Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 15-02-2008, 11.42.22   #41
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

emmeci
Citazione:
Forse chi ha deciso una volta per tutte, come Nietzsche, di essere sé, cioè di dire sì alla sua vita, è finito nel precipizio e ha sperimentato sulla sua pelle – cioè sulla sua salute mentale – quanto fosse rischiosa la decisione….Allora dobbiamo obbedire a ciò che ci dicono genitori ed amici, accettare un impiego onorevole e remunerato, rinunciare a prendersi beffe dell’attualità, anzi della storia intera dell’uomo e dei suoi onorati ideali, rinunciare a lottare con Dio e ad affermare il potere che ho di presentarmi come il solo modello capace di dare un senso a questo decadente universo?
katerpilla

Non sò, caro emmeci, come funzionino veramente le cose, ma la tua riflessione mi ha fatto tornare alla mente un gioco che, Carl Gustav Jung praticava con il suo piccolo figlio. Il gioco consisteva in questo: il bambino si collocava in cima ad una scala di quattro cinque gradini, per poi gettarsi nel vuoto, mentre Jung lo aspettava a braccia aperte per evitare la caduta. Dopo la 1°-2°-3° volta, il padre non lo afferrò più lasciandolo cadere. Il bambino, guardando il padre con un certo stupore, poiché si era reso conto che l'aveva fatto di proposito, gli chiese il perché. A tale domanda Jung rispose: questo per insegnarti che quando fai una cosa devi far conto solo sulle tue possibilità e non su quelle degli altri. La morale? Non vi è dubbio che l'atteggiamento di chi ci circonda influenza il nostro destino, ma molto dipende dai patrimoni che abbiamo in noi e dal fiume in piena della casualità che, più passa il tempo e più mi convinco, che di casuale ve ne sia sempre di meno. Ecco allora che s'incunea nella nostra mente il famoso Dubbio: perché lui e non io? O viceversa.

Saluti.
Giancarlo.
katerpillar is offline  
Vecchio 15-02-2008, 16.39.05   #42
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

Insomma, vedo che alla fine quello che ha vinto è il dubbio: che d’altra parte ha due facce: da una parte la speranza dall’altra la disperazione, da una parte Dio dall’altra Lucifero. Affidarsi al dubbio è come giocare a testa e croce, e siccome non abbiamo (almeno io non ho) né la conoscenza matematica di Pascal né la sicumera di Faust, mi guardo bene dal buttarmi a indovinare. Anche se una piccola speranza il dubbio può sempre dare, perché se tutto è dubbioso tutto è possibile, anche che noi incontriamo un bel giorno – no, non Marlene Dietrich - ma la fata turchina, che forse è meglio di un autorevole strizzacervelli.
Però, leggendo che perfino tu non credi più nella casualità, vorrei avere qualche lume per quanto riguarda il mio personale destino. E allora, vorrei sapere, i filosofi vanno tutti all’inferno come probabilmente pensa la chiesa? Lucifero non era quello che aveva dubitato del diritto di Dio di insediarsi sul trono? E il Suo vicario in terra non ha detto più volte che noi siamo dei relativisti mentre lui conosce la verità e ha il potere di sciogliere e di legare? Perché non proponi, Katerpillar, al tuo cenacolo filosofico di organizzare una seduta spiritica e domandare a qualche filosofo del passato se si trova nell’inferno o nel paradiso? Forse potresti evocare perfino San Tommaso, che non è sicuro sia in paradiso perché a Parigi era già stato sull’orlo della scomunica, e che in fondo teneva il piede in due staffe, perché si sentiva filosofo a pieno diritto ma anche credente nell’esistenza di Dio - anche se ha avuto bisogno di ben cinque prove (senza l’aggiunta della sesta che ho inventato io) per essere sicuro dell’esistenza di Dio, mentre il povero di spirito che in una notte di disperazione ha bisogno di appellarsi alla fede crede senza esitare a quel Dio che ha nel cuore e che non ha nulla di ciò che la chiesa gli attribuisce, nessuna corona di rose o di spine, ma è soltanto un brivido: il brivido dell’assoluto.
emmeci is offline  
Vecchio 16-02-2008, 06.30.03   #43
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

