Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 27-01-2006, 22.10.18   #1
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
Tenga Presente, Caro Professore

SACRIFICI O ELIMINAZIONE DEGLI SPRECHI ?


Onorevole Prodi,

riferimento: Lei ha giustamente detto: “se i sacrifici sono necessari per raggiungere degli obiettivi si debbono chiedere”.


Eccole qualche commento da un osservatore attento:

- il tipo di dichiarazione da lei fatta, essa da sola, dà già un segno del cambiamento che ci sarà quando lei andrà al governo. Una dichiarazione simile fa pensare che chi la pronunzia guarda la realtà. Bella differenza rispetto a Berlusca, il quale dichiara spesso cose che non pensa, ma che gli conviene dire, per l’ audience, davanti alle telecamere.
- una squadra seria che vada al governo dovrà certamente chiedere i sacrifici necessari che dovessero servire. Ma solo dopo aver fatto una delle cose più urgenti per tentare di portare il Paese a livello europeo (se siamo ancora in tempo): una “ispezione sullo stato della società italiana, a confronto dell’ Europa”.

L’ inchiesta che é urgente, improcrastinabile fare dovrà avere come obiettivo la VERIFICA: SE IL SISTEMA ITALIA E’ GESTITO CON RISULTATI E QUALITA’ A LIVELLO EUROPEO.

Avendo io fatto per dieci anni un’ inchiesta, di estensione limitata, ma avente circa lo stesso obiettivo (in termini solo qualitativi, non quantitativi) le anticipo intanto la mia conclusione:

- i servizi resi dallo stato al cittadino italiano sono, ancor più dopo il recente degrado, spesso inferiori, come qualità ed affidabilità, agli standards della gran parte dei Paesi della U.E.;
- non credo ci siano molti esempi, in U.E., di società simili a quella italiana, che applicano la costituzione e le leggi quando tutto va bene, se il vento é favorevole....., ma non nei riguardi di tutti.
- a causa dei N.C.I. (nuovi comportamenti italiani), come si sono deformati nell’ ultimo decennio, il livello di soglia dell’ accettabile in molti settori sociali italiani, é sceso molto in basso, distanziandosi dai livelli medi richiesti in U.E.. (livelli delle suole e livelli della fronte rispettivamente);
- la bassa qualità dei comportamenti tollerati nel sociale italiano, anche per mancanza di regole e di metodi appropriati di gestione del personale, si riperquote non solo nella bassa qualità dei servizi resi al cittadino, ma ha un effetto trascinante enorme sulle merci e servizi che l’ economia italiana produce. La conseguenza immediata di tale fenomeno é triplice: a) perdita di competitività dell’ economia; b) aumento degli sprechi in molti settori e scenari sociali; c) incremento della tassazione necessaria.

La mia conclusione (basata su documenti e casi concreti che potrei fornirle) é logica e conseguente:

- se la società italiana capirà (non ci é ancora arrivata) che l’ unico modo per evitare al sistema Italia il sottosviluppo é l’ adozione di politiche del personale e della dirigenza conformi a quelle europee (rimettere in funzione i Bastoni, le Carote, i Valori, le Responsabilità, il Merito, etc), sarà allora possibile effettuare un rinnovamento di alcune fondamenta della società con l’ adozione di opportune strategie, che io chiamerei di europeizzazione. Sarebbe poi possibile stabilire un Patto Sociale, oggi praticamente inesistente.

- il portare avanti un processo di tale tipo non solo é urgente e necessario per evitare il ruzzolone finale dell’ economia, ma puo’ essere fatto unicamente da un premier illuminato il quale : a) faccia una serie di paragoni seri coll’ Europa, in termini pratici di efficienze (tempi e misure); b) ne tiri poi le conseguenze necessarie. Il risultato ne sarà l’ aumento delle efficienze sociali, oggi paurosamente basse e di impatto troppo negativo sull’ economia. L’ aumento delle efficienze sociali, che é improcrastinabile, permetterà di diminuire gli sprechi e di non chiedere eccessivi sacrifici. Sacrifici che potranno essere determinati, in minima misura (il potere di acquisto é ormai troppo basso proprio per le inefficienze) solo dopo aver preventivamento creato le condizioni perché tali sacrifici diano il massimo frutto.

Nel caso che tale processo di rinnovamento non fosse iniziato subito, caro Professore, non speri in risultati decisivi e incisivi dal suo futuro governo, quale che esso sia. Ormai é chiaro che il Bel Paese vive di emergenze. E non a caso, si tratta di un Paese quasi ingestibile, a causa dei N.C.I., troppo simili a quelli latino-americani.

L’ Emigrato
angrema@wanadoo.fr
antonio greco is offline  
Vecchio 28-01-2006, 11.08.10   #2
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
quando un parlamentare riuscirà a dimostrare che si può campare con 600 euro al mese (dando lui per primo l'esempio) avrà la possibilità di chiedere qualsiasi sacrificio alla popolazione. Invece, fino a quando un parlamentare percepirà in un mese quanto un lavoratore medio in due anni... beh credo che sarà tutto fiato sprecato. Oggi ci troviamo una sanità da brivido, una scuola pubblica allo sfascio, perché risulta più economico, anche se umanamente assurdo, per lo Stato finnanziare la scuola pubblica, qualche contentino qua e là... con la mentalità italiana che preferisce l'uovo oggi alla gallina domani, c'è poco da aspettarsi. La vittoria del centrosinistra significherebbe innanzitutto un paio d'anni di lavori parlamentari per abrogare le leggi fatte dal centrodestra e poi, finalmente, ci faranno vedere cosa sanno fare. A voler ben guardare, rispetto ai governi della prima repubblica cambia ben poco. Allora duravano 2 anni al massimo. Oggi invece, se dovessero sempre arrivare al termine della legislatura, lavorerebbero comunque in modo attivo solo 2 o 3 anni al massimo, perché passerebbero il primo periodo a disfare ciò che ha fatto il governo precedente, a risanare i buchi e gli sprechi, ecc...
Se non ci diamo una mossa tutti insieme, altro che repubblica democratica! Qui stiamo finendo in quella delle banane!
Mr. Bean is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it