Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 27-06-2007, 12.36.53   #1
Fallen06
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-08-2006
Messaggi: 127
La dottrina nel tempo

La trasmissione nel tempo di un corpo dottrinale "vero" è una delle caratteristiche della religione.
Alcune religioni hanno addirittura elaborato il concetto di dogma,per indicare una verità eterna,creduta per fede.
Non è una novità,nè una mera ipotesi,che nel corso dei secoli,le dottrine hanno conosciuto cambiamenti,aggiustamenti,ripe nsamenti,spesso operati alla luce delle nuove conoscenze.In Occidente,il rapporto scienza-fede è illuminante in quanto a questo.Il cristianesimo,soprattutto,ha avuto a che fare con la costante diffusione di teorie scientifiche che mettevano in dubbio le verità di fede,e costringevano ad elaborare nuove soluzioni e compromessi,come quello di leggere il racconto biblico come,per grandi tratti del Libro,una metafora e un simbolo di verità più profonde di quelle che apparivano da una lettura letterale.
Galileo Galilei,il quale,processo inquisitorio e abiura a parte,professava una sincera fede cristiana,elaborò una delle prime,moderne soluzioni al problema del rapporto fra scienza e religione:diceva il nostro che la Bibbia insegna come si và in Cielo,e non come và il cielo,limitando quindi la veridicità del messaggio cristiano a ciò che non era di competenza della scienza naturale.
Nell'antichità,fin da Agostino,autori cristiani avevano comunque affrontato il problema,in un modo oggi ripreso dai massimi esponenti della Chiesa cattolica,dicendo che la ragione non può essere in contraddizione con la fede.Un'interessante teoria,atta a spiegare il modo della Rivelazione,e a rispondere ai problemi sorti,è quella della Rivelazione nel tempo.
Dio,cioè,non avrebbe ingannato gli uomini persuadendoli di false credenze,ma avrebbe adattato le verità rivelate alle capacità di comprensione degli uomini nel tempo,che non essendo sempre stata la stessa,avrebbe richiesto una verità "mitigata",adattata,affinc hè passasse il messaggio fondamentale.
Ad ogni modo,storicamente resta che mentre prima si pensava,ad esempio,che il mondo fosse stato creato in sette giorni,nel tempo si è cambiata opinione.Mentre prima si pensava che l'uomo avesse una costola in meno per via della creazione della donna dal suo corpo,nel tempo si è cambiata opinione.Mentre prima si pensava che la Terra fosse al centro dell'universo,nel tempo si è cambiata opinione.E così via.
Ora mi domando,e vi domando:se la Chiesa -ma in generale chiunque ritenga di esser depositario della Verità con la v maiuscola- ,modifica nel tempo il proprio insegnamento,cosa ne resta della sua attendibilità?
Come può porsi il credente di fronte,mettiamo,al "consiglio" del vescovo in materia di fecondazione assistita,di omosessualità,di creazionismo\evoluzionismo,qua ndo c'è la possibilità che questo consiglio muti nel tempo?
Fallen06 is offline  
Vecchio 13-07-2007, 18.16.17   #2
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: La dottrina nel tempo

Le dottrine come tutte le teorie non è vittima di staticità (se caso va provata la sua verità) per cui non c'è da stupirsi se una teoria si evolve nel corso della Storia, essa si adatta ai tempi e alle scoperte ad essa seguite, si reinterpretano o si riformulano le teorie passate affinchè esse possano spiegare i nuovi avvenimenti.
Per farti un esempio facile, pigliamo la gravità prima c'è la teoria di Newton successivamente quella di Einstein, Einstein cosa fà rilegge la teoria di Newton in chiave relativistica affinchè possa spiegare avvenimenti (di natura cosmica) che prima non era in grado di spiegare oppure andavano contro la teoria stessa; semplicemente il sistema di teorie di Newton può essere visto come un restringimento di quelle di Einstein al solo sistema terra, per poter spiegare l'universo devono essere generalizzate e la teoria di Einstein è attualmente la sua forma generale.
Teoricamente lo stesso meccanismo evolutivo dovrebbe valere anche nel contesto delle dottrine religiose o per le teorie etiche.
trismegistus is offline  
Vecchio 13-07-2007, 19.00.49   #3
TheDruid
Ospite abituale
 
L'avatar di TheDruid
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 105
Riferimento: La dottrina nel tempo

In effetti non cè da stupirsi, il tempo, in qualità di tale disgrega tutte le verità, le muta, le evolve; sia perchè cambia i soggetti delle verità, sia perchè le verità si evolvono una sull'altra.
E quindi chi ha cercato di fermarlo, si trova a rattoppare le falle delle proprie teorie.Questo in un ambiente che ha coscienza del tempo viene accettato con positività(è evoluzione!), gli altri si fanno il sangue marcio.
A dir la verità, mi stupiscono più le modifiche demagogiche che quelle di coerenza dottrinale, ma questa è un altra storia.
Comunque, bisogna sottolineare che non è un minimo comun denominatore di tutte le dottrine, le dottrine che diciamo si sono accontetanti dei giusti spazi non ne risentono assolutamente(che ne so il Buddhismo), quelle invece che hanno peccato di ingordigia volendo spiegare ogni cosa percepibile ai cinque sensi gridandola ai quattro venti, bhe, quelle se la sono (giustamente) presa nel c..o...
Per un po puoi rattoppare la barca, ma prima o poi finisce la cuccagna degli allocchi che t danno una mano....
TheDruid is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it