Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 19-04-2007, 14.59.18   #11
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Non ho seguito bene la vicenda, però penso che la reazione "scomposta" della comunità cinese (tradizionalmente piuttosto mite e nascosta) sia stata forse giustificata da qualche atteggiamento vessatorio nei loro confronti.
bside is offline  
Vecchio 19-04-2007, 15.12.57   #12
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

io posso portare la mia esperienza di chi vive da 4 anni in un altro paese che non sia l'italia...ebbene anche qui (australia) ci sono tantissimi cinesi,anche qui ce chinatown pero situazioni come si verificano in italia non sanno nemmeno cosa significhi,sono dell'opinione che i cinesi per cultura e tradizioni sono un popolo che per millenni ha vissuto isolato dentro le proprie mura e questo ha fatto si che le loro comunita risultino molto piu impermeabili rispetto alle altre,si e' vero anche noi italiani,quelli che sono venuti molti anni prima di me all'inizio portavano con loro quelle tradizioni che poi sono risultate le piu apprezzabili in tutto il mondo ed era normale che l'integrazione non era delle piu facili,pero molto presto hanno saputo interagire ed ora(forse al contrario di quello che avviene nell'italia stessa) la nostra comunita e' al massimo vigore,stimati ed apprezzati da tutti i punti di vista perche il loro contributo e' stato altissimo per la crescita dei paesi ospitanti..quello che vedo io da qui e' che le regole vengono rispettate da tutti e se qualcuno prova a fare il furbo in qualche modo viene subito estromesso,qui nessuno si sogna di andare a parlare con il vigile che gli avrebbe messo la multa per protestare,hai parcheggiato dove non dovevi parcheggiare,ti becchi la multa e in silenzio! cosi la prossima volta ci pensi no due volte ma tre quattro prima di fare di testa tua ed e' cosi che le cose prendono la piega giusta sin da subito senza dare alibi e scuse che poi nel tempo possono sfociare in qualcosa di ben piu peggiore..ma il fatto e' secondo me che se alla nostra testa i primi a fare di testa loro,mancando del piu elementare senso di rispetto,sono proprio le nostre autorita e le nostre istituzioni,be' allora non dovremmo nemmeno meravigliarci quando quelli che vengono da fuori si ribellano alle piu elementari regole civili..mi viene in mente per esempio di come molti turisti che a casa loro non butterebbero nemmeno una cicca per terra in italia si comportano come se le piazze fossero bidoni della spazzatura all'aperto...ma da chi hanno preso l'esempio?!
acquario69 is offline  
Vecchio 21-04-2007, 10.18.47   #13
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
io posso portare la mia esperienza di chi vive da 4 anni in un altro paese che non sia l'italia...ebbene anche qui (australia) ci sono tantissimi cinesi,anche qui ce chinatown pero situazioni come si verificano in italia non sanno nemmeno cosa significhi,sono dell'opinione che i cinesi per cultura e tradizioni sono un popolo che per millenni ha vissuto isolato dentro le proprie mura e questo ha fatto si che le loro comunita risultino molto piu impermeabili rispetto alle altre,si e' vero anche noi italiani,quelli che sono venuti molti anni prima di me all'inizio portavano con loro quelle tradizioni che poi sono risultate le piu apprezzabili in tutto il mondo ed era normale che l'integrazione non era delle piu facili,pero molto presto hanno saputo interagire ed ora(forse al contrario di quello che avviene nell'italia stessa) la nostra comunita e' al massimo vigore,stimati ed apprezzati da tutti i punti di vista perche il loro contributo e' stato altissimo per la crescita dei paesi ospitanti..quello che vedo io da qui e' che le regole vengono rispettate da tutti e se qualcuno prova a fare il furbo in qualche modo viene subito estromesso,qui nessuno si sogna di andare a parlare con il vigile che gli avrebbe messo la multa per protestare,hai parcheggiato dove non dovevi parcheggiare,ti becchi la multa e in silenzio! cosi la prossima volta ci pensi no due volte ma tre quattro prima di fare di testa tua ed e' cosi che le cose prendono la piega giusta sin da subito senza dare alibi e scuse che poi nel tempo possono sfociare in qualcosa di ben piu peggiore..ma il fatto e' secondo me che se alla nostra testa i primi a fare di testa loro,mancando del piu elementare senso di rispetto,sono proprio le nostre autorita e le nostre istituzioni,be' allora non dovremmo nemmeno meravigliarci quando quelli che vengono da fuori si ribellano alle piu elementari regole civili..mi viene in mente per esempio di come molti turisti che a casa loro non butterebbero nemmeno una cicca per terra in italia si comportano come se le piazze fossero bidoni della spazzatura all'aperto...ma da chi hanno preso l'esempio?!


molto bello e vero quello cha hai scritto.

