Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 25-11-2003, 13.18.19   #31
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Posizione del tutto personale:
Credo ceh il senso della vita cambia a seconda delle persone, del periodo storico, della società che ci trasmette milioni di motivi per cui vivere ecc... :4:

Il senso della vita per me e' "credere in un qualcosa con la speranza che non si raggiunga mai"

Adoro essere
il comunista tra i fascisti,
il fascista tra i comunisti,
il pessimista tra gli ottimisti,
l'ottimista tra i pessimisti.
Il soldato che lotta per la pace in un mondo id guerra
Il cittadino che inneggia alla guerra in tempo di pace.

Come insegna la storia e' NECESSARIO per l'essere umano dare un senso a tutto quello che fa... ma in fondo qualunque cosa che cerchiamo di raggiungere, di fare, non e' altro che un ingannare il tempo in attesa della fine.

Eppure tutti gli ideali nella storia, sono stati creati, raggiunti e poi smontati. Come mai ?

si combatteva contro l'"impero del male". Crollato tale impero abbiamo avuto necessità di crearne uno nuovo.

Si combatteva per un mondo unito. Si sono creati movimenti NO GLOBAL che non sanno neppure loro che cazzo vogliono.

Si combatteva contro il fascismo per creare il comunismo.

Si cercava di raggiungere lo spazio... per poi piantarci una bandierina e dire... "ma poi che ci frega"

si cerca il benessere quando abbiamo scordatoche lo avevamo già.

Si cerca una donna/uomo perfetta/o, consapevoli che non esiste se non nella nostra mente.

si cerca una vita tranquilla... salvo poi abbandonarci alle lamentele riguardanti la noia quando l'abbiamo raggiunta.

Cerchiamo di portare democrazia, quando non esiste manco da noi...

insomma.. l'essere umano e' un anima in pena... alla continua ricerca di un SENSO.. un senso che non lo appaga mai...


... agli erranti :4:
bluemax is offline  
Vecchio 25-11-2003, 13.46.41   #32
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Messaggio originale inviato da bluemax
Citazione:
Credo ceh il senso della vita cambia a seconda delle persone, del periodo storico, della società che ci trasmette milioni di motivi per cui vivere ecc... Il senso della vita per me e' "credere in un qualcosa con la speranza che non si raggiunga mai"

Al contrario io credo che è inutile chiedersi quale sia il senso della vita al fine di agire nella stessa. Esisto e sono qui, perchè mai mi dovrei interessare del perchè io sia qui e a un'evoentuale scopo da raggiungere? Credi che si possa dare una risposta razionale a queste domande? E se la risposta non è razionale, con quale criterio la accetti? Ma soprattutto, a cosa ti servirebbe dare una risposta a tutto questo?

Citazione:
Come insegna la storia e' NECESSARIO per l'essere umano dare un senso a tutto quello che fa... ma in fondo qualunque cosa che cerchiamo di raggiungere, di fare, non e' altro che un ingannare il tempo in attesa della fine.

Non è necessario, ma è nella sua natura essere portato a pretendere ogni risposta, ma anche questo è irrazionale. Qualuque cosa che cerchiamo di raggiungere o di fare, non è altro che un inganno in attesa della fine, se queste mete non possono essere raggiunte; come nel caso di dare una risposta alla domanda : "Perchè vivo? Chi mi ha creato? Cosa sto a fare qui?" ecc..

Citazione:
Eppure tutti gli ideali nella storia, sono stati creati, raggiunti e poi smontati.

Gli ideali non sono stati nè smontati nè raggiunti, ma il loro mezzo ha fatto si che questi nonn fossero raggiunti, per il semplice fatto che tale mezzo era sbagliato. Nel caso in cui fosse stato giusto, sarebbe servito ancora il suo utilizzo. Non si può pensare di raggiungere un'ideale e non lavorarci più sopra......tutto è in continuo mutamento, quindi anche il mezzo deve essere riadattato per poter manenere tali ideali, nel cambiamento continuo.

Citazione:
insomma.. l'essere umano e' un anima in pena... alla continua ricerca di un SENSO.. un senso che non lo appaga mai...

Si, e rimarrà tale finchè cercherà di farsi domande a cui non può rispondere.

Ciao.
Marco_532 is offline  
Vecchio 27-12-2003, 14.40.25   #33
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Senso della vita e Egoismo

Se con "senso" della vita si intende "scopo", "fine", posso tranquillamente dire non non ne esiste uno. Basti pensare che noi esistiamo solo in quanto siamo frutto del Caso, la nostra stessa evoluzione è un processo Casuale che non segue un disegno prestabilito, ma semplicemente accade.

P.S. Si definisce "Caso" (con la c maiuscola) " l'insieme di tutte le cause di cui l'uomo non può avere conoscenza completa ". E non ha niente a che fare con l'idea che tutti hanno del caso.

