Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 19-01-2003, 17.01.50   #1
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Per esempio

.............Per esempio c’è quella pubblicità di una macchina, (vettura), dove un impiegato, con la complicità della collega, si disegna, delle macchie di rossetto sul viso e, fingendosi malato, esce dall’ufficio col beneplacito del capo. L’impiegato e la collega con l’aria soddisfatta di quelli che dicono ti abbiamo fregato, se ne vanno ridenti a fare parapendio.
A parte il fatto che spero che nell’azienda in questione tutti gli impiegati agiscano così, perché se lo meritano, mi chiedo se sono l’unico d indignarmi per questa palese incitazione alla furbizia ed alla disonestà.

Come possiamo lamentarci di un mondo che va male se queste cose diventano stile di vita?
Sai che bello andare in un ospedale con un tuo caro in pericolo di vita e scoprire che, i medici, invece di essere presenti sono andati a fare parapendio, tanto chi se ne frega degli altri E d’altro canto perché un medico che vede questa pubblicità in TV dovrebbe avere un’etica maggiore di un impiegato e dire – No io curo le vite umane, quindi non faccio il furbo – Perché dovrebbe fare l’unico somaro che rimane a lavorare, quando i vincenti, quelli che hanno l’auto più bella se ne vanno a divertirsi?

Forse sarò vecchio e pesante. Se è così fatemi capire come funziona ora il “film” perché mi piacerebbe continuare a seguire la trama, ammesso che ci sia ancora un film ed una trama e non siamo già ai titoli di coda. Ditemi anche se siamo ai titoli di coda, perché non l’ho capito da solo.

Ultima modifica di VanLag : 19-01-2003 alle ore 17.04.12.
VanLag is offline  
Vecchio 19-01-2003, 18.17.05   #2
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Il problema è questo,tutti che si accaniscono contro i Marylin Manson di turno,dichiaratamente immorali...e poi,accendendo la radio,o la TV,si trovano messaggi così subdoli e subliminali da far paura!Tipo,la terza arrivata al festival di San Remo,Alexia,nella sua "innocente" canzone "Money Honey".

I want your money, honey,
I don't want you body
baby I don't need your love

Cioè,ma vi sembrano messaggi costruttivi,da dare alle teenagers???(l'esempio,per la cronaca,non è mio,ma l'ho tratto dalla rivista "Rumore",cmq l'avevo pensato anch'io ascoltando la canzone...)

Cià,vado ad ascoltarmi un po' di sano black metal...e a buttare giù la tele dal balcone.

PS:ma non è che questo post,Van,lo volevi mettere in coda al theared sulle passioni?

Ultima modifica di sisrahtac : 19-01-2003 alle ore 18.19.31.
sisrahtac is offline  
Vecchio 21-01-2003, 17.55.49   #3
diestop
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 92
Re: Per esempio

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Forse sarò vecchio e pesante. Se è così fatemi capire come funziona ora il “film” perché mi piacerebbe continuare a seguire la trama, ammesso che ci sia ancora un film ed una trama e non siamo già ai titoli di coda. Ditemi anche se siamo ai titoli di coda, perché non l’ho capito da solo.

...io sono giovane e leggero e vecchio e pesante...amalgama generazionale...

...una pubblicità che mi aveva lasciato tristemente riflessivincazzato (leggerezza profonda) era quella della mercedes in cui un bimbo, a scuola, mentre i suoi compagni sognavano "normalità", alla domanda della maestra che chiedeva loro cosa volevano da grandi, vedendo una scintillante ed "economica" auto e dopo una piccola riflessione, atta a far notare all'acquirente la superiorità mentale del bimbo che non è un "normale immediato" come gli altri, rispose dall'alto della sua valutazione:..."LA MERCEDES"...

...la "normalità" sostituita, fin dalla prima infanzia, dall'illusione del materiale...dal desiderio dell'illusione materiale...dal "sogno" che nella maggior parte dei casi si materializza in angoscia e insoddisfazione...

...non siamo ai titoli di coda...credo che non esistano i titoli di coda...voglio solo sperare che quel bimbo, dopo averla ripetutamente (l'uomo è stoltamente accecato) presa nel deletano, si in***** con questo tipo di società e si riappropri di un'identità tangibile, meno illusoria, più reale e meglio ponderata...

