Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 27-02-2007, 18.16.04   #1
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Siamo in pericolo!

Scenari Terribili Notizie Passate Quasi Inosservate Grazie Alla Grande Manipolazione Mondiale Dell’informazione, Ordita Dall’impero E Dai Suoi Vassalli.

Leggete E Ditemi Se Non Vi Viene La Pelle D’oca O I Brividi:
Zbigniev Brzezinski, Segretario Alla Difesa Nazionale Con Jimmy Carter, Uno Dei Maggiori Esperti E Consiglieri Di Politica Estera Di Numerose Amministrazioni Americane. Uomo Molto Potente E Ascoltato Dal Potere Degli Stati Uniti D’america. Zbigniev Brzezinski, Il 2 Febbraio Scorso, Ha Dichiarato Ufficialmente Nella Sua Audizione Alla Commissione Difesa Del Senato Degli Stati Uniti D’america Che “qualcuno” (poteri Interni Agli Usa) È In Grado, “plausibilmente” All’interno Del Territorio Nazionale Americano, Di Organizzare Un Attentato Terroristico Contro Gli Stessi Stati Uniti Per Poi Attribuire Il Tutto A Qualche Nemico Esterno E Scatenare Una Guerra! (fonti: Financial Time - Inghilterra; Giulietto Chiesa - Italia).

E Allora?
Tutto CiÒ Non Fa Venire In Mente L’11 Settembre, Che A Questo Possibile Scenario Assomiglia Come Una Goccia D’acqua?
Dunque, Per La Prima Volta In Assoluto, Una Voce Americana, La Cui Autorevolezza Non PuÒ Essere Messa In Discussione, Annuncia Tra Le Righe, Ma A Voce Alta, Che Gli Usa E I Loro Vassalli Stanno Cercando Un Pretesto Per Attaccare L’iran. Scatenare Una Nuova E PiÙ Micidiale Guerra Che Potrebbe Coinvolgere Il Mondo.
Brzezinski Quindi, ChissÀ Per Quale Ragione, Comunque Positiva, Non Si Sarebbe Mai Spinto A Pronunciare Quelle Parole Se Non Avesse Saputo Che Il Piano È GiÀ Scattato E Non Avesse Deciso Che L’unico Modo Per Bloccarlo È Quello Di Svelarlo.
Purtroppo Fino A Questo Momento Non Vi È Riuscito PerchÉ Il Potere Imperiale Economico Militare Mafioso (che Noi Definiamo Anticristico) Domina Quasi Completamente Il Mondo Dell’informazione A Livello Mondiale.
Voglio Dire, Senza Peli Sulla Lingua, Che I Mezzi Di Comunicazione Di Massa Mondiali (italia Compresa) Sono Complici, In Sostanza, Degli Organizzatori Della Guerra.
Delle Dichiarazioni Di Brzezinski Ne Ha Parlato, Solo Con Una Piccola Notizia, Il Financial Time E Con Grande Notizia Il Coraggioso E Onesto Giornalista Italiano Giulietto Chiesa. Per Il Resto, Nel Mondo Dei Media Mondiali: Il Silenzio! I
Senatori Americani, Spaventati Per Problemi Elettorali, Forse, Non Hanno Nemmeno Chiesto Delucidazioni Al Potente Brzezinski.

Vergogna! Vergogna!

Ma Come Ignorare Una Voce Come Quella Di Brzezinski Che Ha Diretto Per Anni I Servizi Segreti Degli Stati Uniti E Che Non Ha Mai Perso I Contatti Con Loro?
Lo Abbiamo Detto: Vogliono La Guerra!
L’impero Anticristico Vuole La Guerra, Mondiale Se Si Mettono Male Le Cose, Nucleare Se Siarriva Al Folle E Cinico Scenario Del “muoia Sansone Con Tutti I Filistei”.
dany83 is offline  
Vecchio 28-02-2007, 00.03.09   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Siamo in pericolo!

Scenario apocalittico, ma tutto sommato coerente con la scelta umana di autodistruggersi.