emmeci
Citazione:
Però, leggendo che perfino tu non credi più nella casualità, vorrei avere qualche lume per quanto riguarda il mio personale destino. E allora, vorrei sapere, i filosofi vanno tutti all’inferno come probabilmente pensa la chiesa?
katerpillar

Dopo tutto quello che ho affermato, caro emmeci, dovresti sapere a chi rivolgerti per conoscere il tuo destino, solo se conoscessi la chiave di lettura per parlare con la materia. Ma sembra che essa non abbia risposte da dare: opera e basta. Opera nel silenzio di una sera stellata dove si dispiega l'osservazione e lo stupore umano, opera con un rosso tramonto da toglierci il fiato, con la pioggia in un mese di Settembre quando necessita smorzare l'arsura della terra, causata dall'estate, o quando nel pieno della nostra virilità ci permette di proseguire il suo lavoro, mettendoci in condizione di procreare un'altra vita in modo molto più rapido di quanto non abbia fatto lei. E tu, con le meraviglie che abbiamo intorno, stai ancora a domandarti quale sarà il tuo destino? Basta andare a ritroso nel tempo per trovare tutte le risposte che desideriamo: passate e future, quindi, anche quale sarà il nostro destino. Questo consiglio vale anche per tutte le chiese: guardare indietro per comprendere il futuro. La materia non nasconde nulla, affida tutto a quello che noi chiamiamo casualità e, come ripeto, su questa casualità comincio ad avere qualche dubbio, anche se non è "onnipotente", ma solo interrogativa.

Saluti.
Giancarlo.
katerpillar is offline  
Vecchio 16-02-2008, 09.53.33   #44
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

Capisco, Giancarlo, che tu mi consigli di cercare nella materia il perché e il fine di tutte le cose, ma la materia può essere fuoco come pensava Eraclito e come dimostrava realisticamente qualche arcigno inquisitore delle ere d’oro del cristianesimo. E poi, proprio stamane leggo nell’elenco degli argomenti, che Fabio1985 ha voluto ricordare, appellandosi a Berkeley, che la materia può essere un’illusione.
Ora, è vero che noi operiamo sotto un altro tema, che però si iscrive sotto le parole “onnipotenza del dubbio” – e allora, questo non permette - mi dispiace per te - di dubitare anche dell’esistenza della materia? O tu sei tanto convinto della sua esistenza che proprio per questo non consiglieresti mai di fare una seduta spiritica per conoscere che cosa dicono i trapassati?
emmeci is offline  
Vecchio 16-02-2008, 20.47.30   #45
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

emmeci
Citazione:
Capisco, Giancarlo, che tu mi consigli di cercare nella materia il perché e il fine di tutte le cose, ma la materia può essere fuoco come pensava Eraclito e come dimostrava realisticamente qualche arcigno inquisitore delle ere d’oro del cristianesimo. E poi, proprio stamane leggo nell’elenco degli argomenti, che Fabio1985 ha voluto ricordare, appellandosi a Berkeley, che la materia può essere un’illusione.
Ora, è vero che noi operiamo sotto un altro tema, che però si iscrive sotto le parole “onnipotenza del dubbio” – e allora, questo non permette - mi dispiace per te - di dubitare anche dell’esistenza della materia? O tu sei tanto convinto della sua esistenza che proprio per questo non consiglieresti mai di fare una seduta spiritica per conoscere che cosa dicono i trapassati?
katerpillar

Berkeley o non Berkeley, quando ho avuto l'incidente d'auto ho sentito dolori in tutto il corpo e qualcuno ancora non è passato. Non ho letto quello che afferma questo autore e non posso accontentarti, ma vedrò di documentarmi, e poi stabiliremo insieme se farla o meno questa seduta spiritica a cui, sembra, tieni.

