Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Esperienze di vita      Indice


Sul Sentiero

Anonimo - novembre 2007
capitolo 3 -
L’Uni-verso
capitolo precedente - capitolo successivo - indice

 

L’Uni-verso

 

L’universo (etimologicamente: “verso l’uno”) esiste nella diversità degli elementi che lo compongono, in cui ogni cosa interagisce con il Tutto a formare l’immenso disegno della Vita. Nella creazione nulla è separabile e tutto ciò che esiste è connesso al suo contesto, al punto che Einstein affermava “Se solo le api sparissero alla terra resterebbero 4 giorni di vita”.
Recentemente la scienza ha riconosciuto la realtà della “rete energetica” in cui si svolge la vita e alla cui formazione noi tutti, cellule di un più grande Corpo, partecipiamo con il nostro pensiero.
Esiste un’unità fondamentale tra l’uomo e l’Universo e una Coscienza-energia che agisce nel Tutto: l’universo è un intero in cui tutte le parti sono collegate tra di loro (1):

 

Il mondo è un tessuto i cui fili sono costituiti dall’etere; noi vi siamo tessuti con tutte le creature. Ogni cosa sensibile proviene dall’etere, che contiene tutto; ogni cosa è etere cristallizzato. Il mondo è un immenso tappeto; noi possediamo il mondo intero in ogni respiro poiché respiriamo l’etere in cui ogni cosa è costituita, e poiché “siamo” l’etere.
(Frithjof Schuon, Comprendere l’Islam)

 

Già Einstein aveva elaborato la teoria del “campo unificato di energia”, nella quale afferma che una sola energia è creatrice di tutte le forme della materia e che, pertanto, tutto ciò che esiste nella differenziazione è la manifestazione di una sola energia creatrice originaria indifferenziata.
In tempi più recenti il concetto dell’unità dell’universo viene sempre più confermato dalle teorie dell’olomovimento di David Bhom (1980), dalla teoria olografica del cervello di Karl Pribam (1971), dalla causalità morfogenetica di Rupert Shaldrake (1981).
In  particolare, il biologo inglese Shaldrake ha formulato la teoria del campo morfogenetico. Sulla base delle ricerche di Douglas Mac Dougall dell’università di Harvard, egli ha sostenuto l’ipotesi di forze immateriali le quali sarebbero generatrici della forma in seno alla materia. L’ipotesi morfogenetica presuppone l’esistenza di una memoria collettiva diffusa in tutto l’universo, indipendente dal supporto cerebrale e tale, quindi, da sopravvivere alla morte. Per questa sua natura il campo di risonanza morfica, portatore di memoria, è retto da leggi che si sottraggono allo spazio-tempo, ma richiamano quelle dell’affinità e delle corrispondenze.

E’ ormai riconosciuto l’equivalenza tra energia e materia; ogni sostanza visibile è energia condensata, ossia energia a stadi vibrazionali più bassi; solo a queste condizioni essa può manifestarsi concretamente nello spazio e nel tempo e permettere l’esistenza di forme di vita percettibili così come noi le conosciamo. 
L’energia è, pertanto, vita e la vita evolve attraverso la coscienza. La materia, che determina la manifestazione dello spazio e del  tempo, è energia allo stato vibrazionale più basso rispetto allo spirito; tra materia e spirito vi è  solo una differenza di vibrazione.

Le più recenti scoperte della biologia sembrano convalidare l’ipotesi di un meccanismo per cui energie “ordinatrici” ancora sconosciute operano sulla materia organica, organizzandola e promuovendo gradualmente in essa la coscienza. La Coscienzaè presente, a diversi livelli, in tutta la sostanza dell’universo; essa si sviluppa gradualmente nel corso dell’evoluzione, nei passaggi attraverso il regno minerale, vegetale, animale; nell’uomo, sintesi di tale lungo processo evolutivo, essa raggiunge, nel nostro Pianeta, il suo livello più avanzato.

capitolo precedente - capitolo successivo - indice

NOTE
1) Peter Russell, Il risveglio della mente globale


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...