che si prestano agli abusi e si rivendono sotto qualsiasi regime pur di garantirsi immunità e vita comoda. I vigliacchi ed i codardi sono quelli che, anche quando è il momento opportuno per intervenire, non lo fanno, ma preferiscono stare a guardare perchè tanto non tocca a loro.
Akhet is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it