Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 31-03-2004, 15.32.06   #11
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Scrivi veramente bene...ancora...grazie!
Vi@nne is offline  
Vecchio 31-03-2004, 16.25.07   #12
pennac
supreme being :O)
 
Data registrazione: 24-11-2003
Messaggi: 279
secondo me sbagli ...

... cavoli , ti soffermi sul paragone senza porti la possibilità che tuo figlio sia diverso , che reagisca in maniera diversa ... cmq è normale per le persone raramente penetranti come te , ti leggo sempre stravolentieri
pennac is offline  
Vecchio 31-03-2004, 19.19.46   #13
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Re: secondo me sbagli ...

Citazione:
Messaggio originale inviato da pennac
... cavoli , ti soffermi sul paragone senza porti la possibilità che tuo figlio sia diverso , che reagisca in maniera diversa ... cmq è normale per le persone raramente penetranti come te , ti leggo sempre stravolentieri


Sin troppo banale dirti che sbagliare è umano,chi non ha mai sbagliato nella vita?

C'è un concetto di Nietzsche che ho cercato di fare mio,cioè porsi al dì del bene e dela male. Insomma andare oltre il pregiudizio.

Esiste il contrario di diverso,se si qual'è?

Il Signore ha munito tutti di occhi ed altri sensi,arti e organi vitali,gli elementi più importanti.
Poi noi uomini ci siamo costruiti lingue diverse e frontiere.
Credo che la unica diversità degli uomini sia il quoziente di sciocchezza che ogn'uno di noi ha,putroppo non siamo stati muniti di campanello d'allarme,per segnarci quanto la sciochezza supera i livelli di guardia e ci fa essere intolleranti,razzisti,oppure commettere atrocità. La sciocchezza ha creato il bene e il male,il bianco e il nero,il buono e il cattivo.

Oggi da una parte ,bene o male,non s'inneggia più alla purezza della razza umana,dal'altra comperiamo "puri pastori tedeschi" chilogrammi di "melapesca" e altre frutte non create dalla natura,l'ibridismo si accetta e non si accetta in base alla convenienza.

Noi diamo importanza all'aspetto frivolo,che poi genera la sciocchezza.
Non so se qualcuno di voi ha visto in tv il programma "bisturi",dove la nostra sciocchezza che ha suddivisio belli e brutti,ha generato emerginazione psicologica di gente che avverte il bisogno di farsi cambiare il naso o farsi il seno. Questa gente non pensa che il proprio figlio avrà il naso come la mamma? Per generazioni cosa farà,sarà sempre in una clinica di chirurgia plastica?
Ma su questi aspetti umani,c'è chi lucra.

Ecco,questa è una diversità...
Come quelli che dicono:i miei sono nati a.... ,ma io qui.
Allora se due senegallesi fanno un figlio a Zurigo,mica il bimbo nasce bianco?

La sciocchezza ci circonda e ci bombarda,ma bisogna resistere.



Grazie per l'attenzione che poni ai miei scritti riflessivi.
nemamiah is offline  
Vecchio 24-07-2004, 16.24.51   #14
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
caro Nemamiah, come siamo simili tu ed io, a parte il fatto di un padre violento, violento perchè insoddisfatto, materialista, che però amavo nei momenti, rari, in cui sembrava essere etereo!
Lui no, non poteva perdonare, e ancora oggi non chiama e non sente più i suoi figli; tuttavia io ho perdonato ogni sorta di malvagità e indifferenza da lui inferta e mostrata, soprattutto quando terrorizzò con una violenza inspiegabile, due poveri bambini piccoli che avevano solo la colpa di essere suoi figli. mi chiedo ancora oggi se mi abbia mai amato per un solo istante;
comunque proprio per l'insicurezza inflittami, anch'io subii i più grandi e i più forti, estromesso dal gioco e dileggiato, e per rivalermi da più grandicello divenni malvagio al punto giusto da non farmi mettere più nessun piede in faccia, anche se il mio cuore mi diceva diversamente, e solo più tardi, in un buio e in ghissimi anni di isolamento, capì l'errore.
non insegnare mai ai tuoi figli la rivalsa e la violenza, ma il perdono e l'amore perchè il loro cuore divenga più forte e fiero di fare il giusto nelle avversità;
Colui il quale era stato dilaniato con ferocia, che subì oltre cinquemila colpi(S.Brigida), non si vendicò ma ancora una volta disse:<Padre perdona loro, perchè non sanno quello che fanno>.
perdona me se puoi.
shakespeare is offline  
Vecchio 24-07-2004, 23.00.46   #15
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Re: Re: LA MAESTRA MI PICCHIAVA...anche gli altri

Citazione:
Messaggio originale inviato da nemamiah
Ringranzio con riconoscenza,per la sensibilità dimostrata da luceombra e anima mia.


Ero rimasto a perchè?

