Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 17-11-2003, 09.21.38   #1
eugenio
 
Messaggi: n/a
portland e dawo

Non ho voluto entrare nel dettaglio, ma l'indecenza del condono, per esempio, è evidente a tutti. E' vero che una piccola percentuale di abusi edilizi è dovuta all'inerzia della burocrazia. Uno ha bisogno della casa, aspetta dieci anni una firma, si incazza e se la fa.
Ma il 90% degli abusi, è fatto dagli infiniti villaggi turistici che stanno devastando il territorio, oscurando la bellezza dei nostri paesaggi. La mafia gioisce, quella mafia che vive sugli abusi.
Sono tutte seconde case!!! Alle falde del Vesuvio, il famoso "sterminator Vesevo", ci sono milioni di metricubi di case, che possono ospitare mezzo milione di abitanti. Sono abusive! Chi pagherà i danni quando, come sembra, il Vesuvio esploderà?
Chi ha proposto il condono, avrebbe dovuto almeno escludere le seconde case. O no? Ma allora non avrebbe fatto cassa....Questa è la "proposta indecente".
Ma ormai la gente si è addormentata, e guarda chi le telenovele, chi le commemorazioni, chi le partite di calcio, e lo spettacolo di un magnifico paese che viene distrutto materialmente e moralmente non interessa più a nessuno. Se ne accorgeranno quando il giocattolo sarà rotto. Eugenio
 
Vecchio 18-11-2003, 13.38.16   #2
Portland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-06-2002
Messaggi: 48
Non posso che essere tristemente daccordo.
A volte ho seriamente voglia di lasciare questo paese.
La cosa che mi fa più cadere le braccia è proprio quell'addormentarsi davanti alla televisione, ai cellulari, ai calendari...
Portland is offline  
Vecchio 18-11-2003, 13.49.35   #3
eugenio
 
Messaggi: n/a
ecco

L'idea di lasciare il mio paese è venuta anche a me... ma è troppo bello! E credo che altrove non sia molto diverso. E poi per che cosa ci battiamo, se non c'è un motivo? La Castalia l'ha inventata Hesse, ma non si ritrova nella realtà... Ciao!
 
Vecchio 18-11-2003, 13.51.41   #4
Gigi
Ospite abituale
 
L'avatar di Gigi
 
Data registrazione: 11-04-2002
Messaggi: 91
Si potrebbero iniziare mille discorsi su questo post.
I cittadini diligenti che pagano le tasse e che forse, si sentono un pochino presi per il culo per esempio.
Oppure discutere la finanziaria che ha promosso una simile scappatoia.
Bah....

Mi limito a dire che purtroppo hai perfettamente ragione, Eugenio.
Gigi is offline  
Vecchio 18-11-2003, 13.53.10   #5
eugenio
 
Messaggi: n/a
ecco

Citazione:
Messaggio originale inviato da Gigi
Si potrebbero iniziare mille discorsi su questo post.
I cittadini diligenti che pagano le tasse e che forse, si sentono un pochino presi per il culo per esempio.
Oppure discutere la finanziaria che ha promosso una simile scappatoia.
Bah....

Mi limito a dire che purtroppo hai perfettamente ragione, Eugenio.


Splendida la tua firma Gigi!!!!!!!!!!!!!!
 
Vecchio 19-11-2003, 16.22.27   #6
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Ammettere che questa è verità, fa molto male.

Come voi, anch'io ho pensato di abbandonare questo meraviglioso paese. Il paese è meraviglioso ma strani sono i suoi abitanti.
Chi portò al potere Hitler era gente che voleva avere un Hitler al potere. Fromm è stato molto chiaro nei suoi scritti. Tutti siamo in grado di vedere l'animo di chi ci sta davanti, ma per fare questo dobbiamo toglierci le mani che coprono gli occchi. Dobbiamo toglierci gli occhiali nero carbone che impediscono di vedere quel che sta poco oltre. E se non lo facciamo siamo doppiamente responsabili.

Se alla politica presiedono persone corrotte che proteggono e sostengono la corruzione e il ladrocinio vuol dire che chi ha votato era convinto di voler fare quella scelta o non si è tolto le mani che aveva sul viso.

Dire che non lo sapevo è solo una sciocchezza. Se esci fuori e vedi nuvoloni neri e ascolti i tuoni devi prendere l'ombrello.

L'Italia di oggi protegge tutti coloro che stanno nel malaffare, nella truffa. Protegge tutti, ma proprio tutti all'infuori di due grosse categorie: i poveri e gli onesti.

Il condono è stata una offesa immensa verso coloro che rispettano le leggi. Tutti i condoni sono offesa grave per le persone oneste.

Nessuno è capace di far sorgere il partito degli onesti?!
Nessuno ha il coraggio di dire: io sono onesto e voglio formare un partito di quelli come me?!



Se tutti gli onesti d'Italia si unissero avrebbero la maggioranza in parlamento?!

Mary
Mary is offline  
Vecchio 19-11-2003, 21.57.12   #7
eugenio
 
Messaggi: n/a
Non è così

Mary, la maggioranza degli italiani che votava DC o PSI, che hanno lasciato il vuoto, hanno votato in buona fede, semplicemente perchè non si occupoano di politica. Chi invece stava attento, come me, sapeva tutto. Era facile fare il profeta. Quello che non va è il vedere che anche oggi, quelli che hanno votato per lui, lo faranno ancora. E questo è troppo.
Ti mando questo scritto da me fatto prima delle elezioni, e vedi se dico balle. Ciao!



