Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 15-05-2008, 10.21.22   #11
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
Originalmente inviato da vagabondo del dharma
Caro Chlobby,

il tuo metodo è assolutamente infallibile. Basta proporre un tema, prendere una qualsivoglia posizione e tu riuscirai sempre, attraverso dissertazioni anche brillanti, a mettere in evidenza come la verità non sia così facile da accertare e come c'è bisogno di andare cauti.
Alla fine a me sembra che tu cerchi sempre di arrivare ad una "via di mezzo", che, sia chiaro, non fa una grinza dal punto di vista della logica, ma che sacrifica sempre la "tensione ideale" (e non ideologica, attenzione) che spesso anima chi cerca di vivere la realtà che lo circonda non solo come un fenomeno di studio e riflessione ma come un qualcosa che gli si "torce dentro".
Caro Dharma,

ti ringrazio del discorso sul metodo, farò il possibile per includere anche il quantum di tensione ideale di cui lamenti la mancanza, che però potrebbe celarsi, suggerisco sommessamente, nell'avere io e te...ideali diversi.
Citazione:
Nel ribadirti la mia stima per l'educazione e l'equilibrio con cui porti sempre avanti le discussioni, devo comunque sottolineare che non ti seguo, soprattutto stavolta. Non mi interessa cercare il corretto metodo di analisi.
Mi voglio indignare.
Fai bene a indignarti, è lo stesso motivo che mi ha portato a disertare le urne.
Io prediligo però un approccio sistemico all'analisi politica, la intendo come risultante del medio periodo storico e sociale, mi indigno ma poi cerco di capire da dove provengono le cose.La mia impotenza interpretativa di fronte ai fenomeni è per me un vincolo maggiore nell'approccio di quanto non lo sia l'espressione delle mie emozioni di fronte ai medesimi.

Citazione:
Travaglio è un giornalista eccessivo e va spesso sopra le righe, esagerando.La sua "uscita" è stata sicuramente premeditata, potrebbe avere finalità pubblicitarie (vendere più libri, rendersi ancora più "visibile") o altro, a me non interessa. Fatto sta che il suo ragionamento non fa una grinza in termini di critica politica: citare tutti i grandi nomi che hanno ricoperto la carica e arrivare a Schifani fa veramente effetto, e dovrebbe farlo a chiunque, non solo a chi non ha simpatie per la compagine di centrodestra. La qualità del prescelto è veramente molto discutibile, a prescindere da tutte le altre considerazioni.
Ho premesso l'auspicio che Travaglio continui a fare il suo lavoro esattamente come piace farlo a lui: persone così sono indispensabili al mio concetto di pluralismo, al mio modello di società ideale.Mi permettono di bypassare il riconoscimento delle singole cose che raccontano, spesso scontato, per concentrarmi su approssimazioni ulteriori, inerenti il metodo con cui le raccontano, il pattern con cui le compongono: è a mio avvioso la dialettica più alta possibile in un sistema libero e democratico, e credimi non è poco.

Citazione:
Si scopre che chi è stato in società con Schifani, solo diciotto anni dopo è stato condannato per mafia, e tutti ad esultare perchè questo dovrebbe scagionare (ma da cosa poi visto che la tematizzazione del caso è stata tutta incentrata dai nostri "liberissimi media" - tra i primi nelle classifiche mondiali per questa indiscussa qualità - sul vergognoso attacco travagliano, senza badare minimamente a far luce sui fatti, partendo magari dal dire chi era Lirio Abbate per chi non lo sapesse?) il presidente del senato. In effetti potrebbe.
Io non so dove tu viva, ma se vivi in zone dove la camorra e la mafia proliferano saprai sicuramente che l'escalation dei "capimafia" ma anche dei "manovali" è qualcosa che parte da lontano, spesso moltissimi anni prima che la magistratura riesca a costruire un impianto accusatorio nei loro confronti. La magistratura non agisce, ma la realtà sociale già sancisce ampiamente chi è mafioso o camorrista (e chi "studia" per diventarlo) e chi no, molto prima che venga "acclarato" attraverso un processo. In quel caso si dovrebbe accertare come erano "percepiti" socialmente questi frequentatori di Schifani.
Vedi questo è il punto fondamentale: la domanda sul perchè noi abbiamo questa classe politica invece che no.Ovvero come fare per cambiarla, quali corde toccare per indurre la gente a focalizzare le questioni essenziali.

