Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 26-02-2007, 15.52.11   #1
Ioelaura
Nuovo ospite
 
L'avatar di Ioelaura
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 0
Exclamation Vivere correndo ai 100 all'ora

ma..... non andiamo troppo di fretta?
Non consumiamo tutto e troppo in uno spazio temporale troppo piccolo?
Proviamo ancora piacere per un regalo, una scoperta, una riflessione?
Il pensiero rotondo non è stato sostituito da parole da chat?
Godiamo ancora di quello che facciamo?

(Buongiorno a tutti, Ioelaura)
Ioelaura is offline  
Vecchio 26-02-2007, 22.26.43   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Vivere correndo ai 100 all'ora

Citazione:
Originalmente inviato da Ioelaura
ma..... non andiamo troppo di fretta?
Non consumiamo tutto e troppo in uno spazio temporale troppo piccolo?
Proviamo ancora piacere per un regalo, una scoperta, una riflessione?
Il pensiero rotondo non è stato sostituito da parole da chat?
Godiamo ancora di quello che facciamo?

(Buongiorno a tutti, Ioelaura)

benvenuta.

Hai ragione, non siamo più capaci di godere di nulla.

Rincorriamo un folle che ci ammalia con la sua follia.

La follia ci impedisce di pensare, di soffrire, di aver paura, di dubitare.

Il piacere, la felicità ci spaventano terribilmente perchè sappiamo che non possono durare per sempre.

Abbiamo perso la capacità di vivere, e vivere consiste nell'assaporare tutto quello che la vita ci offre sia richiesto che non.

Rincorriamo certezze inesistenti, ci intontiamo con il lavoro, con i drammi, con tutto ciò che riteniamo sia appagante. Abbiamo trasformato tutto in droghe potenti e terribili che ci impediscono di vivere, di assaporare, di gustare, di godere nel senso pieno e totale del termine.

Siamo dotati di cinque splendidi sensi ma non riusciamo più ad usarli correttamente.
Il tatto, tocchiamo, sfioriamo ma una vera carezza è difficile trovarla.

Il gusto, mangiamo in fretta e più delle volte cibi senza sapore a cui è stato aggiunto artificialmente colore e sapore.

La vista, non siamo più capaci di soffermarci su qualcosa, di vederla per quella che è, entrare in contatto con quel che vediamo oggetti, animali ed anche esseri umani come noi.

Mi fermo, basterebbe fermarsi un attimo e ascoltare il battito del nostro cuore per renderci conto che siamo vivi e non sappiamo quanto tempo abbiamo per vivere pienamente la nostra vita.

Corriamo fin che vogliamo ma ogni tanto schiacciamo il freno e ascoltiamo la vita scorre in noi e guardiamo il mondo in cui siamo immersi. Riprendiamoci le nostre vere emozioni. Basta uno sguardo vero verso la persona amata, o anche verso una pianta o uno spicchio di sole.
Beviamo una buona tazza di cappuccino o tisana o mastichiamo un pezzo di pane non come fosse una gara ma assaporando ad ogni sorso, ad ogni boccone quel che sta entrando nel nostro corpo.

Viviamo in un meraviglioso paradiso terrestre e ci ostiniamo a combatterlo per erigere l'inferno.
Mary is offline  
Vecchio 27-02-2007, 09.21.31   #3
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Vivere correndo ai 100 all'ora

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
benvenuta.

Hai ragione, non siamo più capaci di godere di nulla.

Rincorriamo un folle che ci ammalia con la sua follia.

La follia ci impedisce di pensare, di soffrire, di aver paura, di dubitare.

Il piacere, la felicità ci spaventano terribilmente perchè sappiamo che non possono durare per sempre.

Abbiamo perso la capacità di vivere, e vivere consiste nell'assaporare tutto quello che la vita ci offre sia richiesto che non.

Rincorriamo certezze inesistenti, ci intontiamo con il lavoro, con i drammi, con tutto ciò che riteniamo sia appagante. Abbiamo trasformato tutto in droghe potenti e terribili che ci impediscono di vivere, di assaporare, di gustare, di godere nel senso pieno e totale del termine.

Siamo dotati di cinque splendidi sensi ma non riusciamo più ad usarli correttamente.
Il tatto, tocchiamo, sfioriamo ma una vera carezza è difficile trovarla.