C'è solo l'imbarazzo della scelta di che morte morire: fame, sete, affogati, arrostiti, disintegrati..... a livello planetario stanno solo scegliendo modi e tempi. Niente di straordinario, in fondo

Non credo sia più possibile evitare l'Apocalisse che sta per abbattersi sull'umanità. Siamo ad un punto di non ritorno ed è come se fosse già tutto accaduto. Quando il presidente decise l'invasione in Iraq, quei 1000 o 2000 non ricordo, soldati americani erano già morti. Quei 600.000 iracheni erano già morti. E' come fare un buchino in una diga, prima o poi la diga è destinata a crollare.

Quasi quasi non mi spaventa più quel che potrebbe accadere, tanto siamo fregati comunque. Mi preoccupa chi avrà la sventura di sopravvivere al disastro che si sta preparando. Per questo spero ci sia tanta gente che riprenda in mano le redini del proprio cervello e del proprio cuore per ricominciare, sperando che la lezione sia servita e che si impari dagli errori.

Se l'america dovesse attaccare l'Iran potrebbe aprirsi un crollo economico che è già pronto da tempo ad esplodere. I dollari sono solo carta non hanno più il controvalore in oro. Non so se ci sono ancora monete in circolazione con alle spalle riserve auree. Altrimenti le banconote possono diventare in un attimo cartastraccia e neppure della migliore da riciclare.

Le borse di tutto il mondo sono legate a filo doppio se crolla una tutte le altre le seguiranno e saranno cavoli brutti per tutti.

Il crollo del 29 sarà una passeggiata rispetto all'impatto attuale.

Non sono catastrofista ma cerco di guardare senza bende sugli occhi.
La strada che abbiamo imboccato è senza via d'uscita, e sono davvero pochi quelli che se ne rendono conto.
Mary is offline  
Vecchio 28-02-2007, 07.21.05   #3
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Siamo in pericolo!

http://www.fisicamente.net/index-1290.htm

http://www.fisicamente.net/index-1040.htm

http://www.fisicamente.net/index-1299.htm
acquario69 is offline  
Vecchio 28-02-2007, 08.24.00   #4
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Siamo in pericolo!

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Scenario apocalittico, ma tutto sommato coerente con la scelta umana di autodistruggersi.

C'è solo l'imbarazzo della scelta di che morte morire: fame, sete, affogati, arrostiti, disintegrati..... a livello planetario stanno solo scegliendo modi e tempi. Niente di straordinario, in fondo

Non credo sia più possibile evitare l'Apocalisse che sta per abbattersi sull'umanità. Siamo ad un punto di non ritorno ed è come se fosse già tutto accaduto. Quando il presidente decise l'invasione in Iraq, quei 1000 o 2000 non ricordo, soldati americani erano già morti. Quei 600.000 iracheni erano già morti. E' come fare un buchino in una diga, prima o poi la diga è destinata a crollare.

Quasi quasi non mi spaventa più quel che potrebbe accadere, tanto siamo fregati comunque. Mi preoccupa chi avrà la sventura di sopravvivere al disastro che si sta preparando. Per questo spero ci sia tanta gente che riprenda in mano le redini del proprio cervello e del proprio cuore per ricominciare, sperando che la lezione sia servita e che si impari dagli errori.

Se l'america dovesse attaccare l'Iran potrebbe aprirsi un crollo economico che è già pronto da tempo ad esplodere. I dollari sono solo carta non hanno più il controvalore in oro. Non so se ci sono ancora monete in circolazione con alle spalle riserve auree. Altrimenti le banconote possono diventare in un attimo cartastraccia e neppure della migliore da riciclare.

Le borse di tutto il mondo sono legate a filo doppio se crolla una tutte le altre le seguiranno e saranno cavoli brutti per tutti.

Il crollo del 29 sarà una passeggiata rispetto all'impatto attuale.

Non sono catastrofista ma cerco di guardare senza bende sugli occhi.
La strada che abbiamo imboccato è senza via d'uscita, e sono davvero pochi quelli che se ne rendono conto.

