Home Page Riflessioni.it
Riflessioni al Femminile di Rita Farneti

Riflessioni al Femminile

di Rita Farneti - Indice articoli

 

Al giardino ancora non l'ho detto

Aprile 2021

 

Cristina Palomba, editor dal 2000 di Ponte alle Grazie del Gruppo Mauri Spagnol, con la quale Pia Pera ha pubblicato Al giardino ancora non l’ho detto*, scrive di aver intuito nella scrittrice molti dubbi, soprattutto sull’opportunità di dare alle stampe un testo che attraverso il racconto della sua malattia e dell’incombente morte avrebbe sicuramente rattristato i lettori**. Eppure, nonostante l’avanzare della malattia, o forse proprio anche attraverso questa, l’autrice si è concessa la libertà di entrare nel cuore dell’enigma vivendo gli ultimi mesi nell’attesa dell’invisibile.

Al giardino ancora non l'ho dettoOpera intelligente, lucida, operazione straordinaria del guardare il mondo capo all’ingiù. Un testamento lasciato a sé stessa, sospeso fra l’interrogarsi sommesso ed il palpitare di lucidissima razionalità, dentro la tenerezza del silenzio. Una prosa profonda, ben presente a ciò che è flebile e dissonante, pervasa dal brivido di creature vegetali con le quali fare famiglia. Giorno dopo giorno Pia Pera incontra lo stupore di sorprese buone, ma anche i tradimenti nel proprio corpo. Ascolta le voci del suo giardino e ne racconta in modo delicato, quasi intimo, la vita, continuando ad assaporare, quasi in un fermo immagine, carezze di vita che ancora nella gioia sanno dirsi.

In certe giornate d’aprile si guarda al cielo, lo si sbircia attraverso la fioritura dei ciliegi, si accarezzano con lo sguardo le grandi nuvole d’erba smeraldina ricamata di fiori di campo, assorti nella girandola di nuvole che ondeggiano forse al soffio, ora gentile, ora prepotente, del vento.

Penetrante in ogni dettaglio, il testo non è il semplice diario di bordo di una malattia che può cogliere alla sprovvista, come in mare aperto una tempesta improvvisa. È piuttosto un sussurro, porta a far vibrare l’ombra della notte, è promessa di un ancora anche quando la sabbia finissima del poco tempo rimasto scivola veloce fra le dita.

E’ un viaggio a ritroso: liberata l’autrice dalla zavorra terribile del futuro, indifferente al cruccio del passato, immersa nell’attimo presente, è Pia Pera a rappresentarsi per prima la parte vera di un mondo fluttuante ed in grado, dunque, di trasformarci.

Rita Farneti


Indice Riflessioni al Femminile


Riferimenti

*N.d.R. Il titolo nasce da una poesia di E. Dickinson

Io non l’ho detto ancora al mio giardino
per non perdermi d’animo.
E non mi sento ancora tanto forte
da rivelarlo all’ape.
Non ne farò parola nella strada,
perfino le botteghe stupirebbero ch’io
timida ed ignorante come sono,
abbia l’audacia di morire.
Non devono saperlo le colline
dove tanto ho vagato,
né posso dire ai miei boschi diletti
il giorno dell’addio.
Né mormorarlo a tavola,
né sventata accennare per la via
che oggi stesso entrerò
nel cuore dell’enigma!


**P. Pera, Il ricordo di chi ha lavorato al suo ultimo libro, di Cristina Palomba, in www.illibraio.it/news/storie/pia-pera-ricordo-381889/

P. Pera, Al giardino ancora non l’ho detto, Milano, Ponte alle Grazie, 2016


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - copyright©2000-2021

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT - Dove il Web Riflette! - Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo