Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 06-05-2008, 18.31.47   #1
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
comunismo e capitalismo

cosa li accomuna? Cosa li divide già lo sappiamo. Tuttavia io credo che in comune abbiano una cosa: l'essere umano ridotto a schiavo. Che il padrone si chiami Stato o Capitale, poco importa. Secondo voi?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 06-05-2008, 21.02.25   #2
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: comunismo e capitalismo

Citazione:
Originalmente inviato da Mr. Bean
cosa li accomuna? Cosa li divide già lo sappiamo. Tuttavia io credo che in comune abbiano una cosa: l'essere umano ridotto a schiavo. Che il padrone si chiami Stato o Capitale, poco importa. Secondo voi?


Riporto il commento conciso di un lettore a "Il Declino del capitalismo" di Emanuele Severino (Bur):

Libro molto scorrevole e chiaro. L'analisi di Severino sull'inevitabile declino del capitalismo, che per sopravvivere dovrà necessariamente cedere il passo alla tecnica, pena la distruzione della Terra e quindi delle risorse di cui il capitalismo ha bisogno per perpetuare il suo scopo, il profitto. Ma quando il primo scopo del capitalismo è il potenziamento dell'apparato tecnico e non più il profitto, il capitalismo ha già alzato bandiera bianca, perchè la sua azione primaria, il profitto, deve mediarsi nella tecnica per potersi perpetuare, ma questa mediazione significa che il capitalismo, per poter continuare ad esistere deve abbandonare la sua attività primaria, contraddizione che inevitabilmente porta il capitalismo al tramonto.

Li accomuna lo stesso destino. Quello del tramonto.
Koli is offline  
Vecchio 06-05-2008, 22.41.35   #3
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: comunismo e capitalismo

Di fatto, nei paesi capitalisti le persone vivono molto meglio e hanno molto più tempo per lagnarsi.

Il problema è che in un regime comunista sei obbligato fisicamente ad essere "schiavo", parte funzionale al tutto.

In un paese capitalista (forma economica che, bene o male, si accompagna sempre con quella cosa chiamata democrazia) puoi sottrarti alla schiavitù dal denaro, puoi avere la tua libertà, è una questione psicologica, se sai accontentarti e arrangiarti un minimo avrai di che vivere e se non cadi nella trappola consumistica sarai pure felice!

La democrazia capitalista è una buona cosa. La miglior forma di governo e di organizzazione economica che il mondo abbia mai visto.
S.B. is offline  
Vecchio 07-05-2008, 11.53.28   #4
nuvolari
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-07-2007
Messaggi: 47
Riferimento: comunismo e capitalismo

La storia sta contraddicendo questa equazione capitalismo=democrazia. A mio avviso l'ha sempre contraddetta, ma ora in maniera plateale.
E' uscito giorni fa un interessantissimo articolo sul noto giornale bolscevico Il Sole 24 Ore proprio sull'argomento (titolo: quando il PIL cresce e la democrazia no). La Cina e la Russia dimostrano chiaramente come il capitalismo faccia ottimi affari con regimi non democratici, poichè il suo miglior terreno è la stabilità. Anzi, sembra proprio che questo mix sarà il vincitore del secolo in cui siamo appena entrati.
Del resto, la Germania di Hitler non è affatto implosa per via delle sue contraddizioni, è stata schiacciata. Ma di suo andava a gonfie vele!

Ergo, il capitalismo non si accompagna necessariamente alla democrazia. Anzi, più le persone sono interessate al profitto e vivono in un ambiente che gli lascia mano libera in questo ambito, più tenderanno a fregarsene delle libertà di informazione, di associazione, ecc. Lo diceva già De Toqueville nell'800.......

Francesco

http://www.emporioprimovere.it/WordPress/
nuvolari is offline  
Vecchio 08-05-2008, 09.27.37   #5
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: comunismo e capitalismo

Citazione:
Originalmente inviato da Mr. Bean
cosa li accomuna? Cosa li divide già lo sappiamo. Tuttavia io credo che in comune abbiano una cosa: l'essere umano ridotto a schiavo. Che il padrone si chiami Stato o Capitale, poco importa. Secondo voi?
La dittatura del proletariato, nella teoria, serve come transizione per educare ad essere liberi, le democrazie capitaliste, in una sorta di illusione di libertà, di fatto attraverso la necessità del superfluo mutui etc, ci rende schiavi.
Sta a Noi singoli liberarci.
Ma ci sarà un alternativa?Se il termine non avesse assunto significati a tinte fosche, potrebbe essere un Socialismo che vira verso l'Anarchia.Come forse lo immaginava Turati, o comunque i primi grandi Socialisti
ornella is offline  
Vecchio 13-05-2008, 17.21.45   #6
griago
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: comunismo e capitalismo

Personalmente penso che non sia stato il comunismo a fallire, ma i comunisti.

E' un dato di fatto che anche i burocrati comunisti sono uomini ed in quanto tali fallaci ed egoisti. Molti di essi hanno pensato solo ad arricchirsi ed al proprio tornaconto personale. Il comunismo è troppo legato alla pianificazione. Sbagliare pianificazione vuol dire entrare in vicoli da cui potrebbe essere difficile uscire.

Il vantaggio del capitalismo sono i meccanismi automatici di autoregolazione che ha. Anche se sappiamo bene che non sempre funzionano. Il capitalismo fa del punto debole dell'uomo (l'egoismo) la sua meccanica di base, il suo punto di forza.

Ma a lungo andare anche il capitalismo imbocca vie senza uscite: ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri, sfruttamento indiscriminato del pianeta e delle sue risorse, sfruttamento alle volte subdolo dei più deboli per il proprio profitto.

Anche in questo caso penso che la strada da seguire dovrebbe basarsi su principi di libertà, di ridistribuzione della ricchezza, di salvaguardia delle risorse.

Il capitalismo ha portato avanti il vessillo della libertà. Ma alla lunga ci siamo accorti che la libertà che vuole è la libertà di acquistare (siamo o non siamo tutti diventati "consumatori"?).

Il comunismo invece la ridistribuzione della ricchezza. Anzi, la distribuzione secondo quanto pianificato dal governo centrale.

Ma nessuno dei due ha dato molto peso alla salvaguardia delle risorse, anzi!
griago is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it