La questione essenziale è indignarsi perchè schifani ha avuto amicizie poi rivelatesi mafiose?Può darsi.Parimenti o peggio, è essenziale esprimere sdegno per il fatto che bassolino, sotto processo per truffa aggravata ai danni dello stato, frode in pubbliche forniture, causa di apertura di procedura di infrazione da parte della UE e relative sanzioni, non si sia dimesso o fatto dimettere?Forse.O ancora, è essenziale ricordare che il commissario ai rifiuti nominato da pecoraro scanio è sotto processo per collusione con la camorra?Boh!

Certo, i moti dell'animo conseguenti a tali fatti vanno liberati, se possibile magari con un accenno di imparzialità.Ma insomma nemmeno quella conta: se c'è libertà ci sarà sempre scelta e chi di conseguenza metterà in luce alcuni aspetti, alcune 'parti' della politica e chi invece alcune altre.

Solo che qui la parzialità dell'analisi non rimane solo fine a sè stessa, ma fa perdere di vista il dato essenziale del perchè noi abbiamo questa classe politica in modo non episodico ma trendenziale.

Il dato è che ambiguità, collusione, contiguità tra gestione pubblica e 'malaffare' sono diffuse capillarmente in tutta la politica italiana: pensa che pure Italia dei valori ha scoperto di avere ELETTO nella scorsa legislatura, cioè nel 2006 e non nel 1986, uno come de gregorio, poi dimesso da di pietro dalla commissione difesa della camera (!) eccolo qui
Dal giugno 2007 è indagato dalla Procura antimafia di Napoli per i reati di riciclaggio e favoreggiamento della camorra.
Il 25 febbraio 2008 è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma per il reato di corruzione.
L'8 aprile 2008 è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria per concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata al riciclaggio.

(Non dubito del fatto che tu lo sapessi e che ti sia indignato profondamente, sistematicamente e poco pacatamente.)

Questo non per far passare il messaggio "tutti colpevoli nessun colpevole", ma invece per dire come, ahimè, la politica non cambia semplicemente perchè nessun partito ha interesse a farla cambiare, essendo ognuno invischiato a piene o mezze o parti di mani nel sistema che la rende ad oggi funzionale a perpetuarsi senza più vincoli con gli elettori.

segue...
chlobbygarl is offline  
Vecchio 15-05-2008, 10.25.11   #12
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

...segue

Citazione:
Fatta questa considerazione, passo al vero nocciolo della questione, che non è tanto se Schifani sia amico di mafiosi o meno, ma verte sulle dinamiche giornalistiche italiane, che fanno veramente ribrezzo.
Ci sono condannati in parlamento, ci sono persone che giudicano "eroi" mafiosi acclarati, ci sono persone di dubbia qualità che ricoprono le più alte cariche dello stato, ci sono senatori a vita riabilitati dall'accusa di mafia perchè assolti a livello giudiziario da sentenze che nel contempo confermano chiaramente che la frequentazione mafiosa è avvenuta in un periodo non più perseguibile penalmente, ci sono persone che festeggiano con cannoli per essere stati condannati blandamente, c'è tutto questo e altre nefandezze altrettanto gravi: qualcuno cerca di portarlo alla luce, alla ribalta, oltre le 300.000 teste che vanno a comprarsi un libro (esenti da querele, chissà perchè) e si viene a discutere di sabotaggio del "dialogo", di volere distruggere la democrazia, qualcuno sottolinea che Schifani è stato scelto dal popolo, omettendo completamente di dire che, in base alla scellerata legge elettorale, la scelta di chi doveva andare in parlamento, soprattutto nei piani alti e sicuri, l'hanno fatta i partiti, senza che il popolo potesse fare niente.
Sono d'accordo anche qui, basta però non riunire in un cartello unico tutte le critiche alla scelta fatta da travaglio.Evidentemente non tutti quelli che lo criticano denunciano complotti ai danni del dialogo e della democrazia.E' che ho la sensazione che non sia così evidente.Sul giornalismo che fa ribrezzo concordo: tu hai letto titoli sui quotidani a maggiore tiratura sul fatto che proprio ieri è iniziato il processo a bassolino, ancora insediato, e a parte della sua giunta??

