Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 22-11-2008, 13.51.26   #11
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: misticismi e dogmi nella filosofia

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Carissimo Arsenio,è mia convinzione che colui che non ha almeno tentato di approfondire la conoscenza del proprio EGO,non viva,ma vegeti. Io nella ricerca di dare almeno una posizione al citato EGO, all'IO ed al SE',dopo aver notato una enorme confusione un tante publicazioni filosofiche e spirituali, ho voluto dare loro una posizione virtuale,al fine di comprenderne almeno la loro funzione,ed iniziare un mio percorso di vita. L'essere umano, sin dagli albori della sua esistenza,per poter accettare e dare una ragione ai tanti misteri dell',universo si è dotato della spiritualità,ideandosi un Dio a sua immagine e somiglianza,quindi è mia ferma opinione che l'uomo è costituito da materia,(corpo-intelletto ) e spirito (anima) Per cui quando il corpo (EGO) riesce a formare un armonioso connubio con l'IO (Spirito-anima)ascoltendo i suoi giusti consigli, ne scatturirà un SE' ( azione-movimento) che lo indirizzerà su quel tragitto de tè Arsenio,menzionato ed apprezzato più che la meta,che lo condurrà alla felicità e beatitudine. Quanto ti ho descritto,forse ti farà ridere,ma è la base fondamentale da cui partono tutte le mie ricerche per arrivare a quella meta alla quale tù dai meno importanza che non al viaggio.
Tutto ciò,analizzando i tanti pensatori che ci hanno preceduto,cominciando dai filosofi greci quali i sofisti ed i loro antagonisti,passando dai pur importanti pensatori e filosofi della cristianità, per arrivare poi al profondo Thomas Hobbes (1588-1679) grande assertore della innata violenza umana, Herbert Spencer e Thomas Huxley, contemporanei di Charles Darwin, i quali tentarono di inquadrare la violenza umana all'interno della teoria dell'evoluzione Darwiniana.Poi Conrad Lorenz, Kropotkin,Bobbio, Pasquino,per poi arrivare ai primi cultori della neuroscienza,quali Changeaux,Smart,Bjorklund e Pellegrini,
John Eccles,premio nobel,Noto per la sua controversia con Karl Popper sulla teoria sul monismo applicato alla neuroscienza che ha determinato la teoria d'identità tra cervello e mente, mentre prima lui stesso era convinto della dualità,cioè che la mente regolasse il cervello come entità a parte.
Queste persone mi hanno fatto cambiare molte delle mie idee,apportandomi molti miglioramenti, ma nonostante le copiose ricerche, la mia teoria di base è ancora la stessa. Magari trovassi qualcuno che mi convincesse con definizioni concrete, la reale posizione umana nella spiritualità.
Un saluto amichevole espert37



secondo me il cammino spirituale dell'uomo, molto citato da tutte le scienze umane, è l'”individuazione” di Jung.

L’individuazione viene definita da Jung come il processo di differenziazione che ha come meta lo sviluppo della personalità individuale; essa rappresenta quindi lo sviluppo delle particolarità di un individuo, sulla base della sua disposizione naturale. Pur costituendo una “via individuale” che può deviare rispetto a quella consueta, essa deve condurre ad uno spontaneo riconoscimento delle norme collettive. L’individuazione rappresenta un processo di elevazione spirituale: essa porta infatti ad un “ampliamento della sfera della coscienza”.
*
E' una maturazione a cui pervengono pochi, perchè si finisce per conformarsi alle norma collettive,nel senso di non arrivare a una individualità unica e autorealizzante. Ma imitativa. Specchio più che mai dei Sé depersonalizzati e mimetici dell'era postmoderna e tecnologica.

Se credi puoi cercare con un motore di ricerca per avere notizie più esaurienti; io ho trovato buono il primo link di Google. Dal quale ho ricavato il trafiletto.

arsenio is offline  
Vecchio 22-11-2008, 15.37.09   #12
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: misticismi e dogmi nella filosofia

Citazione:
Originalmente inviato da arsenio
secondo me il cammino spirituale dell'uomo, molto citato da tutte le scienze umane, è l'”individuazione” di Jung.

L’individuazione viene definita da Jung come il processo di differenziazione che ha come meta lo sviluppo della personalità individuale; essa rappresenta quindi lo sviluppo delle particolarità di un individuo, sulla base della sua disposizione naturale. Pur costituendo una “via individuale” che può deviare rispetto a quella consueta, essa deve condurre ad uno spontaneo riconoscimento delle norme collettive. L’individuazione rappresenta un processo di elevazione spirituale: essa porta infatti ad un “ampliamento della sfera della coscienza”.
*
E' una maturazione a cui pervengono pochi, perchè si finisce per conformarsi alle norma collettive,nel senso di non arrivare a una individualità unica e autorealizzante. Ma imitativa. Specchio più che mai dei Sé depersonalizzati e mimetici dell'era postmoderna e tecnologica.

Se credi puoi cercare con un motore di ricerca per avere notizie più esaurienti; io ho trovato buono il primo link di Google. Dal quale ho ricavato il trafiletto.


Carissimo Arsenio, ti ringrazio del consiglio, ma dall'intera opera di Freud,sono riuscito a condividerne ben poco,a parte qualche cosa nel trattato sull'isteria,molto del resto mi sono sembrate esternazioni di un uomo purtroppo molto provato ed alterato psichicamente da traumi giovanili.Mentre invece ho avuto molto da Jung,in special modo nel periodo suo tardo, dopo quella specie di diatriba cho lo allontanò definitivamente da Freud,ponendolo in giusta contrapposizione. Comunque andrò a cercare in Google qualcosa di nuovo.
Ciao e buona giornata espert37
espert37 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it