Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 19-11-2012, 09.01.21   #11
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Domande di fisica teorica

Credo ci sia abbastanza materiale per scrivere cento libri di fisica.
Ma le domande non sono mai abbastanza.

Si dice che la fisica non deve rispondere alla domanda "perchè", ma come.
Tutta la materia conosciuta si divide in fermioni e bosoni. La differenza fra loro è dato dallo spin, semintero per i primi, intero per i secondi.
Certamente la domanda: come è possibile distinguere i fermioni dai bosoni? ha come risposta: dalla differenza di spin.
Rimane nascosta la risposta al perchè (almeno a me).
Dovrebbero però esistere (altrimenti non potremmo riconoscerli) una serie di teorie che spieghino "come" mai i fotoni abbiano spin 1, i gravitoni (se esistono) spin 2 e (ultimo esempio, ma non ultimo bosone) il bosone di Higgs spin 0.
Tutte queste teorie non dovrebbero (teoricamente) essere contemplate in un'unica teoria che spieghi anche perchè la natura divide tutta la materia i bosoni dai fermioni attraverso lo spin? Esiste già questa teoria, oppure siamo lontani da scoprirla? Scoprire il perchè esiste questa differenza potrebbe aiutarci a capire di cosa sia composta la materia oscura, oppure no?
Il_Dubbio is offline  
Vecchio 19-11-2012, 19.43.29   #12
ulysse
Ospite abituale
 
L'avatar di ulysse
 
Data registrazione: 21-02-2008
Messaggi: 1,363
Riferimento: Domande di fisica teorica

Citazione:
Originalmente inviato da paul11
Esistono quattro forze: forte (nucleare), debole ( decadimento nuclerare e creazione di isotopi) , elettromagnetica (con la luce ,il fotone) e infine la gravitazionale.
Ma mi pare che sulla natura (perchè) delle 4 forze non si dica molto comunque: se ne indicano l'origine (come insorgono) e gli effetti...magari misurati e matematicamente elaborati.

E' questo che si intende con l'espressione "natura delle forze"?
Oppure con "natura" si intende molto di più?...ad esempio non solo "come", ma "perchè" insorgno tali forze?

O forse i "perchè" dei campi di forza sono compresi nel "perchè" dell'universo?
Citazione:
Il mio dubbio è proprio sulla forza gravitazionale. Nè Newton , nè Einstein argomentano sulla natura di questa forza, tanto da farla pensare semplicemente come un effetto. Tanto è che il gravitone non è mai stato "trovato".
Anche quì: cosa si intende con "natura"?
Come si origini la forza di gravità e perchè non mi pare sia definito.

Mi pare d'aver letto che si origina dalla stessa materia nel big-bang.
Accumuli di materia (oggetti o ammassi globulari) danno luogo a forze gravitazionali anche enormi per ammassi enormi come pianeti, stelle, galassie con relativa interazione secondo la nota formula.

Il tessuto spazio-temporale ne è addirirttura distorto nei pressi delle grandi masse planetarie e stellari: la variabilità temporale sembra non sia dovuta solo alla velocità relativa, ma anche alla distorsione del tessuto spazio-temporale che si verifica nei pressi delle masse orbitanti nel cosmo!
O forse è la stessa cosa?

Però pare che la forza gravitazionale stessa sia variabile o vada globalmente diminuendo in relazione a masse comparabili: significa che si prospetta un lontano futuro ove la forza gravitazionale sempre piu' debole potrebbe liberare i corpi dall'interazione reciproca?

E' qualcosa del genere che acccade con la "cosiddetta fuga" delle galassie?

Riandando invece alle origini...al primo post big-bang... alla grande "zuppa uniforme" di particelle originatasi,...sembra che non fosse poi così uniforme.

Sulle "increspature", infatti, avrebbe avuto aggio di intervenire la forza gravitazionale separando via via la materia...fino ad originare un primo universo primordiale costituito da ammassi stellari e nebulose...dalla cui autodistruzione è nato poi un secondo o terzo universo di nuova generazione, in cui è compreso anche il nostro sole e sitema plantario.