Citazione:
Ci raccontano frottole tutti i giorni, distorcono i fatti, i tg sono sapienti e strategici prodotti funzionali sempre all'affermazione di una determinata e "parziale" visione della società, omettono casi clamorosi, rivedono tutti i criteri di notiziabilità al fine di compiacere il potere: ecco, arriva qualcuno che attacca tutto questo, mette in evidenza l'assurdità della situazione, per farlo si espone, spesso spinge troppo sull'acceleratore, apre un bel po' di finestre per fare entrare aria nuova, e che succede?
Il sistema fa quadrato, tratta il fatto nella maniera più assurda possibile, concentra tutti i titoli sulle "aperture" di Berlusconi, sulle blandizie di Veltroni, sul che bel clima c'è in questo inizio di legislatura e sui "cattivi" che con il terrorismo mediatico vogliono minarne le fondamenta.
Troppa "tensione ideale", mi rendo conto, ho travisato ideologicamente troppi aspetti, forzati, interpretati male, ma solo perchè ne ho veramente piene le balle.
Come già detto, assolutamente no.L'eccesso di tensione etica non è mai tale, a patto che non nasca dall'asservimento a ideali unici e costituzionalmente imparagonabili, inarrivabili, insindacabili.Nella pletora di critiche spesso strumentali rivolte a travaglio ce ne sono alcune che a mio avviso meritano il rispetto di una riflessione.In democrazia nel dibattito sociale è importante non scegliere la via forzosa ma comoda della bipolarizzazione delle opinioni: dovremmo sempre concedere che criticare una posizione non equivalga necessariamente a osteggiarla pregiudizialmente in modo unilaterlamente schierato.Se travaglio viene criticato non vuol dire per forza che il sistema faccia quadrato, ma forse che esistono anche pareri discordi dal suo degni di confronto oggettivo e senza sdegno.
Citazione:
Ma siamo o non siamo in un paese anomalo da tantissimi punti di vista?
Lo siamo da moltissimi punti di vista anche se sarei curioso di conoscere tutti quelli che vedi tu oltre a quelli già elencati.
chlobbygarl is offline  
Vecchio 15-05-2008, 11.07.59   #13
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Più avanti sostieni che all'epoca Schifani querelò Abbate. Il punto centrale è questo, se è vero ciò che sostieni e che io non ho letto da nessuna parte, Travaglio ha detto cose non reali, che lo abbia fatto volutamente o no, non è molto serio.
No, probabilmente mi sono spiegato male.Io mi riferivo alle querele annunciate ieri da schifani contro travaglio in seguito alle affermazioni di cui discutiamo.

Citazione:
portami le fonti della querele ad Abbate, e che non mi devo fidare di te io comunque le cercherò.
quindi... nel primo caso non troverai nulla...
Citazione:
Non vedo perchè per forza, si ci dicono che è meglio, ci dicono.
Le democrazie parlamentari funzionano meglio se c'è bi-polarizzazione, non perchè ce lo dicono ma perchè è nei fatti.Anzi, a noi non ce lo hanno nè detto nè 'fatto' per decenni....tuttora recalcitrano

chlobbygarl is offline  
Vecchio 15-05-2008, 12.05.17   #14
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
Originalmente inviato da chlobbygarl
...segue


Sono d'accordo anche qui, basta però non riunire in un cartello unico tutte le critiche alla scelta fatta da travaglio.Evidentemente non tutti quelli che lo criticano denunciano complotti ai danni del dialogo e della democrazia.E' che ho la sensazione che non sia così evidente.Sul giornalismo che fa ribrezzo concordo: tu hai letto titoli sui quotidani a maggiore tiratura sul fatto che proprio ieri è iniziato il processo a bassolino, ancora insediato, e a parte della sua giunta??


Come già detto, assolutamente no.L'eccesso di tensione etica non è mai tale, a patto che non nasca dall'asservimento a ideali unici e costituzionalmente imparagonabili, inarrivabili, insindacabili.Nella pletora di critiche spesso strumentali rivolte a travaglio ce ne sono alcune che a mio avviso meritano il rispetto di una riflessione.In democrazia nel dibattito sociale è importante non scegliere la via forzosa ma comoda della bipolarizzazione delle opinioni: dovremmo sempre concedere che criticare una posizione non equivalga necessariamente a osteggiarla pregiudizialmente in modo unilaterlamente schierato.Se travaglio viene criticato non vuol dire per forza che il sistema faccia quadrato, ma forse che esistono anche pareri discordi dal suo degni di confronto oggettivo e senza sdegno.
Lo siamo da moltissimi punti di vista anche se sarei curioso di conoscere tutti quelli che vedi tu oltre a quelli già elencati.

