Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 20-09-2006, 18.07.28   #1
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Un mondo falso

Salve a tutti,mi chiamo Daniele e sono molto contento di aver scoperto questo sito dove finalmente si parla di cose serie e utili.
Ho deciso di scrivere questa nuova discussione perchè volevo sapere cosa ne pensate del mondo attuale.
Io credo (come ho scritto nel titolo)che questo sia un mondo falso,dove ormai si è completamente perso il senso della vita.Ormai facciamo una vita come definisco io "artificiale",dove si fanno delle cose che vanno contro natura,come ad esempio lavorare ore e ore al chiuso senza mai vedere la luce del sole,oppure stare chiusi a studiare per ore e tutto questo per cosa??per ottenere degli obiettivi,dei successi personali.Ma questi "successi" a cosa ci portano?Siamo veramente più felici noi esseri "civilizzati" rispetto ai popoli che vivono ancora nelle tribù?Io credo proprio di no...I problemi li abbiamo anche noi eccome!Anzi,forse ne abbiamo più noi di loro!A volte vorrei essere un maori oppure un masai e vivere nelle tribù,senza alcun pensiero,con l'unico scopo di vivere alla giornata,pensando solo a procurarmi i bisogni primari.
Perchè se ci pensate bene così siamo nati,non siamo mica nati con la giacca e la cravatta con la valigetta per andare in quelli orrendi uffici a lavorare tutto il giorno sempre al chiuso e a sedere!!Meditate gente meditate...
Volevo sapere cosa ne pensate su quello che ho scritto.Fatemi sapere!Saluti
dany83 is offline  
Vecchio 20-09-2006, 19.04.26   #2
Lucy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 212
Riferimento: Un mondo falso

Pensi che i masai non hanno paura, per esempio?
Che non conoscono invidia e altri sentimenti brutti?

Forse vivono come bestie e non sono tanto felici ...

Io preferisco la civilisazione.

Ho letto in un romanzo di Umberto Eco:

"Prego, signori, un minimo di educazione ... "

Un signore a detto queste parole mentre la gente faceva disordine totale durante una celebrazione clandestina.
Eco intendeva un effetto grotesco e per questo dovevo ridere.

D´altra parte posso capire molto bene la preocupazione di questo signore.
Lucy is offline  
Vecchio 20-09-2006, 22.26.26   #3
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Un mondo falso

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
Salve a tutti,mi chiamo Daniele e sono molto contento di aver scoperto questo sito dove finalmente si parla di cose serie e utili.
Ho deciso di scrivere questa nuova discussione perchè volevo sapere cosa ne pensate del mondo attuale.
Io credo (come ho scritto nel titolo)che questo sia un mondo falso,dove ormai si è completamente perso il senso della vita.Ormai facciamo una vita come definisco io "artificiale",dove si fanno delle cose che vanno contro natura,come ad esempio lavorare ore e ore al chiuso senza mai vedere la luce del sole,oppure stare chiusi a studiare per ore e tutto questo per cosa??per ottenere degli obiettivi,dei successi personali.Ma questi "successi" a cosa ci portano?Siamo veramente più felici noi esseri "civilizzati" rispetto ai popoli che vivono ancora nelle tribù?Io credo proprio di no...I problemi li abbiamo anche noi eccome!Anzi,forse ne abbiamo più noi di loro!A volte vorrei essere un maori oppure un masai e vivere nelle tribù,senza alcun pensiero,con l'unico scopo di vivere alla giornata,pensando solo a procurarmi i bisogni primari.
Perchè se ci pensate bene così siamo nati,non siamo mica nati con la giacca e la cravatta con la valigetta per andare in quelli orrendi uffici a lavorare tutto il giorno sempre al chiuso e a sedere!!Meditate gente meditate...
Volevo sapere cosa ne pensate su quello che ho scritto.Fatemi sapere!Saluti

Ciao Daniele, Benvenuto!

E' vero che viviamo in un mondo falso, un mondo che anche nei più piccoli aspetti porta una maschera.

