Home Page Riflessioni.it

EnciclopediaEnciclopedia   Indice

 

Trascendentalismo

>>> indice dizionario religioni

 

Trascendentalismo, credenza in un livello di realtà più elevato rispetto a quello dell'esperienza sensibile o in un genere più alto di conoscenza rispetto a quello cui giunge la ragione umana.

Il concetto filosofico di trascendenza ebbe origine con la dottrina metafisica di Platone. Egli postulò l'esistenza del Bene assoluto, conoscibile mediante l'intuizione. Filosofi e teologi della tarda antichità, influenzati dalle dottrine di Platone, riferirono alla divinità questo concetto di trascendenza; la dottrina secondo la quale Dio è trascendente, nell'accezione di "esistente al di fuori della natura", è un principio essenziale nelle forme ortodosse del cristianesimo, dell'ebraismo e dell'Islam. Nel tardo Medioevo i termini trascendente e trascendentale vennero usati in un senso più ristretto e tecnico dai rappresentanti della scolastica per indicare le specificazioni della realtà che rappresentano la più ampia universalità pensabile e che si estendono, come tali, a ogni genere di essere. Gli scolastici enumerarono queste sei nozioni trascendentali: ens (essenza), unum (unità), bonum (bontà), verum (verità), res (sinonimo di ens) e aliquid (una cosa in rapporto alla altre). Il filosofo tedesco Immanuel Kant fu il primo a operare una distinzione tecnica fra i termini "trascendente" e "trascendentale". Kant si servì del termine "trascendente" in relazione alle entità (come Dio e l'anima) che si ritengono esistere oltre i limiti dell'esperienza umana, perciò, come le "cose in sé", inconoscibili; usò il termine "trascendentale" per indicare le forme a priori della facoltà dell'intelletto, che rendono intelligibile l'esperienza. Kant denominò "filosofia trascendentale" lo studio di fonti e limiti della conoscenza ottenuta mediante l'attività dell'intelletto puro e delle sue forme a priori. In seguito, i filosofi idealisti tedeschi che subirono l'influenza di Kant, soprattutto Fichte, Schelling e, nel Novecento, il fondatore della fenomenologia Edmund Husserl, definirono "trascendentali" i loro sistemi di pensiero. Conseguentemente, il termine "trascendentalismo" finì per essere applicato quasi esclusivamente alle dottrine dell'idealismo metafisico.

 

Vedi anche dizionario Filosofico Trascendente

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2018

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...