Condivido pienamente.

Oltre ad essere contraria all'invasione massiccia della nostra penisola che sta sconvolgendo le nostre già disastrate vite (vedi tg di ieri quel che combinano le bande di albanesi ). Il ritorno delle più aberranti forme di schiavitù sembra cosa ormai assodata. Sono certa che i comportamenti violenti, incivili, prepotenti ecc.ecc. anche da parte dei nostri "invasori" trovino sostegno e appoggio nelle leggi e relative applicazioni italiane.

Leggi estremamente tolleranti, permissive e fatte apposta per evitare qualunque restrizione e punizione possibile ai ricchi, ai politici, ai potenti in genere ivi inclusi mafiosi, psicopatici, associazioni a delinquere, assassinii ecc.

La gente onesta in italia è una classe che deve essere eliminata a tutti i costi. Deve essere sfruttata e sopraffatta. L'onesto è considerato uno stupido che non ha diritto ad avere alcun diritto.

Basta osservare la vita di ogni giorno, i fatti, gli eventi, le cronache.

"la legge è ugale per tutti" andrebbe cambiata in "la legge è uguale per tutti ma più uguale per potenti e disonesti, ovvero ingiusta per i giusti"

Ovviamente lo straniero si adegua. Il cinese o l'albanese o marocchino non è nè meglio nè peggio di noi, si adatta, si ambienta, sfrutta ogni possibile spiraglio che gli permetta di vincere, di stare meglio degli altri.

L'Italia sarà un paradiso per la feccia dell'umanità fino a quando la maggioranza dei cittadini (onesti) non prenderà coscienza di se stessi e nonsi riprenderà il proprio potere per cambiare questo paese.

Quando il cittadino italiano onesto e di buona volontà avrà giustizia allora non ci sarà cittadino cinese o albanese a poter fare i porci e comodi propri e dettare la sua legge in una casa che non è la sua.

La tollerenza è una cosa la stupidità è un'altra.
Il perdono è una cosa l'ingiustizia è altro.
Mary is offline  
Vecchio 21-04-2007, 12.04.44   #14
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

E' un gioco...c'è un grosso problema nell'arbitraggio..

Non sappiamo quello che concordono i due paesi..quello che manda e e quello che riceve?

Ex e in..

Il problema nasce fra il ex e in

L'intermediario..chi è?perchè arrivano da noi?
klee is offline  
Vecchio 21-04-2007, 12.59.22   #15
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
io posso portare la mia esperienza di chi vive da 4 anni in un altro paese che non sia l'italia...ebbene anche qui (australia) ci sono tantissimi cinesi,anche qui ce chinatown pero situazioni come si verificano in italia non sanno nemmeno cosa significhi,sono dell'opinione che i cinesi per cultura e tradizioni sono un popolo che per millenni ha vissuto isolato dentro le proprie mura e questo ha fatto si che le loro comunita risultino molto piu impermeabili rispetto alle altre,si e' vero anche noi italiani,quelli che sono venuti molti anni prima di me all'inizio portavano con loro quelle tradizioni che poi sono risultate le piu apprezzabili in tutto il mondo ed era normale che l'integrazione non era delle piu facili,pero molto presto hanno saputo interagire ed ora(forse al contrario di quello che avviene nell'italia stessa) la nostra comunita e' al massimo vigore,stimati ed apprezzati da tutti i punti di vista perche il loro contributo e' stato altissimo per la crescita dei paesi ospitanti..quello che vedo io da qui e' che le regole vengono rispettate da tutti e se qualcuno prova a fare il furbo in qualche modo viene subito estromesso,qui nessuno si sogna di andare a parlare con il vigile che gli avrebbe messo la multa per protestare,hai parcheggiato dove non dovevi parcheggiare,ti becchi la multa e in silenzio! cosi la prossima volta ci pensi no due volte ma tre quattro prima di fare di testa tua ed e' cosi che le cose prendono la piega giusta sin da subito senza dare alibi e scuse che poi nel tempo possono sfociare in qualcosa di ben piu peggiore..ma il fatto e' secondo me che se alla nostra testa i primi a fare di testa loro,mancando del piu elementare senso di rispetto,sono proprio le nostre autorita e le nostre istituzioni,be' allora non dovremmo nemmeno meravigliarci quando quelli che vengono da fuori si ribellano alle piu elementari regole civili..mi viene in mente per esempio di come molti turisti che a casa loro non butterebbero nemmeno una cicca per terra in italia si comportano come se le piazze fossero bidoni della spazzatura all'aperto...ma da chi hanno preso l'esempio?!

