Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 21-07-2006, 08.48.54   #11
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
A me sembra una notizia incredibile... anche i miei genitori hanno una cagnolina. Quando vado da loro, è tutto uno scodinzolare... le manca solo la parola. Come si possano accoppare degli animali per mero calcolo ragioneristico proprio non lo capisco. Non comprendo nemmeno il discorso della selezione per i cani per ciechi. E' vero che prima di arrivare a quello giusto occorre selezionare, ma non credo che gli altri finiscano i propri giorni con una pallottola nel cranio. Altrimenti dovremmo accettare la stessa cosa per Miss Italia o per chi non vince i concorsi pubblici.... Persone ed animali, seppur su livelli differenti, sono esseri viventi.

Volevo precisare che non ho espresso nessun parere sulla vicenda ma ho portato un dato di fatto che come il solito, quando si parla di animali, viene valutato esclusivamente da un punto di vista emozionale...
...volete che proviamo a vedere la questione sotto un'altra prospettiva?

Allora...
attualmente gli animali non godono degli stessi diritti degli uomini e non vengono coinvolti dagli stessi valori etico-morali.
Il paragone del cagnolino di casa che scondinzola felice non regge con gli animali dei quali l'uomo si sta servendo.
Principalmente l'uomo si serve degli animali per cibarsene...poi, impiega gli animali per altre attività come esperimenti di laboratorio, aiuti nelle attività, tempo libero etc.
Tutti questi animali vengono FATTI NASCERE con uno scopo ben preciso. Senza quello scopo specifico questi animali non esisterebbero.

Mr Bean...mettiti nei panni di un allevatore di cani per ciechi. I classici labrador...ecco...selezionare un buon cane dipende dall'addestratore e dalla natura caratteriale del cane. Già nei primi mesi di vita è possibile comprendere se quel cane potrà diventare un buon cane. Su 100 cuccioloni di labrador uno solo di questi sarà degno di diventare un giorno un "cane per ciechi"...
...e degli altri 99 cagnolini scondinzolanti che ne facciamo?
Teniamo gli allevamenti con migliaia e migliaia di cani nullafacenti per selezionare 5 labrador l'anno?

...e le mucche che facciamo nascere per cibarsene?...i conigli, i polli, i pesci?
Perchè la vita del cagnolino d'appartamento scodinzolante dovrebbe valere di più?

Questa è la domanda da porsi...
E' corretto che l'uomo impieghi animali nelle sue attività?
PS: tenete conto che se non fosse possibile impiegare animali questi manco verrebbero al mondo...
...e quindi?
maxim is offline  
Vecchio 21-07-2006, 09.01.44   #12
Donatella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-12-2005
Messaggi: 301
Mi sembra orrenda solo l'idea.
Che facciamo, i cani, cavalli e tutti gli altri animali "venuti male", nel senso che non rispondono perfettamente alle nostre aspettative, li buttiamo via come scarti di produzione?
Donatella is offline  
Vecchio 21-07-2006, 10.38.07   #13
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Donatella
Mi sembra orrenda solo l'idea.
Che facciamo, i cani, cavalli e tutti gli altri animali "venuti male", nel senso che non rispondono perfettamente alle nostre aspettative, li buttiamo via come scarti di produzione?

Donatella...
Non sono animali "venuti male"....sono animali che vengono al mondo per determinati scopi.

La bistecca che mangi proviene da una mucca, il cane che ti salva in montagna è stato selezionato tra centinaia di cani, quello che ti annusa all'aeroporto idem...

...è corretto quindi che l'uomo si serva degli animali?

...questa è la domanda!
maxim is offline  
Vecchio 22-07-2006, 21.46.06   #14
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Forse sarebbe più corretto imporre la sterilizzazione per ogni animale tenuto in casa.