Hai ragione, la mia indignazione non può e non deve essere "parziale" e faziosa.

Ho elencato fatti e misfatti solo di una parte o quasi, ma sono pienamente d'accordo con te nel dire che Bassolino è stato motivo di indignazione ancora più feroce da parte mia, essendo io campano, avendolo votato e avendone valutato la caratura.

All'indomani del servizio televisivo su Report (non so se hai avuto la fortuna di vederlo quel giorno), in cui Bassolino fece una delle figure più meschine che sia possibile fare, inveendo contro il giornalista con toni veramente improponibili, sottolineai più volte, non in questa sede, la mia indignazione per quello che avevo visto e per quello che poi si è rivelato sia dal punto di vista giudiziario che reale, con ripercussioni gravissime sulla popolazione campana.

Una persona che raggiunge un livello così basso senza sentire il dovere di dimettersi e senza spingere nessuno del suo schiramento politico a "dimetterlo" è una grande anomalia, anzi di più, è una vergogna.

Anche per Bassolino potremmo dire che il processo è in corso, che bisogna attenderne l'esito, fare i garantisti ad oltranza, ed invece no, io mi indigno. Politicamente per me la sentenza è già emessa, basta. Non c'è bisogno di aspettare un bel niente. L'etica che dovrebbe animare gli esponenti politici non può essere giudicata con criteri basati sulle sentenze giudiziarie, è su un piano diverso.

E questo vale anche per Schifani e per Berlusconi, giudicati sempre in base alle sentenze giudiziarie, senza tenere conto di un livello etico e morale dal quale non si può prescindere.
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 15-05-2008, 14.28.56   #15
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
=chlobbygarl]No, probabilmente mi sono spiegato male.Io mi riferivo alle querele annunciate ieri da schifani contro travaglio in seguito alle affermazioni di cui discutiamo.
Travaglio ha basato il suo atto d'accusa o notizia su questo particolare.
Ha detto se Abbate ha parlato delle sue amicizia mafiosa, e Schifani non ha querelato Abbate, cosa significa? Tu fai supporre che i tempi siano calcolati per un secondo fine se-ducente non dichiarato.
Infatti sostieni:
Citazione:
L'unico modo di rendere imparziale una notizia è dichiararne preliminarmente il carattere, sempre legittimo, di parzialità.L'unico modo di neutralizzare un'azione se-duttiva è quello di dichiararla prima, o da parte del se-duttore come ventura oppure da parte del sedotto come già avvenuta o messa in conto.
Avresti ragione se Travaglio non avesse riportato una notizia oggettiva, o un opinione, ma ha espresso un fatto. Se-ducente significa condurre a se nel male da una situazione di bene. Anche se poniamo fosse di sinistra riportando una notizia reale, non fa si che il suo sia un atteggiamento seducente, se sostieni ciò esprimi un giudizio sulle sue intenzioni. Oltretutto è ciò che fai tu ogni giorno, ovvero ti ritieni Liberista, che è la versione non fascista della Destra. Intervieni in tutte le discussioni riportando le verità che secondo te nessuno conosce sulla sinistra. Sei critico anche nei confronti della Destra, ma attacchi innanzi tutto la sinistra. Io non penso che tu voglia sedurre, penso che ritieni che la corruzzione di Destra sia già conosciuta ed evidente. Pensi che la sinistra goda di stima che nei fatti non merita. E' un tuo punto di vista e scelta. Se riporti quelli che per te sono fatti oggettivi w la democrazia.