Certe volte,basta un prufumo,uno sguardo,un colore,perchè la nostra mente si sente stimolata e comincia a correre in maniera irrefrenabile a ritroso nel tempo.In altre parole,ricorda.
Ciò che mi ha fatto fare un lungo salto nel tempo è stato mio figlio,che ha otto anni,lui come altri bambini di questi tempi,non se ne fregano niente di pistoleri ed indiani,non sanno neanche cosa siano.I loro eroi si chiamano Vieri,Del Piero,Nesta ecc. Gli eroi preferiti da mio figlio sono kakà e Dida,ha voluto la maglietta di Kakà che lui indossa quendo in Tv c'è il Milan.

Lui a differenza mia,non sa cosa significa correre in un prato,non ha mai visto una discarica,non sa cosa sia un accampamento di zingari.Non conosce,grazie a Zeus,l'emerginazione,la violenza,gli insulti e adesso le maestre non picchiano più.La sua casa è dignitosa e ha certamnte qualcosa in più del necessario.

L'altro giorno cera un sole,che come una orchestra suonava il preludio della primavera,la porta del balcone che da sul cortile è rimasta aperta per fare entrare l'aria fresca ma dolce e quelche raggio di sole che violento si scagliava contro le bottiglie colorate sulla mensola in una festa cromatica. Si avvertiva nell'aria il leggero e fragrante profumo che emana l'albero di mimosa.Un presaggio di gioia,grazie anche al vocio dei bambini che giocavano a fare i calciatori nel cortile. Il mio bambino ha indossato la sua maglietta con la scritta Kakà e coi suoi occhietti mi guardava,far farmi capire che voleva scendere giù a giocare.Come si può dire di no? Ma dubbioso,perchè da pochi mesi siamo in questa casa e non conosciamo nessuno;dolcemente gli ho imposto di chiedere a quei bambini se lo avrebbero fatto giocare.Lui si affaccia al balcone e chiede,gli dicono di si.
Scende giù,ma solo per pochi minuti,rientra in lacrime,piange a dirotto e non sa spiegarmi il perchè.Poi finalmente mi spiega,che è stato picchiato dal gruppo di bambini.
Cosa può fare un padre se non consolorlo? Finalemente smette di piangere,ma lui si mette malinconico dietro ai vetri a guardare i bambini che tranquilli continuavano a giocare.

Ecco,questa scena mi ha fatto tornare in dietro,quando seduto su cumuli di spazzatura osservavo malinconico,bambini felici di giocare.

E' doloroso per un genitore,vedere il proprio figlio con quelche graffio e livido,ma è ancor più doloroso fare delle scelte,per i propri figli. Cosa gli insegno: a sopperire sempre e comunque,oppure a reagire e lottare ?

Ho insegnato a lui,a non desiderare la roba degli altri,ad essere sempre disponibile,a voler bene tutti i bambini,ed altro gli dovrò insegnare.
La società diventa sempre più frivola con ambizioni effimere. La cultura imperante è quella della debolezza e dell'egalitarismo ma solo dei consumi.La meritocrazia ormai soppiantata dalla "lecchinocrazia",usata come mezzo per ottenere considerazioni e benefici.

Il mio mondo,m'imposse la lotta,che mi ha ripagato con l'isolamento,ma non mi feci mai emarginare,anzi,emarginai io quel mondo.Ma a mio figlio cosa gli insegno a lottare e a essere violento? Oppure a uniformarsi alla ipocrisia e alla violenza vigliacca?
Perchè non deve essistere una alternativa non violenta? Perchè chi non usa la violenza deve sopperire?
Si,perchè i bambini che a sei/otto anni si coalizzano per picchiare un'altro bambino,mostrano i primi segni di vile vigliaccheria,poi quando avranno 16/18 anni,potrebbero essere degli aspiranti emuli del "branghetto" che uccise Desirè....e quante Desirè hanno subito la violenza,non sono morte fisicamente,ma qualcosa è rimasto "morto" dentro?
Come me,bambino,picchiato e lapidato,che ancora oggi mi porto i segni che vedo tutte le mattine allo specchio,anche senza rancore,però oltre a sfreggiarmi,mi hanno costretto a ricordare per tutta la vita quell'accauella brutta esperienza,che ha generato poi, in me,un'altro essere,che si rifiutò di sopperire ancora, ma che ha costretto altri a sopperire.

Perchè? Ecco,un'altro perchè,che spesso non sappiamo darci risposte logiche,ma intanto i perchè,ci sono e meritano la dovuta riflessione.

Ho iniziato a leggere la tua storia di vita e mi chiedevo come mai fosse nel forum di "arte e letteratura". Ho letto tutto quanto e ora mi dico di aver letto delle meravigliose pagine di vita, ho rivisto le immagini come in un quadro capolavoro di te bambino che correvi nei prati, quella monnezza che tanto ci disgusta, mi ha fatto piangere, perchè i bambini riescono ad abbellire anche le peggiori mostrusoità. (non mi riferisco certo alla monnezza). Grazie Nem questo è il più bel regalo che mi potevi fare. Con affetto Nicola
nicola185 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it