Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 21-09-2006, 23.12.23   #1
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Culture diverse nel fare l'amore o sesso

vorrei sapere:
perchè leggere il kamasutra? o perchè affidarsi ai sessuologi? Esiste tra culture diverse un diverso approccio per l'attività sessuale tra ominidi?
Insomma esiste per cultura o necessità o altro, un diverso codice di comunicazione a livello di accoppiamento
che non sia quello degli italiani?
Forse quello degli italiani è il migliore in assoluto?
tammy is offline  
Vecchio 25-09-2006, 12.52.40   #2
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
vorrei sapere:
perchè leggere il kamasutra? o perchè affidarsi ai sessuologi? Esiste tra culture diverse un diverso approccio per l'attività sessuale tra ominidi?
Insomma esiste per cultura o necessità o altro, un diverso codice di comunicazione a livello di accoppiamento
che non sia quello degli italiani?
Forse quello degli italiani è il migliore in assoluto?

Ciao Tammy,

le domande che hai fatto non sono omogenee, perchè non trattano lo stesso argomento, benchè gli argomenti fra di loro abbiano una forte affinità !
Se non ho capito male, il piano di discussione, è la pratica sessuale, pertanto :

-) Il kamasutra può essere letto per avere qualche spunto fantasioso in più, non so con quali vantaggi poichè il piacere è al 90% il frutto di un coinvolgimento emotivo e spirituale, non tanto fisico !
-) I sessuologi si rendono necessari quando ci sono disfunzioni o patologie : non credo che possano far molto quando non c'è quell'intesa di cui parlavo sopra !
-) La cultura ha una valenza nell'inibire quei comportamenti ritenuti moralmente sbagliati : poi il "codice di comunicazione a livello di accoppiamento" ognuno se lo gestisce personalmente in funzione della propria personalità, col dialogo.

Ciaooo
Tommy2005 is offline  
Vecchio 27-09-2006, 22.49.38   #3
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

bha! io di omogeneo credo di avere ben poco, quindi porta pazienza.
Il piano di discussione non è "l'attività sessuale", ma più che altro se esitono, in diverse culture, una diversità di approcci per arrivare all'accoppiamento, al matrimonio, all'amore o come ti/vi pare. Come dire: se piuttosto delle rose, gli uomini di altre culture, regalino mazzi di carciofi o di cime di rape!
Per un pò di tempo ci hanno annegate, noi donne europee, con frasi del tipo: siete troppo esigenti nei confronti di un uomo, di ridurlo al fallimento di sè stesso per i nostri capricci, (esagero, ma più o meno i vari discorsi sono andati così), preferiamo il bello, ricco e stupido, piuttosto che, come in altre culture, la sottomissione è indice di successo per il podio dell'uomo con al seguito di almeno una donna devota.
Siccome non ho nè tempo nè pazienza, al momento di andarmi a documentare, mi faceva piacere leggere le vostre esperienze, se ci sono, o dei vostri studi in materia di corteggiamento e seguito.
Chissà mai che una treccia d'aglio abbia la meglio su un mazzo di rose, notoriamente e noiosamente, rosse.
tammy is offline  
Vecchio 28-09-2006, 09.22.02   #4
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
bha! io di omogeneo credo di avere ben poco, quindi porta pazienza.
Il piano di discussione non è "l'attività sessuale", ma più che altro se esitono, in diverse culture, una diversità di approcci per arrivare all'accoppiamento, al matrimonio, all'amore o come ti/vi pare. Come dire: se piuttosto delle rose, gli uomini di altre culture, regalino mazzi di carciofi o di cime di rape!
Per un pò di tempo ci hanno annegate, noi donne europee, con frasi del tipo: siete troppo esigenti nei confronti di un uomo, di ridurlo al fallimento di sè stesso per i nostri capricci, (esagero, ma più o meno i vari discorsi sono andati così), preferiamo il bello, ricco e stupido, piuttosto che, come in altre culture, la sottomissione è indice di successo per il podio dell'uomo con al seguito di almeno una donna devota.
Siccome non ho nè tempo nè pazienza, al momento di andarmi a documentare, mi faceva piacere leggere le vostre esperienze, se ci sono, o dei vostri studi in materia di corteggiamento e seguito.
Chissà mai che una treccia d'aglio abbia la meglio su un mazzo di rose, notoriamente e noiosamente, rosse.

Ciao Tammy,
innanzi tutto devo complimentarmi coi tuoi post, chiari, precisi e che non lasciano spazio ad errate interpretazioni !
Poi, finito di leggerli...stai bene...ti senti felice, allegro, con l'animo sollevato !