Nel mio post sull'ONU, credevo di essere un po' mmhmm! estrema, diciamo. Ma forse una "Unione delle Madri del Mondo" non è poi così difficile da organizzare. Intanto si può cominciare a parlarne alle nostre amiche, parenti e vicine di casa che sono madri e poi vediamo cosa succede. Se la cosa prende energia poi decolla quasi da sola.

(Fra parentesi: pare che Putin abbia nominato come suo successore un certo Ivanov, ex. pezzo forte KGB e attuale ministro della difesa).

Monica 3 is offline  
Vecchio 28-02-2007, 09.26.15   #5
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Siamo in pericolo!

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Scenario apocalittico, ma tutto sommato coerente con la scelta umana di autodistruggersi.

C'è solo l'imbarazzo della scelta di che morte morire: fame, sete, affogati, arrostiti, disintegrati..... a livello planetario stanno solo scegliendo modi e tempi. Niente di straordinario, in fondo

Non credo sia più possibile evitare l'Apocalisse che sta per abbattersi sull'umanità. Siamo ad un punto di non ritorno ed è come se fosse già tutto accaduto. Quando il presidente decise l'invasione in Iraq, quei 1000 o 2000 non ricordo, soldati americani erano già morti. Quei 600.000 iracheni erano già morti. E' come fare un buchino in una diga, prima o poi la diga è destinata a crollare.

Quasi quasi non mi spaventa più quel che potrebbe accadere, tanto siamo fregati comunque. Mi preoccupa chi avrà la sventura di sopravvivere al disastro che si sta preparando. Per questo spero ci sia tanta gente che riprenda in mano le redini del proprio cervello e del proprio cuore per ricominciare, sperando che la lezione sia servita e che si impari dagli errori.

Se l'america dovesse attaccare l'Iran potrebbe aprirsi un crollo economico che è già pronto da tempo ad esplodere. I dollari sono solo carta non hanno più il controvalore in oro. Non so se ci sono ancora monete in circolazione con alle spalle riserve auree. Altrimenti le banconote possono diventare in un attimo cartastraccia e neppure della migliore da riciclare.

Le borse di tutto il mondo sono legate a filo doppio se crolla una tutte le altre le seguiranno e saranno cavoli brutti per tutti.

Il crollo del 29 sarà una passeggiata rispetto all'impatto attuale.

Non sono catastrofista ma cerco di guardare senza bende sugli occhi.
La strada che abbiamo imboccato è senza via d'uscita, e sono davvero pochi quelli che se ne rendono conto.


la borsa sta gia crollando,le prime avvisaglie di questa guerra stanno gia iniziando...
dany83 is offline  
Vecchio 28-02-2007, 09.30.18   #6
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Siamo in pericolo!

News Numero Due:
Notizia - Esclusiva Di Interesse Mondiale Che Quasi Nessun Mezzo Di Informazione Ha Riportato:
In Esclusiva Mondiale Il Giornalista E Amico Giulietto Chiesa Ha Intervistato Un Generale Russo A Cui È Stato Affidato Il Compito Di Ripianificare La Dottrina Militare Delle Truppe E Dell’esercito Russo. E Questo PerchÉ La Russia Prevede, Quasi Matematicamente, Di Ritrovarsi In Guerra Entro Cinque O Sei Anni (anno 2012 - Vi Ricorda Qualcosa?).
PerchÉ Non Ne Parla Nessuno? NÉ Televisioni, NÉ Radio, NÉ Stampa.
La Risposta È La Stessa: Vogliono La Guerra Questi Assassini Criminali Senza Coscienza, Senza Anima, Con La ComplicitÀ Di Tutta La Stampa Mondiale, Fatta Qualche Eccezione.
Lo Spettro Di Hitler Dinnanzi A Questi Personaggi Satanici Fugge A Gambe Levate.
Vogliono La Guerra!
PerchÉ? PerchÉ Gli Stati Uniti E I Suoi Vassalli Possono Mantenere La Loro Leadership Mondiale Dell’economia Solamente Con La Guerra, In Quanto Presto, Molto Presto Cadranno In Bancarotta E Per Tanti Altri Motivi Che Il Sottoscritto E I Suoi Amici “alieni” Hanno Spiegato.
dany83 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it