Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 27-05-2008, 11.47.41   #1
AXEL
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-10-2005
Messaggi: 0
Un Augurio per la Riforma della Pubblica Amministrazione......

In aggiunta e a supporto a quello che dice il mio caro amico Alessandro D’Angelo in un’altra lettera rivolta ai ministri Tremonti e Brunetta , andiamo a chiarire un po’ a chi dovrebbe mettere le mani nella riforma della burocrazia qualche idea che forse non è del tutto superflua .
Lo farò con 2 brevi sintesi 2 .
Esempio di massima di un lavoro di un dipendente civile (ma anche militari a volte) in molti uffici di un qualche Ministero , senza approfondire , ma con molta approssimazione , ve lo assicuro …..

• Archiviazione di documenti ( spesso manuale ) ;
• Timbratura di documenti per firme varie ;
• Spostamento di documenti da un ufficio all’altro…..

Voi fate compiere queste operazioni ad un essere umano per anni e l’avrete praticamente “svuotato”.Ma ricordatevi anche che chi non ha lavoro ( perché le operazioni di cui sopra magari prendono solo una parte dell’orario di lavoro)…non se lo può inventare …e questo è noto a tutti i livelli .
Perciò , prima di attuare licenziamenti , è bene operare una riflessione ( che deriva da una piccola esperienza personale …di una trentina d’anni ) e che si può elaborare in una SINTESI che vi invio su
quello che, a mio giudizio ,bisognerebbe tentare di fare .

• Facilitare i passaggi dal Ministero a 1) altri Ministeri 2) Enti pubblici 3) Enti privati ,anche
Con cambi di livello , se esiste la capacità di svolgere un lavoro ( da esaminare con metodi ed esami adeguati già sperimentati nel Privato e non certo con i Corsi/concorsi e lunghe trafile burocratiche ; tutto questo oggi è possibile con l’ausilio del Computer ;
• Inserire Corsi formativi efficienti , ai quali si possa accedere anche a pagamento ( Es: tutte le arti applicate agli usi sociali … ma anche Regia , gestione economica di aziende , negozi, etc…) ; questo consentirebbe ,a chi vuole in futuro , di staccarsi dallo Stato ; Corsi di tutti i generi erano già in atto 30 anni fa in Inghilterra ( dove ho lavorato due anni ) come supporto al mondo del lavoro .
• Diffondere “Internet” in tutta la Pubblica Amm./ne o almeno metterlo a disposizione di chi conosce l’inglese e può lavorarci con fantasia ; sembra (da una notizia del Corriere della Sera del 7.9.2002 pag.15 ) che l’MI6 britannico impiega 2000 uomini per tenere d’occhio Internet e noi come utilizziamo chi, conoscendo l’inglese , potrebbe operare in meglio ? Quello di cui il Paese ha bisogno è la nascita di nuove idee ,nuove iniziative , di “liberare” le capacità immobilizzate in lavori inutili ; solo così può nascere una nuova consapevolezza , possono venir fuori nuovi lavori ( bisogna ricordare che basta un Bill Gates a creare migliaia di posti di lavoro) ;
Coinvolgere in ogni modo i Direttori Generali ( e Vice ) dei Ministeri nel cambiamento ; altrimenti ogni Riforma sarà vana ( come molti sapranno sono loro che reggono la struttura del Paese durante i cambi di Governo ) .

E …per finire…un aneddoto. Lavoravo gomito a gomito nella P.A. con un “vecchio” dell’Amm./ne e,una volta mi disse , a proposito del riformare lo Stato , che se non c’era riuscito Mussolini , non ce la poteva fare nessuno…io non sono così convinto , anche perché con i Computer molte cose sono cambiate e cambieranno .
Perciò facciamo i migliori auguri al Governo e soprattutto come cristiani preghiamo che il Signore …la Divinità illumini chi ci governa . So per certo che il Cavaliere è persona generosa ( oltre che capace ) e fra il suo personale di sorveglianza credo ci sia un abruzzese delle mie parti ; nessuno sa perché nella vita si nasca o si diventi ricchi o poveri e pensare che dipenda tutto dalle proprie capacità è da superficiali penso . Proprio così….per chi Crede….nessuno conosce lo sguardo di Dio…che è perso nel Passato..nel Futuro…..e nel Mito . Ma la Divinità dà…..la divinità toglie .
Per questo , in tempi assai difficili come i nostri , gli faccio l’Augurio di potercela fare .
AXEL is offline  
Vecchio 27-05-2008, 21.17.08   #2
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Un Augurio per la Riforma della Pubblica Amministrazione......