Finiti i complimenti (se no ti monti troppo la testa ), passiamo al dunque (stò scherzando, ovviamente !) :

scusa la venialità, ma ho letto "kamasutra" e "sessuologo" ed ho pensato che
il piano era quello della "pratica"...ma...vedo che dobbiamo elevarci un po' di più e la cosa non può che farmi molto piacere !

Quindi, se non ho capito male, chiedi se le diverse culture, diversificano il modo di approcciarsi e corteggiare una donna, nonchè, la scelta degli uomini da parte delle donne corteggiate.

Guarda, rimanendo nell'ambito occidentale, poichè di quello orientale non sò nulla, non credo che le cose stiano diversamente in Francia, piuttosto che in Italia, piuttosto che in Puglia (dove si regalano le "cime d' rp" ), piuttosto che a Milano o a Canicattì.

Per quel poco che ho visto, i canoni di corteggiamento nel mondo occidentale sono sempre quelli : cambiano magari i tempi di risposta, le particolari azioni da compiere, ma fondamentalmente vertono tutti sulla simpatia, l'originalità, la posizione socio-economica, il grado di istruzione, l'audacia, ecc. ecc. cioè : l'apparenza !
Ovviamente le donne scelgono sulla base dell'abilità con cui questi canoni vengono rispettati, cioè : la seduzione .

Di conseguenza, individuata l'essenza del corteggiamento, differenze, sempre nel mondo occidentale, io non ne vedo, se non nei dettagli.

Attenzione : quello che ho fatto è un riscontro ! Non è assolutamente il mio personale pensiero ne atteggiamento nel confronti del gentil sesso, però, e lo dico con amarezza, dei valori non importa proprio a nessuno, anzi, sono come i sacrifici : tutti li elogiano, ma nessuno li vuole.

Ciao ciao
Tommy2005 is offline  
Vecchio 30-09-2006, 23.30.16   #5
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

quindi.... sarà pressochè impossibile che si possa regalare una treccia d'aglio, profumato, intercalata dal rosso dei pomodorini, insieme al caldo color arancio delle carotine, il bellissimo giallo dei fiori di zucca, il tutto circondato dal verde delle cime di rape?
naaaaaaaaaaaaaaaa
Almeno il pavone ostenta una coda bellissima!
tammy is offline  
Vecchio 01-10-2006, 20.04.18   #6
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
bha! io di omogeneo credo di avere ben poco, quindi porta pazienza.
Il piano di discussione non è "l'attività sessuale", ma più che altro se esitono, in diverse culture, una diversità di approcci per arrivare all'accoppiamento, al matrimonio, all'amore o come ti/vi pare. Come dire: se piuttosto delle rose, gli uomini di altre culture, regalino mazzi di carciofi o di cime di rape!
Per un pò di tempo ci hanno annegate, noi donne europee, con frasi del tipo: siete troppo esigenti nei confronti di un uomo, di ridurlo al fallimento di sè stesso per i nostri capricci, (esagero, ma più o meno i vari discorsi sono andati così), preferiamo il bello, ricco e stupido, piuttosto che, come in altre culture, la sottomissione è indice di successo per il podio dell'uomo con al seguito di almeno una donna devota.
Siccome non ho nè tempo nè pazienza, al momento di andarmi a documentare, mi faceva piacere leggere le vostre esperienze, se ci sono, o dei vostri studi in materia di corteggiamento e seguito.
Chissà mai che una treccia d'aglio abbia la meglio su un mazzo di rose, notoriamente e noiosamente, rosse.