ANCORA DUE MESI

Non riesco proprio a rassegnarmi. Tra due mesi le nuove elezioni
sanciranno il trionfo della destra. Non una destra qualsiasi, ma “questa”
destra, ignorante, arrogante, priva di qualsiasi valore. Mi sveglio al
mattino sereno, contento di aver lasciato la notte dietro le spalle, la notte
con i suoi incubi e le sue paure, ma subito una realtà mi attanaglia il
cuore e mi lascia di umor nero. Ancora due mesi, e poi la faccia ridente
del Grande Fratello inonderà gli schermi di tutte le reti, e al suo seguito
tutti quei nani diventati giganti da un giorno all’altro.
Sono ad Asiago, la domenica è grigia, e dalla finestra entra una luce
livida, quasi un presagio di quello che avverrà. Una cosa mi meraviglia e
mi toglie il sonno, ed è l’ottimismo di chi la pensa come me. Si pensa ad
un fatto transitorio, ma non è così. Non andranno più via!
Conquisteranno tutti i posti chiave nei punti mediatici, nei gangli vitali
del paese, e “non faranno prigionieri”, come ha detto un famoso
corruttore di giudici che milita nelle file del Gran Capo. La nostra gente
non è preparata alla critica costruttiva, si lascia blandire, non conosce la
Storia, crede ai ciarlatani che promettono la luna, non capisce quali sono
le difficoltà del governare. Eppure la Storia ci insegna che gli uomini
troppo potenti sono pericolosi. Cesare è stato ucciso, Napoleone è morto a
Sant’Elena dopo aver dissanguato il suo Paese, Mussolini ha gettato nel
disastro l’Italia, Hitler ha provocato cinquanta milioni di morti ed ha
determinato il tramonto dell’Europa. Eppure la gente si aspetta l’uomo
forte per risolvere i problemi insoluti, senza capire che di quello che
accade siamo tutti responsabili, nel bene e nel male.
Eppure è evidente che quell’uomo è pericoloso, con il suo impero
economico che gli consente di comperare tutti, politici, giudici e
quant’altro, ma la gente non capisce e si culla nell’illusione dell’uomo
della Provvidenza. Non si capisce cosa ci sia da salvare. La gente sta
abbastanza bene, salvo qualche sacca di povertà in fase di estinzione, i
problemi sono i problemi di tutto il mondo occidentale. Cosa vuole la
gente? Non riesco a decifrare le aspettative. Se ne accorgerà quando il
giocattolo sarà distrutto e purtroppo sarà troppo tardi.





Asiago 25/02/01
 
Vecchio 21-11-2003, 17.59.44   #8
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissimo Eugenio

ti capisco. Il periodo che ha preceduto le elezioni l'ho vissuto malissimo. Vedevo molto bene quel che aspettava gli italiani, me compresa. E' come vedere il proprio treno diretto verso un burrone e urlare ma nessuno ti ascolta.

Oggi mi rendo conto che le mie immaginazioni, che altri dicevano puro e gratuito pessimismo, sono state inferiori alla realtà.

La realtà è e credo sarà peggio delle mie aspettative.
Aspettative è termine buono, ma io speravo tanto di sbagliarmi.

Volevo che fossero stati gli altri ad aver ragione ed io torto.

Avere ragione, oggi, non mi serve a niente.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 21-11-2003, 18.20.41   #9
eugenio
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
Carissimo Eugenio

ti capisco. Il periodo che ha preceduto le elezioni l'ho vissuto malissimo. Vedevo molto bene quel che aspettava gli italiani, me compresa. E' come vedere il proprio treno diretto verso un burrone e urlare ma nessuno ti ascolta.

Oggi mi rendo conto che le mie immaginazioni, che altri dicevano puro e gratuito pessimismo, sono state inferiori alla realtà.

La realtà è e credo sarà peggio delle mie aspettative.
Aspettative è termine buono, ma io speravo tanto di sbagliarmi.

Volevo che fossero stati gli altri ad aver ragione ed io torto.

Avere ragione, oggi, non mi serve a niente.

Ciao
Mary


Lo sai una cosa Mary? Adesso sono un pochino più ottimista. Vedo che quell'agglomerato che sembrava indistruttibile, adesso fa le crepe. Il guaio è che Prodi è ancora impegnato, e altri non vedo che siano "robusti".. Contavo su Cofferati, ma si è messo da parte. Forse aspetta tempi migliori. Il guaio non è la forza della destra, ma la debolezza della sinistra. C'è da dire che adesso la scelta stupida dell'Irak non fa certo bene al berlusco. Basta guardarlo in faccia. Con l'Europa si è fottuto. Ciao Mary, e buona serata!
 
Vecchio 22-11-2003, 12.17.11   #10
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Condivido pienamente Eugenio.

La frase che più o meno recita così: dove il bene si nasconde il male avanza, è sempre calzante.

Non dico che la sinistra sia il bene in assoluto. Dico solo che dove i cittadini onesti arretrano pensando di non poter fare nulla o anche per pigrizia, i disonesti imperano.

Dove non c'è la luce il buio troneggia.

Il buio non scaccia la luce, ma la luce il buio. Ma se la lampadina non viene accessa, le finestre aperte, tutto resterà immerso nell'oscurità.

Sono certa che è il singolo a poter cambiare il mondo.

Ciao
Mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it