...di una personalità che cerca e si rifiuta di barattare, i piccoli e ormai pochi e celati piaceri della vita, in cambio di miraggi e strade tortuose verso il "vuoto"...o comunque, per i più materialisti, verso un "pieno" che oggettivamente è ormai di difficile traguardo...

...per quanto riguarda i due impiegati spero che la loro società fallisca per scarsa produttività e loro, disperati e intontiti dalla prospettiva di una vita senza l'agognato stipendio e avvalorati soltanto dalle iper sensazioni del parapendio, si decidano a trovar sfogo e fuga alla loro situazione precaria con un gesto ancor più estremo...il parapendio a coppia senza paracadute...

...eloquente ironia con un soffio di acida verità...

...ciao Van...sto in questo momento riflettendo su un eventuale futuro supportato da queste basi...ma non avendo in questo momento voglia di pensieri preferisco salutarti...intanto sarebbero sempre le solite logiche filo-pscicologiche o quello che vuoi, che da sempre sono state recitate e sognate e mai materializzate...

...come per la mercedes l'uomo cresce grazie ai suoi sogni...speriamo che i "sogni" futuri si trasformino fisiologicamente in "semplicità" del vivere...
diestop is offline  
Vecchio 25-01-2003, 04.04.00   #4
Portland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-06-2002
Messaggi: 48
...per esempio c'era anche quella del giocatore di scacchi che, approfittando di un momento di disattenzione generale (lo squillo di un telefono cellulare, strumento catalizzatore delle menti evolute e contemporanee...), faceva sparire dalla tavola un pezzo dell'avversario. Qual'era la morale? Cogli l'attimo!... da intendersi anche come: frega il prossimo non appena puoi! Se ne vadano a far fottere la correttezza e la lealtà!
La cosa irritante è che messaggi come questo ci vengono proposti anche come "simpatici"! Quindi se sei opportunista (gran qualità al giorno d'oggi), sei un tipo ok, sei un vincente e non solo, sei anche simpatico. Se non sei opportunista, allora senza mezzi termini sei un fesso destinato a soccombere, antipatico e noioso.

... in un'altro spot una giovane donna invece prende a calci il compagno perchè ha osato dare un colpetto alla ruota della sua auto. Morale? Quest'auto sarà più importante di qualunque altra cosa, perfino del tuo partner. E anche questa situazione dovrebbe risultare "simpatica". Già, anche quando sei attaccato nel modo più morboso possibile alle "cose", sei considerato simpaticamente normale. Come se chi ha pensato lo spot volesse dire: dai, in fondo si sa che siamo tutti così, egoisti e cinici, ma si! ridiamoci sopra!
Personalmente non ci trovo molto da ridere.

Rido ancora di meno quando vedo madre e figlia Boccasana tentare (nel più classico "italian style") di corrompere un vigile in procinto di multarle per averlo aiutato a combattere il mal di gola...
Non voglio commentare.

Un'altra esperienza alienante è apprendere dal TG che sotto le feste più di 200 persone sono morte per incidenti stradali e vedere nello spot che segue come venga esaltata l'auto che in non so quanti centesimi di secondo arriva da 0 a 100 Km orari. Queste divinità metalliche che ormai negli spot volano e attraversano qualunque intemperia, deserto o distesa ghiacciata.
Perchè quando non hanno la pretesa di essere "simpatiche" le pubblicità delle auto sono estremamente serie: direi che c'è quasi un'atmosfera mistica se non religiosa. Evidentemente per qualcuno è veramente una divinità quello che dovrebbe limitarsi ad essere un mezzo di spostamento, niente più e niente meno di una scatola con delle ruote sotto. Con tutto il rispetto per chi ha inventato la ruota, mettere l'automobile così su un piedistallo mi sembra fuori luogo, se non addirittura offensivo nei confronti di una mente critica e pensante.

C'è poi tutto un'altro universo del mondo pubblicitario che riguarda l'immagine femminile e il "come la donna dovrebbe essere", se fossi una donna scaraventerei la tv fuori dalla finestra: magrissime, bellissime, fatali, realizzatissime sul lavoro, sensualissime, truccatissime, tiratissime,sempre impegnatissime, sempre alla moda e chi più ne ha più ne metta. Se ti manca uno di questi mille requisiti allora sei una sfigata.

