Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 04-11-2002, 10.05.09   #1
virtù
Ospite
 
Data registrazione: 03-09-2002
Messaggi: 7
lacrime a tutti i costi!

Salve!
Vorrei il vostro parere, su una cosa che mi sta molto a cuore.
Ormai e' molto tempo che non guardo piu' la televisione, le notizie....le vivo con ritardo....come una difesa necessaria per la mia salute mentale!
Non sopporto piu' le lacrime che ci vogliono far piangere per forza!
Sembra, che tutto "il commovente" che ci propinano sia per non farci pensare.
SONO STUFA di essere manipolata!
Piu' il popolo piange, piu' non pensa.
Ci sono sciagure.....e ci fanno piangere per non farci vedere che la vera causa sono le nostre negligenze.
Le lacrime coprono la vista.....questo e' lo scopo del potere!!!!!
Scusate lo sfogo, ma mi sono veramente scicciata di piangere perche' lo vogliono gli altri.
Questo non vuol dire che sono diventata di pietra...con rispetto per le pietre, ma ho voglia di un uomo piu' responsabile, e che non pianga, ma faccia il suo dovere con responsabilita'!!!
Saluti da una donna in contestazione!
virtù is offline  
Vecchio 04-11-2002, 10.57.25   #2
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
... credo che il piangere ed il commuoversi difronte ad una sciagura ... "provocata" .. sia lecito. Ciò non preclude il disgusto per la negligenza. Per essere obbiettivi non è necessario indurire il cuore. Non è necessario sentire risentimento solo perchè te lo propinano per odience, siamo noi a dover valutare; è un pò come guardare la Carrà il sabato sera.
Se io ho pianto per i bambini è stato perchè ne hanno pagato le conseguenze e se poi ho provato rabbia è stato perchè un progetto era teoricamente e progettualmete errato.
kri is offline  
Vecchio 04-11-2002, 11.41.45   #3
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
piangere!!! = spettacolo

Una volta il giornalismo era informazione.
Ora il giornalismo con i mass media, fanno un tipo di informazione solo per aumentare l'ascolto.
L'importante è attirare l'attenzione per fare ODIENS.
Ma, come dice Kri, siamo noi che lo permettiamo, ascoltandoli più del dovuto.
Virtù tu hai pianto come chiunque altro avrebbe fatto oh, ha fatto.
Hai pianto come me e come migliaia di altre persone.
I mass media, verrebbero meno al loro contratto, se non fanno ODIENS , e purtroppo Noi, guardandoli, ascoltandoli, gli permettiamo di calpestare i sentimenti di chi è colpito, per ottenere il loro risultato, la loro fonte di guadagno.
Armonia is offline  
Vecchio 04-11-2002, 13.27.56   #4
Zoianna
Ospite
 
L'avatar di Zoianna
 
Data registrazione: 09-08-2002
Messaggi: 13
Sono d'accordo con Kri e Armonia.
Ormai il giornalismo che fa più ascolto è quello che parla di tragedie, di catastrofi, di morte, di gente che "impazzisce" e cose macabre.
Ci sarà pure un motivo, no?!
Se questi argomenti sono i più proposti è perchè la gente vuole ascoltare certe notizie.
Tutto ciò è molto triste. Sembra che la sofferenza degli altri sia fatto d'interesse più di ogni altra cosa.
Non è non piangendo che cambiamo le cose.
Io ho pianto per i bambini di S.Giuliano ed è giusto che ci si commuova per quei poveri bimbi vittime di una tragedia che forse si sarebbe potuta evitare.
Ciò che non sopporto invece, sono le interviste fatte direttamente ai bambini sopravvissuti. I giornalisti non hanno tatto nel porre le domande, non pensano a quello che possono aver provato quei cuccioli indifesi. Ma fa sicuramente molto ascolto sentire parlare i superstiti di una catastrofe, soprattutto se si tratta di bambini. Questo è ciò che importa a loro!
Zoianna is offline  
Vecchio 04-11-2002, 13.59.04   #5
FalcoAntonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-08-2002
Messaggi: 128
Zoi che meravigliosa sorpresa!