Io sono per l'eutanasia degli uomini e quindi non posso essere contraria a quella degli animali. Ma questo non vuol dire trattarli come oggetti inanimati. Il rispetto deve essere presente sempre, verso gli esseri umani, gli animali e persino le piante.

Ma trovo anche profondamente ingiusto che dalle mie parti al canile in convenzione vada una marea di soldi e poi c'è tanta povera gente che non sa come tirare avanti. Perchè non si rispettano gli esseri umani come si rispettano gli animali?
E perchè non si rispettano gli animali come si rispettano gli esseri umani?

Il guaio è che non vi è rispetto da nessuna parte.
A volte si trattano le persone peggio che se fossero bestie immonde se non cose prive di vita. E altre si trattano gli animali come se fossero più che persone.

Una briciola di buon senso e di amore non guasta mai da qualsiasi angolazione si guardi il problema.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 23-07-2006, 09.18.48   #15
Max_nl
Ospite
 
Data registrazione: 03-05-2006
Messaggi: 10
Citazione:
...è corretto quindi che l'uomo si serva degli animali?

E' corretto che l'uomo utilizzi le caratteristiche degli animali, senza snaturarli, in un rapporto di reciproco rispetto e mutua utilità.
E' corretto che un cane guidi un cieco, ricevendo in cambio una casa, del cibo e l'affetto del suo padrone: non è un sacrificio per il cane, perché fa la sua parte con altrettanto amore verso il suo padrone.
Non è corretto selezionare il cane per ciechi sopprimendo gli altri, chi lo fa non ha rispetto per la vita, quindi non si preoccupa dei ciechi ma solo del suo profitto.
Non può esistere una graduatoria della vita, o rispettiamo tutto ciò che respira o non lo facciamo.
Non è giusto allevare ed uccidere animali per mangiarli, anche perché non è una necessità, l'uomo per natura non è carnivoro e può vivere tranquillamente senza carne.
Non è giusto utilizzare animali in laboratorio, per quanto la vita umana sia sacra e vada difesa in tutti i modi possibili, non è lecito farlo a discapito di altre forme di vita.
Se pensassimo che la vita dell'uomo vale più di quella dell'animale, allora dovremmo pensare anche che quella del vicino vale più di quella dello sconosciuto, quella dell'amico più di quella del vicino, quella del parente più di quella dell'amico... ma questa è la scala (soggettiva) dei nostri affetti, dei nostri attaccamenti, di ciò che per noi è importante, non è la scala dei valori assoluti.
Certo, se stesse per accadere un incidente, e dovessi scegliere tra salvare un cane o un bambino, se costretto ad una priorità la darei al bambino, ma in tutti i casi in cui puoi scegliere, la priorità dovrebbe essere sempre il rispetto verso tutte le forme di vita: è inconcepibile aiutare una forma di vita sopprimendone un'altra, inconcepibile ed incivile.
Max_nl is offline  
Vecchio 23-07-2006, 18.02.01   #16
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim

Tutti questi animali vengono FATTI NASCERE con uno scopo ben preciso. Senza quello scopo specifico questi animali non esisterebbero.

Mr Bean...mettiti nei panni di un allevatore di cani per ciechi. I classici labrador...ecco...selezionare un buon cane dipende dall'addestratore e dalla natura caratteriale del cane. Già nei primi mesi di vita è possibile comprendere se quel cane potrà diventare un buon cane. Su 100 cuccioloni di labrador uno solo di questi sarà degno di diventare un giorno un "cane per ciechi"...
...e degli altri 99 cagnolini scondinzolanti che ne facciamo?
Teniamo gli allevamenti con migliaia e migliaia di cani nullafacenti per selezionare 5 labrador l'anno?

...e le mucche che facciamo nascere per cibarsene?...i conigli, i polli, i pesci?
Perchè la vita del cagnolino d'appartamento scodinzolante dovrebbe valere di più?

Questa è la domanda da porsi...
E' corretto che l'uomo impieghi animali nelle sue attività?
PS: tenete conto che se non fosse possibile impiegare animali questi manco verrebbero al mondo...
...e quindi?

