Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 01-07-2003, 18.22.44   #31
chievo
Ospite abituale
 
L'avatar di chievo
 
Data registrazione: 05-02-2003
Messaggi: 53
... io ...

penso che la signora abbia un bel carattere e non tanto non voglia perder tempo, ma che voglia reagire..
in effetti io mi sto piangendo addosso ....
cmq ritornando a noi, credo che la molla che spinge ognuno di noi a fare qualsiasi attività sia il gusto, il piacere di farle e questo non e' altro che amore verso questa o l' altra cosa...
sul fatto che tu non sia mai innamorato mi spiace credimi...
penso tu sappia quanto stia soffrendo per la separazione da mia moglie, ebbene nonostante questo ti dico che l' amore e' la cosa piu' bella a questo mondo, e' il principio e la fine del mondo, e ti dico che vale la pena innamorarsi....ciao
chievo is offline  
Vecchio 01-07-2003, 19.44.57   #32
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Io ho voglia di innammorarmi,però non ci riesco...forse non ci provo nemmeno...La mia vita sentimentale tende a zero.Anzi è zero assoluto.E' un po' triste come cosa però adesso che mi ci fate pensare.Mi avete fatto venire voglia di innammorarmi.
Quelle belle ossessioni positive che non ti fanno pensare ad altro.Quei vaneggiamenti irrazionali ed emotivi.Quei forti sentimenti di legame.Bene,mi sta già passando la voglia....
No a parte gli scherzi,sono un po' invidioso.Quando si è innammorati basta un niente per essere felici.Basta stare accanto a chi si ama.Uffff.....
sisrahtac is offline  
Vecchio 01-07-2003, 19.49.26   #33
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Beh,adesso che ci penso fra un'oretta mi devo vedere con una ragazza.Quasi quasi mi ci innamoro.Peccato sia la tipa di un mio amico,eheh...Ma sì,tanto lui è in vacanza...uauauauah...

Aaaah,e dire che avrei tanto amore da dare...e l'amore sprecato si tramuta il 99% delle volte in odio...e di tutto sto odio cosa me ne faccio???Ho già mandato a quel paese il mondo intero,ora ho voglia di buoni sentimenti....
sisrahtac is offline  
Vecchio 01-07-2003, 22.17.05   #34
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
Citazione:
Diciamo che chi vuol essere felice sarà felice,e chi vuol essere triste sarà triste.I fattori esterni contano relativamente,per m'è le emozioni vengono da dentro,non da fuori.Come dici tu l'infelicità è uno stato interiore della mente,una dimensione spirituale infernale.Basta risanare la propria anima,da dentro.



e' si...e quelli che stan male son solo dei poveri ******* giusto?? complimenti per la banalità...io saro' pure paranoico...ma almeno ci vedo...e non mi ostino in una strada senza senso...la ricerca della verità...quella la lascio ai filosofi ...il resto e' la vita...che troppi dimenticano che va vissuta....e la vita e' la fuori....cercarla solo dentro di se e' un modo per fuggire e per nascondersi dietro 4 belle mura solide...ma finte
joker is offline  
Vecchio 02-07-2003, 23.35.01   #35
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
x joker

il vero guaio è che sono in troppi a pensarla come te.

Se non conosci te stesso come puoi pensare di conoscere il mondo che sta fuori di te?!

Se ti manca la conoscenza delle tue emozioni, dei tuoi stati d'animo finisci solo per diventare un burattino nelle mani di uno sconosciuto.

Un tempo credevo che l'unica e sola causa di quel che avveniva dentro di me proveniva dal mondo esterno, dagli altri.

In questo modo non solo felicità e infelicità, gioia e sofferenza dipendevano totalmente da cause esterne. ma accusavo sempre qualcuno delle mie sofferenze, e dipendevo sempre da qualcuno per le mie gioie.

Così ero una semplice marionetta nelle mani di gente dal cuore duro o del destino perfido e crudele.

Non è stato facile capire che mi sbagliavo.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 02-07-2003, 23.52.13   #36
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
Citazione:
Se non conosci te stesso come puoi pensare di conoscere il mondo che sta fuori di te?!



dipende dai punti di vista...io rigiro il discorso al contrario...se non conosci il mondo che sta fuori di te copme puoi pensare di conoscere te stesso??....per quanto mi riguarda vedo che sono le esperienze ad avermi creato...e i rapporti con gli altri...se penso a tutta la mia vita, vedo degli eventi accaduti, che mi hanno fatto diventare quello che sono...e' l'esperienza nel mondo, nella vita, che crea la coscienza...non e' il contrario....trincerarsi dietro la propia unica visione del mondo lo trovo limitante ed alienante...la coscienza si forma da sola se le si da il pane di cui nutrirsi...la vita..che va vissuta e non costruita...

joker is offline  
Vecchio 03-07-2003, 00.18.14   #37
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Hum,io si ho la tendenza a costruirmi una vita su misura.Mio padre spesso me lo dice."E sei sempre su internet..E la vita virtuale non è quella reale..E di quà e di là...E frequenti sempre la stessa gente...E frequenti sempre gli stessi luoghi...".Cioè,ok,ammetto di essermi un po' barricato nei confronti del mondo esterno,ma voglio dire,non sono ancora masochista che godo nel farmi travolgere e schiacciare dagliueventi.E' sbagliato erigere muri di contenimento?Cioè non dico di fare vita eremitica.Ho 2 compagnie,vado nei pubs,nelle discoteche,ai concerti...Però forse effettivamente ho un po' una visione egocentrica e distorta del tutto,e sono un po' asociale.Ma sinceramente...che me ne frega!Ditemi che differenza fa...Come se le altre persone fossero tutte più brillanti.Ma la gente si droga!!!!Tutti hanno il loro mondo a parte....Tutti bene o male appena possono cercano un cantuccio tranquillo.Relax.Per essere come mio padre che fa 20.000 cose cotemporaneamente...

