Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 08-10-2002, 01.34.25   #1
valina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 08-10-2002
Messaggi: 1
Question dubbi su se stessi

Ciao a tutti, spero di rispettare il regolamento, comunque cercherò di spiegare al meglio il mio pensiero.

Mi ritrovo ad avere 20 anni e a non sapere perchè guardo con diffidenza e paura gli stranieri (quelli che si riconoscono come tali, per esempio le persone di colore, i musulmani con il velo in testa...). Non sono mai stata razzista nè voglio cominciare ora; quando vedo, in tv, per esempio da Costanzo, persone che vengono da paesi disastrati come il Congo (per fare un esempio qualunque) che si sono comunque rimboccate le maniche pur avendo una laurea, e hanno accettato di lavare i piatti pur di non rubare, mi inkazzo tremendamente al pensiero che esistano furbacchioni che pensano che l'Italia sia il paese della cuccagna, dove arrivi e qualcuno sicuramente ti aiuterà: non è così! Abbiamo già tanti problemi, dai più banali ai più gravi, e non possiamo occuparci in prima persona di tutti gli altri! Tanto più che certe persone non sembrano affatto essere grate di ciò che ricevono qui (se fossero andate in Grecia, avrebbero sparato a vista dopo il terzo alt ignorato).

Credo che certe culture siano troppo differenti dalla mia, e credo che per certi versi non sia possibile coniugarle, perchè cose inammissibili per noi sono perfettamente normali per altri, e questo non accade solo con le differenze culturali.

Mi accorgo che tutta la m**da che è arrivata in Italia (intendo solo ladri, criminali, assassini) le persone per bene vengono messe in ombra, e per quanto razionalmente io tenga bene a mente questa distinzione, non riesco a non essere diffidente e impaurita.

Un esempio per finire: ero in un bar con alcuni amici; tutte le ragazze erano davanti ad un videogioco, mentre i ragazzi erano nella saletta interna. Era estate, non eravamo tutte esattamente coperte (io avevo una canottiera e una gonna longuette), ma di certo non nude. Un gruppo di nordafricani (non so esattamente, comunque erano persone di colore ma non molto scure) che era vicino a noi ragazze ha iniziato a chiederci "come ti chiami", "quanti anni hai", a dire "ma che bella gonna", "ma guarda che f*ga", con una certa insistenza. Una di noi è andata nella saletta e ha chiamato i ragazzi, nella speranza che un po' di maschi avrebbe in qualche modo calmato la situazione. Dato che così non è stato, il gestore ha dovuto chiedere gentilmente di lasciarci stare oppure di lasciare il bar. Mentre se ne andavano, questi hanno detto frasi come "siete delle put***e", "tr**e", "vaf******o", "vi facciamo vedere noi", e poi per fortuna se ne sono andati.
So che la maggior parte degli stranieri che vivono qui non sono così, ma perchè devo sentirmi in pericolo nella mia patria?
valina is offline  
Vecchio 08-10-2002, 09.34.22   #2
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Innanzitutto...benvenuta...ved rai che ti troverai bene....

poi.....

capisco la tua riflessione....ma vorrei farti notare una cosa...

All'inizio del secolo scorso durante la famosa migrazione verso gli stati uniti...molti criminali italiani sono finiti sulle sponde del nuovo mondo alla ricerca di qualcosa....quindi...non guardiamo sempre gli altri con occhio clinico quando alcuni dei più grandi criminali al mondo hanno avuto origine nella nostra bella penisola ed hanno esportato il loro "lavoro" .....

Il crimine è ovunque... indipendentemente dal colore della pelle e dalla razza...

