Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 16-12-2003, 16.18.37   #1
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Bestemmie

Cosa pensare di persone che inseriscono nelle loro frasi le bestemmie?

Ogni volta a me cadono le braccia e non so come reagire, a parte il far presente che non sono d'accordo con quella forma di espressione e di evitarla, per favore in mia presenza.

Non è importante per me quale sia la divinità contro la quale si inveisca, il senso della bestemmia è per me uguale sia che riguardi Gesù Cristo che Maometto.

Ieri sera mentre dissentivo con una persona per questioni di lavoro, invece di sentirmi ribattere sul piano lavorativo mi sono scontrata contro una bella e sonora bestemmia.
Il tutto in un'ambiente che per 'apparenza' e 'forma' farebbe pensare a tutto fuorchè a questo.
Ho espresso il mio dissenso in maniera educata ma ferma, nulla di più.

Ma dentro di me rimane la difficoltà a comprendere il perchè, rimane il non aver voglia di superare la barriera che tale forma di espressione mette tra me e la persona che si è espressa in tale modo.

Possibile che tanti esseri umani, in apparenza 'civili', non siano poi in grado di affrontare uno scontro d'idee su basi più intelligenti e che rimangano all'interno dell'argomento che lo ha scatenato?

Scusate lo sfogo, ma la tentazione è di prenderlo per il collo e questa so da me che non può essere una soluzione.

rodi is offline  
Vecchio 16-12-2003, 16.39.20   #2
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Non sai quanto ti capisco, anche a me da molto fastidio e non sono di chiesa, ma è un modo di esprimersi tra i più volgari e beceri. Pensa che il mio compagno, che è di estrazione molto più cattolica di me, con genitori che andavano sempre a messa e compravano famiglia cristiana, quando si arrabbia non fa altro che bestemmiare. Se siamo intrappolati nel traffico per esempio, posso iniziare a tapparmi le orecchie perchè finchè non ne usciremo lui ne tirerà una dietro l'altra.... una volta ho detto che volevo scendere dall'auto, mi aveva esasperata! Io invece che ho avuto un padre abbastanza bestemmiatore, anche lui quando si arrabbiava non mancava mai, non sopporto di sentirle. Il mio compagno si fa il segno della croce quando entra in chiesa, a me invece non viene affatto spontaneo, entro con rispetto ma non mi segno. E' un controsenso il suo comportamento e certamente il luogo di lavoro non lo aiuta, da quel che ne so sono tutti abbastanza rozzi... e pensare che lui è così gentile, buono d'animo e sa veramente stare in mezzo alla gente, forse più di me che difficilmente mi adatto alle decisioni della massa se a me non vanno bene.... io scanchero quando sono da sola in auto e qualche automoblista è scorretto... non faccio gesti ma strepito ad alta voce parole non proprio gentili, ma mai bestemmie, non mi viene.
Naima is offline  
Vecchio 16-12-2003, 16.51.00   #3
moka
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2003
Messaggi: 97
Ciao
condivido pienamente lo sfogo. E' secondo me un problema sia di educazione che di rispetto. Io non sono religiosa ma questo non c'entra niente, perchè appunto è una questione di "maniere" per come la vedo io.
Chi bestemmia offende chi è credente, mancandogli di rispetto, e tra l'altro una mia amica che studia legge mi ha detto che la bestemmia oltretutto costituisce reato ( a proposito di questo però non so niente, ripeto solo quello che ho sentito da lei )
Secondo me hai fatto bene a far notare il tuo dissenso, così magari la prossima volta ci pensa prima di bestemmiare!!!
A me personalmente danno molto fastidio anche le parolacce, perchè ( a meno che non scappino in un momento di rabbia o nervosismo ) le trove molto "gratuite" .
Secondo me è una questione sia di "stile" che soprattutto di rispetto.
Durante uno scontro di idee, si ricorre spesso alla bestemmia o alle parolacce come rafforzativi dell' idea che si sta esprimendo, senza però rendersi conto che fare tali figuracce è molto peggio del non ottenere ragione dalla persona con cui si sta discutendo.
Sfortunatamente per molte persone il rispetto degli altri è un optional ... !!!!
moka is offline  
Vecchio 16-12-2003, 16.55.17   #4
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Avete ragione, ma il suo utilizzo, è "costume" che assume significato diverso a seconda del contesto. Premetto che il suo utilizzo è insensato e alquanto superficiale. Viene usata generalmente per indicare rabbia...ma contro chi?...un Dio?...assolutamente no...seppur a volte esprima rabbia nei confronti di se stessi, nella maggiro parte dei casi è usata inconsciamente per addossare presunte colpe -spesso le proprie- ad altri, anche se non sempre la colpa del "dispiacere" può essere individuata, in quanto esiste la causa ma non l'intento di nuocere (es. il caso)...la bestemmia rimane sempre una straonzata...

Ciao, .
Marco_532 is offline  
Vecchio 16-12-2003, 17.03.26   #5
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Credo che rappresenti rabbia contro la situazione che non si è in grado di affrontare 'alla pari' e in cui ci si sente impotenti.
Una manifestazione di debolezza di argomenti e di soluzioni, ma questo non migliora il quadro...