Citazione:
Le democrazie parlamentari funzionano meglio se c'è bi-polarizzazione, non perchè ce lo dicono ma perchè è nei fatti.Anzi, a noi non ce lo hanno nè detto nè 'fatto' per decenni....tuttora recalcitrano
Parlavi della Norvegia che è una Monarchia parlamentare, Noi siamo un popolo un po' immaturo, non sarà il bipolarismo temo a farci maturare.
Il livello del dibattito a mio avviso dai tempi della prima Repubblica si è imbarbarito, mi tocca dirlo ma rimpiango "quasi" la D.C.Non è il Re o il bipolarismo, siamo Noi
In ogni caso Travaglio non smentisce mai ciò che afferma, e si mette in gioco mi pare a viso aperto, con argomentazioni oggettive, con la possibilità di sbagliare, ha la mia stima, che non è cieca
ornella is offline  
Vecchio 15-05-2008, 18.22.55   #16
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Travaglio ha basato il suo atto d'accusa o notizia su questo particolare.Ha detto se Abbate ha parlato delle sue amicizia mafiosa, e Schifani non ha querelato Abbate, cosa significa? Tu fai supporre che i tempi siano calcolati per un secondo fine se-ducente non dichiarato.
Infatti sostieni:
Mi spiego meglio, travaglio nella trasmissione di fazio riporta una serie di notizie già pubblicate da altri cronisti, dal 2003 in poi almeno altre due volte.Solo che nessuno di questi le aveva mai esposte in tv come invece fa lui.A questo punto tutte le ipotesi sono avvilenti:
1-schifani non legge giornali e libri e querela solo dopo aver preso atto dello sputtanamento televisivo.
2-schifani legge giornali e libri ma sceglie di offuscare la notizia dietro al fatto che gli italiani non li leggono e querela a maggior ragione solo dietro allo sputtanamento televisivo.
3-schifani sceglie di offuscare la notizia a prescindere, e decide di querelare comunque sempre e solo di fronte allo sputtanamento televisivo.

schifani è in chiara difficoltà, le notizie riportate ancorchè irrilevanti giuridicamente sono molto scomode.

ma la sua azione di querelare solo adesso, solo travaglio, non lo pone matematicamente in posizione di incoerenza, proprio perchè la visibilità diversa data dai diversi medium autorizza e rende plausibili valutazioni diverse a parità di messaggio emesso.

fatto sta che la querela è stata annunciata.

Citazione:
Avresti ragione se Travaglio non avesse riportato una notizia oggettiva, o un opinione, ma ha espresso un fatto. Se-ducente significa condurre a se nel male da una situazione di bene. Anche se poniamo fosse di sinistra riportando una notizia reale, non fa si che il suo sia un atteggiamento seducente, se sostieni ciò esprimi un giudizio sulle sue intenzioni.
quando ho parlato di se-dotti mediaticamente non mi riferivo al caso particolare ma alla necessità generale che il giornalismo ha di essere non certamente equidistante ma dichiaratamente e onestamente di parte.Importante è che le parti che emettono notizie siano sempre molte e in costante contraddittorio.Travaglio è legittimamente un giustizialista, ho molti suoi libri compresi quelli che ha scritto anche contro la sinistra, trovo che la sua opera sia preziosa pur non condividendola sempre come in questo caso.Mi sono limitato a spiegare, oltre al caso particolare, cosa del suo metodo si presta a critiche a mio avviso sufficientemente fondate.

Citazione:
Oltretutto è ciò che fai tu ogni giorno, ovvero ti ritieni Liberista, che è la versione non fascista della Destra. Intervieni in tutte le discussioni riportando le verità che secondo te nessuno conosce sulla sinistra. Sei critico anche nei confronti della Destra, ma attacchi innanzi tutto la sinistra. Io non penso che tu voglia sedurre, penso che ritieni che la corruzzione di Destra sia già conosciuta ed evidente. Pensi che la sinistra goda di stima che nei fatti non merita. E' un tuo punto di vista e scelta.
accolgo volentieri il de iure con cui paragoni il criterio delle mie considerazioni qui espresse, io privato cive, al metodo seguito da travaglio nel ruolo 'istituzionale' di giornalista.Io potrei in teoria essere il più fazioso e bugiardo degli uomini e importarmene un fico secco, o così potrei risponderti.Mentre se scrivo qui è proprio perchè credo nel valore fondativo dell'onestà intellettuale, certo non nella mia che non giudico, ma in quella di chi mi legge.