Axel afferma:

Voi fate compiere queste operazioni ad un essere umano per anni e l’avrete praticamente “svuotato”. Ma ricordatevi anche che chi non ha lavoro ( perché le operazioni di cui sopra magari prendono solo una parte dell’orario di lavoro)…non se lo può inventare …e questo è noto a tutti i livelli .

Io, senza far polemica, sento di dover dissentire profondamente.

Voi fate compiere queste operazioni ad un essere umano per anni e l’avrete praticamente “svuotato”.

Molti lavori e non solo quelli statali sono ripetitivi. Questa tuttavia non può essere una giustificazione per svolgerli controvoglia o superficialmente o, peggio ancora, NON svolgerli affatto. Per ripetere le stesse operazioni per anni (ammesso che succeda) l'essere umano prende dei soldi. Questo è di per se sufficiente a vincolarlo in un "patto" senza via di uscita. Non c'è depressione o scontento che tenga: finchè percepisci uno stipendio devi fare "AL MEGLIO" quello per cui sei pagato. Purtroppo, quello che manca un po' a tutti -e più vado avanti e più me ne accorgo- è il senso del dovere "Kantianamente" inteso come obbligo morale a dover fare una cosa costi quel che costi, anche contro il proprio interesse, se necessario.

Ma ricordatevi anche che chi non ha lavoro ( perché le operazioni di cui sopra magari prendono solo una parte dell’orario di lavoro)…non se lo può inventare …e questo è noto a tutti i livelli

Quando ero militare ho passato 4 mesi al ministero della difesa all'ufficio brevetti. Dovevo, come racconti tu, raccogliere della documentazione, organizzarla dentro un librone, "mandarla alla firma" del capoufficio e portarla all'ufficio spedizioni dove veniva spedita agli interessati. Il mio ufficio aveva un arretrato di migliaia di pratiche, che se solo avessero voluto dedicarcisi, avrebbero avuto da lavorare per anni senza pause. Un giorno io e il mio collega facemmo una gara a chi preparava più pratiche: il capoufficio ci sgridò perchè ci eravamo dati troppo da fare!
Il fatto caro Axel è che il buon Dio, o la Natura, per chi non crede, ci ha dotati di un optional raro: il cervello. Questo optional bisogna farlo lavorare.
Se sei così bravo da "sbrigare" il lavoro del giorno in 2 ore, fai il lavoro del giorno dopo e poi quello di 2 giorni dopo. Oppure aiuta il collega in difficoltà. Oppure comincia a pensare che se sei così veloce a fare quello che ti è stato assegnato, forse il lavoro è ripartito su troppe persone e che magari è anche giusto sfoltire il personale. Senza necessariamente licenziare, ma magari spostando gli esuberi in un posto dove c'è più bisogno (e perchè no, anche in un'altra città). Oppure, nei momenti di pausa, pensa! Usa la testa per pensare a un miglioria, a un modo per rendere più fluido ed efficiente il lavoro. Oppure studia! 100 impiegati statali, interrogati su una questione inerente problematiche del loro specifico lavoro, daranno 100 risposte diverse, probabilmente nessuna delle quali sarà quella giusta.
Alla semplice domanda se mia suocera avesse i requisiti per andare in pensione e per riscattare le due maternità, nessuno ha saputo dare una risposta certa!
Io trovo questo inconcepibile. Chi amministra lo stato deve conoscere anche la virgola dell'ultimo regolamento e dell'ultima circolare attuativa. E soprattutto deve saper comunicare la sua conoscenza al "cliente cittadino".
Io ho ricevuto il "bonus bebè" di 1000 euro per la mia seconda figlia. Purtroppo nella registrazione all'anagrafe avevano registrato mia figlia come... maschio! Cosa cambia per il bonus???
facile... il codice fiscale! Quello emesso dal ministero delle finanze, non coincideva con quello emesso dal comune, di conseguenza nel modulo da presentare alla posta per ritirare il bonus, c'era un codice fiscale diverso da quello stampigliato sul teserino bianco verde: l'impiegato, giustamente (giustamente???) non mi pagava il bonnus, nonostante l'evidente errore, per non prendersi la responsabilità! Ci sono voluti 3 mesi per aggiustare la cosa e sono stati 3 mesi di tentativi e di ricerca di escamotage, perchè nessuno sapeva cosa fare in questo, evidentemente rarissimo, caso!
In America, probabilmente, l'impiegato alla posta avrebbe fatto la variazione immediatamente dal suo terminale e mi avrebbe pagato il bonus con 2 o 3 minuti di ritardo sulla normalità!
frollo is offline  
Vecchio 01-06-2008, 09.53.48   #3
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Un Augurio per la Riforma della Pubblica Amministrazione......

