Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 20-10-2008, 17.45.39   #1
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
L'Illuminismo comincia con Cartesio?

Spesso mi chiedo se l'Illuminismo, inteso come atteggiamento culturale che conferisce un'importanza prevalente al dubbio metodico e alla razionalità, si possa far iniziare con la speculazione di Cartesio.
Questo filosofo con il suo "Cogito ergo sum" avrebbe per me posto le basi per una specie di rivoluzione culturale, che identifica l'essenza dell'uomo con l'atto di pensare e di dubitare. Cartesio, infatti, afferma che si può dubitare di tutto (e lo dimostra anche bene...) tranne che del fatto stesso di pensare, perchè quella è un'evidenza fortissima.
In questo modo, però, l'essenza dell'uomo viene determinata dalla pura razionalità e tutte le altre facoltà (sensazioni, emozioni, ecc.)passano in secondo piano e diventano subordinate alla pura e semplice ragione.
E' proprio a partire da Cartesio che si mette in moto un complesso meccanismo culturale che porta a mettere in discussione le varie "verità" accettate acriticamente per fede o per principio di autorità; il metodo cartesiano del dubbio metodico va oltre le intenzioni di Cartesio e viene usato per mettere in crisi tutta un'impalcatura filosofica e teologica basato sull'accordo tra Fede (mondo dei sentimenti ) e Ragione (regno dell'oggettività ).
A questo puinto mi sembra proprio che Cartesio sia stato il precursore più o meno inconsapevole dell'Illuminismo.
Voi che cosa ne pensate? l'illuminismo si può fare iniziare con Cartesio?
Socrate78 is offline  
Vecchio 20-10-2008, 18.09.00   #2
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: L'Illuminismo comincia con Cartesio?

Ho sempre fatto coincidere Cartesio con l'inizio dell'Iluminismo,nonche dell'errato
postulato che l'Essere è creazione del pensiero :ovvero la fine della Metafisica.
Noor is offline  
Vecchio 20-10-2008, 20.35.35   #3
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: L'Illuminismo comincia con Cartesio?

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Spesso mi chiedo se l'Illuminismo, inteso come atteggiamento culturale che conferisce un'importanza prevalente al dubbio metodico e alla razionalità, si possa far iniziare con la speculazione di Cartesio.
Questo filosofo con il suo "Cogito ergo sum" avrebbe per me posto le basi per una specie di rivoluzione culturale, che identifica l'essenza dell'uomo con l'atto di pensare e di dubitare. Cartesio, infatti, afferma che si può dubitare di tutto (e lo dimostra anche bene...) tranne che del fatto stesso di pensare, perchè quella è un'evidenza fortissima.
In questo modo, però, l'essenza dell'uomo viene determinata dalla pura razionalità e tutte le altre facoltà (sensazioni, emozioni, ecc.)passano in secondo piano e diventano subordinate alla pura e semplice ragione.
E' proprio a partire da Cartesio che si mette in moto un complesso meccanismo culturale che porta a mettere in discussione le varie "verità" accettate acriticamente per fede o per principio di autorità; il metodo cartesiano del dubbio metodico va oltre le intenzioni di Cartesio e viene usato per mettere in crisi tutta un'impalcatura filosofica e teologica basato sull'accordo tra Fede (mondo dei sentimenti ) e Ragione (regno dell'oggettività ).
A questo puinto mi sembra proprio che Cartesio sia stato il precursore più o meno inconsapevole dell'Illuminismo.
Voi che cosa ne pensate? l'illuminismo si può fare iniziare con Cartesio?
L’illuminismo, inteso come riscatto della ragione dalla tirannia assoluta della fede inizia, secondo me, con la rivoluzione copernicana, quindi poco prima che Descartes o Cartesio, come lo chiamiamo noi, formulasse il suo pensiero.

Koyré, uno dei massimi studiosi della rivoluzione copernicana, scrive che il 1543 - l'anno in cui appare il “De Revolutionibus orbium coelestium di Copernico - rappresenta la fine di un lungo periodo che abbraccia l'antichità e il medioevo ed apre un'età radicalmente nuova: dopo Copernico, e "Solo dopo Copernico” l''uomo non è più al centro del mondo. L'universo non ruota più per lui". (introduzione al "De revolutionibus orbium, Einaudi).

Con quella scoperta scientifica Copernico ha cambiato un archetipo liberando l’uomo da migliaia di anni di menzogne che l’avevano posto al centro dell’universo. Cartesio, probabilmente, rappresenta il primo baluginio della ragione liberata dal dogma.

