Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 05-06-2007, 12.13.38   #31
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Animalismo

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Mi spiace ancora, ma è ancora no. E credevo di averlo detto chiaramente.

Mi tocca intervenire, è vero, con ogni attenzione, ma comunque pesantemente nella mia vasca, proprio perché "non" è un'ambiente naturale, ma una galera, appena appena più confortevole dell'orrenda boccia di vetro che molti hanno sul mobile della cucina. Ma lo scopo è uguale: guardare come in uno zoo (cioè in galera) quelle stesse creature che non potrei vedere (o non saprei vedere) nel loro ambiente naturale che è il mondo.

So, capisco e vedo che l'uomo sta trasformando tutto il pianeta in una immensa galera artificiale ma spero, credo ed ho fede (intesa sia come convinzione naturale che sovrannaturale) che prima che sia troppo tardi la natura saprà reagire adeguatamente ed eliminare, o correggere, questa deviazione evoluzionistica che si chiama uomo.

D'altronde la natura non ha fatto altro, nei milioni di anni passati e farà lo stesso in futuro. Promuovere le specie migliori ed annullare gli errori e le imperfezioni; ad ogni "giro" avanzando un pochino verso i suoi inconoscibili fini.

Leggevo proprio oggi su Le Scienze che:

• Le tigri allo stato selvatico ammontano ora al 7 per cento del valore storico, e gli habitat che occupano è diminuito del 41 per cento nell’ultimo decennio, secondo uno studio pubblicato sulla rivista “BioScience”.

Sotto accusa per il rapido declino delle popolazioni di questi animali sono i presunti rimedi farmacologici preparati con parti del corpo delle tigri, ancora molto richiesti in Asia, e il commercio delle pelli, nonché una frammentazione e una diminuzione costante delle zone in cui vivono, a causa dello sfruttamento delle risorse boschive o agricole.

• Il riscaldamento globale e la distruzione degli habitat naturali porterà a un significativo declino nelle popolazioni delle 8750 specie di uccelli, e per molte di esse entro il prossimo secolo bisognerà addirittura registrare l'estinzione. È quanto risulta da una ricerca condotta da un gruppo di biologi delle Università della California a San Diego (UCSD) e di Princeton i cui risultati sono pubblicati sul numero odierno della rivista on line PLoS Biology.

I ricercatori sottolineano che, anche considerando gli scenari più ottimistici di controllo dei cambiamenti climatici e di protezione degli habitat, almeno 400 specie aviarie vedranno i loro areali ridotti di oltre il 50 per cento.

"Nel nostro studio abbiamo trovato che, sotto certe assunzioni - ossia che gli uccelli non cerchino di modificare drasticamente i loro areali di distribuzione a causa dei cambiamenti climatici - entro il 2100 da 950 a 1800 specie di uccelli saranno in pericolo se non già sulla via dell'estinzione. E parliamo di specie che al momento attuale non sono considerate a rischio", ha detto Walter Jetz dell' 'UCSD che ha coordinato la ricerca>>.

Qui dove abito io sono scomparsi i passeri da due anni. Prima, d'inverno venivano a becchettare le briciole dai davanzali, adesso no.

Può sembrare assurdo, a volte lo dico anch'io a me stessa, ma .. che dire? .. mi mancano.
Tutta la vita, fin da bambina, abituata a dare le briciole ai passerotti che arrivavano puntualmente nelle stagioni fredde e continuavano a volare, a cinguettare in quelle calde.

Mi sono rivolta alla LIPU che ha confermato la diminuzione pari ad un 60-70% del passero nostrano.

Mi chiedo se, a prescindere dai passeri, queste diminuzioni e/o estinzioni di animali recheranno danno ai cacciatori.

Forse per loro è prevista una pensione,un fondo speciale che noi - poveri amanti degli animali - non riscuoteremo mai?

Che ne dici Maxim, simpaticissimo amico di cui apprezzo enormemente la ironia?

Un abbraccio a Rudello.
Patri15 is offline  
Vecchio 05-06-2007, 12.14.28   #32
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Animalismo

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello

So, capisco e vedo che l'uomo sta trasformando tutto il pianeta in una immensa galera artificiale ma spero, credo ed ho fede (intesa sia come convinzione naturale che sovrannaturale) che prima che sia troppo tardi la natura saprà reagire adeguatamente ed eliminare, o correggere, questa deviazione evoluzionistica che si chiama uomo.