Citazione:
Originalmente inviato da AXEL
.....
Perciò facciamo i migliori auguri al Governo e soprattutto come cristiani preghiamo che il Signore …la Divinità illumini chi ci governa . So per certo che il Cavaliere è persona generosa ( oltre che capace ) e fra il suo personale di sorveglianza credo ci sia un abruzzese delle mie parti ; nessuno sa perché nella vita si nasca o si diventi ricchi o poveri e pensare che dipenda tutto dalle proprie capacità è da superficiali penso . Proprio così….per chi Crede….nessuno conosce lo sguardo di Dio…che è perso nel Passato..nel Futuro…..e nel Mito . Ma la Divinità dà…..la divinità toglie .
Per questo , in tempi assai difficili come i nostri , gli faccio l’Augurio di potercela fare .

Condivido le tue proposte, ma l'ultimo pensiero parzialmente, molto parzialmente.

Il Cavaliere non metto in dubbio che possa essere una persona generosa, ma di certo non ha la mia fiducia. Sarò anche prevenuta ma tutto quello che farà non sarà per il nostro bene, per il bene dei cittadini ma per un manipolo di "prescelti, prediletti". Se sarò smentita non vi potrà essere cittadina più felice di chiedere scusa e rallegrarsi per la trasformazione.

Dio è l'ultima Entità a cui posso dare la colpa di quel che sta avvenendo, perchè ce la siamo cercata, voluta, costruita, edificata, progrettata tutta da soli, la nostra prigione. Possiamo solo chiederGli di aiutarci a venirne fuori.

Anch'io vivo nella P.A. e solo negli ultimi decenni da quando la politica è entrata come un elefante nel negozio di cristalli, il disastro è in aumento costante.

Oggi tu puoi darti da fare, impegnarti, dedicare ogni tua energia al lavoro ma alla fine va avanti chi raccomandato da vescovi o politici di ogni genere non solo non fa nulla (e nessuno gli dice niente) ma viene anche costantemete premiato in denaro e prestigio.
Io non smetto di lavorare perchè è nella mia natura fare il mio dovere, ma senso di disgusto ne provo a iosa.

Quando la testa del pesce comincia a marcire qualcuno crede che il corpo possa salvarsi?

Se la P.A. è allo sfascio lo è anche la società tutta, se Tizio ha un'etica, un senso del dovere, un rispetto verso se stesso e gli altri, non ha bisogno di leggi e leggine per farlo agire nel modo giusto. E neppure di premi, visto che a me non hanno mai dato nulla e non ho mai smesso di impegnarmi totalmente in ogni lavoro che ho svolto. Ne ho viste tante in tutto questo tempo e posso dire che 30 anni fa si lavorava e si stava molto meglio di oggi.

A quei tempi si poteva persino trovare un lavoro senza raccomandazione, figuriamoci! Quando lo racconto in giro mi guardano strano, non ci credono.

Ciao
mary


PS non so come avvisare che per la mia distrazione ho cancellato tutta la posta privata. SE qualcuno mi ha scritto e ora mi legge, per cortesia mi scusi e mi riscriva. Grazie.
Mary is offline  
Vecchio 01-06-2008, 18.35.52   #4
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Un Augurio per la Riforma della Pubblica Amministrazione......