Il manager, il ragioniere di banca ... tutti in giacca e cravatta- Una divisa che comporta però un atteggiamento diverso da quello "casalingo"; pertanto una maschera che nasconde il vero volto.
Aggiungi l'ambizione che favorisce non gli autentici lavoratori, quelli coscienziosi, ma quasi sempre chi si accoda, lusinga ... i capi.
Rapporti sociali difficili, perchè insinceri.

La storia, come si è studiata, deve ed è rivista: siamo in pieno revisionismo storico.
Una notizia letta su un quotidiano troverà il su opposto su un altro o su internet.
A chi credere, visto che quasi mai è possibile andare a controllare con i nostri occhi?
E poi sì, l'orrore di andare contro la Natura, offendendone gli esseri, i ritmi, la dignità.
Le guerre vengono mascherate: debbono apparire come gesti di benevolenza "Portiamo la democrazia là dove casualmente c'è petrolio" ecc.. ecc..

In Dopo Nietzsche Giorgio Colli che è stato per me un grande, scrive:

".. E adesso che tutti i tabù sono superati, ridicolizzati, non rimane che eliminare l'ipocrisia. Ma l'ipocrisia è l'ultimo baluardo, dove la potenza della morale braccata da ogni parte, ha trovato rifugio."

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 21-09-2006, 01.25.51   #4
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Riferimento: Un mondo falso

Caro Daniele,
Per realizzare il tuo sogno non devi andare alla ricerca di tribù lontane in posti esotici, c’è una tribù che fa per te in ogni città, ogni grande città. Ti posso consigliare quella di Roma, sotto i ponti del Tevere, sono molto ospitali.
salice is offline  
Vecchio 21-09-2006, 08.46.11   #5
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Un mondo falso

mi fa molto piacere che mi avete fatto sapere la vostra opinione su questo argomento.Tuttavia forse non mi sono spiegato molto bene.
La mia ovviamente era una provocazione,non prendetemi troppo sul serio!Non è che il mio "sogno" è quello di vivere in una tribù,ma la mia era una critica verso questo mondo come definiamo noi "civilizzato".Ma è davvero così??
Se Dio ci ha fatto in un certo modo come mai adesso viviamo in questo mondo fatto di città,smog e inquinamento?Non so se ve ne rendete conto,ma se continuiamo di questo passo dureremo davvero poco.Ormai l'inquinamento ha raggiunto livelli pazzeschi,non sono io che lo dico,ma gli esperti.Ci stiamo distruggendo da soli e ormai è difficile rimediare ai nostri errori...
Dio ha creato la natura e noi la stiamo distruggendo e tutto questo per cosa?Per arricchirci?Per stare meglio?ma meglio di che,visto che nelle città succede di tutto,violenze,incidenti,furti e chi più ne ha più ne metta!
dany83 is offline  
Vecchio 27-09-2006, 06.40.30   #6
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Un mondo falso

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
Salve a tutti,mi chiamo Daniele e sono molto contento di aver scoperto questo sito dove finalmente si parla di cose serie e utili.
Ho deciso di scrivere questa nuova discussione perchè volevo sapere cosa ne pensate del mondo attuale.
Io credo (come ho scritto nel titolo)che questo sia un mondo falso,dove ormai si è completamente perso il senso della vita.Ormai facciamo una vita come definisco io "artificiale",dove si fanno delle cose che vanno contro natura,come ad esempio lavorare ore e ore al chiuso senza mai vedere la luce del sole,oppure stare chiusi a studiare per ore e tutto questo per cosa??per ottenere degli obiettivi,dei successi personali.Ma questi "successi" a cosa ci portano?Siamo veramente più felici noi esseri "civilizzati" rispetto ai popoli che vivono ancora nelle tribù?Io credo proprio di no...I problemi li abbiamo anche noi eccome!Anzi,forse ne abbiamo più noi di loro!A volte vorrei essere un maori oppure un masai e vivere nelle tribù,senza alcun pensiero,con l'unico scopo di vivere alla giornata,pensando solo a procurarmi i bisogni primari.
Perchè se ci pensate bene così siamo nati,non siamo mica nati con la giacca e la cravatta con la valigetta per andare in quelli orrendi uffici a lavorare tutto il giorno sempre al chiuso e a sedere!!Meditate gente meditate...
Volevo sapere cosa ne pensate su quello che ho scritto.Fatemi sapere!Saluti

sono d'accordo con te sul fatto di vivere ormai una vita artificiale,schiavi delle cose piu inutili,ci si indebita per comprare un cellulare ultimo modello,tanto per fare un esempio banale..e poi giu a lavorare per pagare i debiti!...
acquario69 is offline  
Vecchio 28-09-2006, 02.34.35   #7
mandi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 22-06-2006
Messaggi: 57
Riferimento: Un mondo falso

