Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 15-10-2006, 21.05.21   #1
debo2210
I am what i am
 
L'avatar di debo2210
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 27
Angry Italia il finto progresso in una realtà ancora antica

Il nostro paese è entrato in Europa per poter essere più competitivo e per cercare di aumentare la propria ricchezza...purtroppo però, non ce lo possiamo permettere perchè in realtà l'Italia non avrebbe le caratteritiche per "competere" con altri paesi come la Francia, l'Inghilterra, l'Irlanda e molti altri.
L'Italia è un paese che copia molte cose, tranne quelle che dovrebbe copiare. Abbiamo copiato i quartieri Americani, facendo anche noi quartieri con villette a schiera con un bel praticello verde; abbiamo copiato vari modi di fare, di dire, di vestire, di mangiare....non solo agli americani. Se invece di dedicarci a queste idiozie ci fossimo impegnati a scopiazzare i governi che funzionano bene, le leggi e il modo di gestire l'urbanistica di molti altri paesi, forse l'Italia si potrebbe considerare competitiva.
La nostra posizione geografica, il clima, la conformazione del territorio, ci hanno sempre distinto fin dall'antichità...purtroppo non sappiamo sfruttare al meglio le nostre potenzialità. Potremmo essere un paese ricchissimo e competitivo, ma di fatto, non lo siamo.
Ho ascoltato un intervista fatta ad un importante imprenditore italiano, che però ha scelto di vivere all'estero (non dirò il nome per non influenzare le opinioni) come molti altri; mi sono dovuta ricredere su questa persona, ha detto quello che io penso e sò da molto, ovvero che all'estero si sta meglio perchè c'è rispetto per chi lavora, perchè si guadagna il giusto e si è tassati il giusto. Un'imprenditore, qui, paga quasi il 50% di tasse; in Inghilterra se ne paga il 30%. Questo rende abbastanza ovvio il fatto di andarsene altrove per evitare di essere "scippato legalmente" di quasi tutte le proprie fatiche.
Un giovane che a 20 anni vuole aprire un'attività, in Inghilterra è molto aiutato dallo stato, qui si è quasi destinati al fallimento o alla "non apertura".
L'Irlanda era un paese di immigrazione, un paese quasi inesistente,ma ha saputo rimboccarsi le maniche ed in pochi anni è diventato uno dei paesi più ricchi dell'Unione Europea.
Siamo pieni di burocrazie antiche, non c'è apertura mentale, siamo un paese di vecchi!!! Rimaniamo incollati a metodi totalmente obsoleti e non sappiamo dar spazio ai giovani. Chi governa sono sempre le stesse persone, chi si impone nell'economia sono sempre gli stessi; non c'è mai un ricambio, ne un rinnovamento. Finchè non si cercherà di "modernizzare le idee" e di "seguire le buone idee altrui" non andremo da nessuna parte e perderemo moltissimi giovani con grandi potenzialità perchè se ne andranno altrove a realizzarsi.
Scienziati, piccoli e grandi imprenditori, medici....tutti, o comunque una gran parte, se ne andranno e saranno perduti per sempre, perchè quasi nessuno torna dopo che gli è stato impedito di svilupparsi ed è dovuto andare altrove a farlo.
ITALIA SVEGLIATI O CI PERDERAI TUTTI E POI TE NE PENTIRAI!!!! PERCHé SARAI SOLO IL LUOGO DOVE VERREMO A FAR VACANZA!!!! SVEGLIA!!!!! E SVEGLIAMOCI TUTTI!!!!!!

Ciao a tutti!
debo2210 is offline  
Vecchio 16-10-2006, 17.02.22   #2
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Italia il finto progresso in una realtà ancora antica

sono daccordo con te,ma va anche detto che ci sono Paesi che stanno molto ma molto peggio di noi cara Debbo.Io sono stato in Tanzania e vedendo come vive la gente mi sono quasi vergognato di avere tutto quello che ho,mentre quei poveri bambini non hanno neanche da bere!Smettiamola di lamentarci e soprattutto smettiamola di pensare sempre e solo ai soldi!La cosa più importante nel mondo è mangiare e bere,quando ha la possibilità di farlo dovrebbe essere apposto,ma purtroppo non ci accontentiamo mai.Vi consiglio di fare un salto in Africa e poi voglio vedere cosa dite...
dany83 is offline  
Vecchio 17-10-2006, 15.07.09   #3
debo2210
I am what i am
 
L'avatar di debo2210
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 27
Arrow Riferimento: Italia il finto progresso in una realtà ancora antica

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
sono daccordo con te,ma va anche detto che ci sono Paesi che stanno molto ma molto peggio di noi cara Debbo.Io sono stato in Tanzania e vedendo come vive la gente mi sono quasi vergognato di avere tutto quello che ho,mentre quei poveri bambini non hanno neanche da bere!Smettiamola di lamentarci e soprattutto smettiamola di pensare sempre e solo ai soldi!La cosa più importante nel mondo è mangiare e bere,quando ha la possibilità di farlo dovrebbe essere apposto,ma purtroppo non ci accontentiamo mai.Vi consiglio di fare un salto in Africa e poi voglio vedere cosa dite...

Vorrei precisare che non ho mai messo in dubbio che ci siano paesi che stanno molto peggio, e non mi stò lamentando perchè non mi accontento, ma per il fatto che "vogliamo fare i fighi ed i tecnologici" quelli che vanno a braccetto con le maggiori potenze, quando invece non ne siamo affatto in grado. Cmq in Africa ci sono stata e sò benissimo che ci sono persone che soffrono davvero, non ho mai fatto un paragone con noi, il discorso era un'altro.
Ciao!
debo2210 is offline  
Vecchio 17-10-2006, 16.17.00   #4
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Italia il finto progresso in una realtà ancora antica

Su questo ti do ragione Debbo,purtroppo la cultura che c'è nel nostro Paese non è al livello di quella di altri Paesi tipo Francia o Inghilterra,è quello il vero problema.E credo che non cambieremo mai...
dany83 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it