Veramente proprio 30 anni fa la "raccomandazione" viveva il suo momento più alto. Già le satire di costume degli anni 60, con i film di Alberto Sordi,ne facevano un quadretto perfetto, ma poi dalla fine degli anni 70 agli anni 90, la raccomandazione è stata una pratica diffusa ovunque: democristiani, socialisti, vaticano... chi più ne ha più ne metta. Semmai dopo "mani pulite", la raccomandazione dovrebbe essere diventata più "sistematica e mirata" e meno di massa. Comunque sarebbe facile debellare il fenomeno... basterebbe che nessuno la chiedesse e che ciascuo si affidasse solo alla propria bravura... ma mi sa che è una pia illusione, siamo italiani, mica tedeschi!
frollo is offline  
Vecchio 02-06-2008, 08.57.04   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Un Augurio per la Riforma della Pubblica Amministrazione......

Citazione:
Originalmente inviato da frollo
Veramente proprio 30 anni fa la "raccomandazione" viveva il suo momento più alto. Già le satire di costume degli anni 60, con i film di Alberto Sordi,ne facevano un quadretto perfetto, ma poi dalla fine degli anni 70 agli anni 90, la raccomandazione è stata una pratica diffusa ovunque: democristiani, socialisti, vaticano... chi più ne ha più ne metta. Semmai dopo "mani pulite", la raccomandazione dovrebbe essere diventata più "sistematica e mirata" e meno di massa. Comunque sarebbe facile debellare il fenomeno... basterebbe che nessuno la chiedesse e che ciascuo si affidasse solo alla propria bravura... ma mi sa che è una pia illusione, siamo italiani, mica tedeschi!

Gli inizi degli anni settanta furono il passaggio fra la possibilità, piuttosto alta, di avere un posto di lavoro senza raccomandazione e l'altra. Dopo è stato solo un crescendo di raccomandati sempre più perfezionati, normalizzati, nullafacenti, nullavolenti, per arrivare sino ad oggi quando non troviamo più alcun posto libero dalla raccomandazione.
Ovviamente non è più di "massa" perchè la gente che trova lavoro deve essere ben raccomandata, e persino per i lavori più umili come pulire i gabinetti o spazzare il paviemnto.
La pubblica amministrazione è terra riservata ai "signorotti" politici e vescovi. E bisogna essere dei veri lecchini, dei veri amici degli amici di alto livello. Altrimenti....picche!

Persino per entrare nei corpi militari oggi ci vuole una chiave molto robusta. Li prendono in massa e poi li selezionano in base a quanto può pagare tizio, o godi dell'amicizia di caio.

Ai miei tempi si assumeva gente capace, impegnata. Il più attivo di oggi allora sarebbe stato considerato uno scanzafatiche. Almeno questa è la mia esperenzia vissuta, personale, piena di tristezza.

I concorsi erano a livello nazionale e pur essendoci i raccomandati vi era una massa che andava a confrontarsi con gli altri alla pari.
Oggi sono a livello super locale e vengono al 99 per cento fatti su misura per tizio e caio, per i figlio di pinco e la moglie di pallino. Vita vissuta anche questa. E l'1 per cento che resta non si sottrae alla semplice raccomdanzione.

Ovviamente lo spalleggiato, protetto, coccolato dell'inamovibile classe politica non fregherà niente di niente guadagnarsi lo stipendio di fine mese.
Con l'esperienza che mi ritrovo posso stare tranquilla che licenzieranno il meno protetto, e "ricompenseranno" per la produttività ottenuta da altri il più vicino al trono regnante. Ricatteranno i più deboli e li sfrutteranno fino a che sarà possibile, poi calci nel sedere.
Mi fermo sono troppo incavolata, davanti alle ingiustizie ormai consolidate mi sento sempre un Don Chisciotte che lotta contro i mulini a vento.

Un abbraccio
ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 02-06-2008, 14.26.02   #6
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Un Augurio per la Riforma della Pubblica Amministrazione......

Mentre in thread come questo avverto di più l'atmosfera da d-day a rovescio che si respira nel forum!Per riformare la P.A. bisogna assumere quell'umiltà predicata come imprenscindibile nei rapporti interpersonali ai fini della crescita della propria conoscenza.E cioè semplicemente osservare con umiltà e con rispettosa oggettività le misure intraprese dagli altri stati membri: ci accorgeremo velocemente che, un esempio tra tanti, il modello danese di welfare risolverebbe i problemi legati alla nulla facenza e alla improduttività della P.A.
chlobbygarl is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it