VanLag is offline  
Vecchio 21-10-2008, 08.25.25   #4
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: L'Illuminismo comincia con Cartesio?

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Spesso mi chiedo se l'Illuminismo, inteso come atteggiamento culturale che conferisce un'importanza prevalente al dubbio metodico e alla razionalità, si possa far iniziare con la speculazione di Cartesio.

I movimenti culturali hanno sempre radici remote nella storia del pensiero quindi un filo che colleghi Cartesio con l'Illuminismo, si può a trovare, anche perchè tu parli di atteggiamento.

Cartesio basa il suo tentativo di rinnovamento della metafisica sulla certezza originaria del pensiero di fronte a se stesso, il famoso cogito ergo sum.
Ritiene legittimato, tuttavia, il dubbio metafisico che viene superato e risolto facendo ricorso a Dio.

La sua impostazione metafisica, non poteva piacere agli illuministi che, in questo, hanno criticato Cartesio e lo hanno criticato anche quanti, più chiaramente, sono degli autentici precursori dell' Illuminismo, come Hobbes.

C'è però un aspetto che è piaciuto agli Illuministi: quella razionalità o meglio quella mentalità che cammina in direzione, appunto dell' Illuminismo e che lo ha reso un "picconatore" di quanto odorava di muffa.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 21-10-2008, 15.53.14   #5
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: L'Illuminismo comincia con Cartesio?

Bisognerebbe chiedere a “Il Dubbio” se ritiene che Cartesio sia veramente il filosofo che ha messo tra parentesi tutto ciò in cui l’uomo aveva fin allora creduto, e abbia ricominciato senza presupposti a pensare. Mi pare che il dubbio a cui si concede Cartesio prima di affermare le sue verità sia tutt’altro che radicale, e lo stesso scenario che egli si crea nel culminante momento del "redde rationem" sappia assai poco di zolfo luciferino: ve lo immaginate il principe delle tenebre che si lascia scappare l’occasione di obbedire all’invito di distruggere tutto ciò in cui Cartesio aveva fin allora creduto, cioè percezioni, idee di estensione e di causa, perfino idee matematiche, lasciandogli però imperterrita la fede in un Dio che brilla come idea d’evidenza assoluta, alla quale egli potrà poi affrettarsi ad appendere il cogito e l’intero universo delle idee chiare e distinte?
Ma voi credete che Cartesio avesse veramente di Dio un’idea chiara e distinta se ancora oggi, dopo secoli di travagliate polemiche, ogni religione ne offre una propria versione e i filosofi poi….basta sfogliare in questo forum l’argomento “definire dio” e si troveranno definizioni ad usura. Ma in questo forse Cartesio aveva ragione: quest’ansia definitoria è fatica sprecata perché, come ho già detto e posso onestamente ripetere, l’unica cosa che si attaglia a Dio al di là di tutte le circonvoluzioni ecclesiastiche è il fatto di considerarlo assoluto: è questa la sola idea chiara e distinta, anche se non rivela cos’è, cioè mantiene Dio in quella tenebra che può apparire perfino come una sua inesistenza: il resto, cioè tutto ciò di cui le religioni riempiono bibbie e messali, è fragile ed arbitrario, anche se Cartesio non si arrischia almeno apparentemente a farne oggetto di dubbio (e tanto meno si arrischia ad ammettere, come ha fatto il suo critico e amico Mersenne, che Dio avrebbe potuto far sì che 2+2 non è pari a 4).
emmeci is offline  
Vecchio 09-11-2008, 10.13.15   #6
vernuft
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 06-11-2008
Messaggi: 1
Riferimento: L'Illuminismo comincia con Cartesio?

si può parlare di un illuminismo filosofico e di uno storico:
a) dal punto di vista storico l'illuminismo viene identificato con il settecento e la rivoluzione francese in particolare (è un'etichetta che viene posta su un secolo che in realtà è tutt'altro che "illuministico": pensiamo a Robespierre o al povero lavoisier)
b) dal punto di vista filosofico l'illuminismo è un atteggiamento mentale e culturale (il rischiaramento di una conoscenza semplicemente posta come vera ma non giustificata) che porta relativizzare i concetti rispetto al dogmatismo che solitamente lo precede. in questo senso i filosofi ionici sono illumisti rispetto al periodo mitico, Aristotele è illumista rispetto al mondo ideale platonico, cartesio è illuminista rispetto al pensiero scolastico...
quindi è corretto dire che Cartesio è un illuminista, ma l'illuminismo non ha inizio con il suo pensiero; semmai Cartesio si fa portatore di un atteggiamento critico di antica memoria..
vernuft is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it