Forse non è proprio così, ma sembra conseguente alla narrazione di quei primi eventi che la forza di gravità stessa sia scaturita dal big-bang assieme alla materia...e a tutto resto: energia, antimateria, materia oscura ecc...ed abbia, appunto, strutturato quel primo universo!
...Così come struttura e mantiene in equilibrio il nostro di universo... del resto...a parte le singolarità dei buchi neri...che alla forza gravitazionale non sono affatto estranei...anzi!
ulysse is offline  
Vecchio 19-11-2012, 22.10.28   #13
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Domande di fisica teorica

Stavo dimenticando una delle domande che ho sempre voluto fare ad uno scienziato. E' stata anche la mia prima domanda, osservazione, qui sul forum (2008) e che non ha trovato ancora una risposta soddisfacente.

La domanda riguarda l'espansione dell'universo. Che l'universo sia in espansione oramai non è più messo in dubbio (anche se io, per il nome che mi porto dietro, un dubbio ce lo lascerei sempre).
Ci sono però delle perplessità. Mi va bene l'esempio del palloncino per spiegare il fatto che l'universo non ha un centro. Non riesco però a capire un altro paio di cose:
1) l'espansione dell'universo, quindi dello spazio-tempo, crea in continuazione spazio e tempo oppure lo spazio e il tempo, creato (tutto assieme) nel momento del big bang, rimane immutabile ma in espansione? Se non c'è creazione di altro spazio-tempo, che significa allora espandere lo spazio-tempo?
Se invece c'è creazione di spazio-tempo questo termine "creazione" non "disturba" lo scienziato? Che vuol dire che lo spazio-tempo si crea?

2) Cosa causa l'espansione? Sento dire che l'espansione dell'universo sia causato forse dall'energia oscura, ma se seguo l'esempio del palloncino la causa dell'espansione è il movimento delle galassie (che si allontanano fra di loro), mentre l'energia oscura sarebbe la causa del movimento delle galassie. Quindi l'espansione dell'universo sarebbe causato dall'allontanamento della materia (galassie) e no dall'energia oscura. Come stanno le cose?

Questa 2) potrebbe sembrare banale (e forse lo è) però nel 2008, quando proposi la domanda, ritenevo che la causa dell'espansione non dipendesse dall'allontanamento delle galassie, ma dall'irraggiamento della luce nel vuoto (visto che comunque si irragia sempre ad una velocità costante rispetto alla materia).
Spero di capirlo una volta per sempre

Ultima modifica di Il_Dubbio : 20-11-2012 alle ore 10.57.24.
Il_Dubbio is offline  
Vecchio 20-11-2012, 09.34.38   #14
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Domande di fisica teorica

Citazione:
Originalmente inviato da ulysse
Ma mi pare che sulla natura (perchè) delle 4 forze non si dica molto comunque: se ne indicano l'origine (come insorgono) e gli effetti...magari misurati e matematicamente elaborati.

E' questo che si intende con l'espressione "natura delle forze"?
Oppure con "natura" si intende molto di più?...ad esempio non solo "come", ma "perchè" insorgno tali forze?

O forse i "perchè" dei campi di forza sono compresi nel "perchè" dell'universo?

Anche quì: cosa si intende con "natura"?
Come si origini la forza di gravità e perchè non mi pare sia definito.

Mi pare d'aver letto che si origina dalla stessa materia nel big-bang.
Accumuli di materia (oggetti o ammassi globulari) danno luogo a forze gravitazionali anche enormi per ammassi enormi come pianeti, stelle, galassie con relativa interazione secondo la nota formula.

Il tessuto spazio-temporale ne è addirirttura distorto nei pressi delle grandi masse planetarie e stellari: la variabilità temporale sembra non sia dovuta solo alla velocità relativa, ma anche alla distorsione del tessuto spazio-temporale che si verifica nei pressi delle masse orbitanti nel cosmo!
O forse è la stessa cosa?

Però pare che la forza gravitazionale stessa sia variabile o vada globalmente diminuendo in relazione a masse comparabili: significa che si prospetta un lontano futuro ove la forza gravitazionale sempre piu' debole potrebbe liberare i corpi dall'interazione reciproca?

E' qualcosa del genere che acccade con la "cosiddetta fuga" delle galassie?