Dunque la questione è quella del "corteggiamento".
La mia esperienza è molto semplice: in Italia ho smesso di praticare da alcuni anni, per tre ragioni.
La prima: gli sforzi e l'impegno richiesto sono talmente straordinari da impegnare una quantità di tempo superiore a quella di cui dispongo.
La seconda: le probabilità di risultato sono quasi insignificanti.
La terza: troppo spesso si viene mortificati e maltrattati, per quanto "soft" possa essere stato l'approccio.
In nordeuropa le cose vanno diversamente.
Di solito, un sorriso di incoraggiamento "apre le danze".
Dopodichè un piccolo omaggio, oppure il semplice "presentarsi" e l'invito a fare due chiacchiere e a bere qualcosa sono più che sufficienti.
In seguito, preferisco ascoltare molto e parlare assai poco di me: trovo che tale atteggiamento renda bene.
Quindi la richiesta di visitare insieme qualche scorcio particolare: qui, in genere, "affondo" decisamente, iniziando a dire qualcosa di me, ma sempre col tramite di qualche correlazione oggettiva.
Osservazioni, qualche battuta, giochi di sguardi e di parole...
In genere va bene, ma anche quando non funziona si resta comunque in buoni rapporti.
Come si faccia in Italia, invece, francamente non lo so.
Ma credo che, nel caso in cui sia l'uomo a prendere l'iniziativa, l'insuccesso sia garantito.
L'unico modo, forse, è quello di attendere fino a quando non sia una donna a farlo: ossia, potenzialmente, all'infinito.
Weyl is offline  
Vecchio 02-10-2006, 09.47.23   #7
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da Weyl
Dunque la questione è quella del "corteggiamento".
La mia esperienza è molto semplice: in Italia ho smesso di praticare da alcuni anni, per tre ragioni.
La prima: gli sforzi e l'impegno richiesto sono talmente straordinari da impegnare una quantità di tempo superiore a quella di cui dispongo.
La seconda: le probabilità di risultato sono quasi insignificanti.
La terza: troppo spesso si viene mortificati e maltrattati, per quanto "soft" possa essere stato l'approccio.
In nordeuropa le cose vanno diversamente.
Di solito, un sorriso di incoraggiamento "apre le danze".
Dopodichè un piccolo omaggio, oppure il semplice "presentarsi" e l'invito a fare due chiacchiere e a bere qualcosa sono più che sufficienti.
In seguito, preferisco ascoltare molto e parlare assai poco di me: trovo che tale atteggiamento renda bene.
Quindi la richiesta di visitare insieme qualche scorcio particolare: qui, in genere, "affondo" decisamente, iniziando a dire qualcosa di me, ma sempre col tramite di qualche correlazione oggettiva.
Osservazioni, qualche battuta, giochi di sguardi e di parole...
In genere va bene, ma anche quando non funziona si resta comunque in buoni rapporti.
Come si faccia in Italia, invece, francamente non lo so.
Ma credo che, nel caso in cui sia l'uomo a prendere l'iniziativa, l'insuccesso sia garantito.
L'unico modo, forse, è quello di attendere fino a quando non sia una donna a farlo: ossia, potenzialmente, all'infinito.


Weyl…io ho coronato importantissimi successi italiani nel momento in cui ho deciso di essere me stesso.
Sono arrivato a questa conclusione quando ho compreso che le donne che avevo di fronte erano tutte molto più furbe di me.....…in quanto donne. Inutile recitare la parte di qualcosa che non ci appartiene.

Le tecniche da te elencate invece funzionano benissimo con le straniere…che solitamente guardano più alle apparenze, spesse volte quelle meramente economiche, dell’uomo-pollo di turno.

maxim is offline  
Vecchio 02-10-2006, 16.07.59   #8
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
bha! io di omogeneo credo di avere ben poco, quindi porta pazienza.
Il piano di discussione non è "l'attività sessuale", ma più che altro se esitono, in diverse culture, una diversità di approcci per arrivare all'accoppiamento, al matrimonio, all'amore o come ti/vi pare. Come dire: se piuttosto delle rose, gli uomini di altre culture, regalino mazzi di carciofi o di cime di rape!
Per un pò di tempo ci hanno annegate, noi donne europee, con frasi del tipo: siete troppo esigenti nei confronti di un uomo, di ridurlo al fallimento di sè stesso per i nostri capricci, (esagero, ma più o meno i vari discorsi sono andati così), preferiamo il bello, ricco e stupido, piuttosto che, come in altre culture, la sottomissione è indice di successo per il podio dell'uomo con al seguito di almeno una donna devota.
Siccome non ho nè tempo nè pazienza, al momento di andarmi a documentare, mi faceva piacere leggere le vostre esperienze, se ci sono, o dei vostri studi in materia di corteggiamento e seguito.
Chissà mai che una treccia d'aglio abbia la meglio su un mazzo di rose, notoriamente e noiosamente, rosse.

Tesoro, a dire il vero sono di nuovo sulla stessa lunghezza d’onda di Tommy. Prima parli di kamasutra, poi dici che non fai riferimento all’attività sessuale, ma piuttosto al prima dell’attività sessuale, cioè agli sforzi che un povero ometto dovrebbe fare per portarsi al letto una pollastrella, e …poi ???

Vuoi sapere se in altre culture, gli uomini sono più pepati e quindi più travolgenti in una relazione sessuale? Guarda che cosa ho trovato in rete


Citazione:
SESSO: POCO E DI CORSA. ECCO PERCHE' SIAMO ULTIMI IN EUROPA Gli italiani collezionano un’altra figuraccia, le ragioni vanno cercate in Alto Adige diCarlo Alessi

Se continua così sarà meglio che il maschio italiano “appenda il letto al chiodo”. Per l’ennesima volta, infatti, una ricerca sulle performance degli europei in camera da letto assegna agli italiani l’ultimo posto in classifica mentre, a sorpresa, scopre quelli che si “danno più da fare” sono gli svedesi.