Caro Maxim, immagino che tu abbia volutamente esagerato alcuni dati a titolo di esempio.
Ma mi sembra giusto aggiungere qualche precisazione.
Intanto farei una distinzione fra cani provenienti da allevamenti e cani randagi.
Gli allevatori seri partono intanto dal far riprodurre cani già selezionati per caratteristiche genetiche che escludono in alta percentuale qualsiasi problema di salute e di carattere.
Nella cucciolata (in genere non nascono più di 7 cuccioli per le razze grandi tipo labrador) viene individuato l'esemplare che potrà essere avviato alla carriera di cane da lavoro.
Gli altri vengono venduti, in genere già prenotati ancora prima della nascita.
Nell'eventualità che un cucciolo nasca con caratteristiche che ne impediscono la vendita, o malato, allora lì effettivamente la sua sorte dipende dall'allevatore oltre che dal tipo di difetto: se lieve, può diventare un "rescue", così come i cani poliziotto : in questo caso c'è una sezione apposita anche nel sito delle forze dell'ordine e da quel che conosco, sono più le richieste dei cani a disposizione.
I rescue ci sono per tutte le razze: spesso si trovano anche su internet.
Una cosa che forse non tutti sanno è che una carneficina di animali è compiuta dai negozianti (non tutti); vengono acquistati cani dall'estero a volte ancora non svezzati, spediti tramite ferrovia in gabbie, con certificati sanitari molto dubbi.
Poi vengono esposti nelle vetrine e in genere trovano subito chi li acquista, a prezzi da capogiro.
Sempre più numerose le denunce per cani che hanno malattie e muoiono poco dopo.
E' anche il caso delle fiere itineranti dove si vendono cuccioli come fossero oggetti.
cannella is offline  
Vecchio 24-07-2006, 10.04.42   #17
mediocre
Ospite
 
Data registrazione: 05-07-2006
Messaggi: 19
e le zanzare?
tutti pensano ai cagnolini... tanto carini....
ma le zanzare?
gli acari?
le zecche?
le sanguisughe?
loro le possiamo sterminare?
quanto vale la vita di un animale?
come si misura la nobiltà di un essere vivente?
in base a quali valori si attribuisce la quantità di diritto alla vita?
mediocre is offline  
Vecchio 24-07-2006, 22.36.30   #18
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Citazione:
Messaggio originale inviato da mediocre
e le zanzare?
tutti pensano ai cagnolini... tanto carini....
ma le zanzare?
gli acari?
le zecche?
le sanguisughe?
loro le possiamo sterminare?
quanto vale la vita di un animale?
come si misura la nobiltà di un essere vivente?
in base a quali valori si attribuisce la quantità di diritto alla vita?

Abbiamo perso il senso della vita.

Se io incontro sulla mia strada una formica evito di calpestarla. Se me le ritrovo in cucina cerco di metterle fuori se non è proprio possibile sono costretta ad ucciderle.

Questo vale anche per le mosche e tutto il resto.
Dobbiamo salvaguardare la nostra salute, come fanno anche gli stessi animali, ma uccidere e far soffrire quando può essere evitato non lo trovo giusto.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 25-07-2006, 09.06.48   #19
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da cannella
.

Gli allevatori seri partono intanto dal far riprodurre cani già selezionati per caratteristiche genetiche che escludono in alta percentuale qualsiasi problema di salute e di carattere.
Nella cucciolata (in genere non nascono più di 7 cuccioli per le razze grandi tipo labrador) viene individuato l'esemplare che potrà essere avviato alla carriera di cane da lavoro.
Gli altri vengono venduti, in genere già prenotati ancora prima della nascita.