Riandando invece alle origini...al primo post big-bang... alla grande "zuppa uniforme" di particelle originatasi,...sembra che non fosse poi così uniforme.

Sulle "increspature", infatti, avrebbe avuto aggio di intervenire la forza gravitazionale separando via via la materia...fino ad originare un primo universo primordiale costituito da ammassi stellari e nebulose...dalla cui autodistruzione è nato poi un secondo o terzo universo di nuova generazione, in cui è compreso anche il nostro sole e sitema plantario.

Forse non è proprio così, ma sembra conseguente alla narrazione di quei primi eventi che la forza di gravità stessa sia scaturita dal big-bang assieme alla materia...e a tutto resto: energia, antimateria, materia oscura ecc...ed abbia, appunto, strutturato quel primo universo!
...Così come struttura e mantiene in equilibrio il nostro di universo... del resto...a parte le singolarità dei buchi neri...che alla forza gravitazionale non sono affatto estranei...anzi!

Ciao Ulysse,
sarò lapidario in quanto non mi pare che dobbiamo fare discussioni quì.
La gravità è una forza, oppure è un effetto delle altre delle forze, e il fatto che il suo mediatore , il gravitone, non sia mai stato scoperto, è un indizio in più.
I mediatori delle interazioni delle forze sono: gluone per la forte, fotone per l'elettromagntica, bosoni w e z per la debole e gravitone per la gravità.
Se si tiene presente che la teoria elettrodebole ha di fatto unificato la debole e l'elettroamgnetica e il Modello Standard è attualmente descritto dall'interazione del nucleare forte e l'interazione dell'elettro-debole, ora si tratterebbe di integrare la forza gravitazionale con le altre.
Ma le nuove teorie unificatrici come quella delle stringhe tendono ad unire le quattro forze fondamentali in una sola; proprio come nell'attimo del big bang, quando al tempo cosmologico 10-43( 10 esponente -43) secondi le quattro interazioni non erano distinte fra loro. Dopo questo tempo si manifestano e alla 10-35(10 esponente -35)secondi, le quattro forze sono separate.

paul11 is offline  
Vecchio 07-12-2012, 18.46.49   #15
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Domande di fisica teorica

Citazione:
Originalmente inviato da albert
Ciao a tutti,
presto avremo su riflessioni.it una nuova rubrica tenuta da un celebre scienziato e dedicata esplicitamente alla fisica teorica. Visto che più volte sul forum si è discusso di argomenti vicini alla fisica, volevo chiedere a tutti i forumisti se hanno dei suggerimenti su argomenti specifici da trattare nella nuova rubrica.
Rispondete numerosi!



Due argomenti mi hanno sempre interessato e suscitato in me forti dubbi, e su di essi non ho mai trovato spiegazioni convincenti nei libri di divulgazione scientifica che ho potuto leggere:

1) l' entanglement quantistico.

2) le diverse teorie del "Big bang" (inizio del tempo. Universalità -?- delle leggi fisiche. Che c'é "fuori dall' universo" in modo che questo possa espandersi; ma se "universo" = "tutto ciò che realmente esiste", non dovrebbe esserci nient' altro "di fuori": ma tutto ciò non é autocontraddittorio, cioé assurdo?).
Vedo con piacere che interessano diversi altri frequentatori del forum (io sono "nuovo"; va beh, "usato sicuro": ho compiuto sessant' anni in Agosto).

Grazie per l' attenzione
sgiombo is offline  
Vecchio 10-12-2012, 17.17.34   #16
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Arrow Riferimento: Domande di fisica teorica

Come preannunciato è on-line la rubrica dedicata alla fisica quantistica: La Sfinge e Dintorni a cura del fisico teorico professor Ignazio Licata, con il primo articolo: Demarcazione tra scienza e non-scienza. Come delimitare il pensiero scientifico?

Nel forum è stata aperta una nuova sezione dedicata alla rubrica https://www.riflessioni.it/forum/la-sfinge-e-dintorni/ dove si potranno commentare gli articoli pubblicati. Come sempre non verranno presi in considerazione messaggi che non fanno riferimento agli articoli o con scarse argomentazioni.
webmaster is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it