Svolta su un campione di i 1.200 uomini, la ricerca ha dimostrato che gli uomini più sessualmente attivi sono gli abitanti dei boschi di betulle, con 156 rapporti all'anno. In camera da letto, poi, c’è una curiosa new entry: quella dei bulgari che tallonano gli svedesi con 154 performance ogni 365 giorni.

E’ poi la volta dei russi che con 149 rapporti si piazzano al terzo posto, quarti sono i francesi con 138 azioni, poi con molta calma è il turno degli italiani e degli spagnoli, con un numero di rapporti annuali rispettivamente di 114 e 118.

Ma non basta, sembra che il Bel Paese vada anche di fretta e voglia tutto e subito. Infatti, per quello che riguarda i tempi dei preliminari gli italiani si rivelano tra i più frettolosi.

I migliori sono gli olandesi, che staccano di misura tutti gli altri in fatto di dedizione e pazienza, dedicando a baci e carezze quasi sessanta minuti (consentiteci una cattiveria: sono i minuti occorrenti al Viagra & simili per far effetto).

Quasi calma e gesso per i francesi che prima dell’atto “bighellonano” per trenta minuti, mentre gli italiani reputano 15 minuti un tempo più che sufficiente per “trarre le conclusioni”.
……
Dal sito Quitalia “Il giornale telematico degli italiani nel mondo”




Ps. L’aglio lo deve portare la donna per non inciampare in un vampiro
edali is offline  
Vecchio 04-10-2006, 21.26.13   #9
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da Weyl
Dunque la questione è quella del "corteggiamento".
La mia esperienza è molto semplice: in Italia ho smesso di praticare da alcuni anni, per tre ragioni.
La prima: gli sforzi e l'impegno richiesto sono talmente straordinari da impegnare una quantità di tempo superiore a quella di cui dispongo.
La seconda: le probabilità di risultato sono quasi insignificanti.
La terza: troppo spesso si viene mortificati e maltrattati, per quanto "soft" possa essere stato l'approccio.
In nordeuropa le cose vanno diversamente.
Di solito, un sorriso di incoraggiamento "apre le danze".
Dopodichè un piccolo omaggio, oppure il semplice "presentarsi" e l'invito a fare due chiacchiere e a bere qualcosa sono più che sufficienti.
In seguito, preferisco ascoltare molto e parlare assai poco di me: trovo che tale atteggiamento renda bene.
Quindi la richiesta di visitare insieme qualche scorcio particolare: qui, in genere, "affondo" decisamente, iniziando a dire qualcosa di me, ma sempre col tramite di qualche correlazione oggettiva.
Osservazioni, qualche battuta, giochi di sguardi e di parole...
In genere va bene, ma anche quando non funziona si resta comunque in buoni rapporti.
Come si faccia in Italia, invece, francamente non lo so.
Ma credo che, nel caso in cui sia l'uomo a prendere l'iniziativa, l'insuccesso sia garantito.
L'unico modo, forse, è quello di attendere fino a quando non sia una donna a farlo: ossia, potenzialmente, all'infinito.
Io, invece, penso sia tutta una balla!
tammy is offline  
Vecchio 05-10-2006, 13.30.23   #10
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Riferimento: Culture diverse nel fare l'amore o sesso

Citazione:
Originalmente inviato da Tommy2005
Ciao Tammy,


Di conseguenza, individuata l'essenza del corteggiamento, differenze, sempre nel mondo occidentale, io non ne vedo, se non nei dettagli.

Attenzione : quello che ho fatto è un riscontro ! Non è assolutamente il mio personale pensiero ne atteggiamento nel confronti del gentil sesso, però, e lo dico con amarezza, dei valori non importa proprio a nessuno, anzi, sono come i sacrifici : tutti li elogiano, ma nessuno li vuole.

Ciao ciao
Sì! Solo dettagli e solo tecniche di seduzione. Anch’io avevo postato quel risultato del sondaggio più per provocazione maliziosa, che per convinzione.

Voglio, comunque, sottolineare che i veri valori vengono sempre apprezzati in una convivenza. Per valore vero intendo valore umano che non è la simpatia, l’originalità, la posizione socio-economica e/o l’abilità nel corteggiamento, ma solo una grande umanità e compassione.



L’articoletto postato prima per provocazione non lo trovo molto utile. Scritto da un uomo per altri uomini, in ottica degli uomini che pensano solo alla “qualità” della prestazione ed alla quantità, senza pensare alla sensibilità della donna. Più che di kamasutra parlerei di tantra. Con il cuore in mano e con lo sguardo pulito, vai sul sicuro incontro ad una donna assettata di vero amore in qualsiasi parte del mondo.


Ehhhh! oggi sono anch'io “soft” (per non sentirmi dire “melensa” )

edali is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it