Tu dici, noi abbiamo già tanti problemi...vero....e cazzo se è vero.... ma questo è un problema di tutto il mondo..non solo nostro....
Esistono persone buone e persone cattive...ovunque...

mamma mia..ora mi menano...ma che ci vuoi fare...
deirdre is offline  
Vecchio 08-10-2002, 10.41.15   #3
Gigi
Ospite abituale
 
L'avatar di Gigi
 
Data registrazione: 11-04-2002
Messaggi: 91
Cara Valina, vedo con piacere che fai una distinzione netta fra lo straniero che lavora e quello che vive di espedienti.
Però, ti voglio fare una domanda: perché si emigra?
Moltissime di quelle povere anime fuggono dalla guerra, dalla carestia, dalla miseria e arrivando in Italia sperano di garantire un futuro migliore non solo a se stessi, ma anche ai propri familiari.
Sai, ci ho pensato molto, e sono arrivato ad una conclusione: da padre, credo che per sfamare i miei figli sarei disposto anche a rubare. E nn me ne vergogno. Quindi potrei essere un potenziale “ladro”.
Valina, tante volte quando vedo alla TV quel carico umano sbarcare sulle nostre coste, mi domando: e se fossi nato dove sono nati loro?
E, riflettendo bene, mi rendo conto che rispetto a loro sono solo più fortunato. Si , ho avuto la fortuna di essere nato qui e in quest’epoca anziché là. Però da italiano nn dimentico che i miei avi sono emigrati a cercare fortuna, e sempre da italiano ho so che nn sempre sono stati accettati bene e che comunque oltre agli spaghetti hanno esportato anche altre cose (tipo la mafia).
Io credo che un uomo è un uomo. Voglio impegnarmi a considerare l’uomo e non il colore della pelle o la lingua. Con le stesse debolezze e le stesse esigenze. E le stesse differenze culturali.
E se sbaglia è giusto che paghi. Come paghiamo noi i nostri errori.
Voglio sottolineare questo punto.
E guarda, Valina, l’episodio del bar e davvero spregevole. Nel senso che un uomo, a qualsiasi razza appartenga, dovrebbe vergognarsi di comportarsi in quel modo…
Avendo lavorato per anni in una discoteca, però ti posso assicurare che di scene come quella che tu hai raccontato, se ne vedono a migliaia. E non sempre ci sono coinvolti extracomunitari.
Il problema esiste e non è di facile soluzione.
Benvenuta tra noi.
Gigi is offline  
Vecchio 08-10-2002, 11.05.05   #4
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Citazione:
Messaggio originale inviato da Gigi

Sai, ci ho pensato molto, e sono arrivato ad una conclusione: da padre, credo che per sfamare i miei figli sarei disposto anche a rubare. E nn me ne vergogno. Quindi potrei essere un potenziale “ladro”.


Mi sembra di ricordare che sia la seconda volta che esprimi questo concetto... mi sembra di ricordare che la prima volta fu nell'ambito di una discussione molto simile con Massimo;
è quindi la seconda volta che mi trovo costretto, con estremo piacere, a dover dire ...

CHE SONO ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO CON QUANTO DA TE AFFERMATO!

mi sembra di ricordare che questa è almeno la seconda volta che scrivo di essere d'accordo con te su questo particolarissimo aspetto.

Ciao!
visechi is offline  
Vecchio 08-10-2002, 11.12.43   #5
schieppwaters
 
Messaggi: n/a
si valina fai bene a dubitare di te stessa....si credo tu sia un poco razzista....pero' almeno ne sei consapevole....si puo' rimediare


comunque siamo tutti un po' fobici verso gli extracomunitari....mi accorgo anche io di guardarli con difidenza a volte, anche se poi la penso esattamente come gigione (gigione dj??? col ciuffo hippy???eheheh)
 
Vecchio 08-10-2002, 11.43.29   #6
Alberto
Ospite
 
Data registrazione: 09-04-2002
Messaggi: 16
Re: dubbi su se stessi

cara Valina,
devo ammettere che l'episodio di cui sei stata e` assolutamente triste e capisco il tuo senso di impotenza, la cosa che deve averti di turbata di piu`. E` difficile capire perche` certe cose siano all'ordine del giorno, come e` difficile concepire il modo in cui porvi rimedio. Andando ad analizzare le cause credo che il peso maggiore sia dato dall'ignoranza e dallo stato di disperazione in cui versano quelle persone; in effetti a ben vedere, se pure e' personalmente inconcepibile concedere una scusante, non posso nemmeno negare che forse le loro azioni sono dettate da stati d'animo portati dal tipo di vita e quindi in un certo qual modo incontrollabili. insomma sotto a piccole situazioni stanno profonde radici soco-culturali che e` difficile smuove con uno sfogo in rete! Ti basta pensare che le differenze tra i popoli a cui accennavi sono date spesso dalle differenze di religione che di certo non si possono cambiare da un giorno all'altro...