Grazie delle risposte.
rodi is offline  
Vecchio 16-12-2003, 18.55.20   #6
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Mi aggrego a Marco, non dovete vedere la bestemmia come una cosa, un dispetto contro il credo religioso fatto DIRETTAMENTE, lo si fà per abitudine, per cattiva educazione, per abitudine, per ambiente....

Non ci si accorge nemmeno di dire una bestemmina, è come dire una parolaccia qualsiasi.
Dunadan is offline  
Vecchio 16-12-2003, 21.56.16   #7
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Sono bergamasco, che volete che vi dica...
Attilio is offline  
Vecchio 07-01-2004, 17.24.19   #8
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
x Attilio: "POTA" ecco cosa devi dire!!
(non ci crederò mai che tu possa bestemmiare!!)

Mi trovo d'accordo con rodi, moka e Naima (che tra l'altro credo siano tre donne! io no!), la scusa che viene usato come "intercalare" non ridimensiona il fatto che sia una grave mancanza di rispetto, anch'io sò che in Italia viene considerato reato, addirittura in un bar in zona p.ta Genova a Milano ho letto un cartello recante la scritta "vietato bestemmiare" seguiva la scritta "legge antiblasfemo", poi il n° dell'articolo di legge,
invece cercando in rete ho trovato questa notizia che riporto pari pari:

"Gianni Morandi che bestemmia! Chi lo avrebbe mai detto! Ma come, il genero ideale, lo sposo che tutte le mamme vorrebbero per le loro figlie, il preferito dalle nonne italiane si lascia scappare un bestemmione in pubblico? In una discussione molto accesa con un giornalista reo di essersi lasciato scappare la notizia del prossimo matrimonio con Laura Efrikian, Morandi va su tutte le furie e impreca abbastanza pesantemente. Il giornalista riporta pari pari la bestemmia sul suo giornale. Il comitato antiblasfemo della diocesi di Assisi letta la notizia, denuncia il cantante alla Procura della Repubblica. Il fatto risale al luglio 1966. La pena, inflitta dal pretore di Alessandria, viene resa nota in questi giorni ed ascende ad ottantamila lire."

Per quanto riguarda le parolacce il mio pensiero è diverso, il fatto è che vanno sapute usare, sembrerà assurdo, ma ci vuole buon gusto per scegliere quella appropriata, ma non per offendere, ma per colorire e arrichire una frase o un discorso.
Se voglio veramente offendere qualcuno non uso le parolacce, ci sono frasi che ottengono maggior successo, se ad esempio dico: "ma c'arrivi, o fai fai fatica a capire???" offendo più che a dar dello scemo!!
Certo che in rete è più difficile cogliere il senso di una parola, in una chat può capitare di scrivere: "come stai??" e sentirsi rispondere "come stò io??? ma come stai messo tu???" Scemo!--

Credo che sia anche un problema di ignoranza, nel senso che se trovi uno che ti zittisce a parole e non sai come rispondere, o scatta la rissa o lo insulti (cercando un terreno più favorevole)

...scusate ma devo andare affanc... ihihiihihihihihi

Ultima modifica di lelle 79 ;o) : 07-01-2004 alle ore 17.27.43.
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 07-01-2004, 21.08.54   #9
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Hai ragione Lelle

Comunque la bestemmia e l'imprecazione sono un classico del contesto culturale del muratore e dell'operaio bergamasco.
Attilio is offline  
Vecchio 08-01-2004, 21.55.04   #10
sarpina
luna e terra
 
L'avatar di sarpina
 
Data registrazione: 22-11-2003
Messaggi: 148
Beh, Attilio, a volte anche dello studente bergamasco, ti posso assicurare...e' bello sentire delle frasi in cui tra parolacce, intercalari e bestemmie, qua e la' si trova anche una parola normale...
cmq, per tornare al discorso bestemmie, anche a me danno fastidio, e mi scoccia ammettere che spesso "Invoco il nome di Dio invano", nel senso che teoricamente anche dire"Madonna","Santo","Dio","C risto", "Ostia",(anche questo tipicamente bergamasco )e' totalmente gratuito e semibestemmia...pero' purtroppo a volte scappano...e qua credo che abbia ragione chi dice che il contesto culturale influenza...per le bestemmie "vere" invece non ci sono scusanti...le rare volte che mi scappano mi vergogno veramente tanto...non saprei dire di preciso perche' si dicano...credo non sia un accusare Dio, in fondo...semplicemente c'e' chi prova piu' gusto a farso uscire una bella bestemmia, non so, gli sembra piu' efficace, e' quasi uno sfogo...infine, credo siano pochi quelli che nella bestemmia vedono un possibile seguito dell'usanza della contestazione di Dio (tipo Giobbe, o gli ebrei...)...anche perche' si fermano all'insulto puro e semplice, senza renderlo base per "discutere"se cosi' si puo' dire, con Dio, come facevano gli ebrei...si contesta ma non si smette di credere...
sarpina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it