Home Page Riflessioni.it

EnciclopediaEnciclopedia   Indice

 

Emilio Salgari

 

Biografia

Emilio Salgari, (Verona 1862 – Val San Martino 1911). Figlio di un commerciante di tessuti, trascorse i primi anni dell’adolescenza nella città natale. Nel 1879 si trasferì a Venezia per frequentarvi l’Istituto Tecnico e Navale e conseguirvi il brevetto di capitano di lungo corso, ma abbandonò gli studi nautici nel 1881. Nel 1883 esordì come giornalista e letterato, pubblicando a puntate sui giornali i suoi primi romanzi. Trasferitosi a Torino, nel 1890 Emilio Salgari si sposò ed ebbe, in pochi anni, quattro figli a cui diede i nomi esotici dei suoi personaggi: Fatima, Nadir, Romero, Omar. Crescendo così le esigenze della sua famiglia, crebbe con esse la mole del suo lavoro. Terribili, da vero forzato della penna, furono gli ultimi anni a Torino, incupiti dall’esaurimento nervoso, da un grave indebolimento della vista e dalle difficili condizioni psichiche della moglie. Vi fu un primo tentativo di suicidio; Salgari si gettò su una spada ma fu salvato. La fine, orribile, venne quando Ida fu internata in manicomio e lo scrittore si trovò nell’impossibilità di farla ricoverare in un clinica a pagamento. Emilio Salgari morì suicida a Torino nel 1911, aprendosi il ventre come un samurai.

In trent’anni di attività, scrisse e pubblicò 85 romanzi e un centinaio di racconti, molti dei quali raggiunsero in breve tempo un enorme successo di pubblico. Fra i titoli più noti (anche per le trasposizioni cinematografiche e televisive): I misteri della Jungla nera (1895); i romanzi del ciclo dei corsari, Il Corsaro Nero (1899) e Jolanda, la figlia del Corsaro Nero (1905), e soprattutto quelli del ciclo dei pirati, I pirati della Malesia (1896), Le tigri di Mompracem (1901), Sandokan alla riscossa (1907). Narratore di grande energia, fortemente ispirato dagli esempi di Verne, Sue e Dumas padre, Salgari fu senza alcun dubbio, per quanto ignorato dalla critica e guardato con diffidenza dalla pedagogia, un rinnovatore della letteratura italiana per ragazzi del suo tempo: una letteratura che contribuì a svecchiare, immettendo, nel classicismo un po’ stantio che (salvo rare eccezioni) ancora la caratterizzava, la forza di quell’immaginario romantico che egli tanto amava (da Byron a Victor Hugo). E, d’altro canto, proprio per la ricchezza ed il vigore espressivo del suo mondo immaginario, i suoi libri, sia pur scritti in uno stile il più delle volte approssimativo, sono, ancora oggi, tra i libri italiani più tradotti all’estero.

Fonte: www.editalia.it


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2018

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...