Tutta la differenza si potrebbe riassumere (penso io) nella cultura tipicamente mediterranea, più che europea del "Ma lei non sa chi sono io!", sconosciuta in paesi nati moderni e naturalmente "liberalisti egualitari".
Lucio Musto is offline  
Vecchio 21-04-2007, 16.05.32   #16
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
molto bello e vero quello cha hai scritto.

Condivido pienamente.

Oltre ad essere contraria all'invasione massiccia della nostra penisola che sta sconvolgendo le nostre già disastrate vite (vedi tg di ieri quel che combinano le bande di albanesi ). Il ritorno delle più aberranti forme di schiavitù sembra cosa ormai assodata. Sono certa che i comportamenti violenti, incivili, prepotenti ecc.ecc. anche da parte dei nostri "invasori" trovino sostegno e appoggio nelle leggi e relative applicazioni italiane.

Leggi estremamente tolleranti, permissive e fatte apposta per evitare qualunque restrizione e punizione possibile ai ricchi, ai politici, ai potenti in genere ivi inclusi mafiosi, psicopatici, associazioni a delinquere, assassinii ecc.

La gente onesta in italia è una classe che deve essere eliminata a tutti i costi. Deve essere sfruttata e sopraffatta. L'onesto è considerato uno stupido che non ha diritto ad avere alcun diritto.

Basta osservare la vita di ogni giorno, i fatti, gli eventi, le cronache.

"la legge è ugale per tutti" andrebbe cambiata in "la legge è uguale per tutti ma più uguale per potenti e disonesti, ovvero ingiusta per i giusti"

Ovviamente lo straniero si adegua. Il cinese o l'albanese o marocchino non è nè meglio nè peggio di noi, si adatta, si ambienta, sfrutta ogni possibile spiraglio che gli permetta di vincere, di stare meglio degli altri.

L'Italia sarà un paradiso per la feccia dell'umanità fino a quando la maggioranza dei cittadini (onesti) non prenderà coscienza di se stessi e nonsi riprenderà il proprio potere per cambiare questo paese.

Quando il cittadino italiano onesto e di buona volontà avrà giustizia allora non ci sarà cittadino cinese o albanese a poter fare i porci e comodi propri e dettare la sua legge in una casa che non è la sua.

La tollerenza è una cosa la stupidità è un'altra.
Il perdono è una cosa l'ingiustizia è altro.


Come hai ragione, Mary!

Recentemente ho proposto al sindaco di un piccolo comune italiano, lo stesso corso di integrazione che ho condotto qui a Lussemburgo che consiste nel fare conoscere meglio il paese di accoglienza e le sue regole, senza che l'ospite, a livello personale e fra le proprie mura domestiche, debba rinunciare alla propria cultura.

Sono stata soppraffatta dalla risposta del sindaco, che ha citato varie comunità che se la sbrigavano benissimo perché avevano ognuna il referente del proprio paese. Mi è sembrato che questo voglia dire aprire la porta alle varie mafie piuttosto che integrare i nuovi venuti in un sistema di regole. Ma poi mi son detta: se siamo noi i primi a non rispettare le nostre regole, come possiamo pretendere che le rispettino gli altri? E' quindi inevitabile che, rovinosamente per il nostro paese, ognuno faccia i comodi propri e, invece di contrubuire al benessere del paese di accoglienza, lo usi e lo getti.

