Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 02-01-2004, 15.52.03   #11
alessandro f.
Ospite
 
Data registrazione: 01-01-2004
Messaggi: 15
...è sempre facile vedere l'acqua sporca nella quale gli altri "sguazzano"..
..anche per me probabilmente..
alessandro f. is offline  
Vecchio 03-01-2004, 18.11.32   #12
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
x rodi

condivido quando dici: """"In ogni caso ritengo che il potere della chiesa cattolica non sia tanto legato ai numeri quanto ad una grande capacità politica e diplomatica del vaticano, alla spietatezza e alla capacità manipolatoria di alcuni facenti parte nel condurre il gioco del potere."""""

Io non appartengo più alla chiesa cattolica. E' un mondo che ho lasciato alle mie spalle. Non vi è più nulla in quel mondo che possa condividere.

Sbattezzarsi come un rito non avrebbe alcun senso. Il senso è in quello che si fa giorno dopo giorno con le proprie azioni e i propri pensieri.

Coloro che si sentono di appartenere a questa o a quella religione non sono ancora capaci di camminare con i propri piedi, usare i doni che ci sono stati dati sin dalla nascita.

Ogni bambino viene manipolato, plasmato per questa o quella società, per questa o quella religione da genitori premurosi e devoti che vogliono il meglio per il loro figlio.

E forse è davvero il meglio per quel bambino che sarebbe emarginato e punito dalla società in cui si ritrova.

Sperando che da adulto riesca a vivere in quello stesso mondo con la consapevolezza degli errori, della falsità che lo circondano.
Vivere nel mondo sapendo di non appartenere al mondo.


Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 03-01-2004, 20.06.17   #13
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Esprimi quel che provi in una maniera molto delicata, come l'argomento richiede.

Secondo me chi sente il bisogno di gesti eclatanti è ancora in una fase 'adolescenziale' rispetto al problema.
Quale che sia il problema. Ciò di cui stiamo discutendo ora è solo uno dei tanti esempi che ci si possono porre di fronte.

Quando una difficoltà è servita solo a farci crescere spiritualmente, ci ha feriti ma non sconfitti, ci ha buttato per terra ma ci siamo rialzati, siamo morti e poi resuscitati, non possiamo che essere fondamentalmente sereni anche se affrontiamo difficoltà.

Mi fa sempre un immenso piacere entrare in contatto con persone di questo tipo.
Fa bene alla mia anima.

Da alla mia vita la speranza che si possa percorrere una strada di crescita collettiva.
La speranza data dal vedere esseri umani che non cadono nella rete della 'reazione'.

rodi is offline  
Vecchio 10-01-2004, 18.39.01   #14
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
Che cavolate

estratto dai" I raeliani" della sociologa A.M. Melli



Nella cui presentazione si legge: "Sviluppare la propria sessualità è sviluppare la propria capacità di sentirsi collegati all'infinito, di sentire infinito se stessi… accedere alla pienezza infinita". Tutto ciò che esiste è sempre esistito ed esisterà sempre sotto forma di materia e di energia, ci informano scritti del raelianesimo: "il pensiero e la materia sono eternamente la stessa cosa" "noi siamo composti di eternità materiale". L'uomo, per Rael, è fondamentalmente una macchina e perciò può "far funzionare" il proprio corpo come meglio crede: "a coppia, in trio, in quartetto e più". Non ci sono norme etiche nel raelianesimo; non c'è neppure Dio.

"Religione atea", anche se possiede cerimonie liturgiche come battesimi e funerali, la dottrina raeliana non garantisce l'immortalità, m ai seguaci fedeli assicura, dopo la morte, una nuova vita "ri-creata" da macchine prodigiose in pianeti meravigliosi dove gli Elohîm fabbricheranno per il soddisfacimento di ogni loro desiderio, compagni e compagne di singolare bellezza.
Giuliano is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it