Falso perché tutto gira attorno ai soldi.... Ma a parte tutto questo sfoggiare quello che lascia più amarezza é il dare sempre meno importanza a valori,sentimenti ed amicizie: uscire con delle persone solamente perché hanno una bella macchina, vestiti a puntino. Solo interessi in gioco, niente di disinteressato! Forse sono andato fuori tema, ma più che falso per me sta diventando sempre più “povero”!
mandi is offline  
Vecchio 28-09-2006, 12.52.37   #8
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Riferimento: Un mondo falso

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
A volte vorrei essere un maori oppure un masai e vivere nelle tribù,senza alcun pensiero,con l'unico scopo di vivere alla giornata,pensando solo a procurarmi i bisogni primari.
Non c'è bisogno di andare tra i masai, per ottenere quello che desideri, dany, ammesso che questo sia anche il sogno dei masai.
Tutto questo lo puoi ottenere qui, in questo momento e nel posto in cui ti trovi. Anche se vivi in una grande metropoli.
Ma per ottenere tutto ciò dovrai rinunciare al tuo ego; sei disposto, dany?
cincin is offline  
Vecchio 01-10-2006, 00.20.21   #9
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Un mondo falso

Daniele, il porti queste domande è già segno di vitalità mentale.

Viviamo una "realtà virtuale" senza esserne consapevoli. Tutto qui.

Quando cominceremo a riprenderci i nostri cervelli e cercare di capire dove ci troviamo, cosa ci facciamo, cosa vogliamo, e dove stiamo andando le speranze di un ritorno alla realtà saranno ottime.

Il risveglio alla realtà questo ci serve, anche se quel che vediamo è infernale.

Quando ti svegli puoi anche decidere di apportare qualche cambiamento, ma se dormi e sogni di essere sveglio non potrai modificare neppure una virgola della tua vita.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 01-10-2006, 03.52.22   #10
Mr.Chakra
Ospite abituale
 
L'avatar di Mr.Chakra
 
Data registrazione: 27-09-2006
Messaggi: 64
Lightbulb Riferimento: Un mondo falso (risposta anche x Lucy)

E si... ormai a forza di sentire questi discorsi stanno diventando dei luoghi comuni... il mondo è falso... è colpa della società... ecc ecc...
Luoghi comuni o no tutto ciò è vero... ed è facile anche capire il motivo di tutta questa ipocrisia: IL MONDO ORA è FATTO DI PAURA ED INFELICITà. La paura spinge la gente a raggrupparsi in massa, per avere sicurezza, per sentirsi superiori, rinunciando alla proprio individualità. E la disperata ricerca di felicità porta in genre l'uomo a cercarla dove essa non è mai esistita: nel successo, nelle realizazioni delle proprio ambizioni, nel sesso, soldi ecc. Se l'uomo capisse che la felicità sta dentro di noi saremmo tutti apposto.
PER LUCY: io sono stato in Kenya e ho conosciuto dei masai. Il loro mondo sarà anche povero e certamente noi confrontandoci e immedisimandoci in loro ci appaiono infelici. Ma ti giuro che persone più felici non ne esistono. Se vedessi solo uno di quei sorrisi sono sicuro che cambieresti opinione. Queste cose,come tutto del resto, bisogna toccarle con mano.
<Piccolo aneddito: un masai se viene messo in prigione muore. I masai non hanno la visione del futuro, anzi per loro il tempo è fatto da passato e da presente, e per questo si accontentano delle disgrazie passate e di quello che hanno tra le mani nel presente. La loro idea di futuro coincide con il presente e per questo muore: pensa di rimanere imprigionato tutta la vita, e una vita in una stanza non avrebbe senso, quindi è meglio morire.>
Mr.Chakra is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it