Qualche post più in su si è parlato di Egoismo e Vantaggio personale, ci tenevo a dire la mia riguardoo a questo argomento:

Sono sostanzialmente d'accordo con ripley quando dice: "[...] l' istinto di sopravvivenza [...] è parte fondamentale della nostra natura animale e da sempre muove gli individui verso atteggiamenti sociali di puro e semplice interesse personale. [...]"
Tu dici che l'uomo ha, diciamo, "un'umanità" che gli permette di distinguersi dagli animali e gli fa compiere qualche buona azione ogni tanto, giusto? Io, invece, sono dell'avviso che l'uomo, ma non solo lui, anche tutti gli animali e qualsiasi essere vivente dotato di consapevolezza compia qualsiasi azione esclusivamente per vantaggio personale. Anche le buone azioni, altruistiche, suicide, ecc., l'uomo (e tutti gli altri) fa tutto per vantaggio personale. Ciò non esclude che a volte il vantaggio di un individuo possa coincidere con il vantaggio di un altro o di altri.
Prego di prestare attenzione che questa non è una visione negativa dell'uomo.
Cosa ne pensate?
Knacker is offline  
Vecchio 06-01-2004, 14.33.51   #34
Cavalier3rrantE
Ospite
 
Data registrazione: 06-01-2004
Messaggi: 21
Senso della vita, egoismo naturale e amore

Non è la vita che "possiede" un senso, siamo noi che glielo diamo. Si può, a mio modesto parere, parlare di senso della vita esclusivamente in maniera soggettiva, parlando della propria vita. Cercare di fare un discorso oggettivo risulta riduttivo, se non superficiale. Si cade in questioni metafisiche al limite dello scetticismo, che per definizione non possono portare a nulla. Del resto chi può avere tale presunzione da voler attribuire a quest'uomo, che nulla è oltre ad un granello di polvere di stelle, un senso rispetto all'immensità dell'universo.
Ognuno dovrebbe cercare non il senso, ma il modo di affrontare al meglio questo periodo limitato che è la vita. Dobbiamo prendere atto che esistiamo, anche se non sappiamo il perchè.
Molti hanno trovato nella felicità, nel piacere l'unico mezzo e obbiettivo da perseguire, cogliere tutto quel che di positivo questa realtà può offrirci. Questo piacere può essere destato in ognuno, ma attraverso i sentieri più disparati.
Concordo con Knacker, ogni nostra singola azione è dettata da uno istinto egoista di fondo,che mira alla soddisfazione personale del piacere, ma attenzione, perchè questa è la cosa più "naturale" di questo mondo. Questa è la diretta conseguenza del fondamentale istinto di conservazione secondo il quale non credo che si possa fare il bene altrui se prima non si ha sufficiente amor proprio.
Infine mi trovo a esprimere il senso che ha avuto e che forse vorrei avesse in futuro la mia vita. L'esperienza amorosa è l'unica capace di colmare l'animo dell'uomo, ce ne si rende conto solo quando l'amore finisce, poichè si realizza che non sono la nostalgia o il rimpianto a far soffrire maggiormente, ma la presa di coscienza della "vanità del tutto", il sentire che realmente la nostra vita ha perso gran parte, se non tutto, il suo senso.

P.S. sono nuovo di questo forum quindi perdonate la scrittura confusionale e la probabile banalità dei contenuti, ogni consigli è ben accetto.
Cavalier3rrantE is offline  
Vecchio 06-01-2004, 15.12.10   #35
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Re: Senso della vita, egoismo naturale e amore

Citazione:
Messaggio originale inviato da Cavalier3rrantE
Ogni nostra singola azione è dettata da uno istinto egoista di fondo,che mira alla soddisfazione personale del piacere, ma attenzione, perchè questa è la cosa più "naturale" di questo mondo.
Hai espresso perfettamente quello che è anche il mio pensiero. Molti quando cerco di spiegare come la penso, appena sentono la parola egoismo la intendono subito come una cosa negativa. E invece non è così!
Citazione:
Messaggio originale inviato da Cavalier3rrantE
Questa è la diretta conseguenza del fondamentale istinto di conservazione secondo il quale non credo che si possa fare il bene altrui se prima non si ha sufficiente amor proprio.
Non solo.
Mandeville scrive: "Ciò che spinge l'essere umano ad avere rapporti con i suoi simili non è il suo naturale altruismo, ma il suo privato egoismo. Proprio questo, tuttavia, è la causa dei 'pubblici benefici' e del progresso della società." Ed io non posso essere che d'accordo.
Knacker is offline  
Vecchio 06-01-2004, 16.43.30   #36
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
chi no sa porre la propria volonta nelle cose,ammette che essa vi sia gia,che in esse vi sia gia un senso.andrea
andreademilio is offline  
Vecchio 07-01-2004, 11.56.49   #37
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Il senso della vita è che non ha senso. Ed ugualmente va vissuta al meglio.

Quante volte ho sentito "non essere egoista!".
Poi ho compreso il senso. Gonfiare l'ego porta al proprio malessere e a quello altrui. Amare se stessi porta al proprio benesse e a quello altrui.
L'ego è come una voragine che non conosce limiti. L'amore è come una sole che risplende di luce propria.

Il senso della mia vita lo sto ancora cercando, anche se ho compreso che devo smettere di farlo.

Come Barrichello conosce bene la sua Ferrari che porta al traguardo noi dovremmo conoscere bene i meccanismi che utilizza il nostro corpo materiale e poi non ci resta che fare la nostra gara. Una gara dove non conta vincere ma solo partecipare dando tutto se stessi.

Mary
Mary is offline  
Vecchio 10-03-2004, 20.33.38   #38
uLm1879
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-05-2003
Messaggi: 39


ma il senso che cerchiamo nella vita non è semplicemente lo sfogo emotivo che si consegue nel provarlo almeno una volta?

uno sfogo (emotivo) al "poterselo" domandare.

Il resto è un "eterno ritorno".

uLm1879 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it