Monica 3 is offline  
Vecchio 21-04-2007, 19.24.15   #17
alba
Ospite
 
L'avatar di alba
 
Data registrazione: 01-03-2003
Messaggi: 37
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Maggiori Controlli? rispettare le nostre leggi? Integrazionea suon di "sberle"? Via rauss? Lavorare duro e duro ancora se no vattene?
Ma di cosa stiamo parlando ragà? Ma chiedetevi chi ha guadagnato dalla vendita del patrimonio immobiliare più importante dei centri storici come Milano, Firenze e Venezia.
I cinesi pagano in contanti e fuori mercato ma chi glieli vende E' ITALIANO. Case, negozi, laboratori palazzi si sono comprati tutto e i "duri" dove erano? Dovremmo invece scandalizzarci dello sfruttamento che c'è anche nei loro confronti ,oppure se ciò avviene per opera di imprenditori cinesi ci va bene?
Ci sono interi quartieri venduti ai cinesi ,intere strade, e nessuna si era accorto prima ? Non possiamo amare "la nostra italianità " solo quando ci fa comodo e non è scritto da nessuna parte che solo i cinesi o gli stranieri DEVONO rispettare le leggi. Diamogli l'esempio PRIMA di parlare. Ad esempio PAGHIAMO NOI PER PRIMA LE TASSE ( per qualli che riescono ad evedere) rispettiamo noi per primi le istituzioni . I cinesi sembra che abbiano gli occhi chiusi ma inrealtà ci vedono benissimo e ci COPIANO anche nei nostri comportamenti e a proprosito di SETTARI come la vogliamo mettere con i nostri clan: notai-taxisti-gondolieri-avvocatietc.?

Facciamo un respiro profondo forse aiutiamo il cervello a prendere aria.

alba is offline  
Vecchio 21-04-2007, 21.57.37   #18
padulo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-10-2006
Messaggi: 64
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Citazione:
Originalmente inviato da alba
Maggiori Controlli? rispettare le nostre leggi? Integrazionea suon di "sberle"? Via rauss? Lavorare duro e duro ancora se no vattene?
Ma di cosa stiamo parlando ragà? Ma chiedetevi chi ha guadagnato dalla vendita del patrimonio immobiliare più importante dei centri storici come Milano, Firenze e Venezia.
I cinesi pagano in contanti e fuori mercato ma chi glieli vende E' ITALIANO. Case, negozi, laboratori palazzi si sono comprati tutto e i "duri" dove erano? Dovremmo invece scandalizzarci dello sfruttamento che c'è anche nei loro confronti ,oppure se ciò avviene per opera di imprenditori cinesi ci va bene?
Ci sono interi quartieri venduti ai cinesi ,intere strade, e nessuna si era accorto prima ? Non possiamo amare "la nostra italianità " solo quando ci fa comodo e non è scritto da nessuna parte che solo i cinesi o gli stranieri DEVONO rispettare le leggi. Diamogli l'esempio PRIMA di parlare. Ad esempio PAGHIAMO NOI PER PRIMA LE TASSE ( per qualli che riescono ad evedere) rispettiamo noi per primi le istituzioni . I cinesi sembra che abbiano gli occhi chiusi ma inrealtà ci vedono benissimo e ci COPIANO anche nei nostri comportamenti e a proprosito di SETTARI come la vogliamo mettere con i nostri clan: notai-taxisti-gondolieri-avvocatietc.?

Facciamo un respiro profondo forse aiutiamo il cervello a prendere aria.


Uè scusa un attimo ma………….che cavolo stai dicendo??

“Maggiori Controlli? rispettare le nostre leggi?” E perché no??

“Integrazionea suon di "sberle"?”
Non necessariamente, per me puoi anche non integrarti per niente, ma questo non significa che non devi rispettare le mie leggi.

“………Ma chiedetevi chi ha guadagnato dalla vendita del patrimonio immobiliare più importante dei centri storici come Milano, Firenze e Venezia.
I cinesi pagano in contanti e fuori mercato ma chi glieli vende E' ITALIANO……………”

E allora?? E questo che vuol dire?? Ciò implica che sono autorizzati a fare quello che vogliono e/o a fregarsene delle nostre leggi?? Mi sembra che sia quello che stai dicendo: siccome chi ha vanduto è italiano, questi possono fare quelo che vogliono!!!
E invece, chiunque abbia venduto, non è assolutamente così!!