Saluti.
Giancarlo.
katerpillar is offline  
Vecchio 18-02-2008, 14.26.26   #46
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

Berkeley
Citazione:
La celebre formula che riassume la filosofia di Berkeley è "Esse est percipi" cioè "l'essere consiste nell'essere percepito", ovvero la teoria secondo la quale la realtà si risolve in una serie di idee che, per esistere, hanno bisogno di essere percepite da uno spirito.

La dottrina di Berkeley esclude in virtù di questo principio l'esistenza assoluta delle cose. Secondo il filosofo tutto ciò che esiste è o idea o spirito. Berkeley negò la distinzione fra qualità primarie e secondarie, propria di Locke, (tutte le qualità sono secondarie, cioè soggettive) e anche l'idea di substrato, ovvero di materia: se esistesse una materia, essa sarebbe soltanto un limite alla perfezione divina. In questo senso anche la scienza di Newton non ha altro valore che quello di una mera ipotesi, che ci aiuta a fare previsioni per il futuro, ma non ha alcun riferimento con la realtà materiale, che non solo non è conoscibile, ma non esiste affatto. Le idee, secondo Berkeley, vengono impresse nell'uomo da uno spirito infinito, cioè Dio. Inoltre lo stesso Dio si configura come la Mente infinita grazie a cui le idee esistono anche quando non vengono percepite.
katerpillar

Forse, se al tempo di Berkeley fossero esistiti i trapianti, probabilmente avrebbe avuto qualche problema in più ad affermare l'inesistenza della materia, perché se potremmo affermare che il dolore è solo un'impressione, come affermano ancor oggi alcuni neurologi, il trapianto da persona morta a quella viva avrebbero tagliato le gambe a qual si voglia teoria dell'inesistenza materiale, giacchè l'organo trapiantato da una persona morta-materia- che fa continuare a vivere la persona malata -materia- la dice lunga sull'inesattezza di tale ipotesi. Non vorrei anticipare nulla prima di averti ascoltato, ma credo che per quella seduta spiritica bisogna aspettare ancora un pochino prima di effettuarla...non si sa mai.

Saluti.
Giancarlo.
katerpillar is offline  
Vecchio 30-05-2008, 15.53.03   #47
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Il Dubbio E' L'onnipotente

Ma si...credo che Il Dubbio non sia poi così malaccio, e mi rafforzo nel crederlo [citandomi, quasi]
dal dizionario della saggezza che appare in prima pagina :

Dizionario della Saggezza

Il Dubbio

Il dubbio è un prezioso unguento;
benché bruci, esso guarisce.

Io ti dico,
invita il dubbio quando il desiderio t’incalza,
invoca il dubbio quando la tua ambizione sorpassa gli altri in pensiero;
risveglia il dubbio quando il tuo cuore esulta di un grande amore.

Io ti dico:
il dubbio crea l’amore eterno,
il dubbio purifica lo spirito dalla sua corruzione.

Così la forza dei tuoi giorni sarà fatta di comprensione.

Per la piena vita del cuore,
per il volo dello spirito,
lascia che il dubbio laceri i tuoi legami.

Come i freschi venti montani destano le ombre nella valle,
lascia che il dubbio inviti alla danza il languido amore di una mente soddisfatta.

Non lasciare che il dubbio si insinui oscuramente nel tuo cuore.

Io ti dico:
il dubbio è prezioso unguento;
benché bruci, pure guarisce.


Da: "Il dubbio è un prezioso unguento" J. Krishnamurti
Methorst-Kuiper A.J.G., Krishnamurti. Il suo pensiero, la sua missione, la sua poesia. Torino, Bresci Editore, 1974
Il_Dubbio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it