D'altronde la natura non ha fatto altro, nei milioni di anni passati e farà lo stesso in futuro. Promuovere le specie migliori ed annullare gli errori e le imperfezioni; ad ogni "giro" avanzando un pochino verso i suoi inconoscibili fini.

E’ come supponevo…questa visione catastrofista che pervade il super-uomo moderno sta instillandosi sempre più nelle menti della gente…c’è chi fa affari d’oro con tali visioni!

Io non mi ritengo una deviazione evoluzionistica e nemmeno un microbo da debellare ma semplicemente parte integrante di una natura che mi ha voluto qui con lei.
Tuttavia, i fanatici sostenitori della natura, vedono i loro simili come ospiti ingrati e non voluti…
Hitler…noto animalista dell’epoca…la pensava allo stesso modo. Tempo fa postai alcuni discorsi tratti dal libro “conversazioni segrete di Adolf Hitler” dove traspariva la stessa identica visione sul rapporto uomo-natura.

Sempre un piacere…
maxim is offline  
Vecchio 05-06-2007, 16.28.52   #33
Frasesia
Ospite abituale
 
L'avatar di Frasesia
 
Data registrazione: 07-02-2006
Messaggi: 140
Riferimento: Animalismo

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
E’ come supponevo…questa visione catastrofista che pervade il super-uomo moderno sta instillandosi sempre più nelle menti della gente…c’è chi fa affari d’oro con tali visioni!

Io non mi ritengo una deviazione evoluzionistica e nemmeno un microbo da debellare ma semplicemente parte integrante di una natura che mi ha voluto qui con lei.
Tuttavia, i fanatici sostenitori della natura, vedono i loro simili come ospiti ingrati e non voluti…
Hitler…noto animalista dell’epoca…la pensava allo stesso modo. Tempo fa postai alcuni discorsi tratti dal libro “conversazioni segrete di Adolf Hitler” dove traspariva la stessa identica visione sul rapporto uomo-natura.

Sempre un piacere…

Bhè è indubbio che l'uomo sta decadendo alquanto....l'uomo oggi non può più vantare i pregi del periodo illuminista....ma non li sentite i telegiornali?...Mariti che uccidono le mogli in stato interessante....padri che stuprano le figlie?....Il mondo ha perso nell'umanità la lucidità e la razionalità....ha cambiato ambiti e valori....vuole sentirsi animalista o non animalista...perchè poi?....Perchè attaccarsi etichette inutili?....L'animale è animale...l'uomo è un essere Superiore....e non deve fermarsi a giustificare il suo essere ma a valorizzarlo....l'uomo moderno se non si da una smossa sprofonda nel baratro....se non si da un freno se non ristabilizza i valori e ridà dignità alla sua esistenza....si autodistrugge....si autorelega al rango di animale senza intelletto....c'è chi fa affari d'oro?...Con cosa? Ma, a cosa alludi?...Cosa vuoi dire?....Credo ahimè che l'uomo rischia altresì di non sapersi più neppure esprimere e di non sapere ahimè più comunicare con il suo simile....i rapporti umani si basano sull'amore e fin quando l'uomo tende a basarsi sull'egoismo va retrocedendo come uomo e come specie.......ti affascina tanto Hitler da studiarlo così tanto e da prenderlo ad esempio?!?!......
Frasesia is offline  
Vecchio 06-06-2007, 11.20.30   #34
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Animalismo

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
E’ come supponevo…questa visione catastrofista che pervade il super-uomo moderno sta instillandosi sempre più nelle menti della gente…c’è chi fa affari d’oro con tali visioni!

...
...
Sempre un piacere…

La verifica di una verità presunta è sbandierabile solo se annunciata a priori. Il lunedì la schedina la sappiamo tutti, ed è risibile dire: "io già la immaginavo"!

Detto questo, no. Nessun catastrofismo. La natura non se li pone questi problemi. Fa i suoi esperimenti ed elimina le specie mal riuscite e fa evolvere le altre. E' stato così dal primo procariote, continuerà ad essere così anche quando all'Homo Sapiens Sapiens (come lo chiamiamo noi) sarà succeduta la specie successiva.

Non credo, non penso, e non spero (l'ho già detto) che l'uomo distrugga la natura, ma che la natura saprà perfettamente reagire e proseguire per la sua strada. Ovviamente dicendo questo non ci guadagno una lira!

Il resto dell'intervento dell'amico maxim, quello che non ho quotato, è per me privo di alcun interesse.

Grazie ed alla prossima!
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it