Potrei continuare a lungo, ma mi fermo.
Felice comunque di vedere tanti altri che vorrebbero materializzarsi negli spot pubblicitari alla guida di un carro armato.
Portland is offline  
Vecchio 25-01-2003, 11.50.18   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
La pubblicità è ottima perché ti permette di venire a conoscenza di quel che potrebbe esserti utile e nello stesso tempo occasione piacevole di goderti qualcosa di bello o di divertiti. Chi si ricorda il pulcino Calimero?! .... tutti mi trattano così perché sono piccolo e nero. Poverino, faceva tanta tenerezza. Ma alla fine veniva compresa la sua innocente azione e si tuffava felice nella vasca di candida schiuma per ripulirsi dallo sporco. Amato ed accettato da tutti.

Oggi la pubblicità è solo uno strumento in mano a coloro che guidano le redini di una carretta che corre verso l'autodistruzione.

Manca totalmente la consapevolezza di quel che il pensiero e l'azione espressi produrranno a lungo termine.

Avete presente il condono, indulto, amnistia?! per avere poche lire oggi permettono che gli onesti cittadini vengano spinti alla disonestà.

Premiare i disonesti ovvero i "cattivi" può portare una società verso la civiltà?

Quando il bambino che si ferma per ore ed ore da solo davanti alla televisione apprendendo che avere questo e quello portano alla felicità, che la famiglia ideale è così e colà e la tua non ci somiglia proprio. Che il mondo è solo uno spettacolo, che l'apparenza è tutto, che bisogna sempre essere superiore agli altri per essere soddisfatti. Il cittadino di domani che razza di società andrà a costruire?!

A volte mi viene da pensare che stavano meglio gli aborigeni australiani che vivevano nel deserto. Oggi anche nel deserto non si può vivere più. I nostri errori li pagano anche loro.

Mary
Mary is offline  
Vecchio 26-01-2003, 10.24.33   #6
Kya
Ospite abituale
 
L'avatar di Kya
 
Data registrazione: 18-09-2002
Messaggi: 63
questi sono i motivi per cio non mi piace la tv, per cui la guardo poco e per cui spero che mio figlio la guardi poco nella sua vita.
La penso anche io ocme mary, spesso ironicamente dico che sarebbe meglio partire e andarsene a vivere nel Burundi lontano da tutta questa "civilizzazione".......
Si parla di censura, di proteggere i bimbi dalla tv, dalle oscenita', da cose "poco morali" e poi nelle pubblicita' stesse ritroviamo tante contraddizioni............
MAH!
MAH!
Kya is offline  
Vecchio 26-01-2003, 21.48.10   #7
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Queste poche righe mi sono arrivate come una delle tante catene d S. Antonio in mailbox. La riporto in questo thread perché mi sembrano “intelligenti” e mi sembrano anche un commento adatto al tema trattato. Quello cioè di una pubblicità senza più nessuna etica, purché si venda e si faccia DENARO…… ma…..

IL DENARO
può comprare una casa
ma non un focolare;
può comprare un letto
ma non il sonno;
può comprare un orologio
ma non il tempo;
può comprare un libro
ma non la conoscenza;
può comprare una posizione
ma non il rispetto;
può pagare il dottore
ma non può comprare la salute;
può comprare il sesso
ma non l'amore.


P.S. volevo poi ringraziare per le testimonianze ed i commenti che si sono aggiunti al mio....... Fa piacere vedere che c’è ancora chi ha la forza ed il coraggio di indignarsi e soprattutto chi mantiene il senso critico per analizzare i messaggi che riceviamo.
VanLag is offline  
Vecchio 28-01-2003, 23.43.37   #8
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
La LEVIS ragazzi, la Levis!!!!

Che è passata da farci sentire super fighi (quando usava i pantaloni per trainare un'auto in panne e il tipo civettava con la sposina) a super eroi ( mr Boobastic-si scrive così?-) a oltrepassare i nostri limiti ( i tipi super snodati e quelli che corrono velocissimi)

Cavolo non ho capito niente dalla vita!
devo comprarmi un paio di pantaloni!
Willow is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it