Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  16° ANNO

Menu sito

Non credenteReligioni?
Il mondo di NonCredo

di Paolo Bancale   indice articoli

 

Religioni e religiosità

Luglio 2012

 

Tutte le religioni si basano su un voluminoso corpus dottrinario, involucro superprotetto di antiche scritture e narrazioni mitiche, eventi magici e poteri teurgici, fumose teologie dogmatiche e scolastiche, ma ove non c’è traccia del sentire e dell’interiorità degli individui a cui vengono imposte; laddove, invece, l’esperienza di vita ci manifesta quale sostanziale divario intercorre tra le “dottrine” codificate e ciò che è la “religiosità”, termine che ingloba spiritualità e mistero, mistica ancestrale della vita e della morte, timori e speranze, lacrime e gioie dei recessi più intimi e oscuri dell’animo. Una testimonianza sul campo viene dagli sviluppi di tanti colonialismi compiuti da religioni avide di proseliti sulla punta delle loro spade. Mi è capitato di osservare che ove la religione dei padri e dell’etnia è profonda, spiritualizzata e antica, i missionari colonizzatori, nonostante coazioni e persecuzioni, non sono andati oltre una imposizione di simboli e culti, apparenti sincretismi ma mai interiorizzati nel vero humus spirituale dell’animo collettivo locale.
Qualche esperienza antropologica? In campo islamico la fulminante avanzata,  che in pochi anni ha convertito Asia, Africa e Europa dalla Mecca a Poitier, nulla poté con la profonda visione cosmologica dei Dogon del Mali, costrettisi a vivere nelle inaccessibili grotte delle falesie per sopravvivere alla dilagante omogeneizzazione dottrinaria coranica.

Ancora? Quando i portoghesi occuparono le coste del Malabar, oggi Kerala, nel sud ovest dell’India, portando il loro fanatismo religioso e l’immancabile Inquisizione, nulla poterono in due secoli di dominazione sulla mistica e totalizzante spiritualità della mite anima indiana che rimase disarmantemente hindù. (Né lo poterono sulla patriarcale comunità che a Cochi fa capo alla romantica “strada dei giudei”) Ancora? Quando gli spagnoli giunsero in Bolivia con spirito predatorio e furia di conversioni verso le genti andine, nonostante le frotte di frati al seguito, ne fecero stragi nelle grandi miniere di argento usato per tappezzare le loro chiese (lo stile plateresco), e nella sola miniera di Potosì a quattromila metri di altezza vi fecero morire di lavoro disumano ben sei milioni di indios e due milioni di schiavi africani (otto milioni, Auschwitz?). Eppure Inquisizioni e frusta non fecero mai introiettare riti, simboli e catechismi negli indios costretti a subirli, sincretizzandoli con animismo e sciamanesimo del loro atavico patrimonio spirituale. Infatti, nei chilometri di gallerie della miniera, a celebrazione, anche apotropaica, dei martiri dei massacri ivi subiti, non si trovano né croci, né crocifissi o madonne ma solo gli equivalenti “spiriti” e  “daimon” della loro religione naturale e ancestrale in cui si riconoscono, amano e pregano.
Dovrebbero per caso barattarla con la bizzarra transustanziazione o con la prova di Anselmo e la Summa di Tommaso?

 

Paolo Bancale
Dalla rivista "NonCredo"

 


Oltre 300 articoli come questo, ma inediti, in 600 pagine all’anno, a casa tua, con l’abbonamento a NonCredo, per meno di un caffè al mese:
Pdf € 17,00 e cartaceo € 32,90.

 

Religioni? Il mondo di NonCredo NonCredo rappresenta l'unica pubblicazione culturale italiana totalmente dedicata alla informazione e documentazione dei NonCredenti, cioè di quei cittadini che, nel primato della laicità dello Stato, per qualsivoglia motivo NON SI RICONOSCONO IN ALCUNA RELIGIONE, ma soltanto nel rispetto delle leggi, di un'etica condivisa e nella solidarietà, optando in termini culturali per la cultura del dubbio contro ogni dogmatismo, per una consapevole autonomia della coscienza e per la più totale libertà della conoscenza e del pensiero.

 

 

Altri articoli di questa rubrica

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2016

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...