“………Case, negozi, laboratori palazzi si sono comprati tutto e i "duri" dove erano? Dovremmo invece scandalizzarci dello sfruttamento che c'è anche nei loro confronti ,oppure se ciò avviene per opera di imprenditori cinesi ci va bene?…………………”

Ma piantiamola con ‘sta storia, ma “chi sfutta chi”? Ti assicuro che i cinesi sono sfruttati ne più e ne meno di quanto vogliono farsi sfruttare. E comunque, mi dai una definizione di sfruttamento?? In ogni caso se vuoi, scandalizzati tu…..

“…………..Ci sono interi quartieri venduti ai cinesi ,intere strade, e nessuna si era accorto prima ? Non possiamo amare "la nostra italianità " solo quando ci fa comodo e non è scritto da nessuna parte che solo i cinesi o gli stranieri DEVONO rispettare le leggi. Diamogli l'esempio PRIMA di parlare. Ad esempio PAGHIAMO NOI PER PRIMA LE TASSE ( per qualli che riescono ad evedere) rispettiamo noi per primi le istituzioni………” .

Anche qui: embè??? Tutto questo, che è assoutamente lecito e legale, (chi l’ha detto che nessuno si era accorto di nulla???) non autorizza assolutamente i cinesi (come chiunque altro) a farsi i cavoli loro anche in modo illegale.
In pratica stai dando il messaggio “visto che quello che hanno glielo hanno venduto gli italiani, visto che in Italia ognuno fa quello che vuole, evade le tasse, delinque, ecc…., anche i cinesi sono autorizzati a farlo……….”.
Benissimo, da domani togliamo tutto di mezzo perché tanto, visto che ci sono gli evasori, comincio a farlo anch’io (o secondo te vale solo per i cinesi??), comincio a rubare anch’io (o secondo te vale solo per i cinesi??)
Mi pare un discorso veramente assurdo che incita al caos totale
padulo is offline  
Vecchio 22-04-2007, 08.12.55   #19
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Ho sempre pensato una cosa...

l'Italia si è venduta..perchè?per quanto si è venduta?

Nel mercato c'è sempre uno che compra e uno che vende.l'Italia non ha saputo tenere i suoi "gioielli" in casa..l'Italia non mai chiesto niente ai suoi cittadini ha fatto sempre da sola.

l'Italia non mai chiesto i pareri degli italiani all'estero.

Noi compriamo le scarpe da ginnastica made in Cina,in Vietnam...ad un prezzo molto alto quando sono

i CAPI DELLE INDUSTRIE all'estero SONO ITALIANI.

I vestiti costano il giusto,sulla maglietta è scritto fabbricato in Cina made in Italia cosa singnifica questa frase?

Sono proprio loro a portarci la gente..chi rimane nel paese d'origine e altri sono mandati in Italia a lavorare 24 su 24.

Chi comanda in questo paese?
klee is offline  
Vecchio 22-04-2007, 13.50.06   #20
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: la sommossa cinese in casa nostra

Citazione:
Originalmente inviato da klee
Ho sempre pensato una cosa...

l'Italia si è venduta..perchè?per quanto si è venduta?

Nel mercato c'è sempre uno che compra e uno che vende.l'Italia non ha saputo tenere i suoi "gioielli" in casa..l'Italia non mai chiesto niente ai suoi cittadini ha fatto sempre da sola.

l'Italia non mai chiesto i pareri degli italiani all'estero.

Noi compriamo le scarpe da ginnastica made in Cina,in Vietnam...ad un prezzo molto alto quando sono

i CAPI DELLE INDUSTRIE all'estero SONO ITALIANI.

I vestiti costano il giusto,sulla maglietta è scritto fabbricato in Cina made in Italia cosa singnifica questa frase?

Sono proprio loro a portarci la gente..chi rimane nel paese d'origine e altri sono mandati in Italia a lavorare 24 su 24.

Chi comanda in questo paese?

multinazionali...

http://www.disinformazione.it/svendita_italia2.htm
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it