....Non riesco a godere della tua velocità,non mi fai gioire della mia felicità......

Tra l'altro ho deciso di uscire un po' dal mio paese dei balocchi..domani mattina vado in cantiere con mio padre(che oramai fa il medicodentista come hobby..e l'imprenditore come lavoro primario...)e inizio ad interessarmi un po' di tutte le faccende che accadono lì...voglio introdurmi pian pianino dalla mia dimensioe un po' kazzona fatta di internet,studio e sbronze ad una un po' più seria di giri di soldi,sbattimenti,pagamenti,pr ogetti e costruzioni....ho bisogno di hobby più costruttivi...ma che sto a perdere tempo a scrivere su internet???!!!!Mah....
Bye.

Ultima modifica di sisrahtac : 03-07-2003 alle ore 00.23.47.
sisrahtac is offline  
Vecchio 03-07-2003, 18.40.31   #38
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Caro joker

hai ragione, forse non ho reso completo il mio pensiero.

Il mondo esterno è simile allo specchio in cui tutti, o quasi, ci guardiamo al mattino.

Lo specchio riflette il tuo viso. Ma qualche volta capita di non riconoscere quel tizio, o quella tizia che ti guarda da dietro quel pezzo di vetro.

Non guardarsi mai allo specchio o non sapersi riconoscere impedisce di vedersi. Sembra banale ma è così.

Tu ti riconosci nello specchio solo se hai la consapevolezza di te stesso, altrimenti è un estraneo che ti guarda.

Il mondo esterno riflette ogni parte di noi stessi. Noi siamo nel mostro, nell'assassino, nel ladro, nel santo, nell'ignorante, nel saggio, nel generoso, nell'eroe, nel codardo. Tutto quello che sta fuori sta anche dentro di noi. Ma riusciamo ad esserne sempre consapevoli? Non credo.

Noi siamo il frutto dell'esperinza che viviamo, ma è come trasformiamo l'esperienza che fa la differenza.

Se non conosci te stesso come puoi riconoscerti nel mondo esterno?

Per esempio: c'è stato un tempo in cui ho odiato profondamente le persone che mi avevano fatto del male. Ero risentita verso il mondo intero per aver subito, senza averne colpa, eventi traumatizzanti. Quando ho iniziato il viaggio verso la conoscenza di me stessa il mondo si è trasformato davanti ai miei occhi.

Allora ho visto che io non ero l'innocente e basta. Io ero anche il carnefice (sebbene inconsapevole) oltre che vittima.
Non sto a raccontare la mia vita. Ma posso assicurarti che la visione del mondo ha subito una profonda trasformazione man mano che aumentava la conoscenza del mio mondo interiore.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 04-07-2003, 21.44.01   #39
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Cat...

ogni momento della vita ha le sue caratteristiche, tu ora sei nel momento dello studio e dei pubs, arriverà anche il momento di soldi e cose importati: non c'è bisogno di sentirsi inutile fan*****sta solo perchè sei in un determinato momento anzichè in un'altro.
Cioè: reputo importante qualunque momento della vita, sia quello che per la maggior parte della giornata cazzeggi su strane cose e sia quello che ti sbatti 36 ore al giorno per mandare avanti il cantiere.

Certo il momento del fan*****smo non può durare tutta la vita. Così come neanche quello dello sbattimento.

Un'ultima cosa: mondo ipocrita quello del lavoro, sembrano tutti semidei ma poi alla fine fanno tutti le stesse cazzate.
Attilio is offline  
Vecchio 13-07-2003, 06.57.56   #40
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Re: morte di una non vita

Citazione:
Messaggio originale inviato da joker
perfettamente inconsapevoli del non senso di sta cosa che ci ostianiamo a chiamare vita, portiamo avanti un'esistenza che con la vita vissuta credo abbia molto poco a che fare. Giornate intere a fare cose che fondamentalmente non servono a nulla e nessuno... il sole domani si alza lo stesso e un po' di pane per campare lo troveremmo tutti ridistribuendo un po' di quei fottutissimi pezzi di carta che non serrvono nenanche al cesso, ma che, non si sa come ,sono diventati il fondamento di ogni nostra azione.

se mi tiro un colpo in testa il mondo prosegue lo stesso, se non me lo tiro prosegue uguale...quello che resta sempre fermo e' il punto la' in fondo all'orizzonte che uno cerca di raggiungere, ma tanto chi ci arriva piu'??

oltre le nuvole non ci si va ...e allora che cosa vuol dire questo tirare avanti il baraccone aspettando che il tempo passi, confidando che non lasci troppo il segno nelle nostre coscienze intente a fare altro ??

a volte sta vita e' propio una gran merda

Non sei il solo a porti questi tristi dilemmi...
Ti chiedi perchè hai gettato via degli anni importanti...poi, il dubbio, importanti per quale motivo? per chi? Per me? Il mondo prosegue comunque, indipendentemente dai miei anni e dalla disperazione che nasce quando ripensi a ciò che avresti dovuto capire e... invece hai calpestato sotto i piedi.
Aspettare che qualcosa accada... aspettare, sempre e solo aspettare...
deirdre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it