Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 17-11-2007, 23.37.45   #1
Picchio40
Ospite
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 19
Question La banconota europea: l'EURO

Propongo un piccolo giochino, che non è solo un passatempo ma porta a riflessioni importanti.
Prendete dal borsellino alcune banconote in Euro. Sulla parte posteriore delle banconote è stampato un numero di 11 cifre preceduto da una lettera. La lettera S indica che la banconota è stata stampata per essere distribuita in Italia. Selezionate un certo numero di banconote di qualsiasi taglio tutti recanti la stessa lettera S. Iniziando dalla prima banconota sommate tutte le 11 cifre riportate sulla stessa sino ad ottenere un numero di due cifre, sommate tra loro le due cifre ed otterrete il numero sette. Ripetete l'operazione con le altre banconote e vi accorgerete di ottenere sempre lo stesso risultato, cioè sette. Allora la riflessione spontanea è: se tutte le banconote portano allo stesso risultato il numero a 11 cifre non può essere la serie della banconota. Quindi se non è un numero di serie cosa rappresenta? Senza numero di serie come si fa a contare e sapere quante banconote vengono stampate? C'è qualcuno che sa chiarire questa "stranezza" delle banconote?
Nel caso non aveste banconote con la lettera S potete provare con banconote recanti un'altra lettera, il risultato sarà diverso dal numero sette, ma sempre uguale per tutte le banconote esaminate.
Picchio40 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 10.13.01   #2
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Citazione:
Originalmente inviato da Picchio40
Allora la riflessione spontanea è: se tutte le banconote portano allo stesso risultato il numero a 11 cifre non può essere la serie della banconota. Quindi se non è un numero di serie cosa rappresenta? Senza numero di serie come si fa a contare e sapere quante banconote vengono stampate? C'è qualcuno che sa chiarire questa "stranezza" delle banconote?
Nel caso non aveste banconote con la lettera S potete provare con banconote recanti un'altra lettera, il risultato sarà diverso dal numero sette, ma sempre uguale per tutte le banconote esaminate.

La sparo lì: forse è semplicemente un sistema per distinguere le banconote autentiche dalle false, vista l'abilità dei falsari nell'imitare tutte le altre caratteristiche: forse a questa i falsari non hanno ancora pensato...
ancient is offline  
Vecchio 18-11-2007, 11.21.30   #3
Picchio40
Ospite
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 19
Question Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Citazione:
Originalmente inviato da ancient
La sparo lì: forse è semplicemente un sistema per distinguere le banconote autentiche dalle false, vista l'abilità dei falsari nell'imitare tutte le altre caratteristiche: forse a questa i falsari non hanno ancora pensato...

Se provi a collegarti al sito della Banca d'Italia e vai nelle sezioni che parlano dell'Euro, troverai tutte le spiegazioni che parlano dei sistemi di sicurezza contenuti nelle banconote, se non ricordo male sono almeno tre. Sorprendentemente non si trova alcuna spiegazione circa i numeri riportati sulle banconote. Comunque non potrebbe essere un dispositivo di sicurezza. Per chi spaccia una moneta falsa un numero è uguale ad un altro e chi la riceve non può saperlo. Continua il mistero!?
Picchio40 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 13.06.27   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: debito pubblico

..forse perche stampare banconote non corrisponde piu al suo controvalore intrinseco?...in breve si stampano banconote come si stamperebbe un qualsiasi pezzo di carta?...con la sola differenza che una persona qualsiasi per guadagnare 100 euro ci mette una giornata di sudore e di lavoro mentre chi le stampa solo i costi di produzione,cioe quasi niente..
in fondo ci si e' mai chiesti chi le stampa veramente queste banconote?..chi sarebbe lo stato?..allora perche lo stato chiede i soldi in prestito alla banca centrale (che e' a tutti gli effetti privata)dove poi appunto questi vengono stampati e quest'ultima poi chiede gli interessi che saranno poi gli stessi cittadini(cioe lo stato) a dover pagare?
acquario69 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 16.18.04   #5
Picchio40
Ospite
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 19
Question Riferimento: debito pubblico

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
..forse perche stampare banconote non corrisponde piu al suo controvalore intrinseco?...in breve si stampano banconote come si stamperebbe un qualsiasi pezzo di carta?...

E' da tempo che le banconote hanno perso il controvalore intrinseco, cioè l'oro, sono soltanto dei pezzi di carta colorata che ha valore soltanto perchè chi le riceve gli riconosce un valore e le accetta in cambio di un bene o di un servizio. Si tratta soltanto di una convenzione.


Citazione:
con la sola differenza che una persona qualsiasi per guadagnare 100 euro ci mette una giornata di sudore e di lavoro mentre chi le stampa solo i costi di produzione,cioe quasi niente..

Questo è un'altro aspetto della questione monetaria, si tratta del cosiddetto SIGNORAGGIO, ma ne possiamo discutere un'altra volta.

Citazione:
in fondo ci si e' mai chiesti chi le stampa...

