Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 11-06-2003, 22.19.04   #1
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
morte di una non vita

perfettamente inconsapevoli del non senso di sta cosa che ci ostianiamo a chiamare vita, portiamo avanti un'esistenza che con la vita vissuta credo abbia molto poco a che fare. Giornate intere a fare cose che fondamentalmente non servono a nulla e nessuno... il sole domani si alza lo stesso e un po' di pane per campare lo troveremmo tutti ridistribuendo un po' di quei fottutissimi pezzi di carta che non serrvono nenanche al cesso, ma che, non si sa come ,sono diventati il fondamento di ogni nostra azione.

se mi tiro un colpo in testa il mondo prosegue lo stesso, se non me lo tiro prosegue uguale...quello che resta sempre fermo e' il punto la' in fondo all'orizzonte che uno cerca di raggiungere, ma tanto chi ci arriva piu'??

oltre le nuvole non ci si va ...e allora che cosa vuol dire questo tirare avanti il baraccone aspettando che il tempo passi, confidando che non lasci troppo il segno nelle nostre coscienze intente a fare altro ??

a volte sta vita e' propio una gran merda
joker is offline  
Vecchio 11-06-2003, 23.02.50   #2
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
E a volte no.
E quelle, magari poche volte, in cui uno sprazzo di luce arriva è così rilevante che andiamo avanti ugualmente.
Sta a noi non buttarla la vita che abbiamo.
rodi is offline  
Vecchio 11-06-2003, 23.17.23   #3
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
"Quando tutto sembra perduto,è allora che si comincia a vivere"
(S.Kierkegaard)
irene is offline  
Vecchio 12-06-2003, 03.49.49   #4
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
La vita è ciò di cui ne facciamo, se è una merda....
Tutto è interdipendente, niente è a caso.
Non è così facile tirarsi un colpo in testa e sparire...ci sono leggi
strane nella vita, ma sono discorsi troppo lunghi che non conosco.
Comunque ti capisco, ogni azione ne crea un'altra che diventa
ripetitiva e noiosa e ne cerchiamo altre all'infinito, finchè non capia
mo che non sono le cose in se stesse che ci soddisfano.
E la somma di queste dovrebbe essere la vita di cui tu parli...credo
Ciao.
osho is offline  
Vecchio 12-06-2003, 13.14.29   #5
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
hey, che ti piglia?

Depressione galoppante? Taglio delle vene imminente?

Ma no, dai.
Certo é che non sappiano renderci conto pienamente del senso della vita, questo non vuol dire che non ci sia.
Certo che se si distribuissero i bigliettoni tutti vivrebbero meglio, però qualcuno troverebbe comunque il sistema di mangiare sempre di più (molto di più!) degli altri.
Se ti tiri un colpo in testa, scusa se te lo dico, ma io me ne accorgerei. E non credo di essere il solo. Non penso di essere il senso della tua vita , ma una parte di esso si. Come tanti altri.
Poi il mondo va avanti, non lo stesso però: un'altro mondo con una persona in meno.

Comunque hai ragione, molte volte penso che la vita sia una gran merda.
Addio.
Attilio is offline  
Vecchio 12-06-2003, 17.16.04   #6
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
L'isola che non c'è

“Seconda stella a destra
questo è il cammino,
e poi dritto fino al mattino
poi la strada la trovi da te,
porta all'isola che non c'è.

Forse questo ti sembrerà strano,
ma la ragione ti ha un po' preso la mano.
Ed ora sei quasi convinto che
non può esistere un'isola che non c'è.


E a pensarci, che pazzia,
è una favola, è solo fantasia
e chi è saggio, chi è maturo lo sa:
non può esistere nella realtà!

Son d'accordo con voi,
non esiste una terra
E non è un'invenzione
e neanche un gioco di parole
se ci credi ti basta perché
poi la strada la trovi da te.

Son d'accordo con voi,
niente ladri e gendarmi,
ma che razza di isola è?
Niente odio e violenza,
né soldati, né armi,
forse è proprio l'isola che non c'è
... che non c'è.

Seconda stella a destra
questo è il cammino,
e poi dritto fino al mattino
non ti puoi sbagliare perché
quella è l'isola che non c'è!
E ti prendono in giro
se continui a cercarla,
ma non darti per vinto perché
chi ci ha già rinunciato
e ti ride alle spalle
forse è ancora più pazzo di te!” (Edoardo Bennato)
edali is offline  
Vecchio 24-06-2003, 00.36.53   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Caro joker

sapessi quante volte l'ho pensato anch'io!

Se avessi avuto la certezza che dall'altra parte ci fosse stato il nulla me ne sarei andata da un pezzo.
Ma visto che di certezze neanche a parlarne...... tiriamo avanti.
E visto che siamo, nell'attesa che giunga il nostro turno, forse è il caso di guardarci un poco intorno e vedere bene la situazione per quella che è.