Sono d'accordissimo!
E meravigliato!
Scopro dopo tantissimo tempo delle coincidenze notevoli su idee da te mai manifestate prima!
Ci voleva il forum adatto...
Un abbraccio amichevolissimo.
Antonio

Sono d'accordo e non meravigliato per sugli altri interventi.
salutissimi

(mi scuso per il rif. errato)

Ultima modifica di FalcoAntonio : 04-11-2002 alle ore 14.04.49.
FalcoAntonio is offline  
Vecchio 04-11-2002, 22.46.11   #6
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Io sono d'accordo qua e là con tutti voi. C'è una sorta di manipolazione nell'informazione, perchè di fronte a questi avvenimenti non possiamo far altro che ritenerci fortunati e dimenticarci delle piccole, ma grandi mancanze dello stato nella nostra quotidianità. Ci fanno arrabbiare contro qualcun'altro per non farci ricordare che possiamo fare qualcosa per migliorare la qualità della nostra vita.

Sono indignata che il giorno del terremoto in tre ore TUTTE le reti siano riuscite a organizzare 4 edizioni straordinarie e gli spettacoli del dopo serata. ne ho seguita solo una, per caso, e in dieci minuti di edizione straordinaria la giornalista è riuscita a ripetere 7 volte"ricordiamo che oggi c'è stato il terremoto" perchè non aveva nient'altro da dire, perchè ancora niente si sapeva, ma ha tirato avanti dieci minuti per tenerci incollati allo schermo!
L'informazione è marcia, nel mondo sembrano non accadere nient'altro che disastri e le televisioni fanno presa sulla nostra curiosità di farci gli affari degli altri(basti vedere i programmi del primo pomerigio). I nostri bambini si sentono terrorizzati dal mondo e non hanno più fiducia nel futuro. I governi ci ottenebrano le menti per manipolarci. E noi siamo così capre da cascarci.

In tutto questo anch'io ho pregato per quei bambini e per le persone che devono ricominciare una vita da zero con un dolore simile alle spalle. Oggi è capitato qui, ma capita dappertutto in tutto il mondo. Solo che il resto del mondo non ha i soldi per comunicarcelo.
Willow is offline  
Vecchio 05-11-2002, 18.48.33   #7
starless
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 21
Trovo che la mercificazione del dolore sia uno degli aspetti più desolanti di quest'epoca. Come fa giustamente notare Armonia, ciò che influenza le scalette degli organi di informazione è la conquista del bacino di utenza. E questo per massimizzare i profitti della vendita di spazi pubblicitari. Ci vendono i morti per poterci poi vendere le lavatrici.

C'è di che essere inquieti.
starless is offline  
Vecchio 05-11-2002, 22.30.12   #8
schieppwaters
 
Messaggi: n/a
Citazione:
. Ci vendono i morti per poterci poi vendere le lavatrici.



no ...ci vendono i morti perche' noi siamo cosi coglioni da andare a comprare poi le lavatrici



fate come me....spegnete la tv...
 
Vecchio 05-11-2002, 22.42.38   #9
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
TV, il peggio del pensiero umano

prende corpo e si diffonde nelle nostre case, in tutte le case.

Ho smesso di seguirla per quel senso di "comunicazione interessata" che mi fa veramente star male.
Ancora di più mi dispiace che un mezzo così potente ha il 10% di programmazione disinteressata, o comunque con una piacevole intelligenza, mentre il resto è palesemente distruttivo per la nostra libertà di pensiero.

"In tutto questo anch'io ho pregato per quei bambini e per le persone che devono ricominciare una vita da zero con un dolore simile alle spalle. Oggi è capitato qui, ma capita dappertutto in tutto il mondo. Solo che il resto del mondo non ha i soldi per comunicarcelo."
Sono d'accordo Willow.

Per Virtù:
è un piacere risentirti, sopratutto quando mi trovo così vicino al tuo pensiero.
Ribadisco quanto sopra e quanto da te detto!
Attilio is offline  
Vecchio 06-11-2002, 19.28.39   #10
virtù
Ospite
 
Data registrazione: 03-09-2002
Messaggi: 7
dopo le emozioni, cosa?

Dopo che ci stanno distruggendo le emozioni, cosa ci distruggeranno?
la pornografia ha distrutto l'atto sessuale, la televisione ha distrutto il sentimento, cosa mi devo difendere del mio intimo?
Cosa vi devo dire, non so piu' dove girarmi.
Gurado i film...ed e' tutto falso...leggo i giornali, cerco di farmi una mia opinine, e la cosa e' urdua con tutte le menzogne che leggo... Sono in pensiero, la verita', ci sara' da qualche parte?
Scusate il mio pessimismo, ma sono in un momento di sconforto.
Ho un figlio di 15 anni, e sto cercando di dargli una lettura della vita il piu' onesto possibile.
Per me il valore della lealta' e la cosa piu' importante della mia esistenza, e vederlo...gettato al vento mi intristisce.
Ecco....ho messo in liberta' dei pensieri..
Saluti a tutti
virtù is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it