Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 13-07-2004, 22.24.09   #1
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Favole

Chi di voi ricorda questa canzoncina...

"A mille ce n'è nel mio cuore di fiabe da narrar...
Venite con me in un mondo fatato per sognar..."

Faccio una proposta al bambino che abita ancora in tutti voi: mi raccontate qualche favola (o fiaba a vostro piacere)...
Quelle classiche le conosco già però sarebbe bello sapere quale ricordate con più piacere, e se ne avete qualcuna magari inconsueta da raccontare...

Grazie a chi vorrà partecipare
Buonanotte
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 14-07-2004, 08.22.27   #2
ehwy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-07-2004
Messaggi: 47
ti scrivo una favola di tim burton è in forma di poesia in inglese (se non capisci qualcosa dimmelo che cerco la traduzione )

Toxic Boy:
To those who knew him
- his friends -
we called him Roy.
To others he was known
as that horrible Toxic Boy.
He loved ammonia and asbestos,
and lots of cigarette smoke.
What he breathed in for air
would make other people choke!
His very favorite toy
was a can of aerosol spray;
he'd sit quietly and shake it,
and spray it all the day.
He'd stand inside the garage
in the early-morning frost,
waiting for the car to start
and fill him with exhaust.
The one and only time
I ever saw Toxic Boy cry
was when some sodium chloride
got into his eye.
One day for fresh air
they put him in the garden.
His face went deathly pale
and his body began to harden.
The final gasp of his short life
was sickly with despair.
Whoever thought that you could die f
rom breathing outdoor air?

As Roy's soul left his body
we all said a silent prayer.
It drifted up to heaven
and left a hole in the ozone layer.

è molto triste e strana ... io questo libro lo consiglio a tutti, si chiama "the melancholy death of Oyster boy and other stories"" di tim burton
se vi piace il genere è splendido
ehwy is offline  
Vecchio 14-07-2004, 13.32.15   #3
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Ciao Ehwy,
ti ringrazio per aver partecipato... a dire il vero intendevo favole un po' più convenzionali, con una morale "classica", però devo dire che Toxic Boy mi ha (non rattristato, sorry)... mi ha fatto morire dal ridere... finalmente una spiegazione razionale al buco nell'ozono...

Un saluto
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 14-07-2004, 15.49.46   #4
pennac
supreme being :O)
 
Data registrazione: 24-11-2003
Messaggi: 279
io io partecipo




" c'era una giovane , era bella ma stanca , sana ma sporca , felice ma demotivata ... si svegliò una mattina in mezzo al verde del bosco , a destarla la rugiada deposta dall ' aurora nella parte visibile del suo corpo , indossava una vestaglia , molto nobile ma ... stracciata , non ricordava nulla

ad un tratto sentì il cantare degli uccelli e , di colpo , le apparse un sorriso sulle labbra . Decise di sposare la vista con l ' udito ed andò a cercare gli animali causanti tale melodia , li vide ed il suo cuore si riempì di gioia , non ricordava nulla

venne la sera , era stanca , la sua mente annebbiata dalla fame , le sue membra afflitte al pensiero della notte fredda . Scrutò l ' orizzonte e vide un bagliore in mezzo alle frasche , decise di dirigersi incontro nella speranza di trovare ristoro , calore , affetto ... non ricordava nulla

passarono i macigni lanciati dal tempo , li sfiorò quasi tutti ma altri la colpirono , cominciò a capire che , se non avesse raggiunto la sua meta al più presto avrebbe rischiato di incontrare la morte . Mentre i passeggeri del suo pensare si facevano sempre più agghiaccianti si trovò a cospetto della luce : proveniva da un castello , regale , imponente ... protetto da un fosso pieno d'acqua non sapeva come raggiungere le mura ... gridò , senza ricordare nulla

di colpo il ponte levatoio cadde ai suoi piedi , entrò . All ' ingresso due guardie , la guardarono senza dire nulla , proseguì il suo cammino ormai trascinato .... ma costante . Penetrò negli anfratti dell ' edificio con estrema sicurezza e , come se spinta da un conduttore molto sapiente , entrò nella stanza che generava la luce , non ricordava nulla

guardò gli affreschi ai muri , i lampadari , l ' immensità del locale ... si fece coraggio e prosegui in direzione del trono posto nella parte opposta dell ' area illuminata ... una persona sedeva sopra di esso , lo sguardo assente , il capo abbassato a contemplare il mosaico nel pavimento . " salve " disse lei dopo aver raggiunto il regnante . Questi alzò lo sguardo e , nell ' incrociare quello della ragazza , pianse ... e ricordò : ricordò il volto del padre dal quale decise di scappare "
pennac is offline  
Vecchio 26-07-2004, 10.27.27   #5
Orlando
Ospite
 
Data registrazione: 07-07-2004
Messaggi: 15
..che bella..
Orlando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it