comunque se fosse per me le cosiddette carrette del mare con cui migliaia di extracomunitari sbarcano sulle nostre coste le affonderei tutte, ma di certo anche questa e' una soluzione un po' "leggera"!
Alberto is offline  
Vecchio 08-10-2002, 11.46.29   #7
schieppwaters
 
Messaggi: n/a
non la definirei solamente leggera io.....ma ti lasci immaginare cosa penso
 
Vecchio 08-10-2002, 17.33.02   #8
alessandro
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 176
Temiamo la diversità, quella che ci ricorda che esistono anche le altrui miserie, che ci rammenta che ogni nord è il sud di qulcos'altro. Rifuggiamo quelle differenze che ci allontanano dalla nostra opulenza, ma mostriamo al mondo il paese del ben godi e pretenderemmo di tenerne le porte chiuse. Diventiamo diffidenti perchè siamo costretti a convivere con la cultura del sospetto e questo va al di là di qualunque flusso migratorio
alessandro
alessandro is offline  
Vecchio 08-10-2002, 19.11.14   #9
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
comunque se fosse per me le cosiddette carrette del mare con cui migliaia di extracomunitari sbarcano sulle nostre coste le affonderei tutte, ma di certo anche questa e' una soluzione un po' "leggera"!


Alla faccia della soluzione leggera...della serie facciamoli fuori tutti, bambini compresi...no sai ...sono potenziali "negri"...

non t'arabbiare, magari non è il tuo vero pensiero...ma ciò che hai scritto è davvero pensante....

Bha...il mondo è bello perchè vario.... ognuno ha sue opinioni...
ma questa non la condivido proprio....

se così ragioni...perchè non affondiamo la sicilia?
Sai potremmo eliminare un po' di mafia......

deirdre is offline  
Vecchio 08-10-2002, 19.27.14   #10
Horla
Ospite abituale
 
L'avatar di Horla
 
Data registrazione: 18-08-2002
Messaggi: 41
Ciao Valina, non devi sentirti in colpa; questa società infame e i benpensanti che la manovrano cercano in tutti i modi di mettere sotto accusa chi prova le tue sensazioni, che sono anche le mie, e di tanti altri europei.
Il fatto è che queste sensazioni sono assolutamente naturali; siamo degli animali, dicono i più evoluti, ma sempre degli animali.
E' naturale che di fronte a queste invasioni di gente di tutte le razze ci si voglia difendere; si voglia difendere la propria identità, la propria cultura, il proprio territorio. E' umano. E' naturale. E' il nostro compito.
Come ti dicevo ci sono dei benpensanti che vogliono far sentire in colpa chi si comporta secondo natura, ma sono personaggi che hanno secondi fini, che lucrano su questi fenomeni migratori; e accanto loro ci sono quelli che fanno, più o meno consapevolmente il loro gioco, riempiendosi la bocca di parole come solidarietà, eguaglianza, tolleranza...
Ma quale tolleranza! Il nostro dovere è di agire secondo natura, e di difendere la civiltà che i nostri antenati hanno costruito.
Una civiltà che hanno costruito combattendo e morendo; ieri era l'anniversario della grande vittoria di Lepanto sui turchi.
Se quegli UOMINI, se quei nostri antenati, vedessero la terra per la quale sono morti invasa come è oggi da milioni di musulmani, si rivolterebbero nella tomba. Questa è la riconoscenza del benpensante verso chi ha combattuto perché l'Europa sia quello che è, e non un continente islamico.
E quando ti dicono che i nostri antenati hanno portato la mafia nel mondo, ricordati che sei Emiliana; io sono Veneto; i nostri antenati non hanno portato mafia e delinquenza nelle terre in cui sono andati, ma solo spirito di sacrificio e serietà.
Sono altre le popolazioni dello stivale ad aver esportato criminali.
Mi dispiace per quello che ti è successo.
Non farti prendere in giro dagli ipocriti; non fare in modo che i benpensanti ti rubino il diritto di difenderti, il diritto di vivere secondo la tua cultura, le tue tradizioni.
Hai, abbiamo, il diritto ed il dovere, di difenderci.
Ciao.
Horla is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it