Ecco, ritorniamo al punto della discussione. Se non comprendiamo cosa indica il numero presente sulle banconote, dato che abbiamo visto che non si tratta di un numero di serie, possiamo ragionevolmente chiederci come vengono registrate tutte le banconote che sono stampate dalla Banca centrale. E se non vengono registarte, come può un organo di controllo, che deve pur esistere sapere quanta carta moneta viene messa in circolazione e attraverso quale via? Il mistero permane!
Picchio40 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 19.33.27   #6
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Curioso, avrà sicuramente qualche utilità, magari proprio quella di ingannare i falsari! E tu invece l'hai scoperta!

Scherzi a parte, non lo so, ma credo che ciò non pregiudichi il fatto che sia utilizzato come numero di serie, non è detto che debba essere letto in quel modo per distinguerlo da altri.
S.B. is offline  
Vecchio 18-11-2007, 22.56.48   #7
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Citazione:
Originalmente inviato da Picchio40
Se provi a collegarti al sito della Banca d'Italia e vai nelle sezioni che parlano dell'Euro, troverai tutte le spiegazioni che parlano dei sistemi di sicurezza contenuti nelle banconote, se non ricordo male sono almeno tre.

nessuno però sicuro al 100%, a quanto ne so.


Citazione:
Sorprendentemente non si trova alcuna spiegazione circa i numeri riportati sulle banconote. Comunque non potrebbe essere un dispositivo di sicurezza. Per chi spaccia una moneta falsa un numero è uguale ad un altro e chi la riceve non può saperlo.

be', adesso lo sappiamo. Mi piacerebbe conoscere anche le cifre che corrispondono alle altre lettere, non hai idea di quanti dubbi mi capita di avere con alcune banconote tra le mani...

p.s.: a proposito, tu come hai saputo di questa faccenda?
ancient is offline  
Vecchio 19-11-2007, 17.25.45   #8
Picchio40
Ospite
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 19
Question Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
Curioso, avrà sicuramente qualche utilità, magari proprio quella di ingannare i falsari! .

E se invece le persone ingannate fossimo noi?!
Picchio40 is offline  
Vecchio 19-11-2007, 17.37.20   #9
Picchio40
Ospite
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 19
Question Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Citazione:
Originalmente inviato da ancient
Mi piacerebbe conoscere anche le cifre che corrispondono alle altre lettere, non hai idea di quanti dubbi mi capita di avere con alcune banconote tra le mani...

S = Italia = 7
T = Irlanda = 6
U = Francia = 5
V = Spagna = 4
N = Austria = 3
X = Germania = 2
Y = Grecia = 1

p.s.: a proposito, tu come hai saputo di questa faccenda?

Vedi, sto cercando di capire dove vanno a finire i soldi che paghiamo con le tasse e ti assicuro che sto scoprendo tante cose inaspettate. Tra l'altro chi stampa il denaro, quanto ci costa, chi si spartisce i nostri risparmi, ecc., ecc., ecc.
Vedi, si tratta di cose importanti alle quali non facciamo caso. Siamo troppo impegnati a lavorare per fare soldi che poi qualcun'altro ci sfila dalla tasca.
Picchio40 is offline  
Vecchio 19-11-2007, 19.55.56   #10
ilcantodelgrillo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-10-2005
Messaggi: 54
Riferimento: La banconota europea: l'EURO

Citazione:
Originalmente inviato da Picchio40
Vedi, sto cercando di capire dove vanno a finire i soldi che paghiamo con le tasse e ti assicuro che sto scoprendo tante cose inaspettate. Tra l'altro chi stampa il denaro, quanto ci costa, chi si spartisce i nostri risparmi, ecc., ecc., ecc.
Vedi, si tratta di cose importanti alle quali non facciamo caso. Siamo troppo impegnati a lavorare per fare soldi che poi qualcun'altro ci sfila dalla tasca.

Caro Picchio40
sei un ottimo osservatore.
Ma il problema è un altro. In effetti la carta moneta non è altro che carta straccia.
Assume il valore che i cittadini riconoscono come tale e, quindi, il valore della moneta non ha unabase all'origine in quanto solo carta stampata.
L'Euro assume il "valore indotto" dai citadini.
La Banca Centrale Europea ( Che non è un ente pubblico ma una società privata) ha il compito di "stampare" la moneta.
Quindi batter moneta signifia stamparla e attribuirgli un valore non garantito da riserva aurea.
Sulla banconota puoi scrivere quello che vuoi.
Una banconota da 500 Euro vale solamente il costo della stampa.
Il valore vero - valore indotto- viene conferito ( alla carta straccia) dai cittadini che la fanno circolare.
La Banca centrale Europea una volta stampata la moneta la presta agli stati i quali si obbligano a pagarla non per il valore della stampa ma per un valore effettivo che viene pagato con gli investimenti e con le tasse pagate dai cittadini.
Quindi, cosa guadagna la Banca centrale Europea?
Guadagna il c.d. patronaggio che è il ricavo ottento da quanto viene restituito dagli stati meno il costo della stampa.
Ne deriva che se Tu ti rivoli alla BCE con 100 euro per ottenerne il corrispettivo in valore auereo la BCE ti risponde che Tu sei semplicemente un debitore e nulla ti deve in quanto la BCE il denaro ( stampato) l'ha prestato.
Bella beffa no?
Ne vuoi sapee d più?
ilcantodelgrillo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it