Che l'inferno dei preti sia già qui è per me un dato di fatto.

Lo spauracchio di quand'ero bambina è sparito da tempo. L'inferno è dove siamo adesso, non credo dove andremo poi.

Ma chi l'ha creato questo inferno?! Lo vorrei guardare in faccia e chiedergli se non si vergogna un pochino.
Ma, come a scuola, nessuno alza la mano per rispondere: "sono stato io". E così la maestra (nel nostro caso dio) punisce tutta la classe.

Non è il caso di cominciare a chiederci se il comandante della nave merita di essere destituito? Continuiamo a fare pure quel che stiamo facendo, ma non è forse il caso di cominciare a cercare qualche via di fuga?!
Cominciamo a scavare dentro noi stessi per capire chi siamo e cosa veramente vogliamo.
Cominciamo a cercare di capire in che razza di ingranaggio qualcuno ci ha intrappolato. Devi conoscere bene la tua prigione per poter fuggire.
Siamo legati gli uni agli altri, cerchiamo di essere noi a fare qualcosa senza aspettare che siano gli altri a fare la prima mossa.

Quale potrebbe essere il mondo migliore?!
Cominciamo a costruirlo.
Tanto, che abbiamo da perdere?! Non dobbiamo aspettare la chiamata?! Almeno, quando arriverà il nostro turno potremo dire di aver fatto qualcosa per noi stessi e per gli altri.
E se qualcuno, dall'altra parte, ci chiedesse conto della nostra vacanza terrestre?!

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 24-06-2003, 08.12.28   #8
rain
Ospite abituale
 
L'avatar di rain
 
Data registrazione: 08-05-2003
Messaggi: 187
Ti capisco benissimo. Nella mia vita, finora, ho avuto momenti di profonda tristezza che per niente somigliavano alla vita ma solo ad uno strano limbo in cui galleggiavo senza saperne il termine o il motivo.
Però...c'è sempre un però...
La vita, per quanto ALLUCINANTE possa essere, riserva sempre sorprese ed impennate. Banale dirlo, certo, soprattutto se si è nella fase di profonda malinconia a cui accennavo.

Ma la luce a volte viene da cose inaspettate, viene dal sorriso di un bambino che ti prende la mano con la sua manina, viene dagli animali che sono così puri ed incontaminati, viene dalle persone che hai intorno e che ti amano.

Anche se a volte rimane quel senso di incompletezza ed inutilità, certo...ma serve per apprezzare di più le cose belle che verranno dopo.
Un abbraccio,
Rain
rain is offline  
Vecchio 24-06-2003, 12.56.20   #9
the_irish_song
ágætis byrjun
 
Data registrazione: 20-06-2003
Messaggi: 17
Anche io so cosa vuol dire svegliarsi la mattina con il cuore e lo stomaco stretti dal silenzio del mondo e ritrovarsi a pregare perchè il giorno dopo gli occhi restino chiusi su un mondo sospeso, come in una bolla isolata dall'orrore e dal coas quotidiani....
Eppure anche questo fa parte della bellezza della vita.....Non ho più paura di essere triste e malinconico perchè ho capito che la vita non ha un senso. Eppure ugualmente vale la pena mandarla avanti perchè alle volte regala momenti di infinito lirismo che soffocano istantaneamente ogni dolore passato....
Ciao a tutti ragazzi, in modo particolare a Joker
the_irish_song is offline  
Vecchio 24-06-2003, 13.51.47   #10
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Questa società ci ovatta,ci isola,ci aliena...una patina grigia di smog e malinconia ricopre i nostri sensi,e ci impedisce di recepire la luce.A volte è necessario uno scossone violento per togliersi di dosso tutta questa tristezza,prima di non avere abbastanza energia e di implodere nel pozzo della depressione...cosa sia poi questo scossone dipende dai gusti personali e dal soggetto in questione.

Per quanto riguarda il concetto nichilista di vita senza uno scopo,a me ha fatto più male che bene...nella vita bisogna cercarseli da sè gli scopi,se si riempie di nulla la propria esistenza ciò che si ottiene sarà solo il vuoto più vuoto...

Come anche credo che l'unica entità a cui dobbiamo realmente fare conto delle nostre azioni e dei nostri risultati non sia Dio,ma noi stessi...Certo nell'arco di eoni la nostra vita,e fose la vita dell'umanità intera,conta poco e niente...ma nel microcosmo e "microtempo" della nostra esistenza(l'unico che in fondo conta per noi,perchè tutto ciò che c'è dopo conta relativamente)anche le piccole azioni possono avere grande valore.
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it