Io non sono liberista, ti scrivevo giorni fa della Danimarca, anche se la Norvegia le è vicina in ogni senso.Così, il mio modello economico è un'economia sociale di mercato, un liberismo corrotto e contaminato.Ho sempre votato radicale, pur senza farne un dogma.Dico semplicemente che le anomalie politiche e sociali italiane hanno origine in distorsioni culturali sofferte più a lungo e più intensamente rispetto agli altri paesi europei.Una di queste è certamente l'equivoco costituito dalla sinistra italiana.Il resto lo avrai più o meno letto.
Citazione:
Se riporti quelli che per te sono fatti oggettivi w la democrazia
non sto dicendo che travaglio sia in cattiva fede, ma che sia a volte 'vittima' della fede in un metodo che lo porta ad associare la notizia nuda ad un valore etico suo soggettivo, che lui vorrebbe estendere a tutti gli altri: il principio generale teorico e inamovibile di un paese intimamente liberale è e deve rimanere che io potrei avere per amico bin laden e continuare ad essere una persona di moralità intoccabile.

quale principio infatti, se non il moralismo intransigente e veteroclericale, può stabilire quali sono le amicizie che io posso o non posso avere?Capisci che, seguendo certe logiche, il rischio è che si finisca per applicarle con risultati abnormi?: Enzo Tortora è stato vittima di un meccanismo del tutto analogo.
Che mi frega a me che schifani sia probabilmente contiguo alla mafia, io voglio uno stato di diritto in cui valgano anche nella prassi corrente extragiudiziaria dei principi che funzionino e che quindi garantiscano sempre chiunque!

anni fa il ministro della giustizia diliberto andò a ricevere all'aereoporto la pluricondannata per terrorismo baraldini, non facendo mistero della sua vicinanza umana e intellettuale con la stessa!Che si fa, lo facciamo processare ex post da travaglio?Scolpiamo categorie morali platoniche a suon di caratteri cubitali?Adriano sofri è persona intelligente e sensibile, ma è stato condannato per istigazione all'omicidio, che si fa lapidiamo tutti quelli che chiedono la grazia per lui?In parlamento abbiamo gente condannata definitivamente non solo per "concorso esterno", ma per terrorismo.Li vogliamo dipingere di arancione e di blu quelli con cui si intrattengono?Curcio fa conferenze nelle scuole, negri fa il maitre a pensier, cos'è discriminante per poterli riabilitare socialmente, forse il fatto che abbiano scontato la pena?Ineccepibile, ma gli ultimi due ad esempio non si sono mai dissociati dal proprio passato.

Voglio dire, le categorie rigide di travaglio "le amicizie con persone poi condannate per mafia sono indice di pessima moralità" dovrebbero invero far ridere in quel paese normale e immagino laico che lui continuamente ipotizza e dipinge.

applicazione del metodo travaglio su travaglio


Citazione:
In ogni caso Travaglio non smentisce mai ciò che afferma, e si mette in gioco mi pare a viso aperto, con argomentazioni oggettive, con la possibilità di sbagliare, ha la mia stima, che non è cieca
ha anche la mia, il che non deve mai escludere la possbilità che possa criticarlo.
chlobbygarl is offline  
Vecchio 15-05-2008, 20.16.57   #17
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
Originalmente inviato da chlobbygarl

mi sembra opportuno segnalare anche la risposta di Travaglio.
ancient is offline  
Vecchio 15-05-2008, 21.49.00   #18
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Sì, ma chi è Lirio Abbate?

Citazione:
chlobbygarl

quale principio infatti, se non il moralismo intransigente e veteroclericale, può stabilire quali sono le amicizie che io posso o non posso avere?Capisci che, seguendo certe logiche, il rischio è che si finisca per applicarle con risultati abnormi?: Enzo Tortora è stato vittima di un meccanismo del tutto analogo.
Che mi frega a me che schifani sia probabilmente contiguo alla mafia, io voglio uno stato di diritto in cui valgano anche nella prassi corrente extragiudiziaria dei principi che funzionino e che quindi garantiscano sempre chiunque![
Se non fossimo così superficiali avere amicizie mafiose non equivarebbe ad esserlo, il problema siamo sempre Noi cittadini.
http://visionionline.splinder.com/
Leggi "Considerazioni e documenti sul Presidente Schifani e i suoi amici."Mi par abbiano senso.

Le tue considerazioni hanno senso parlando di Noi. Ma hanno senso anche le considerazioni espresse in questo link. In cui il cittadino si pone in maniera critica e non superficiale non in Italia.
ornella is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it