Il gusto, mangiamo in fretta e più delle volte cibi senza sapore a cui è stato aggiunto artificialmente colore e sapore.

La vista, non siamo più capaci di soffermarci su qualcosa, di vederla per quella che è, entrare in contatto con quel che vediamo oggetti, animali ed anche esseri umani come noi.

Mi fermo, basterebbe fermarsi un attimo e ascoltare il battito del nostro cuore per renderci conto che siamo vivi e non sappiamo quanto tempo abbiamo per vivere pienamente la nostra vita.

Corriamo fin che vogliamo ma ogni tanto schiacciamo il freno e ascoltiamo la vita scorre in noi e guardiamo il mondo in cui siamo immersi. Riprendiamoci le nostre vere emozioni. Basta uno sguardo vero verso la persona amata, o anche verso una pianta o uno spicchio di sole.
Beviamo una buona tazza di cappuccino o tisana o mastichiamo un pezzo di pane non come fosse una gara ma assaporando ad ogni sorso, ad ogni boccone quel che sta entrando nel nostro corpo.

Viviamo in un meraviglioso paradiso terrestre e ci ostiniamo a combatterlo per erigere l'inferno.

Se ci prendessimo il tempo per assaporare le cose, non ne avremmo per consumare tanto ed useremmo i nostri soldi per ciò che è veramente importante. Molti ci invidierebbero credendo che abbiamo tutto e si sforzerebbero di portarcelo via, ma la sola cosa che ci potrebberero prendere sarebbero le nostre idee. E non sarebbe poi così male, poiché si renderebbero conto che l'accumulo di cose materiali uccide se stessi e gli altri.

Monica 3 is offline  
Vecchio 27-02-2007, 22.14.30   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Vivere correndo ai 100 all'ora

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Se ci prendessimo il tempo per assaporare le cose, non ne avremmo per consumare tanto ed useremmo i nostri soldi per ciò che è veramente importante. Molti ci invidierebbero credendo che abbiamo tutto e si sforzerebbero di portarcelo via, ma la sola cosa che ci potrebberero prendere sarebbero le nostre idee. E non sarebbe poi così male, poiché si renderebbero conto che l'accumulo di cose materiali uccide se stessi e gli altri.


bellissimi pensieri. Davvero molto belli.

Sarebbe davvero splendido se ci fosse un furto di idee per salvare questo mondo.

Gesù disse: vi riconosceranno da come vi amerete gli uni con gli altri.

Idee e comportamenti sono l'impronta indelebile del nostro passaggio.
Senza rendercene conto tutti noi scriviamo la storia, la vera storia di questa umanità e di questo Pianeta. giorno dopo giorno.

Ogni nostro più piccolo pensiero, ogni nostro gesto cambia il mondo e diventa il seme del futuro. Del nostro futuro e di quello degli altri.

Se riflettessimo un poco di più su noi stessi forse ci sarebbe ancora speranza.

Pensare, guardare, osservare, dedurre, fantasticare, immaginare, sperimentare, ed infine gustare la vita tutta intera senza buttare via nulla.

Un giorno, mentre sorseggiavo una tazza di latte e caffè mi resi conto di quanto fosse profumato e gustoso e caldo e delicato al contatto delle mie labbra e del mio palato. Guardavo nella tazza e poi seguivo il percorso del mio sorso fin dentro lo stomaco. Una volta dentro di me quel liquido così caldo e dolce si sarebbe trasformato nel mio corpo.
Pensai a tutte quella gente che aveva lavorato per me, perchè io potessi avere quel dolce piacere nutriente. Quanti passaggi, quanta strada aveva fatto per essere lì, in quel momento. Ma non andava dimenticata la mucca che aveva offerto una parte di se stessa. E del cibo che aveva mangiato, sperando che fosse stata erba, occorreva ringraziare anche l'erba, e la terra che l'aveva nutrita, e il sole che l'aveva riscaldata, e l'acqua che la rendeva viva.
Mentre gustavo quel dolce piacere mi rendevo conto che stavo bevendo, sole, terra, acqua, ossigeno, e il lavoro di tanti.

Oggi si tende a dare tutto per scontato, per immutabile, per dovuto. Non si presta attenzione più a niente. Per questo perdiamo il senso delle cose, della vita, della ricchezza straordinaria che questo mondo ci offre ogni giorno e noi calpestiamo o ignoriamo.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it