Non so da quale fonte tu abbia preso questi dati. I labrador per esempio hanno un'elevata percentuale di probabilità di nascere con la displasia (malattia della quale ci si accorge attorno all'anno di vita) e se tu pensi che tutti i cani da lavoro (gare di bellezza comprese) vengano riciclati da qualche parte o finiscano in televisione tra le braccia di licia colò, sei molto lontana da ciò che è la realtà.

Io spendo all'incirca 100 euro al mese per il mio cane....10 cani 1000 euro al mese, 100 cani 10000 euro al mese.
Se il mio cane non va a caccia posso anche permettermi di mantenerlo lo stesso...solitamente un cane diventa parte della famiglia.
Supponendo anche che un bravo allevatore riesca a mantenere un cane con 50 euro al mese, secondo te, ci si può permettere di tenere un cane che non è adatto al lavoro, con la displasia, invenduto etc?
Supponiamo che un allevamento produca anche solo 50 cani non adatti allo scopo per il quale sono stati fatti nascere...che fine faranno?
Secondo te il canile, o qualche altra forma di animal-volontariato, accetta 50 cani senza nulla in cambio?

Mettiti nei panni dell'allevatore e poi sappimi dire...

maxim is offline  
Vecchio 03-08-2006, 18.39.36   #20
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: Meglio sopprimere gli animali domestici e salvare le vite dei bambini

Citazione:
Originalmente inviato da azzurra
-------------------------
Edizione 157 del 18-07-2006

Meglio sopprimere gli animali domestici e salvare le vite dei bambini
nel mondo
di Valerio Fioravanti

Tutti scandalizzati alla notizia che il britannico Mr. David Smith
avrebbe soppresso circa 10.000 cani nell’arco di 15 anni. I levrieri
usati per le corse, invece di essere avviati a un costoso
pensionamento,
ricevevano un colpo di pistola in testa, e poi seppelliti, per un
compenso di 10 sterline. Se pensiamo che in Italia molte
amministrazioni
stanziano una media di 2 euro al giorno per ogni cane abbandonato
tenuto
nei canili, uno Smith italiano avrebbe fatto risparmiare alla
collettività almeno 50 milioni di euro. Certo sia Smith che i padroni
dei cani hanno agito per gretto profitto. Rimane il fatto che con 50
centesimi al giorno si salva un bambino del terzo mondo. Quindi, invece
di facili turbamenti della nostra coscienza animalista, usiamo questa
notizia per ricordarci di quanti soldi stanziamo per salvare i cani, e
quanti pochi per salvare i bambini.


Cosa ne pensate ? Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione . Grazie





Salvare il mondo non è che nn si possa fare e che non si vuole fare ...
ma perche uccidere questi poveri animali .???
allora perche mantenere dei detenuti che ormai hanno comesso dei crimini atroci e inumani ?? un detenuto costa allo stato centinaia di € al giorno ... perche non sopprimerlo e con i risparmi salvare nel mondo i bambini che muoiono di fame ?? perche questo scambio così ingiustificato ed inutile ??? perchè allora non togliere la spina ai malati che non si riprenderanno più e cmq per stare vivi dovranno spendedere anche loro 100 di € al giorno ???
perche non questo scambio ???
il tuo scambio non mi suona birllante ne giustificato ...
è inoltre sensa senzo ...
Non si da il cibo ha chi ha fame perche non si vuole e non perche non si hanno i soldi ...
Forse se proprio hai questa voglia di scambiare qualcosa per i bambini che muoino di fame allora ti faccio io due conti in tasca
Adesso non trvo il post delle cifre esatte e vado a memoria
bene per dare da mangiare a tutto il mondo e tutti gli affamati la cifra necessaria sarebbe 5,6 milardi di €
i soldi spesi per armi al mondo sono 258 all'anno ... allora se proprio hai voglia di fare uno scambio non sarebbe meglio spendere qualcosa in meno per le armi e usarlo per dare da mangiare a tutto il mondo????
Se propio vuoi fare uno scambio ......
bomber is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it